ESC 2023 – Spagna: RTVE riceve 876 canzoni per il Benidorm Fest 2023

L’emittente pubblica spagnola TVE ha annunciato che un totale di 876 canzoni sono state presentate per partecipare al Benidorm Fest, la selezione nazionale che determina l’artista/i (o gruppo) e brano che rappresenterà la Spagna alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si svolgerà il 9, 11 e 13 maggio 2023 a Liverpool, nel Regno Unito, presso il Liverpool Arena, dopo che l’Ucraina, vincitrice dell’edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con “Stefania”, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino che impossibilita a procedere con l’organizzazione.

Il Benidorm Fest è stato accolto molto bene dagli artisti e dall’industria musicale spagnola. Nei 40 giorni di apertura del processo di presentazione delle candidature, dal 1 settembre 2022 al 10 ottobre 2022, sono pervenute un totale di 876 brani (tra cui 482 brani presentate tramite il bando aperto da RTVE attraverso il sito web e 394 da invito diretto con l’aiuto di tre consulenti musicali di tutti gli stili e artisti.

Un totale di 16 brani/candidati parteciperanno al Benidorm Fest 2023 a fine gennaio.

RTVE ha chiuso questo lunedì alle ore 23:59 il processo di selezione dei candidati per il Benidorm Fest 2023. In totale, 876 canzoni di tutti gli stili e artisti sono state ricevute durante i 40 giorni di apertura del processo. Alcuni dati simili alla prima edizione del Benidorm Fest, ma che ha visto una partecipazione più attiva delle case discografiche e una professionalizzazione delle proposte pervenute, con volti più noti tra i candidati a partecipare alla preselezione spagnola per l’Eurovision Song Contest.

En este momento, el grupo de trabajo de RTVE de Eurovisión está inmerso en la escucha atenta de los temas recibidos para elegir las 16 mejores candidaturas que participarán en el Benidorm Fest los días 31 de enero y 2 de febrero, en las semifinales, y en la gran final del día 4.

In questo momento, il gruppo di lavoro di RTVE per l’Eurovision è immerso nell’ascolto attento dei brani ricevuti per scegliere i 16 migliori candidati che parteciperanno al Benidorm Fest che si svolgerà il 31 gennaio 2023 e il 2 febbraio 2023, con le due Semifinali e il 4 febbraio 2023 con il Gran Finale.

Questa seconda edizione del Benidorm Fest ha suscitato ancora maggiore interesse tra artisti noti e prestigiosi, nonché le maggiori case discografiche del Paese, che hanno partecipato più attivamente alla selezione delle proposte.

Delle 876 canzoni pervenute, RTVE ne ha ricevute 455 tramite il bando aperto da RTVE attraverso un’apposito form online e 27 sono arrivate tramite email; mentre le restanti 394 sono stati spediti direttamente dalle case discografiche ed etichette editoriali, una cifra doppia rispetto allo scorso anno. Nel 2021 sono state ricevute 886 canzoni, 692 tramite web e 194 dalle case discografiche.

In questa seconda edizione, l’ottima accoglienza dell’iniziativa è stata nuovamente evidente da quando è stato aperto il form online sul sito RTVE: la prima proposta è arrivata 2 minuti dopo l’apertura delle iscrizioni e l’ultima, pochi minuti dopo la chiusura del processo, alle 23:56. Un altro fatto degno di nota è che molti artisti si sono precipitati fino all’ultimo momento per inviare la propria candidatura, e nelle ultime 24 ore sono arrivate circa 150 candidature.

Degno di nota è anche il fatto che la presentazione delle proposte attraverso il form online aperto sul sito web di RTVE è stato standardizzato, sia da parte di artisti professionisti che dilettanti.

Il Benidorm Fest è diventato nel 2021 una grande piattaforma per il talento di cantanti, compositori e produttori della Spagna, come dimostrano il successo del programma in onda su La 1, la traiettoria ascendente di tutti i suoi partecipanti e il grande ruolo di Chanel all’Eurovision Song Contest 2022, dove è arrivata al terzo posto con “SloMo”, una posizione che ha avuto il sapore di una grande vittoria tra i telespettatori di tutta Europa.

Per questa nuova edizione, ancora una volta ci sono brani presentati da nuovi talenti sconosciuti al grande pubblico e artisti emergenti, oltre a un aumento delle nomination di artisti di riconosciuto prestigio e carriera, cantanti di talent show, nuove promesse e persino volti delle passate edizioni dell’Eurovision Song Contest.

