ESC 2023: L’Eurovision Song Contest 2023 il 9, 11 e 13 maggio maggio a Liverpool

È stato ufficializzato qualche minuto fa che la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 si svolgerà il 9, 11 e 13 maggio a Liverpool, nel Regno Unito, presso il Liverpool Arena, per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

La città britannica di Liverpool ha vinto la corsa per diventare la città ospitante della 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest, dopo aver trionfato su altre 6 offerte concorrenti, Birmingham, Glasgow, Leeds, Manchester, Newcastle, Sheffield. La scorsa settimana, dopo un’ulteriore scrematura, sono rimaste in gara Glasgow e Liverpool.

Entrambe le città hanno presentato offerte incredibilmente forti, guidate dalle rispettive autorità locali e includendo il supporto della comunità e delle parti interessate all’interno delle loro città e oltre. Ogni città si proponeva di riflettere la cultura e la musica ucraine nel proprio modo unico.

Una valutazione dettagliata delle due città ha portato la BBC e la European Broadcasting Union (EBU-UER) a concordare sul fatto che Liverpool sarà la città ospitante dell’Eurovision Song Contest 2023.

Liverpool ha un luogo fantastico, uno splendido scenario di una città con una ricca storia di musica e un’offerta culturale che mette l’Ucraina al centro del Concorso canoro del prossimo anno. Il team del Liverpool City Council e della Liverpool City Region saranno partner fantastici per la BBC nella realizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023.

Ricordiamo che il concorso abitualmente si svolge nella nazione del vincitore dell’edizione precedente, quindi il concorso canoro nel 2023 si sarebbe dovuto tenere in Ucraina dopo che a trionfare lo scorso maggio a Torino fu la Kalush Orchestra con la canzone “Stefania”. Essendo l’Ucraina impossibilitata a organizzare la manifestazione, lo scorso luglio il comitato organizzatore aveva ceduto l’organizzazione alla Gran Bretagna, nazione del secondo classificato, Sam Ryder con “SPACE MAN”.

In concomitanza con l’annuncio della città ospitante, l’EBU-UER ha rilasciato il logo ufficiale dell’Eurovision Song Contest 2023, che contiene la bandiera ucraina all’interno del cuore. Il design del logo riflette che, sebbene il concorso si terrà nel Regno Unito, sarà svolto per conto dell’Ucraina, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2022 con Kalush Orchestra e la canzone “Stefania”. La curiosità è che il Sindaco, il Consiglio comunale e l’Arena usano l’hashtag #AllYouNeedIsLove, che potrebbe essere lo slogan della manifestazione.

Dopo una lunga attesa, è arrivata la decisione sull’Eurovision Song Contest 2023: la manifestazione si svolgerà a Liverpool, Sabato 13 maggio 2023 nella Liverpool Arena, nota per motivi di sponsorizzazione come M&S Bank Arena, vicino al fiume Mersey, si terrà la Gran Finale con le Semifinali il 9 e 11 maggio 2023. L’ufficialità della BBC e dell’EBU-UER è arrivata in tarda serata, dopo una fuga di notizie. Gli account social hanno pubblicato anche un video certifica la scelta. 

Il Regno Unito ospiterà l’Eurovision Song Contest per la nona edizione della manifestazione musicale a svolgersi in terra britannica, dopo le edizioni di Londra (1960 invece della Francia alla Royal Festival Hall), 1963 (invece della Francia alla BBC Television Centre), 1968 al Royal Albert Hall e 1977  al Wembley Conference Centre), Edimburgo (1972 invece di Monaco all’Usher Hall), Brighton (1974 invece del Lussemburgo al Brighton Dome), Harrogate (1982 all’Harrogate International Centre) e Birmingham (1998 alla National Indoor Arena). La BBC, insieme all’European Broadcasting Union (EBU-UER), organizzerà  l’evento e formalizzerà i relativi accordi insieme alla Città di Liverpool nelle prossime settimane.

Liverpool è stata scelta a seguito di una convincente offerta della città. Un totale di venti città britanniche (Aberdeen (P&J Live), Belfast (SSE Odyssey Arena), Brighton (Brighton Centre), Bristol (YTL Arena), Cardiff (Principality Stadium), Darlington (Darlington Arena), Derry (Millennium Forum), Edimburgo (Highland Hall), Londra (O2 Arena, Copper Box e Wembley Arena), Nottingham (Motorpoint Arena), Prudhoe, Sunderland (Stadium of Light) e Wolverhampton (Molineux Stadium, Dunstall Park e Civic Halls)) in tutte e quattro le nazioni del Regno Unito, di seguito ristretta a sette città (Birmingham (Resorts World Arena e Utilita Arena Birmingham),  Leeds (First Direct Arena), Manchester (Manchester Arena) e Newcastle (Utilita Arena) e Sheffield (Sheffield Arena)) e ristretta ulteriormente alle due ultime città (Glasgow (OVO Hydro) e Liverpool (Liverpool Arena)), hanno gareggiato per ospitare il più grande evento di musica dal vivo del mondo, che ha raggiunto quasi 161 milioni di spettatori in TV e online nel 2022.

