Italia: Diodato dal 29 novembre su RaiPlay la docu-serie ‘Storie di un’altra estate’ – Aggiornato

Sarà disponibile dal 29 novembre su RaiPlay la docu-serie di Diodato, “Storie di un’altra estate”(produzione Atomic).

Si tratta di una docu-serie che racconta qualcosa in più di Diodato, sia sotto il profilo artistico che personale. È la narrazione di un’estate inaspettata che è diventata racconto, un viaggio speciale tra passato, presente e futuro, tra musica, luoghi, parole e incontri.

“Storie di un’altra estate” è il titolo della docu-serie che prenderà il via il prossimo 29 novembre, disponibile sulla piattaforma digitale RaiPlay, e dedicata a Diodato, ed è stato realizzato questa estate durante il tour che Diodato e i suoi musicisti hanno intrapreso nonostante la situazione COVID-19. Oltre a essere una testimonianza degli spettacoli del tour “Concerti di un’altra estate”, tenuti nell’estate 2020 dal cantautore di origine pugliese la serie, come raccontato dal vincitore della settantesima edizione del Festival di Sanremo attraverso un post pubblicato sui social, “sarà una piccola raccolta di emozioni, riflessioni, frammenti di vissuto che abbiamo avuto modo di registrare durante il tour di questa estate”.

L’annuncio sui social è stato dato proprio da Diodato: “Eccomi, finalmente posso dirvelo! Il 29 novembre arriva su @raiplay_official la docu-serie “Storie di un’altra estate”. Sarà una piccola raccolta di emozioni, riflessioni, frammenti di vissuto che abbiamo avuto modo di registrare durante il tour di questa estate. La situazione da cui arrivavamo, quella speranzosa in cui ci siamo ritrovati e l’incredibile sequenza di concerti che, direi quasi casualmente, mi portava ad attraversare luoghi che mi hanno segnato umanamente e artisticamente, si sono pian piano trasformate in un racconto, in un viaggio tra passato, presente e futuro, fatto di tante voci, non solo la mia. Spero riusciate a trovarvi bellezza perché, alla fine, è lei che ho cercato. #storiediunaltraestate”., ha fatto sapere Diodato attraverso un messaggio condiviso su Instagram.

Dopo l’uscita dell’inedito “Un’altra estate”, che ha dato il nome a una serie di concerti estivi con cui si è tornati a respirare l’arte e a dialogare con nuovi codici, Fino a Farci Scomparire” (Carosello Records) è il nuovo singolo di DIODATO, in rotazione radiofonica da venerdì 20 novembre e contenuto, come“Fai Rumore” (doppio disco di Platino) e “Che vita meravigliosa”, nel quarto album di inediti ‘Che vita meravigliosa‘, già certificato Disco d’Oro.

Diodato è reduce da un 2020 davvero positivo. L’ultimo riconoscimento in ordine di tempo è il Best Italian Act agli MTV EMA. 

Il brano, delicato e deciso al tempo stesso nei suoni e nelle tematiche, porta la firma di Diodato nel testo e nella melodia. Racchiude il senso di rassegnazione e annullamento propri dell’arrivo al capolinea di una relazione.

Racconta della consacrazione di un ‘noi’ giunto alla fine ma capace di sopravvivere in un altrove, aiutato dal tempo che dà senso a tutto e permette di allontanarsi dalle incomprensioni, dalle possessioni e dalle insicurezze passate, innamorati di qualcun altro e con la fortuna di riconoscere qualcosa di più grande, qualcosa in grado di andare oltre le nostre piccolezze.

Da fine novembre, inoltre, sarà disponibile su RaiPlay la docuserie Storie Di Un’altra Estate, che nel nome richiama il tour della scorsa estate.

Diodato è l’unico artista italiano ad aver vinto nello stesso anno il FESTIVAL DI SANREMO 2020 con “Fai Rumore” (doppio disco di Platino), ilPremio della critica Mia Martini Sanremo 2020, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web Sanremo 2020 e il Premio Lunezia, il premio DAVID DI DONATELLO 2020, i NASTRI D’ARGENTO 2020 e il CIAK D’ORO del pubblico 2020 con il brano “Che vita Meravigliosa” come “Migliore canzone originale”. Come primo artista musicale nella storia della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Diodato ha aperto la Cerimonia di chiusura della 77^ edizione esibendosi live insieme a Rodrigo D’Erasmo in uno dei brani più celebri del suo repertorio, “Adesso”. L’8 novembre agli MTV EUROPE MUSIC AWARDS 2020 Diodato ha trionfato come “Best Italian Act”. Sarà anche protagonista di una docu-serie su Rai Play.

Aggiornamento – Diodato racconta se stesso attraverso la sua musica e le città che hanno segnato la sua vita, in un viaggio a ritrovar bellezza in un’estate così diversa e inaspettata. Alla scoperta della possibilità di rimettersi in gioco, di ricominciare, di un tempo che, si spera, “ci rincuori”. Manuel Agnelli, Ferzan Ozpetek, Michele Riondino, Rodrigo d’Erasmo, Daniele Luchetti sono solo alcuni dei compagni di questo viaggio e di frammenti di vita condivisi con Diodato. Poi ci sono le città del passato e del presente, attraversate in una discesa verso Taranto e verso il mare, alla ricerca di un orizzonte aperto al futuro. Perché “in fondo noi a quell’orizzonte ci crediamo ancora”.

Ecco di seguito le Puntate:

  • Ep 1 Adesso. Dal lockdown al primo concerto ad Aosta, una rinascita che riparte dalla città natale di Diodato, un ritorno alle origini seguendo la musica.
  • Ep 2 Fai rumore. I sogni, le ambizioni, i ricordi di Antonio Diodato. Il racconto della prima volta su un palco fino alla vittoria sul palco più famoso d’Italia, quello del Festival di Sanremo. L’emozione di riuscire a “fare rumore” in un’Italia e un’Europa zittite dall’isolamento.
  • Ep 3 Fino a farci scomparire. Il legame tra cinema e musica, da sempre due passioni importanti nella vita di Diodato, viene svelato nell’incontro con Daniele Luchetti. Un racconto intimo che svela gli inizi del cantautore e il suo rapporto con il cinema.
  • Ep 4 A ritrovar bellezza. L’idea che l’arte, la musica, la cultura possano contribuire non solo ad accendere i riflettori sui problemi, ma anche a cercare alternative. Diodato torna nella sua Taranto per ritrovare la bellezza e, insieme a Michele Riondino e gli amici del Comitato dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, provare a contrapporla alle insopportabili brutture.
  • Ep 5 Babilonia. Babilonia, il primo Festival di Sanremo e i luoghi come l’Angelo Mai, laboratorio di sperimentazione artistica e luogo di cultura che ha dato ad artisti come Diodato la possibilità di crescere e creare in libertà.
  • Ep 6 Cosa siamo diventati. Milano, la città che segna il consolidamento del successo. Il Germi quale luogo di contaminazione culturale e l’incontro con Manuel Agnelli.
  • Ep 7 Un’altra estate. Un’estate diversa che solo in apparenza è stata meno importante di quella immaginata. Diodato racconta le riflessioni scaturite dal lockdown, la voglia di rimettersi in gioco, di ricominciare a scrivere, la voglia di rivedere il mare quale simbolo di libertà.
  • Ep 8 Che vita meravigliosa. Venezia, l’apice del successo e i molti riconoscimenti arrivati dal cinema. Diodato incontra Ferzan Ozpetek e racconta com’è nata la canzone “Che vita meravigliosa”.