Sanremo 2020: Al via questo sabato pomeriggio su Rai1 Sanremo Giovani a ItaliaSì! – Aggiornato


sanremo_giovani_logo_blu.jpg

Partirà questo sabato, 30 novembre fino al 7 dicembre, dallo Studio TV3 di Roma Rai 1 alle 16.40 su Rai1 e RaiPlay, Sanremo Giovani a ItaliaSì!, che vedrà i 20 semifinalisti di Sanremo Giovani provare a conquistare i 10 posti in palio per la finalissima di Sanremo Giovani, che andrà in onda su Rai1 in prima serata il prossimo 19 dicembre. Lo scorso sabato sono stati proclamati i primi 5 vincitori che hanno passato il turno e accederanno alla prima serata del 19 dicembre, con l’obiettivo di arrivare sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio. 

Sanremo Giovani a ItaliaSì!, la terza di 4 puntate speciali che vedranno i 20 selezionati – 18 solisti e 2 gruppi – dal concorso Sanremo Giovani raccontarsi sul podio di “ItaliaSì!” e poi esibirsi per la prima volta in televisione. Di questi 20, solo 10 riusciranno ad accedere alla serata finale del 19 dicembre, per aggiudicarsi i 5 posti in palio, con l’obiettivo di arrivare sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio. Nella finalissima verranno scelti gli 8 partecipanti delle “Nuove proposte” per il prossimo Festival di Sanremo 2020 in scena dal 4 all’8 febbraio prossimo, tra cui i cinque dalle selezioni di Sanremo Giovani 2019, due da Area Sanremo 2019 e, ovviamente, la vincitrice di Sanremo young 2019 Tecla Insolia. Come riportato nel calendario diffuso dalla Rai, la prima e la terza giornata di concorso consentiranno agli artisti di esibirsi e di presentarsi ai telespettatori, senza sottoporsi al giudizio delle commissioni; nella seconda e nella quarta, invece, i giurati decreteranno cinque artisti (dieci in totale) da portare alla fase successiva della gara, dopo le sfide singole.

La principale novità dell’edizione 2019 della gara di Rai1 consiste proprio nella sfida diretta tra i 20 artisti che hanno superato le audizioni dal vivo. Sono stati in tutto 842 coloro che si sono candidati quest’anno a Sanremo Giovani. Di questi sono andati avanti solo in 65 che si sono esibiti lo scorso 3 novembre nello storico Teatro delle Vittorie di Roma al cospetto della commissione di esperti guidata da Amadeus e formata da Claudio Fasulo, Gianmarco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis.

10 dei semifinalisti si sfideranno questo sabato, 30 novembre, e il prossimo, nel salotto di “Italia Sì”, la trasmissione del sabato pomeriggio di Rai1 condotta da Marco Liorni. Al suo fianco Manuel Bortuzzo, Rita Dalla Chiesa, Elena Santarelli.

Nella prima parte del programma con “Aspettando Sanremo Giovani”, si scherzerà e si ricorderanno in maniera molto originale i 70 anni di Festival.  In questa puntata Mariella Nava, Sandro Giacobbe, Drupi, un curioso medley degli Oblivion, la comicità di Leonardo Fiaschi e l’ironia surreale di Gianni Ippoliti alla prese con la storia d’Italia e la musica italiana. Conduce Marco Liorni. Al suo fianco Manuel Bortuzzo, Rita Dalla Chiesa, Elena Santarelli.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La Prima Semi-Finale ha avuto come concorrenti Federica Abbate, Ainé, Fadi, Fasma, Leo Gassmann, Nova, Samuel Pietrasanta, Raim, Marco Sentieri e Thomas. Durante il secondo appuntamento di “Sanremo Giovani a ItaliaSì!” su Rai1, sono stati infatti votati dalla Giuria demoscopica e dalla Commissione musicale presieduta dal direttore artistico Amadeus e composta da Claudio Fasulo, Leonardo De Amicis, Massimo Martelli e Gian Marco Mazzi i primi 5 finalisti (il secondo blocco di semifinalisti sarà sottoposto al vaglio delle due giurie sabato 7 dicembre) che sono: Fadi con il brano “Due noi”, Fasma con il brano “Per sentirmi vivo”, Leo Gassmann con il brano “Vai bene così”, Marco Sentieri con il brano “Billy Blu” e Thomas con il brano “Ne 80”. 

La Seconda Semi-Finale, invece, avrà come concorrenti Avincola, Devil A, Eugenio in Via Di Gioia, Giulia Mutti, Jefeo, Libero, Mike Baker, Nico Arezzo, i Réclame e Shari.

