Sanremo 2022: Ecco i protagonisti di Sanremo Giovani 2021 – Aggiornato

Il conto alla rovesca è partito, dopo che sono stati scelti i 12 finalisti di Sanremo Giovani 2021 che il 15 dicembre in diretta su Rai1 si contenderanno i due posti tra i ”Big” del Festival di Sanremo 2022, sul sito di Sanremo sono pubblicate le canzoni e le bio dei finalisti.

Oggi negli Studi Rai “Fabrizio Frizzi” di Roma l’in bocca al lupo di Amadeus ai 12 artisti che parteciperanno alla finale di Sanremo Giovani 2021, il 15 dicembre in diretta su Rai1, quando insieme alla finale del percorso per i giovani, selezionati in parte (8) da Sanremo Giovani ed in parte da Area Sanremo (4), ci sarà  l’annuncio dell’intera line up del Festival.

Dalla serata finale usciranno i due artisti che parteciperanno al Festival di Sanremo 2022 insieme ai “Big”.

I prescelti – con i titoli dei brani sono:

Bais, “Che Fine Mi Fai” (da Sanremo giovani). BAIS è il secondo cognome di Luca Zambelli, classe 1993, cresciuto a Bassano del Grappa e trasferitosi a Milano. Sull’ onda dell’indie solare e lisergico dei Tame Impala e Mac de Marco, BAIS è un progetto solista che suona e scorre come un fiume malinconico ma sereno. BAIS è un cantautore che suona perfettamente il pianoforte e la chitarra, strumenti da cui difficilmente si separa. Altissimo e estremamente timido, BAIS è capace di trasportare chi lo ascolta in un mondo parallelo. Le sue capacità vocali e musicali gli mantengono i piedi per terra quando sembra potrebbe volare via dal palco, creando così negli spettatori un moto di dolcezza e incanto. Il suo disco di esordio, Apnea, è uscito con Sugar nel 2020. Una fusione tra pop malinconico, R&B e suoni alternativi, ‘Apnea’ è un disco acquatico ispirato alla sensazione di vuoto e pieno insieme che si prova guardando con profondità dentro di sé. Grazie alla sua formazione di fotografo, L’EP è accompagnato da un’estetica sofisticata, con video cinematografici intrisi di tramonti, acqua e sole. È grazie a questa unione tra delicatezza e complessità musicale che Bais si posiziona come un promettente e originale astro del panorama indie italiano. Interviste.

• Martina Beltrami, “Parlo di te” (da Sanremo giovani). Martina Beltrami è una cantautrice nata e cresciuta a Rivoli (TO). Partecipa all’edizione 2020 del celebre talent show “Amici di Maria de Filippi”.  Il suo percorso nella scuola e le sue performance la portano fino alla fase serale del programma. Martina è vera, esprime le sue emozioni attraverso la musica che scrive e i suoi fan ritrovano la propria vita in ogni nota, in ogni testo. Il 12 Giugno 2020 esce, per Fiero Dischi/Artist First, il suo primo singolo “Luci accese” col quale ottiene un successo immediato entrando nelle prime posizioni delle classifiche su Spotify e Apple Music. Esordisce alla posizione nr.1 nella classifica dei singoli di iTunes, entra nella playlist “New Music Friday” di Spotify e rimane per quasi un mese nella “Viral 50” sempre di Spotify. Martina Beltrami è, inoltre, uno dei volti italiani della campagna globale di Spotify “Unlike Any Other”, dedicata agli artisti appartenenti alla comunità LGBTQIA+. Il 23 Ottobre dello stesso anno esce per Fiero Dischi/Artist First il suo secondo singolo dal titolo “Ti vengo a cercare”, replicando il successo del primo singolo e avvicinando a se sempre più persone che si innamorano della sua voce. Il 28 Maggio 2021 viene pubblicato il terzo singolo “Per dirti che (mi spiace)” sempre per Fiero Dischi/Artist First. Il brano entra in rotazione su alcune delle più importanti radio nazionali. Con all’attivo soltanto tre singoli riesce a raggiungere 5 Milioni di Streaming su Spotify, affermandosi come una delle artiste più promettenti nel panorama della musica italiana. Martina è in studio per terminare quello che sarà il suo primo attesissimo album. Interviste

