ESC 2022 – Islanda: RÚV sposta di una settimana lo Söngvakeppnin 2022

L’emittente pubblica islandese RÚV ha annunciato lo spostamento di una settimana le date dello Söngvakeppnin 2022 (noto anche come Söngvakeppni Sjónvarpsins / Television Singing Contest), selezione nazionale dell’Islanda per partecipare alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022 che si svolgerà il 10, 14 e 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia

Come anticipato tutti gli spettacoli dello Söngvakeppnin 2022, sono stati spostati di una settimana a causa del COVID-19. RÚV aveva inizialmente previsto che l’annuncio ufficiale dei partecipanti e delle canzoni in gara allo Söngvakeppnin 2022 fosse stato annunciato il 29 gennaio, con le due semifinali che si sarebbero tenute rispettivamente il 19 e 26 febbraio 2022, con la finale il 5 marzo 2022 presso lo Söngvakeppnishöllinni svokallaðri, che si trova negli RVK Studios di Gufunes

Le nuove date per tutti gli show dello Söngvakeppnin 2022, condotto da Salóme Þorkelsdóttir, sono stati spostati in avanti di una settimana. Il nuovo calendario è il seguente:

  • Annuncio dei partecipanti e delle canzoni – 5 febbraio 2022
  • Prima Semi-Finale – 26 febbraio 2022
  • Seconda Semi-Finale – 5 marzo 2022
  • Finale – 12 Marzo 2022

Il capo della selezione islandese Rúnar Freyr Gíslason, ha spiegato che sarebbe stato preferibile rinviare ulteriormente la competizione per aumentare le possibilità che si potesse tenere senza restrizioni e altre conseguenze legate all’epidemia. Tuttavia ciò non è possibile poiché la scadenza per la selezione dei brani per l’Eurovision Song Contest 2022 è il 13 marzo, quindi la selezione nazionale islandese deve essere completata entro questa data e va dunque a finire nello stesso giorno di quelle del Melodifestivalen in Svezia e del Festival da Cançao in Portogallo.

“Abbiamo incontrato grande comprensione da parte delle grandi persone che guidano la competizione e non meno degli stessi concorrenti che sono tutti unanimi nel renderla il più grande possibile. Siamo incredibilmente grati per questo”, – conclude Rúnar Freyr.

Cinque brani/interpreti si sfideranno in ogni Semi-finale e i 2 migliori brani/interpreti di ognuna si qualificheranno direttamente in Finale, decisi dal televoto del pubblico. Un brano verrà inoltre salvato da una giuria di esperti, composto da rappresentanti di FTT (Félag tónskálda og textahöfunda; Associazione di musicisti islandesi), FÍH (Félag íslenskra hljómlistarmanna; Associazione di compositori e parolieri) e RÚV, che concorrerà direttamente in Finale. Come è accaduto per l’edizione precedente i brani dovranno essere eseguiti in islandese in Semi-Finale, mentre in Finale gli interpreti dovranno eseguire le rispettive canzoni nella lingua con cui si esibiranno sul palco dell’ESC in Italia, in caso di vittoria nella selezione nazionale (in islandese oppure in inglese, a scelta dei partecipanti).

Nella finale, il primo turno di votazione sarà costituito dalla combinazione della giuria di esperti (50%) e il televoto del pubblico (50%), che determinerà le prime due canzoni che vanno alla finalissima. Delle due canzione qualificate per il secondo turno di votazione (Superfinale) il televoto del pubblico (100%) determinerà il vincitore del concorso.

Islanda è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dal cantante islandese Daði Freyr accompagnato dai Gagnamagnið (gruppo creato appositamente per la manifestazione) e la canzone “10 years” pubblicato il 13 marzo 2021 come terzo estratto dal secondo EP Welcome. In seguito alla sua vittoria a Söngvakeppnin 2020, Freyr aveva guadagnato il diritto di rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Think About Things”, prima della cancellazione dell’evento a causa della pandemia di COVID-19. A ottobre 2020 l’emittente televisiva RÚV l’ha riconfermato per l’edizione eurovisiva successiva con il brano “10 Years”. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificato dalla seconda semifinale, Freyr si è esibito nella finale eurovisiva a Rotterdam, dove si è piazzato al 4º posto su 26 partecipanti con 378 punti totalizzati, regalando all’Islanda il suo miglior piazzamento dall’edizione del 2009.

L’Islanda ha debuttato all’Eurovision Song Contest 1986. In 33 partecipazioni (26 finali), ancora non è riuscita ha vincere la manifestazione. Come migliori risultati, ha ottenuto due secondi posti, uno nel 1999 con Selma e il suo brano “All out of luck” e l’altro nel 2009 con Jóhanna e il suo brano “Is it true?”, a 10 anni di distanza l’uno dall’altro. È l’unico paese nordico a non avere ancora vinto l’evento. Nel 2005, per la prima volta dall’introduzione di una semifinale, non riesce a qualificarsi per la serata finale.