Il terzo appuntamento, quello di questo sabato, 30 novembre a “ItaliaSì!” – la trasmissione del sabato pomeriggio di Rai1 condotta da Marco Liorni per ben quattro settimane, con l’esibizione del secondo gruppo di 10 semifinalisti, non prevede votazioni. Un appuntamento, il primo, utile a far conoscere i 10 concorrenti (interpreti e canzoni) al pubblico. Sabato prossimo, 7 dicembre, sempre a “ItaliaSì!”, gli stessi 10 concorrenti si sfideranno in cinque testa a testa (uno contro uno) nella Seconda Semi-Finale e saranno votati da una Giuria Demoscopica e dalla Commissione Musicale del Festival di Sanremo 2020 (capitanata dal direttore artistico Amadeus e composta insieme a Gianmarco Mazzi, Claudio Fasulo, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis). Alla conclusione del quarto appuntamento (Seconda Semi-Finale) si conoscerannogli altri 5 artisti vincitori ammessi alla finalissima del 19 dicembre. I primi 5 finalisti (il secondo blocco di semifinalisti sarà sottoposto al vaglio delle due giurie sabato 7 dicembre) sono: Fadi con il brano “Due noi”, Fasma con il brano “Per sentirmi vivo”, Leo Gassmann con il brano “Vai bene così”, Marco Sentieri con il brano “Billy Blu” e Thomas con il brano “Ne 80”. 

I 10 giovani artisti così selezionati potranno concorrere il 19 dicembre 2019 per aggiudicarsi i 5 posti in palio per la sezione Nuove proposte del Festival 2020.

A giudicare le esibizioni dei dieci concorrenti saranno una giuria televisiva composta da cinque ex conduttori del Festival, che fanno parte della storia di Sanremo (Pippo Baudo – tredici edizioni, Paolo Bonolis – due (2005 e 2009), Piero Chiambretti – due, di cui una, nel 2008, condivisa con Pippo Baudo (1997 con Mike Bongiorno, 2001 a fianco di Raffaella Carrà e 2008 con Pippo Baudo), Antonella Clerici – due (2005 a fianco di Bonolis, 2010) e Carlo Conti – tre (2015, 2016 e 2017)), la Commissione Musicale capitanata dal direttore artistico Amadeus e composta insieme a Gianmarco Mazzi, Claudio Fasulo, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis, una della giuria demoscopica e il televoto del pubblico. 

Questa presentazione richiede JavaScript.

A loro si aggiungeranno i 2 artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo (scelto fra gli otto vincitoriJaqueline Branciforte con il brano Game over”, Gabriella Martinelli e Lula con “Il gigante d’acciaio”, Leo Alex con “A cuore fermo, Arianna Manca con “Andarsi bene”, Andrea Riso in arte “Messya” con “T.S.O.”, Camilla Migli con “Eterno rosso, Alessia Gerardi con “Atipica” e Matteo Faustini con “Nel bene e nel male) e, di diritto, la vincitrice di Sanremo Young Tecla Insolia.

Diversi dei ragazzi in gara prima di approdare a questa vittoria hanno provato, e in alcuni casi sono riusciti, a partecipare ad un Talent Show: Jaqueline ha tentato con X Factor e due volte ad Amici (13esima e 17esima edizione). Infine Matteo ha provato con X Factor 12 e Amici 18. Arianna Manca ha invece partecipato ad Amici 18, Gabriella Martinelli a The Voice 2013, Camilla Magli a X Factor 8 e Alessia Gerardi prima a Io canto 3 quindi a X Factor 12.

Si ricorda che le schede di valutazione dei 63 finalisti di Area Sanremo 2019 verranno pubblicate sul sito ufficiale dopo la selezione dei due artisti prescelti per il Festival.

In totale saranno quindi otto le canzoni che a febbraio, sul prestigioso palcoscenico del Teatro Ariston, si contenderanno il titolo di vincitore della categoria Nuove Proposte nella penultima giornata del Festival di Sanremo, venerdì 7 febbraio.