Martin Österdahl, Supervisore Esecutivo dell’Eurovision Song Contest, ha dichiarato: “Liverpool è il luogo ideale per ospitare la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest a nome dell’Ucraina. La città è sinonimo di musica e la Liverpool Arena soddisfa tutti i requisiti necessari per ospitare un evento globale di questa portata. Siamo rimasti molto colpiti dalla passione che la città ha dimostrato nell’abbracciare il Concorso e dalle loro idee inclusive per mettere i vincitori dello scorso anno, l’Ucraina, in primo piano quando migliaia di fan la visiteranno il prossimo maggio.”

Il direttore generale dell’EBU/UER Noel Curran ha aggiunto: “Questo sarà il primo Eurovision Song Contest che si terrà nel Regno Unito in 25 anni e, lavorando con l’emittente ospitante, la BBC, per celebrare la vittoria dell’Ucraina, questa produzione unica promette di essere davvero speciale.”

Il direttore generale della BBC, Tim Davie, ha dichiarato: “Congratulazioni a Liverpool. Sarà una sede straordinaria per l’Eurovision Song Contest del 2023. Liverpool è una città così eccitante, calda e vibrante. È la capitale indiscussa della musica pop e sta celebrando il 65° anniversario del gemellaggio con la città ucraina di Odessa. So che la gente di Liverpool accoglierà l’Europa – e il resto del mondo – a braccia aperte, e in collaborazione creeremo qualcosa di veramente speciale.”

Kate Phillips, direttrice di Unscripted Content della BBC, ha dichiarato: “Siamo lieti di lavorare con Liverpool per ospitare l’Eurovision Song Contest il prossimo anno, a nome dell’Ucraina. Liverpool e la BBC faranno di tutto per garantire che questa occasione speciale rifletta pienamente la cultura, la musica e le comunità ucraine. Lo faremo assolutamente bene. Sono anche entusiasta del fatto che sia le semifinali che la finale saranno trasmesse al pubblico britannico dal vivo su BBC One”.

Phil Harrold, presidente del Comitato di selezione della città ospitante della BBC, afferma: “Abbiamo ricevuto offerte incredibili da tutto il Regno Unito. Vincere in una competizione così dura mostra quanto sia forte l’offerta del Liverpool. Voglio ringraziare tutte le città che si sono offerte per ospitare il Song Contest, a nome dell’Ucraina. Anche se potrebbe esserci un solo host, la qualità delle offerte mostra quanto il Regno Unito ha da offrire.“

In concomitanza con l’annuncio della città ospitante, l’EBU-UER ha pubblicato il logo ufficiale del 67° Eurovision Song Contest, che contiene la bandiera ucraina all’interno del cuore. Il design del logo riflette il fatto che, anche se il concorso si terrà nel Regno Unito, sarà fatto per conto dell’Ucraina, i vincitori dell’Eurovision Song Contest di quest’anno.

Mykola Chernotytskyi, capo del consiglio di amministrazione di UA:PBC, l’emittente pubblica ucraina, ha dichiarato: “È simbolico che l’Eurovision Song Contest 2023 si tenga a Liverpool, città gemellata con Odessa. L’organizzazione di un concorso di questo livello richiede requisiti molto impegnativi. Sono sicuro che la città riconosciuta come la capitale della musica pop li soddisferà nel migliore dei modi e offrirà una celebrazione della musica che stupirà sia le delegazioni che i fan dell’Eurovision.”

L’assessore della cultura di Liverpool Claire McColgan ha dichiarato: “Lo facciamo prima di tutto per l’Ucraina, per la nostra splendida città e per le persone che verranno qui. Sarà incredibile”. Mentre il sindaco di Liverpool Roy Gladden ha aggiunto: “Lo volevamo, ce lo aspettavamo, ma si è sempre al limite. Faremo una festa come non è mai stata fatta prima”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Eurovision Song Contest 2023 si terrà nella Liverpool Arena, nota per motivi di sponsorizzazione come M&S Bank Arena, che si trova nel centro della città di Liverpool.

La struttura ospita musica dal vivo, spettacoli comici ed eventi sportivi e fa parte del campus di eventi ACC Liverpool, composto da un’arena, un centro espositivo e un centro congressi interconnessi. La struttura serve una popolazione regionale di 2,5 milioni di persone e oltre 6,6 milioni di persone in tutta l’Inghilterra nord-occidentale.

Con una capacità che può arrivare fino a 11.000 persone, l’arena ha ospitato una serie di eventi importanti del mondo della musica e dello spettacolo, tra cui i MOBO Awards, gli MTV Europe Music Awards, Sir Paul McCartney, Bruno Mars e Beyonce. Tra gli eventi sportivi si ricordano la Vitality Netball World Cup Liverpool, la GB Judo World Cup, i Campionati britannici di ginnastica, la Coppa Davis di tennis e la BBC Sports Personality of the Year. L’impianto ospiterà i Campionati mondiali di ginnastica artistica del 2022.

