ESC ROTTERDAM 2020


La sessantacinquesima edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente. Sarà la quinta edizione dell’Eurovision che si svolgerà nei Paesi Bassi (dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980).

Come avviene dal 2008, il concorso sarà articolato in due semifinali e una finale.

  • Periodo: calendario_esc Sabato, 16 maggio 2020
  • Presentatore (i): presentador 
  • Trasmesso da: Algemene Vereniging Radio Omroep/ Televisie Radio Omroep Stichting (AVROTROS), Nederlandse Omroep Stichting (NOS), Nederlandse Publieke Omroep (NPO)
  • Sede: sede_escRotterdam Ahoy, Rotterdam, Paesi Bassi
  • Directed: Marnix Kaart, Marc Pos
  • Executive supervisor: Jon Ola Sand
  • Executive producer: Sietse Bakker, Inge van de Weerd
  • Slogan: “Open Up”
  • Brano vincitore: Premio “” –  () (°)
  • Participanti: 41 paesi (26 Paesi accedono di diritto alla Serata Finale: i cosiddetti Big Five – Francia, Italia, Germania, Spagna e Regno Unito – per il loro maggiore contributo finanziario; il paese ospitante – Israele – e i primi dieci classificati in base ai punteggi del televoto e dalla giuria esterna delle classifiche separate scelti nelle due serate di ogni Semi-Finale dove si esibiscono 17 paesi nella Prima Semi-Finale e 18 paesi nella Seconda Semi-Finale)
  • Debuttanti: Nessuno.
  • Ritorni: Bulgaria,  Ucraina
  • Ritiri: –
  • Nil Points: –
  • Struttura di voto: Ognuno dei paesi in gara assegna 12, 10, 8 e dal 7 all’1, punti per le proprie dieci canzoni preferite. La Giuria e il Televoto formano una classifica per separato: la votazione della giuria costituita dai 10 brani più votati dai giurati e i risultati del televoto, costituiti dalla somma dei 10 brani più votati da ogni singolo paese, partendo dal concorrente che ne ha ricevuti di meno a quello che ne ha ricevuti di più.
  • Orchestra: –
  • Opening Act: –
  • Intervallo: –

 

  • Periodo: calendario_esc Martedì, 12 maggio 2020 
  • Presentatore (i): presentador 
  • Trasmesso da: Algemene Vereniging Radio Omroep/ Televisie Radio Omroep Stichting (AVROTROS), Nederlandse Omroep Stichting (NOS), Nederlandse Publieke Omroep (NPO)
  • Sede: sede_esc Rotterdam Ahoy, Rotterdam, Paesi Bassi
  • Directed: Marnix Kaart, Marc Pos
  • Executive supervisor: Jon Ola Sand
  • Executive producer: Sietse Bakker, Inge van de Weerd
  • Slogan: “Open Up”
  • Brano Vincitore: “” –   () (3°)
  • Participanti: 41 paesi (26 Paesi accedono di diritto alla Serata Finale: i cosiddetti Big Five – Francia, Italia, Germania, Spagna e Regno Unito – per il loro maggiore contributo finanziario; il paese ospitante – Israele – e i primi dieci classificati in base ai punteggi del televoto e dalla giuria esterna delle classifiche separate scelti nelle due serate di ogni Semi-Finale dove si esibiscono 17 paesi nella Prima Semi-Finale e 18 paesi nella Seconda Semi-Finale)
  • Debuttanti: Nessuno.
  • Ritorni:  Bulgaria,  Ucraina
  • Ritiri: –
  • Nil Points: –
  • Struttura di voto: Ognuno dei paesi in gara assegna 12, 10, 8 e dal 7 all’1, punti per le proprie dieci canzoni preferite. La Giuria e il Televoto formano una classifica per separato: la votazione della giuria costituita dai 10 brani più votati dai giurati e i risultati del televoto, costituiti dalla somma dei 10 brani più votati da ogni singolo paese, partendo dal concorrente che ne ha ricevuti di meno a quello che ne ha ricevuti di più.
  • Opening Act: –
  • Intervallo: –

 