I primi 10 semifinalisti in ordine alfabetico (protagonisti di “ItaliaSì!” sabato 16 e sabato 23 novembre). I videoclip dei 20 cantanti sono disponibili su www.sanremo.rai.it:

  • Federica Abbate, 28 anni di Milano, canta “I sogni prima di dormire
  • Ainé, 28 anni di Roma, canta Van gogh
  • Fadi, 31 anni di Rimini, canta “Due noi“, Finalista
  • Fasma, 23 di Roma, canta “Per sentirmi vivo“, Finalista
  • Leo Gassmann,  21 anni di Roma, canta “Va bene così“, Finalista
  • Nova, 24 anni di Catania, canta “Resta
  • Samuel Pietrasanta, 27 anni di Catania, canta “E dove sarai tu
  • Raim, 28 anni di Mantova, canta “Labirinto
  • Marco Sentieri, 34 anni di Napoli, canta “Billy Blu“, Finalista
  • Thomas, 19 anni di Vicenza, canta Ne 80, Finalista

Questa presentazione richiede JavaScript.

Questa presentazione richiede JavaScript.

I secondi 10 semifinalisti in ordine alfabetico (protagonisti di “ItaliaSì!” sabato 30 novembre e sabato 7 dicembre). I videoclip dei 20 cantanti sono disponibili su www.sanremo.rai.it:

  • Avincola, 32 anni di Roma, canta Un Rider
  • Devil A, 21 anni di Napoli, canta Disordine Ritirato
  • Eugenio In Via Di Gioia, (Eugenio Cesaro, 28 anni, Emanuele Via, 27, Paolo Di Gioia, 28, Lorenzo Federici, 32) di Torino, canta Tsunami
  • Giulia Mutti, 26 anni di Lucca, canta “Romanzo cattivo
  • Jefeo, 19 anni di Milano, canta “Un due tre stella
  • Libero, 29 anni di Liguria, canta “La Casa del vento
  • Mike Baker, 21 anni di Pisa, canta “Stupido
  • Nico Arezzo, 31 anni di Ragusa, canta “Volo
  • Rèclame, (Marco Fiore, 23 anni, Riccardo Roia, 20, Edoardo Roia, 22, Gabriele Roia, 27) di Roma, canta “Il Viaggio di ritorno
  • Simona Severini, 33 anni di Milano, canta “Una cosa bella
  • Shari, 17 anni di Gorizia, canta “Stella

Aggiornamento: È andata in onda dallo Studio TV3 di Roma Rai 1 oggi pomeriggio, dalle 17.30, la terza puntata speciale di ItaliaSì! di “Sanremo Giovani a ItaliaSì!“, trasmissione condotta da Marco Liorni che ospiterà le selezioni dei venti finalisti di Sanremo Giovani 2019. 

Nella prima parte della competizione canora che porterà alcune giovani leve della musica italiana a concorrere sul palco dell’Ariston, alla conquista del titolo di campione delle Nuove Proposte, ”aspettando Sanremo Giovani”, si è raccontato storie inedite e curiosità del Festival che da 70 anni appassiona gli italiani alla presenza dei diretti protagonisti.

Nella seconda parte, ”Sanremo Giovani a ItaliaSì!”, dopo i tradizionali interventi sul podio della trasmissione, tutti in tema sanremese, in pieno stile ItaliaSì!, i secondi dieci artisti semifinalisti di Sanremo Giovani sono saliti sul podio e si sono raccontati, sfruttando il gettone di sessanta secondi per descriversi e parlare di amici e famiglia col conduttore, per poi presentare al pubblico e cantare dal vivo il proprio brano.

È stato lo stesso Amadeus, direttore artistico della competizione, ad aver pensato di affidare alla trasmissione di Marco Liorni il compito di far conoscere i giovani talenti ai telespettatori di Rai 1. A un anno di distanza dall’esperimento di ‘Ecco Sanremo Giovani’, figlio dell’esperimento di Pippo Baudo ‘Destinazione Sanremo’, la Rai ha quindi cambiato strategia, scegliendo di introdurre al piccolo schermo i cantanti (semi)sconosciuti attraverso un canale familiare, il sabato pomeriggio. Una vetrina a doppia finestra, giacché ogni gruppo di dieci talenti ha a disposizione due emissioni per farsi vedere e sentire. Presentazione e votazione della giuria a una settimana di distanza, con il consiglio di Amadeus per il pubblico di continuare ad ascoltare le canzoni anche nei giorni successivi attraverso RaiPlay. Nonostante la gara finale delle Nuove Proposte vada in onda a febbraio, il progetto di far entrare in confidenza i telespettatori coi volti e le voci dei partecipanti sin da novembre e in un contesto di emotainment potrebbe essere il primo mattone utile per costruire nuove solide carriere. 