Esseho, “Arianna” (da Sanremo giovani). Matteo Montalesi aka ESSEHO, Artista classe ’97, polistrumentista, autore e produttore romano. Dopo l’esordio sulle piattaforme digitali con il singolo “Bambi”, brano che ha superato i 3 milioni di streams ed ottenuto la copertina “Graffiti Pop” di Spotify, prodotto dallo stesso artista con Amanda Lean e Not for Climbing insieme a Niccolò Contessa e Sine, già noti nel circuito discografico per aver lavorato a progetti di successo come Coez, I Cani, Noyz Narcos, Gemello e molti altri. “Bambi” è un brano leggero da cui farsi trasportare, un pop accurato ed immediato in cui le linee vocali ed il suono caldo delle acustiche immergono l’ascolto in atmosfere avvolgenti e rilassanti. Nel videoclip del brano una giovane skater “danza”, dall’alba al tramonto, su un longboard per le vie di Lisbona, nei pressi della Praia de Santa Cruz. “Bambi” ottiene un importante riscontro dai networks radiofonici, presentato nel programma “Deejay chiama Italia” di Linus e Nicola Savino, entrando nella “TOP 20 indipendenti” del circuito Earone, con il supporto di importanti realtà radiofoniche nazionali. A Gennaio 2021 si presenta con il suo secondo singolo “Costellazioni”, confermando l’attenzione del pubblico, superando in pochissimo tempo il mezzo milione di streams ed ottenendo la copertina “Indie Italia” di Spotify per due settimane consecutive. Il brano “Costellazioni” viene selezionato da MTV New Generation ed inserito come artista del mese, entrando in alta rotazione su MTV Music. L’Artista si posiziona nel mondo live, partecipando all’evento Milano Music Week per Adidas nella storica location milanese “Santeria – Toscana 31” e, successivamente, nel programma televisivo di Rai 2 “Magazzini Musicali”, dove si esibisce con i brani “Bambi” e “Costellazioni”. L’ultimo inedito “Michelle”, prodotto insieme a Niccolò Contessa e Sine, conferma non solo la sua espressività autentica ma anche la crescita solida e costante caratterizzata da un’originale capacità compositiva e interpretativa. Il brano assieme al precedente singolo “Costellazioni” sono contenuti nella colonna sonora della serie Netflix “Summertime” giunta alla seconda stagione uscita il 3 giugno 2021. Il suo disco d’esordio si intitola “Aspartame”, con oltre 5 milioni di streams, è online sulle piattaforme dall’11 giugno 2021 per Bomba Dischi / Universal Music, dove al suo interno troviamo la focus-track dal titolo “Bollicine“, brano prodotto insieme a Orang3, già produttore multiplatino, di artisti del calibro di Achille Lauro, Coez, Salmo, Gemitaiz e molti altri del panorama musicale nazionale. A seguito del successo del disco, nell’estate 2021, parte la tournée di 15 date nei maggiori festival nazionali. Interviste.

Oli?, “Smalto e tinta” (da Sanremo giovani). Oli? è la rivoluzione del pop degli anni venti. Il giovane talento veneto è ben determinato a creare un’ammaccatura nella cultura musicale moderna, il suo sound fonde melodie catchy a testi intimisti e generazionali con chitarre e 808 distorte.  La nuova era del pop parte da qui: un mix di atmosfere che vanno dai band storiche dell’emo e del pop-punk come My Chemical Romance e Blink-182, passando per reference moderne come Machine Gun Kelly e Yungblud. Interviste.

Matteo Romano, “Testa e croce” (da Sanremo giovani). Matteo Romano, 18 anni e primo di tre gemelli, nasce a Cuneo dove frequenta l’ultimo anno del liceo classico. Inizia ad ascoltare musica precocemente, condividendo le eterogenee passioni dei genitori che spaziano dal pop al rock al cantautorato italiano. Matteo mostra sin da bambino la sua vena creativa: inizia con lo studio delle percussioni e della chitarra, ma ben presto capisce che la sua vera vocazione è cantare; inizia così a studiare canto nel 2015, accompagnandolo negli ultimi due anni con lo studio del pianoforte presso la Scuola ‘Palcoscenico’, che gli permette di approcciare alle prime composizioni musicali e dove tutt’ora prosegue il suo perfezionamento. Nel 2018 e 2019 partecipa al concorso “Next Talent” che si tiene nella sua città e vince in entrambe le occasioni il premio come miglior interprete.  “Concedimi” è il suo primo singolo pubblicato sulle piattaforme digitali.  A marzo 2021 pubblica il suo secondo singolo, “Casa Di Specchi” e durante l’estate apre sette date del tour di Emma, interpretando al pianoforte i due brani pubblicati. Interviste.