  • Periodo: calendario_esc Giovedì, 14 maggio 2020
  • Presentatore (i): presentador 
  • Trasmesso da: Algemene Vereniging Radio Omroep/ Televisie Radio Omroep Stichting (AVROTROS), Nederlandse Omroep Stichting (NOS), Nederlandse Publieke Omroep (NPO)
  • Sede: sede_esc Rotterdam Ahoy, Rotterdam, Paesi Bassi
  • Directed: Marnix Kaart, Marc Pos
  • Executive supervisor: Jon Ola Sand
  • Executive producer: Sietse Bakker, Inge van de Weerd
  • Slogan: “Open Up”
  • Brano Vincitore: “” –  () (1°)
  • Participanti: 41 paesi (26 Paesi accedono di diritto alla Serata Finale: i cosiddetti Big Five – Francia, Italia, Germania, Spagna e Regno Unito – per il loro maggiore contributo finanziario; il paese ospitante – Israele – e i primi dieci classificati in base ai punteggi del televoto e dalla giuria esterna delle classifiche separate scelti nelle due serate di ogni Semi-Finale dove si esibiscono 17 paesi nella Prima Semi-Finale e 18 paesi nella Seconda Semi-Finale)
  • Debuttanti: –
  • Ritorni:  Bulgaria, Ucraina
  • Ritiri: –
  • Nil Points: –
  • Struttura di voto: Ognuno dei paesi in gara assegna 12, 10, 8 e dal 7 all’1, punti per le proprie dieci canzoni preferite. La Giuria e il Televoto formano una classifica per separato: la votazione della giuria costituita dai 10 brani più votati dai giurati e i risultati del televoto, costituiti dalla somma dei 10 brani più votati da ogni singolo paese, partendo dal concorrente che ne ha ricevuti di meno a quello che ne ha ricevuti di più.
  • Orchestra: –
  • Opening Act: –
  • Intervallo: –

Organizzazione: In seguito alla vittoria di Duncan Laurence con Arcade, la sessantacinquesima edizione verrà ospitata dai Paesi Bassi ed è stato annunciato che l’organizzazione e la produzione spetteranno alle tre emittenti televisive olandesi: AVROTROS, NPO e NOS.

Il 5 luglio 2019 sono stati annunciati i due produttori esecutivi dell’evento: Sietse Bakker (supervisore esecutivo dello Junior Eurovision Song Contest dal 2011 al 2012) e Inge van de Weerd (capo-delegazione dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest dal 2007 al 2009) e i due vice produttori esecutivi dell’evento: Emilie Sickinghe (capo-delegazione dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest dal 2010) e Jessica Stam.

Il partner ufficiale di questa edizione, annunciato il 14 agosto 2019, sarà l’azienda di prodotti per la pelle Moroccanoil.

I direttori esecutivi di questa edizione, annunciati il 27 agosto 2019, saranno Marnix Kaart e Marc Pos.

Logo e slogan: Il 24 ottobre 2019 l’UER ha annunciato lo slogan ufficiale dell’evento: Open Up (Apritevi).

Scelta della sede: All’indomani della vittoria olandese in Israele, le emittenti televisive hanno confermato che l’edizione 2020 si sarebbe tenuta nei Paesi Bassi, annunciando che tredici città erano state prese in considerazione per ospitare l’evento: L’Aia (Cars Jeans Stadion, Malieveld), Amsterdam (Amsterdam RAI, Ziggo Dome, Johan Cruijff Arena), Arnhem (GelreDome), Breda (Breepark), Enschede (Aeroporto Twente), Groninga, Leeuwarden (WTC Expo), Maastricht (MECC), Rotterdam (Ahoy Rotterdam), ‘s-Hertogenbosch (Brabanthallen), Tilburg, Utrecht (Jaarbeurs) e Zwolle (IJsselhallen).

Le prime città ad annunciare la mancanza di interesse sono state Groninga, in seguito ad una consultazione in consiglio comunale[6], Tilburg, che ha invece appoggiato la candidatura collettiva di Breda e ‘s-Hertogenbosch per la provincia del Brabante Settentrionale, Zwolle ed Enschede in mancanza di una sede adatta.