Solo 10 riusciranno ad accedere alla serata finale del 19 dicembre, con l’obiettivo di arrivare sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio. Nel corso di questo primo appuntamento i concorrenti si sono limitati a eseguire il brano portato in gara, senza sottoporsi a votazioni. I secondi dieci concorrenti, con i relativi brani, sono stati:

  1. Avincola – “Un Rider“. Alle elementari nell’ora di ricreazione, Simone, in arte Avincola, cercava di imparare a memoria i testi del Millenote, un regalo del padre cui è tuttora affezionato: inizia così la carriera del 32enne romano che a soli 21 anni pubblica un Ep di inediti e che dal 2009, dopo la vittoria nella prima edizione del “Premio Stefano Rosso”, comincia ad esibirsi nei più importanti club della capitale e partecipa a importanti rassegne e festival. Dopo gli album “Così canterò tra vent’anni” (2014) e “KM28” (2015), il giovane artista dedica gli ultimi due anni della sua attività di musicista alla ricerca di un nuovo sound: nasce così “Tra poco”, singolo uscito lo scorso 18 gennaio.
  2. Shari – “Stella“. Classe 2002, Shari nasce a Monfalcone in provincia di Gorizia. Dall’età di 7 anni canta, suona il pianoforte e scrive brani inediti, sia in italiano che in inglese. Nel 2016, a soli 13 anni firma il suo primo contratto discografico: escono il primo singolo “Don’t you Run” e la rilettura di due cover “Imagine” di John Lennon e “The Sound of Silence” di Simon&Garfunkel. Lo stesso anno apre le tappe italiane del World Tour del trio Il Volo. Nel frattempo Shari continua a scrivere brani per se e a collaborare con artisti quali Mr. Rain e Martina Attili, Benji & Fede.
  3. Jefeo – “Un due tre stella“. Fabio Migliano, in arte Jefeo, è nato a Milano il 6 luglio del 2000: ha scelto il suo nome d’arte perché gli è apparso in sogno. Fabio inizia a fare musica fin da giovanissimo: a 13 anni pubblica i suoi primi brani. Nel 2018 diventa un allievo di “Amici” dove arriva alla fase serale cantando brani come “Bimbo” e “Silenzio”. Il suo primo disco da solista “Teenager”, uscito lo scorso maggio, vanta al suo interno i migliori produttori della scena trap/urban italiana.
  4. Eugenio In Via Di Gioia – “Tsunami“. Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo di Gioia e Lorenzo Federici sono un gruppo musicale torinese che si è fatto conoscere suonando “on the road”: in pochi anni di attività, la band ha già tre dischi all’attivo e tour sold out. Vincitori del premio della critica al Premio Buscaglione 2013, un anno dopo debuttano con “Lorenzo Federici”, cui segue nel 2017 il secondo album “Tutti su per terra”: il tour legato al disco li premia come “Best Live 2018”. A marzo 2019 pubblicano il loro terzo album, “Natura viva”, un disco che mescola le radici folk e busker del gruppo con sonorità afro ed elettroniche.
  5. Nico Arezzo – “Volo“. Domenico Arezzo, nella vita Nico Arezzo, 18 anni di Ragusa, nasce e cresce all’insegna della musica, inizialmente con delle bacchette in mano. Arriva però quasi subito il bisogno di mettere una nota dietro l’altra e le bacchette diventano un plettro: studia, scrive, canta ed interpreta. La sua chitarra lo accompagna dal 2016 dappertutto… anche nella partecipazione all’undicesima edizione di “X Factor”, dove arriva fino agli Home Visit.
  6. Giulia Mutti – “Romanzo cattivo“. Giulia Mutti nasce nel 1993 a Pietrasanta, nel cuore della Versilia. Ben presto inizia a studiare pianoforte, prendendosi cura anche della propria voce. Nel 2012 incontra il suo attuale personal manager e produttore Stefano Francesconi, che le fa conoscere Fabrizio Barbacci (produttore di Negrita, Ligabue e altri): con lui Giulia avvierà la sua carriera da cantautrice. Sul palco prima di ogni performance la giovane artista ha un proprio rito scaramantico: scrivere con un sottile pennarello nero sulle mani, la parte del corpo a cui trasmette le emozioni per comporre. 
  7. Mike Baker – “Stupido“. Mike Baker, all’anagrafe Michele Sechi, ha 21 anni e nasce a Pisa da madre cinese e padre sardo: fin da giovanissimo scrive brani, dapprima in inglese, poi anche in italiano. Nel 2017 la vittoria al Vocal War di Carrara gli permette di esibirsi sul palco del Premio Lunezia insieme ad artisti come Negramaro, Morgan, Vibrazioni e tanti altri. Lo scorso settembre è tra i dieci finalisti del Festival di Castrocaro. Attualmente Mike è impegnato in studio per la realizzazione di un importante progetto musicale ed in concerti live in giro per l’Italia. 
  8. Simona Severini – “Una cosa bella“. Cantautrice 33enne, nata a Milano, ha iniziato a suonare e comporre canzoni sul divano: ha sempre amato cantare e suonare la chitarra. È cresciuta ascoltando jazz e r’n’b, ma anche i vinili dei Beatles. Dopo alcune esperienze nella musica e nel teatro, che l’hanno portata ad essere ospite in dischi di Ron, Pacifico ed Enrico Pieranunzi, e a esibirsi al Piccolo di Milano e al Napoli Teatro Festival, ha deciso di “cantare da sola”. Ha girato con chitarra e voce club e festival in Italia e in Europa (Umbria Jazz, Barbican a Londra tra gli altri) arrivando nel 2018 ad esibirsi al Quirinale. 
  9. Libero – “La Casa del vento“. Libero, suo nome sia all’anagrafe che come artista, nasce a Genova nel 1990. La passione per la musica si manifesta in tenera età attraverso l’ascolto dei dischi del padre e la sua passione per i cantautori. A 11 anni inizia a suonare la chitarra e a 14 fonda la sua prima band, di cui è cantante e chitarrista. Nello stesso periodo si approccia alla scrittura realizzando brani inediti con i quali si esibisce su numerosi palchi. Nel 2009 si trasferisce a Milano dove inizia a collaborare con il produttore Fabio Moretti, pubblicando tra il 2017 ed il 2018, tre singoli: “Love me do”, “Cabaret” e “Divertiti”. 
  10. Rèclame – “Il Viaggio di ritorno“. I Réclame, quattro fratelli “in musica”, di cui tre di sangue e uno acquisito, sono una band di Roma: la loro unione nasce dall’incontro fra Marco Fiore (autore dei testi e compositore) e i fratelli Edoardo Roia (batteria), Gabriele Roia (basso), Riccardo Roia (tastiere) rispettivamente musicisti già componenti delle band di Fulminacci e Gazzelle. L’intento del gruppo, che inizia a suonare assieme dieci anni fa in un tinello, è quello di creare canzoni all’interno delle quali convivano narrazione, sperimentazione sonora e strutture pop.  