Samia, “Fammi respirare” (da Sanremo giovani). Samia nasce a San’a, nello Yemen. Metà somala e metà yemenita, si trasferisce in Italia a 4 mesi. All’età di 3 anni viene adottata da quella che è oggi la sua famiglia. Si dice che da piccola, appena sveglia, si alzava ed iniziava a cantare e ballare, facendo intendere da subito le sue passioni e intenzioni verso quello che lei stessa chiama il suo “psicofarmaco per l’ansia”. Ad oggi Samia conferma la sua voglia di cantare appena sveglia, ma solo dopo un buon caffè e il mantra: “daje che je la posso fa!”. Nella vita di tutti i giorni: turbolenta, ironica, irrequieta e folle. Nella sua musica si può percepire la spinta ad uscire fuori verso la luce, ma allo stesso tempo a conoscere il buio e il fumo che fanno parte della vita. A ottobre 2021 esce per Leave Music con un 45 giri digitale che contiene i brani “Volume spento” e “Piove”. Nei suoi brani si riescono a sentire perfino gli odori. I testi crudi, la voce morbida e il sound urban si amalgamano in un tutt’uno. Per Sanremo Giovani presenta il brano “Fammi respirare”, in cui grida la necessità di dichiarare i propri sentimenti. Ricordarsi di respirare è d’obbligo ed è la sua richiesta di respiro alla vita, nonostante le oppressioni e i limiti dati a volte da noi stessi. Interviste.

Tananai, “Esagerata” (da Sanremo giovani). Tananai, nome d’arte di Alberto Cotta Ramusino, nasce a Milano l’8 maggio 1995. Fin da ragazzino si dedica alla produzione musicale e nel 2017 pubblica per Universal Music un album di musica elettronica intitolato “To Discover And Forget”, sotto lo pseudonimo di Not For Us. Dopo il progetto Not For Us sente la necessità di esplorare nuovi generi musicali e inizia a scrivere testi in italiano, interpretandoli e producendone le basi. Nel 2019 pubblica i singoli “Volersi Male”, “Bear Grylls”, “Ichnusa” e “Calcutta”. A gennaio 2020 pubblica il suo primo EP “Piccoli Boati”, contenente il singolo “Giugno”. Il 26 marzo del 2021 pubblica per Eclectic Music Group il singolo “BABY GODDAMN”, sotto l’etichetta Polydor/Universal Music. Il brano, che ha raggiunto più di un 1 milione di streams su Spotify, presenta delle sonorità differenti rispetto ai brani precedenti e inaugura una nuova fase della sua carriera. Il 17 Settembre 2021 ritorna con il singolo “Maleducazione”, sempre scritto e prodotto da Tananai. Interviste.

Yuman, “Mille notti” (da Sanremo giovani). YUMAN, classe ‘95, nasce a Roma da padre capoverdiano e mamma romana. La musica diventa fin da subito un bisogno, una missione. Non ancora maggiorenne, inizia a scrivere i suoi primi brani e si sposta, nel 2015, a Londra e Berlino, per continuare il suo percorso artistico e umano, immerso nei tessuti stimolanti delle due città. Nel 2016 torna a Roma ed entra in contatto con la Leave Music, che se ne innamora e decide di produrlo, affiancandogli Francesco Cataldo come produttore artistico. Nascono nuovi brani e nel 2017 firma per Universal Music. Il 9 novembre 2018 esce “Twelve”, il primo singolo, mixato da Chris Lord Alge (Green Day, Muse, Joe Cocker), che entra in rotazione in radio fm come 102.5, Radio Deejay, Radio Rai e arriva in vetta ad alcune importanti playlist Spotify, come Viral 50 Italy e Viral 50 Swiss. A marzo 2019 esce il secondo singolo “Run”, inserito nella DSCVR New Music Italia di Vevo, la playlist dedicata ai nuovi artisti da tenere d’occhio. Grazie a “Run”, YUMAN viene notato anche in Germania: parte un tour estivo e viene ospitato dal Die Pierre M. Krause Show del network nazionale SWR3″. Non solo. In primavera, YUMAN è sulla copertina de Il Venerdì di Repubblica, assieme a Mahmood, Rancore e Chadia Rodriguez, MTV lo proclama “Artista del mese” e YouTube lo inserisce tra 10 artisti più promettenti del 2019. A settembre esce disco d’esordio “Naked Thoughts”, che YUMAN presenta a Radio1 Music Club, Radio2 Social Club e Radio1 Note di sport. Nel 2019 è ospite di “Retape”, la rassegna curata da Ernesto Assante, critico musicale e editorialista de La Repubblica, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, ed è uno dei pochi artisti italiani scelti dal prestigioso festival “South By Southwest” (SXSW), che si svolge ogni anno a Austin, in Texas. A metà del 2021, YUMAN pubblica il suo nuovo singolo, “I AM”, che presenta in Italia a Radio1 Music Club, Radio2 Social Club, PlayMag (RaiPlay), Webnotte di La Repubblica e, in Gran Bretagna, a London One Radio, Premier Radio e Chat and Spin Radio. Il brano viene trasmesso da radio fm di tutta Italia e, all’estero, da Radio Falš (Croazia), Radio Belgique FM (Bruxelles) e Big Bang Radio WNIA 89.1FM (North Carolina). Il video esce anteprima esclusiva su Billboard Italia. YUMAN unisce la passione al lavoro, la musica alla sua spiccata sensibilità. Cade e si rialza sempre. Perché una cosa è certa: anche se attraversiamo momenti difficili, la musica in qualche modo ci salverà. Interviste.