Il 18 giugno la città di Leeuwarden ha ritirato la propria candidatura, in quanto il WTC Expo non rispetta i criteri imposti dalle emittenti. Successivamente si sono ritirate anche L’Aia, che ha appoggiato la candidatura di Rotterdam in assenza di una sede adatta, Breda, che si è unita alla candidatura collettiva di ‘s-Hertogenbosch, e Amsterdam, la quale non ha sedi adatte che rispettino i criteri di disponibilità.

Il 16 luglio, l’UER ha comunicato che la scelta è stata ristretta ulteriormente alle città di Rotterdam e Maastricht, che rispettano tutte le necessità del concorso, eliminando quindi Arnhem, ‘s-Hertogenbosch e Utrecht.

Il 30 agosto 2019 è stata annunciata Rotterdam e l’Ahoy Rotterdam come città e sede ospitante dell’Eurovision 2020. Inoltre sono state annunciate le date per l’evento: le due semifinali si terranno martedì 12 e giovedì 14 maggio 2020, mentre la finale si terrà sabato 16 maggio 2020.

Articolazione del processo: Il processo di selezione della scelta si articola in:

  • le città che hanno espresso interesse ricevono i criteri fondamentali per ospitare la manifestazione;
  • le città poi hanno quattro settimane per preparare i propri piani e progetti per ospitare l’evento;
  • nel mese di luglio le emittenti possono visitare le città che hanno confermato la candidatura;
  • per la metà di luglio i progetti preparati vanno inviati all’Unione europea di radiodiffusione che decreterà, di concerto con le emittenti organizzatrici ed entro il mese di agosto, la città ospitante.

Criteri fondamentali:

Le sedi e le città candidate devono rispettare i seguenti criteri:

  • la sede deve disporre di una copertura, anche provvisoria;
  • la sede deve avere una capacità minima di 10 000 spettatori;
  • la sede deve essere disponibile per almeno 5-7 settimane prima dell’evento;
  • la città deve avere a disposizione almeno 2 000-3 000 camere d’albergo per accogliere gli spettatori;
Città Sede Capacità Note
Arnhem GelreDome 34 000 Candidatura condivisa con la vicina città di Nimega e la regione della Veluwe
‘s-Hertogenbosch Brabanthallen 11 000 Candidatura condivisa con la città di Breda e la provincia del Brabante Settentrionale
Maastricht MECC 11 000 – 12 000 Candidatura supportata dalla provincia del Limburgo
Rotterdam Ahoy Rotterdam 11 000 – 12 000 Candidatura supportata da L’Aia e da Dordrecht, oltre che dalla provincia dell’Olanda Meridionale; ha ospitato il Junior Eurovision Song Contest 2007 e due edizioni degli MTV Europe Music Awards (1997 e 2016)
Utrecht Jaarbeurs

11 000

Stati partecipanti:

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione Note
Albania Albania 22 dicembre 2019 Festivali i Këngës 58
Armenia Armenia
Australia Australia 8 febbraio 2020 Eurovision – Australia Decides 2020 In caso di vittoria dell’Australia la SBS produrrà l’evento in Europa assieme a un altro membro dell’UER
Austria Austria Interno
Azerbaigian Azerbaigian
Belgio Belgio Hooverphonic Febbraio 2020 Inglese Interno; gruppo annunciato il 1º ottobre 2019
Bielorussia Bielorussia
Bulgaria Bulgaria 25 novembre 2019 Interno
Cipro Cipro Interno
Croazia Croazia Dora 2020
Danimarca Danimarca 7 marzo 2020 Dansk Melodi Grand Prix 2020
Estonia Estonia 29 febbraio 2020 Eesti Laul 2020
Finlandia Finlandia UMK 2020
Francia Francia Finale nazionale
Georgia Georgia Georgian Idol 2 per l’artista, scelta interna per il brano
Germania Germania
Grecia Grecia Interno
Irlanda Irlanda Interno
Islanda Islanda Söngvakeppnin 2020
Israele Israele Rising Star 2020 per l’artista, finale nazionale per il brano
Italia Italia 8 febbraio 2020 Festival di Sanremo 2020
Lettonia Lettonia 8 febbraio 2020 Supernova 2020
Lituania Lituania Eurovizijos 2020
Macedonia del Nord Macedonia del Nord
Malta Malta 8 febbraio 2020 X Factor Malta 2020
Montenegro Montenegro
Norvegia Norvegia 15 febbraio 2020 Melodi Grand Prix 2020
Paesi Bassi Paesi Bassi (organizzatore) Interno
Polonia Polonia
Portogallo Portogallo Festival da Canção 2020
Regno Unito Regno Unito Interno
Rep. Ceca Repubblica Ceca 28 gennaio 2020 Eurovision Song CZ 2020
Romania Romania
Russia Russia Interno
San Marino San Marino
Serbia Serbia
Slovenia Slovenia EMA 2020
Spagna Spagna Blas Cantó] Interno; artista annunciato il 5 ottobre 2019
Svezia Svezia 7 marzo 2020 Melodifestivalen 2020
Svizzera Svizzera Interno
Ucraina Ucraina 22 febbraio 2020 Vidbir 2020

