ESC 2020 – Germania: Il 27 febbraio verrà rilasciato il candidato e la canzone tedesche a Rotterdam 2020

Germany-Eurovision-2020

L’emittente pubblica tedesca NDR affiliata ad ARD, che si occupa della partecipazione della Germania all’Eurovision Song Contest ha confermato che il rappresentante del paese alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio del prossimo anno, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”, è stato selezionato internamente da una combinazione di 2 giurie indipendenti – una giuria pubblica composta da 100 membri e i 20 giurati della giuria di esperti internazionali.

A rivelare la notizia é stata la propia NDR attraverso un tweet su ESC Deutschland che vede come protagonista alla conduttrice della selezione nazionale Barbara Schöneberger. La presentatrice storica delle finali nazionali, è stata coinvolta in una maniera del tutto originale, ha infatti eseguito una canzone-proclama, chiamata “12 Points for Germany”. 

NDR/ARD hanno deciso di rinnovare il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest, optando per una selezione interna al fine di selezionare il proprio brano e il relativo artista per Rotterdam.

Thomas Schreiber, Head of Entertainment dell’emittente pubblica tedesca ARD ha affermato sulla penultima posizione ottenuta nel 2019: “Ovviamente non eravamo contenti del nostro risultato a Tel Aviv. A Rotterdam, vogliamo ripetere il successo che abbiamo avuto nel 2018 – con Michel Schulte -. Gli esperti nazionali ed internazionali sono stati entusiasti della nostra canzone, che ha prevalso in competizione con un gruppo di altri fantastici partecipanti. Siamo fiduciosi che la nostra selezione sarà accolta con un ampio consenso ed entusiasmo tra i fan delll’Eurovision Song Contest.”

Come anticipato il rappresentante tedesco e il relativo brano per Rotterdam 2020 sono stati selezionati tramite un selezione interna combinazione di 2 giurie indipendenti – una giuria pubblica composta da 100 membri composta da 100 membri di tutta la Germania e i 20 membri della giuria di esperti internazionali professionisti di musica, che nel corso degli anni hanno fatto parte delle giurie nazionali dell’Eurovision Song Contest nel loro paese d’origine. 

La decisione finale sulla partecipazione tedesca all’Eurovision Song Contest 2020 è stata quindi presa dalla giuria pubblica composta da 100 membri (50%) e dalla giuria dei 20 esperti internazionali (50%) in un processo di selezione costituito da più fasi, valutando tutte le candidature su oltre 600 artisti. La canzone e l’artista vincenti saranno annunciati giovedì 27 febbraio alle 21:30 CET su ONE nel corso di uno show di 45 minuti dal nome Unser Lied für Rotterdam, precendentemente registrato ad Amburgo e presentato da Barbara Schöneberger (spokesperson tedesca dal 2015 e conduttrice delle varie selezioni nazionali dal 2014).

Inoltre, il metodo di selezione interna che sarebbe stato intrapreso dai tedeschi sembra essere simile a quello della selezione nazionale Svizzera dello scorso anno, con due gruppi di giuria — un gruppo di fan Eurovision appositamente selezionati (50%) e una giuria di 20 esperti internazionali che hanno precedentemente rappresentato il loro paese in una giuria dell’Eurovision Song Contest (50%).

Lo scorso Aprile 2019, circa 2,26 milioni di persone in Germania sono state invitate tramite i social media a far parte della giuria dell’Eurovision Song Contest. Alla fine, 15.000 persone hanno preso parte al sondaggio online. Nel periodo precedente all’ESC 2019 a Tel Aviv, dovevano prevedere le classifiche di dieci paesi partecipanti, selezionati casualmente, e quindi dimostrare la loro affinità al programma dell’emittente pubblica tedesca. I migliori 100 artisti sono stati selezionati. I membri della giuria di esperti internazionale sono stati anche selezionati in base alla loro prossimità di valutazione dei risultati effettivi.

La Germania è stata rappresentata la scorsa edizione che si è tenuta a Tel Aviv dal duo musicale tedesco S!sters, formato da Laura Kästele e Carlotta Truman e il suo brano “Sister” (scelti attraverso Unser Lied für Israel, il processo di selezione tedesco per la ricerca del rappresentante nazionale all’Eurovision), pubblicato il 22 febbraio 2019 su etichetta discografica Universal Music Group. Scritto da Laurell Barker, Marine Kaltenbacher, Tom Oehler e Thomas Stengaard, il brano è stato selezionato per Unser Lied für Israel, processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest. Nella serata finale del programma sono state proclamate vincitrici del programma avendo ottenuto il massimo dei punteggi da parte della giuria internazionale e dal televoto. Questo gli ha concesso il diritto di rappresentare la Germania all’Eurovision Song Contest 2019, a Tel Aviv, in Israele. Facendo la Germania parte dei Big Five, il brano ha avuto accesso direttamente alla serata finale del 18 maggio 2019, dove hanno cantato per quarte. Qui si sono classificate al 25º posto su 26 partecipanti con 24 punti totalizzati, tutti provenienti dalle giurie. Sono state le meno popolari fra il pubblico a casa, da cui non hanno ottenuto nessun punto.

La Germania detiene il record di partecipazioni alla manifestazione (63), essendo stata presente a tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest tranne quella del 1996. Quell’anno l’EBU-UER decise di effettuare una preselezione delle canzoni candidate, e la Germania fu una delle sette nazioni escluse dalla partecipazione.

Malgrado l’alto numero di partecipazioni, fino al 2009 la Germania aveva vinto l’Eurovision Song Contest una sola volta, nel 1982 con Nicole e il suo brano “Ein Bisschen Frieden”. Nelle edizioni degli ultimi anni la Germania ha avuto pessimi risultati, in particolare nel 2005 quando si classificò all’ultimo posto con 4 punti (peggiore risultato di sempre, ma nel 1964 e 1965 non ricevette punti). Nel 2010 il paese si riscatta e vince con la canzone “Satellite” di Lena Meyer-Landrut, ospitandolo l’anno successivo a Düsseldorf, e anche le due successive edizioni riservano piazzamenti tra i dieci, per poi tornare di nuovo agli ultimi posti.

Nel 2015, c’è un colpo di scena: Andreas Kummert, appena proclamato vincitore della finale nazionale, dichiara di non essere in grado di sostenere tale ruolo e vi rinuncia, lasciando spazio ad Ann Sophie che finisce ultima senza conquistare nemmeno un punto (peggiore risultato di sempre, ma nel 1964 e 1965 non ricevette punti). Ancora nel 2016 si è classificata ultima.

La Germania fa parte dei Big Five (assieme a Spagna, Francia, Regno Unito e Italia), ovvero le nazioni che, indipendentemente dai risultati degli anni precedenti, accedono sempre di diritto alla serata finale della manifestazione. Questo è dovuto al loro maggiore contributo finanziario alle attività dell’EBU-UER.

L’organizzazione della partecipazione tedesca è a cura di NDR, tv del nord della Germania con sede ad Amburgo affiliata di ARD.