Destro, “Agosto di piena estate” (da Area Sanremo). Luca Castrignanò, in arte “Destro”, è un cantautore diciottenne nato a Leverano, piccolo paesino in provincia di Lecce. Inizia a cantare all’età di 12 anni e scrive i suoi primi testi poco dopo. Partecipa a vari concorsi come: “Premio Mia Martini” arrivando alle semifinali, “Musica E’” aggiudicandosi il premio “miglior performance” e “Premio Lunezia” arrivando alle finali con la sua canzone “Limited Edition” premiata da Radio Bruno. Al Premio Lunezia conosce Beppe Stanco ed entra a far parte della Beat Sound, ed inizia cosi’ il suo primo percorso discografico. Interviste.

Littamè, “Cazzo avete da guardare” (da Area Sanremo). Angelica ha 25 anni e viene da un paese della provincia di Padova. Ha studiato canto dall’età di 16 fino all’anno scorso. Da un anno sta cercando di scrivere canzoni sue perché sente la necessità di comunicare qualcosa. A parole non è molto brava quindi cerca di dirlo attraverso la musica. Spesso canta a matrimoni accompagnata da un’amica alla chitarra. Ha partecipato a vari concorsi e l’ultimo a cui ha preso parte, il ‘Fatti Sentire’, ha trasmesso la serata su Rai2 in seconda serata.  È timida, testarda e non molla mai. Vorrebbe vivere in un mondo pieno di musica. Interviste.

Senza_Cri, “A me” (da Area Sanremo). Cantautrice brindisina, classe 2000, senza_cri, dopo la pubblicazione del singolo “TU SAI” nell’agosto 2021, sta ora ultimando il suo primo EP dal titolo “SALTO NEL VUOTO”. Con la chitarra in mano da quando aveva 3 anni, accompagnata dalla sorella maggiore al pianoforte, figlia di un papà appassionato di musica e di una mamma ex-ballerina, senza_cri non poteva che diventare cantautrice. Come in un film, ha vinto timidezza e insicurezze grazie alla musica, prima suonando la chitarra nell’orchestra delle scuole medie e poi iniziando a scrivere canzoni a 15 anni. “Le storie sono quelle che mi interessa raccontare. Nei miei testi canto i miei ricordi e le mie vicende, ma alla fine i sentimenti sono quelli di tutti, parlo di me ma anche di persone diversissime da me: amori bellissimi e amori impossibili, voglia di vivere e voglia di combattere, ma anche le cose che non avevi proprio previsto come il dolore per una persona cara che non c’è più o le ferite di un amore molesto.” Selezionata tra decine di cantautori esordienti che hanno preso parte alla rassegna live itinerante Tenco Ascolta nell’estate 2021, è stata invitata a esibirsi all’interno della serata conclusiva del Premio Tenco 2021, sabato 23 ottobre 2021, per eseguire i brani di ‘SALTO NEL VUOTO’ sul palco del teatro Ariston di Sanremo. “TU SAI” è il primo brano che è uscito dalla cameretta di un’adolescente, quella che le ha dato il coraggio di farsi ascoltare; “LUCCICA” è il racconto di come dai ricordi si possa imparare per poi ricostruire qualcosa che si era rotto; diventare capace di trasformare la rabbia in qualcosa di utile è il tema di “CAMALEONTE”; in “EDERA” si tocca il tema della morte e di quanto sia difficile immaginarsi senza una persona cara. Un discorso a parte è quello di “AMOR/25 NOVEMBRE”: “l’amore non picchia, non urla, non strilla” è un grido di dolore contro le storie di violenza che affollano quotidianamente le pagine di cronaca, senza_cri reagisce alle violenze su figlie, fidanzate e mogli definendo cosa è e soprattutto cosa non è l’Amore. Le influenze musicali di senza_cri spaziano da Lucio Dalla a Renato Zero, da Luigi Tenco a Michael Jackson, dai Beatles a Britney Spears fino ai mitici Bee Gees con cui è cresciuta, ma anche Justin Bieber e Billie Eilish. Interviste.