Il prossimo sabato, 7 dicembre, gli stessi artisti si confronteranno in sfide singole sottoponendosi al giudizio della giuria demoscopica e a quello della commissione musicale del Festival di Sanremo 2020, al termine della seconda serata, si conosceranno gli altri nomi dei cinque semifinalisti che si affronteranno nel corso della finale programmata per il prossimo 19 dicembre.  I dieci artisti selezionati nel corso delle due sessioni (quella del 16 e 23 novembre e quella del 30 novembre e 7 dicembre) si affronteranno nel corso della finale programmata per il prossimo 19 dicembre, durante la quale verranno scelti i cinque vincitori ai quali sarà accordato l’accesso nella categoria Giovani al prossimo Festival della Canzone Italiana – e ai quali si aggiungeranno i due selezionati da Area Sanremo e alla vincitrice di Sanremo Young.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Inoltre, ci sono presentati due degli 8 vincitori del contest “Area Sanremo”: Arianna Manca e Matteo Faustini. Conosciamo altri due degli otto vincitori del contest “Area Sanremo”. Solo due di questi otto artisti potranno gareggiare nella sezione “Nuove proposte” del Festival di Sanremo 2020

Solo due di questi otto artisti acederanno alla finale di Sanremo Giovani 2019, in onda su Rai1 il 19 dicembre, in prima serata.

Devil A, uno dei 20 semifinalisti selezionati per Sanremo Giovani, si è ritirato. L’artista era previsto in gara nel secondo blocco di partecipanti del contest pomeridiano di Rai1 “Sanremo Giovani a ItaliaSì!”, condotto da Marco Liorni, nelle giornate di sabato 30 novembre e sabato 7 dicembre. In sostituzione di Devil A il direttore artistico Amadeus, sentito il parere della Commissione musicale, ha selezionato per le semifinali Simona Severini con il brano “Una cosa bella”.

“ItaliaSì!”, programma di Marco Liorni, scritto con Cristina Serra, Fiore De Rienzo, Lucia Leotta, Danila Lostumbo, Alessandra Palomba, Caterina Varvello, Lucia Zorzi e con Susanna Checconi, Tania Carminati. La scenografia è di Flaminia Suri e la regia di Salvatore Perfetto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...