Ulteriori dettagli sugli spettacoli, i biglietti e gli eventi di accompagnamento saranno rivelati nelle prossime settimane e mesi. Per maggiori dettagli segui i canali ufficiali dell’Eurovision Song Contest TwitterInstagramTikTokFacebook.

Ad oggi sono 32 i paesi che hanno attualmente confermato la partecipazione: Albania, Australia, Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Georgia, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele con Noa Kirel, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Regno Unito (organizzatore), San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ucraina (vincitore ESC 2022 ammesso direttamente in Finale).

Claire McColgan, direttrice della cultura di Liverpool: “Lo facciamo per l’Ucraina prima di tutto, per la nostra brillante città e le persone che verranno qui. Sarà incredibile.”

Roy Gladden, Lord Mayor di Liverpool: “Lo volevamo, lo aspettavamo, ma sei sempre sulle spine. Festeggeremo come mai prima.”

Quasi già “in corsa” la Kalush Orchestra, che ha portato all’Ucraina la terza vittoria nel 2022 a Torino: “Siamo molto felici che il prossimo Eurovision si tenga a Liverpool. Anche se non abbiamo ancora avuto il privilegio di visitarla, l’eredità della sua musica è conosciuta in tutto il mondo. Suonare nello stesso luogo dove i Beatles sono partiti sarà un momento che non dimenticheremo mai! Anche se siamo tristi che la competizione non potrà tenersi nella nostra madrepatria, sappiamo che la gente di Liverpool sarà in grado di ospitare con calore e gli organizzatori sapranno aggiungere un reale sapore ucraino all’Eurovision 2023 in questa città. Vorremmo ricordare, inoltre, che è nostra missione far sì che l’Eurovision 2024 si tenga a Kyiv.”

Gennadiy Trukhanov, sindaco di Odesa (gemellata con Liverpool): “E’ un grande piacere che Liverpool abbia vinto. La vostra città è meritevole di questo, perché raccoglie i colori e la brillantezza dell’intera Europa. Sapete molto bene come far ballare e cantare il mondo con voi. Il prossimo anno tutte le strade musicali d’Europa condurranno alla vostra città, e non siamo solo felici che l’Eurovision decorerà Liverpool, ma che anche la stessa città adorni l’evento. Tutta Odessa non vede l’ora di ascoltarvi!”

A Glasgow, Lulu (vincitrice del 1969 per il Regno Unito), nonostante la delusione, ha accettato di parlare alla BBC: “Bisogna saper perdere. E’ molto importante. E alla fine sai, comunque, che è il Regno Unito che ospita, e dobbiamo essere grati per questo. Siamo ora concentrati nel supportare il fatto che Liverpool faccia un bel lavoro per l’Ucraina. Il mio cuore è affondato, ma ho abbastanza anni alle mie spalle e ho avuto tantissimi dispiaceri nella mia vita. Ho imparato a superarli, credo. Supererò anche questo, ma credevo che ce l’avremmo fatta.”

Keir Starmer, leader laburista: “Congratulazioni a Liverpool! Una città incredibile. Non ho dubbi che renderete orgogliose la Gran Bretagna e l’Ucraina mettendo su uno show da ricordare.”

Inevitabile la citazione di Steve Rotheram, sindaco della Liverpool’s City Region: “Music’s coming home! La musica non sarebbe la musica senza Liverpool, e ora il concorso più grande del mondo sta arrivando nella nostra regione! Ora il vero lavoro comincia: mettere in piedi tutto quel che serve per un Eurovision per rendere l’Ucraina orgogliosa. Slava Ukraini.”

Joanne Anderson, sindaca di Liverpool: “Sono al settimo cielo perché l’Eurovision sta arrivando a Liverpool! Sapevamo di avere una forte avversaria in Glasgow, ma sapevamo anche di avere una grande candidatura, supervisionata dall’esperienza del nostro pluripremiato team Culture Liverpool e supportato da tutti i nostri brillanti partner. Questo è un evento enorme, e gli occhi del mondo saranno su di noi a maggio, specialmente quelli dei nostri amici in Ucraina. Ora cominceranno mesi di lavoro per mettere in piedi la miglior festa di sempre. Ucraina, hai la mia promessa che ti renderemo orgogliosa.”

Holly Johnson, leader dei Frankie Goes to Hollywood: “Liverpool ha una meravigliosa eredità artistica. In quale altra città puoi atterrare all’Aeroporto John Lennon? La musica degli Anni ’60 con il Mersey Beat, Gerry and the Pacemakers, Beatles e altri artisti come Cilla Black è arrivata dalla città. Ed è splendida da visitare ora.”

E, naturalmente, Liz Truss, da poco succeduta a Boris Johnson come premier britannica: “Enormi congratulazioni a Liverpool per esser stata scelta come città ospitante dell’Eurovision 2023. Città accogliente con un’orgogliosa eredità musicale, Liverpool offrirà un indimenticabile show che celebrerà la ricca cultura e la creatività dell’Ucraina.”