Baku 2012: Sanzioni per la vendita di prodotti illegali con il marchio contraffatto dell’ESC

Gravi sanzioni amministrative saranno imposte sulle persone che venderanno illegalmente magliette, borse ed altri accessori con il logo dell’ESC 2012 a Baku.

La dichiarazione arriva dal Capo del Dipartimento degli affari pubblici e del Dipartimento di monitoraggio dell’emittente pubblica  İctimai TV, Tahir Mammadov (Tahir Məmmədov).

Mammadov ha detto di aver più volte detto che era illegale: “Adil Karimli (Adil Kərimli) e io ripetutamente abbiamo sottolineato che tale vendita era illegale. Vogliamo ribadire che contraddice la legislazione e la grave violazione del copyright. Il logo dell’Eurovision Song Contest è un marchio della European Broadcasting Union e le aziende produttrici ei commercianti non possono utilizzare questo logo senza il loro permesso. Nessuno può vendere prodotti con questo logo.”

Tahir Mammadov ha aggiunto che l’European Broadcasting Union è seriamente preoccupata su di esso. Un rappresentante dell’EBU ha condotto il monitoraggio: “L’EBU non  è soddisfatta dei risultati del monitoraggio. Vorrei anche notare che l’emittente pubblica ha svolto un’indagine iniziale e ha rivelato una grave violazione della legge da parte dei fabbricanti. Questa vendita non è stata autorizzata dall’European Broadcasting Union, quest’ultimo è qualcosa di negativo”. 

Mammadov continua a sottolineare che questi casi di vendita illegali non si sono conclusi e ha aggiunto che l’emittente pubblica effettuerà un monitoraggio su grande scala in un periodo di tempo molto breve: “Sarebbe meglio se i fabbricanti e commercianti illegali comprendessero le loro responsabilità davanti alla legge ed abbandonassero l’attività. Gravi sanzioni amministrative in caso contrario saranno imposte contro di loro. Secondo l’indagine preliminare, ci sono prodotti locali affianco con i prodotti stranieri. E non solo, ma alcune persone sono alla base di questa attività illegale. Invito a queste persone d’abbandonare l’attività. Altrimenti si troveranno ad affrontare gravi danni materiali”.

Dopo la vittoria dell’Azerbaigian nell’ESC 2011, diverse magliette, borse ed altri accessori con la scritta “Eurovision Song Contest – Baku 2012” sono stati messe in vendita illegale a Baku. Tali prodotti devono essere venduti solo dopo la notifica dell’European Broadcasting Union.

Alla vigilia dell’edizione dell’Eurovision Contest 2012 a Baku, diversi souvenir, penne, sciarpe, beretti, magliette ed altri accesori saranno venduti legalmente. Il costo della magliette ufficiali sarà sui 17 ai 25 euro, ma a Baku i commercanti illegali vendono queste magliette sui 5 ai 20 AZN.

(Tratto da: News.Az)