Vittoria, “California” (da Area Sanremo). Sono Vittoria, ho 18 anni, abito a Villafranca in Lunigiana (MS) e frequento il quinto anno del liceo linguistico di Pontremoli. Fin dalla tenera età, l’arte è sempre stata la mia unica musa, la sola in cui mi potessi rispecchiare. Tutta la voglia di esprimere me stessa si identificava prima nel disegno e nelle arti figurative, successivamente nella musica e nel canto. Impugnare una chitarra o una matita era diventata l’unica via d’uscita da un mondo che faceva fatica a capirmi. Durante il mio percorso di formazione artistica, le influenze musicali sono state tante: Punk, R&B e Hip-Hop sono i generi che mi hanno segnata maggiormente e continuano ad ispirarmi musicalmente. Fino ad ora, ho partecipato a varie manifestazioni canore e concorsi. Nel 2019 ho vinto la categoria “New Voice” al Cantagiro accedendo come finalista l’anno successivo. Interviste.

Tutti i videoclip, le foto e le bio dei finalisti sono sul sito www.sanremo.rai.it e su RaiPlay.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli artisti finalisti si esibiranno con questi brani in diretta in prima serata su Rai 1. Saranno giudicati dalla Commissione Artistica del Festival, presieduta dal conduttore Amadeus e composta da Claudio Fasulo (vicedirettore di Rai 1), Gianmarco Mazzi (manager, già direttore del Festival di Sanremo), Massimo Martelli (regista e autore, quest’anno di “Magazzini musicali”), e dal direttore d’orchestra Leonardo De Amicis)  e dal televoto, con peso del 50% a testa. Ne usciranno due, che competeranno nel girone unico del Festival 2022.

Va detto però che questi brani non faranno in ogni caso parte del prossimo Sanremo in quanto la pubblicazione sul sito della Rai li rende non inediti. I due vincitori presenteranno dunque un brano diverso: a tutti i partecipanti è stato chiesto di indicarne infatti già il titolo alla Commissione.

Aggiornamento: Sognando il palco dell’Ariston. Sanremo Giovani 2021, la gara dei 12 artisti che farà salire i due vincitori sul palco dell’Ariston per il Festival di Sanremo 2022.

Dodici i giovani artisti in gara per due posti fra i Big al Festival di Sanremo 2022.  In esclusiva dal 6 dicembre su Raiplay arrivano le interviste ai dodici finalisti di Sanremo Giovani 2021. I cantanti, otto selezionati a Roma dalla Commissione artistica preseduta da Amadeus e quattro da Area Sanremo, provengono da ogni parte d’Italia e si sfideranno il 15 dicembre sul palco del teatro del Casinò di Sanremo in onda in prima serata su Rai1. Ognuno con il proprio brano, ognuno con il proprio percorso formativo sul palco a Sanremo Giovani 2021 saranno: Bais, Martina Beltrami, Destro, Esseho, Littamé, Oli?, Matteo Romano. E ancora ad allungare l’elenco degli artisti finalisti Samia, Senza_Cri, Tananai, Vittoria e Yuman. Solo due saranno i vincitori che parteciperanno nella categoria big alla 72ª edizione del Festival della canzone italiana dal 1 al 5 febbraio 2022, su Rai1,  Raiplay e Radio2.