Altri Stati:

  • Ungheria Ungheria: nell’ottobre 2019, l’emittente ungherese MTVA ha annunciato che A Dal, utilizzato come processo di selezione del partecipante ungherese dal 2012, non sarà utilizzato nell’edizione 2020, per concentrarsi sul supportare la scena musicale pop ungherese. Tali affermazioni hanno lasciato intravedere un possibile ritiro della nazione dalla manifestazione.

Stati non partecipanti:

  • Andorra Andorra: l’emittente andorrana RTVA si era detta disposta ad una collaborazione con l’emittente televisiva catalana TV3 per un eventuale ritorno, annunciando però il 22 maggio 2019 la non partecipazione all’edizione 2020.
  • Catalogna Catalogna: dopo aver ricevuto il via libera dal parlamento catalano[83], l’emittente TVC ha avviato l’iter di richiesta per entrare a far parte dell’UER. Nonostante la Catalogna sia una comunità autonoma della Spagna, l’UER si è detta disposta a discutere la sua adesione e ciò ne permetterebbe la partecipazione nell’edizione 2020. Tuttavia, l’8 luglio 2019 è stato confermato che la richiesta d’adesione della comunità autonoma è stata rifiutata, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione.
  • Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina: Lejla Babović, capo della delegazione bosniaca, ha confermato che il loro obiettivo principale è ritornare in gara, tuttavia la situazione finanziaria dell’emittente (BHRT) e i debiti verso l’UER sono un ostacolo alla partecipazione della nazione balcanica. Il 9 luglio 2019 ha confermato la non partecipazione all’edizione 2020.
  • Kazakistan Kazakistan: il 6 settembre 2019 l’UER ha annunciato che il paese non sarà invitato a partecipare all’edizione 2020, rendendo impossibile il debutto alla manifestazione.
  • Kosovo Kosovo: Mentor Shala, direttore generale di RTK, ha confermato che lo stato avrebbe potuto prendere parte alla manifestazione nel caso in cui l’UER avesse accettato l’emittente come suo membro effettivo, tuttavia, il 29 giugno 2019 l’emittente non è stata ammessa nell’Unione europea di radiodiffusione, rendendo impossibile il debutto.
  • Lussemburgo Lussemburgo: nonostante la vincitrice del 1973, Anne-Marie David, abbia inviato una petizione all’emittente RTL e alla Camera dei deputati lussemburghese[91], il 23 luglio 2019 RTL ha confermato che non tornerà a partecipare nell’edizione 2020.
  • Monaco Principato di Monaco: il 6 agosto 2019 TMC ha confermato che il principato non tornerà a partecipare nell’edizione 2020.
  • Slovacchia Slovacchia: il 5 giugno 2019 l’emittente RTVS ha confermato che il paese non tornerà a partecipare, per lo scarso interesse nei confronti della manifestazione.
  • Turchia Turchia: il manager di TRT, İbrahim Eren, ha confermato che la Turchia non avrebbe preso parte all’edizione 2020, criticando la perdita di valori del concorso e il sistema di voto.

Trasmissione dell’evento e commentatori:

  • Stati Uniti Stati Uniti: l’intero evento verrà trasmesso sulla piattaforma streaming Netflix.