Notevole anche la presenza di giovani gruppi, solisti; artisti della scena indie; gruppi che hanno avuto successo negli anni ’90 e 2000; e anche qualche candidato che vuole ripetere la sua esperienza dell’anno scorso al Benidorm Fest. Ci sono anche proposte dietro alle quali ci sono artisti con community molto grandi su TikTok, come è successo lo scorso anno con il britannico Sam Ryder, il cui successo ha attraversato i social network e ha conquistato il secondo posto a Torino.

In termini di età, ci sono candidati per tutti i target: il più giovane è di un artista che compirà 16 anni nel 2023, l’età minima per partecipare all’Eurovision Song Contest; e il più grande, è di un artista professionista che spegnerà 76 candeline quest’anno.

Per quanto riguarda gli stili, come nel 2021, una diversità di nomi, una diversità di stili musicali: dal pop più commerciale alle ballad, al folk, al flamenco, al fusion, al rock, i suoni latini di moda in tutto il mondo come il reggaeton, urban, trap e rap.

Dopo il processo aperto di ricezione delle candidature e contatti con le principali case discografiche, etichette rinomate, case discografiche indipendenti e agenzie di rappresentanza, arriva il processo di documentazione e ascolto di tutte, che sarà svolto da un team trasversale di professionisti RTVE e, successivamente, la selezione delle 16 migliori proposte per partecipare al Benidorm Fest 2023, che saranno annunciati durante il prossimo mese di novembre.

Una volta effettuata questa difficile selezione, RTVE comunicherà gli artisti prescelti che, per tutto il mese di novembre, dovranno inviare il brano masterizato per avviare il processo di produzione dei diversi show che andrà in onda su La 1. Otto brani saranno gareggeranno nella Prima Semi-Finale che si terrà il 31 gennaio 2023 e gli altri otto si sfideranno nella Seconda Semi-Finale. Le prime quattro di ogni Semi-Finale accederanno alla Gran Finale di sabato 4 gennaio 2023. Infine, otto canzoni si batteranno per vincere la seconda edizione del Benidorm Fest 2023.

Nel frattempo negli ultimi giorni alcuni artisti hanno dichiarato di aver presentato candidatura per il BF 2023: Megara, Siderland, Hydn, K!ngdom, Rafa Blas, Borja Escalona, LODE, Trovadorum, Lorena Elle, Girls Gang, Verónica Romero, Rakky Ripper, Angie Fernàndez, Maria Arnal, Delaporte, Viva Suecia, La Década Prodigiosa, Ángel Ruiz, KU Minerva, … 

Da ricordare che Durante la conferenza stampa di presentazione dello Junior Eurovision, le dirigenti di RTVE hanno ufficializzato che i biglietti del Benidorm Fest 2023 saranno in vendita dal 1 novembre 2022. 

La capienza limitata del Palau de l’Illa (ampliata per il 2023 a 3000 spettatori) non ha intaccato la decisione dell’emittente pubblica di offrire i biglietti a prezzi decisamente popolari. I biglietti per i singoli show costerà 20 euro, mentre il pacchetto comprensivo delle due semifinali e la finale sarà di 60 euro. L’organizzazione non ha però ufficializzato questi prezzi (si trattata di prime stime), che potrebbero quindi subire delle modifiche in base alla domanda crescente.

Il Benidorm Fest 2023 consisterà in tre spettacoli televisivi in diretta: due Semifinali e una Finale, che si terranno tutte nel Palau Municipal d’Esports l’Illa di Benidorm.

Di seguito una speciale giuria professionale selezionerà delle candidature presentate un totale di 22 candidati (16 artisti per partecipare alla manifestazione e 6 artisti di riserva). Gli artisti solisti devono essere cittadini spagnoli o residenti permanenti. Nel caso di gruppi, almeno il 50% del gruppo deve avere sede in Spagna. Per i cantautori, almeno un cantautore deve avere sede in Spagna. Le canzoni devono essere almeno una delle lingue coufficiali della Spagna (spagnolo, catalano, basco o galiziano), ma fino al 40% dei testi può essere in un’altra lingua. L’elenco completo delle regole è disponibile qui.

Un totale di 16 artisti prenderanno parte alle Semifinali, e salgono da 14 a 16 rispetto allo scorso anno. Di queste 16 artisti, 8 si sfideranno in ciascuna delle due Semifinali, i primi 4 di ciascuna Semi-Finale si qualificheranno alla Finale. Tutti i partecipanti prenderanno parte a uno spettacolo di Natale su TVE entro la fine dell’anno. RTVE trasmetterà anche uno spettacolo quotidiano sul festival.

Prima degli spettacoli dal vivo, si terrà una Cerimonia di Apertura. Le date di tutti gli eventi sono le seguenti:

  • 29/01/ 2023- Benidorm Fest 2023 Opening Ceremony
  • 31/01/2023- Benidorm Fest 2023 Prima Semi-Finale
  • 02/02/2023- Benidorm Fest 2023 Seconda Semi-Finale
  • 04/02/2023- Benidorm Fest 2023 Gran Finale

La superstar spagnola di fama internazionale, Mónica Naranjo, ospiterà tutti gli spettacoli dal vivo il prossimo anno e sarà anche affiancata da altri presentatori che devono ancora essere rivelati. 

Il sistema di voto rimane lo stesso dell’anno scorso. In tutti e tre gli spettacoli, i risultati saranno decisi da una giuria professionale (50%), una giuria demoscopica (25%) e una votazione pubblica (25%). La giuria professionale sarà composta da professionisti dell’industria musicale spagnola e internazionale. I membri confermati della giuria finora sono:

  • Nacho Cano (Presidente della giuria) – fondatore dei Mecano, il gruppo musicale di pop spagnolo di maggior successo nella storia della musica spagnola e che ha anche saputo maggiormente influenzare le generazioni successive. I Mecano, con oltre 25 milioni di dischi venduti dal 1981 al 1993, anno dello scioglimento. raggiunsero un ottimo successo non solo in Spagna e America Latina, ma anche in Italia e Francia.
  • Christer Björkman – ha rappresentato la Svezia all’Eurovision Song Contest 1992 con il brano “I morgon är en annan dag”, classificandosi 22º; ex produttore del Melodifestivalen (metodo di selezione nazionale per il rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest) ed ex capo delegazione della Svezia all’Eurovision Song Contest; ed attualmente è a capo della società che si occupa dell’espansione internazionale del brand Eurovision.

Nell’ultima edizione svoltasi a Torino la cantante cubano-spagnola Chanel ha rappresentato la Spagna all’Eurovision Song Contest 2022 con il brano “SloMo”, pubblicato il 24 dicembre 2021 su etichetta discografica BMG Spain con testo e musica di Leroy Sanchez, Keith Harris, Ibere Fortes, Maggie Szabo e Arjen “SWACQ” Thonen. Il 10 dicembre 2021è stata confermata fra i quattordici partecipanti al Benidorm Fest 2022, evento che ha selezionato il rappresentante della Spagna all’Eurovision Song Contest, dove ha presentato l’inedito “SloMo”. Dopo aver conquistato il primo posto nella semifinale del 26 gennaio 2022, ha ottenuto il maggior numero di punti anche nella serata finale del successivo 29 gennaio, diventando di diritto la rappresentante eurovisiva spagnola a Torino. Il successivo 14 maggio Chanel si è esibita nella finale eurovisiva, dove si è piazzata al 3º posto su 25 partecipanti con 459 punti totalizzati, ottenendo la medesima posizione sia nel voto della giuria, sia nel televoto, da cui ha ottenuto rispettivamente 231 e 228 punti. Si tratta del miglior risultato per la Spagna nella manifestazione europea dal 1995. La settimana dopo l’Eurofestival SloMo ha toccato la vetta della Top 100 Canciones della Productores de Música de España, il primo brano eurovisivo spagnolo a raggiungere tale risultato in 18 anni, venendo certificato platino.

Dal 1961, la Spagna ha partecipato ininterrottamente all’Eurovision Song Contest, vincendo due volte: nel 1968 la vittoria venne assegnata a Massiel mentre nel 1969 la cantante Salomé dovette condividere il premio con altre tre cantanti Lulùche rappresentò il Regno Unito, Frida Boccara per la Francia e Lenny Kuhr per i Paesi Bassi. Le quattro canzoni avevano raggiunto lo stesso punteggio e in mancanza di un preciso regolamento la vittoria venne assegnata ex aequo. In seguito per evitare questo inconveniente fu modificato il regolamento in modo tale da avere sempre un unico vincitore. Negli anni settanta le canzoni proposte hanno ottenuto ottimi piazzamenti ma in seguito non sono mai entrate tra le prime 10 posizioni.

L’ultima top 5 risale al 1995, quando Anabel Conde si classificò seconda, con la sua canzone “Vuelve conmigo”.

Dal 2000 la Spagna fa parte dei Big Five assieme a Francia, Germania, Regno Unito e Italia. Nonostante i pessimi risultati degli ultimi anni, tra cui due ultimi posti, accede di diritto alla serata di finale. Nel 2012 è tornata tra i primi dieci con Pastora Soler e nel 2014 con Ruth Lorenzo.

Di tutte le Big Five, la Spagna attende da più tempo la vittoria dell’Eurovision Song Contest. Il loro ultimo trionfo risale al 1969 proprio a Madrid, che si concluse con una vittoria a quattro insieme alla Francia, Paesi Bassi e Regno Unito.