Sanremo 2022: Ancora due posti in palio al Festival di Sanremo 2022?

A poche ore dalla finalissima di Sanremo Giovani, una domanda sorge spontanea. Se i giochi non fossero realmente chiusi? Stando agli ultimi rumors, le sorprese riguardo la 72esima edizione del Festival di Sanremo non sarebbero finite.

Oltre ad ospitare i ventidue big già ufficializzati e decretare i due vincitori di Sanremo Giovani, Amadeus potrebbe avere nella manica altri assi da giocare, due nomi ancora da annunciare.

Leggendo la modifica apportata al regolamento lo scorso 2 dicembre, infatti, le rispettive case discografiche degli artisti avranno tempo fino al 21 dicembre per consegnare i documenti necessari e completare, dunque, l’iscrizione.

In attesa di una comunicazione ufficiale, che potrebbe arrivare domani mattina (Martedì 14 dicembre ore 12:00) nel corso della conferenza stampa di presentazione di Sanremo Giovani dal Teatro del Casinò di Sanremo, cerchiamo di ricapitolare la situazione ipotizzando alcuni nomi.

Saranno presenti Stefano Coletta – Direttore Rai1, Alberto Biancheri –Sindaco di Sanremo, Adriano Battistotti – Presidente Casinò di Sanremo, Claudio Fasulo – Vicedirettore Rai1, Amadeus e i 12 artisti in gara.

Tanto per cominciare, gli identikit di queste due ipotetiche new entry potrebbero essere ricercati tra le etichette indipendenti, quest’anno meno rappresentate rispetto alle due precedenti edizioni amministrate da Amadeus.

In più, parliamo di artisti che non avrebbero nulla da perdere. Con un cast colossale come quello già annunciato, difficilmente potremmo aspettarci big della stessa caratura, o proposte similari che potrebbero generare l’effetto-doppione.

Aspettiamoci nomi insospettabili, proprio come era accaduto due anni fa con gli innesti di Rita Pavone e Tosca, mentre potremmo rimuovere a priori proposte troppo chiacchierate che rientrerebbero nell’elenco degli esclusi.

Tra le prime ipotesi verrebbe da pensare ad Alice, che proprio nel 2022 festeggerebbe le nozze d’oro con il Festival. Un’altra artista sul punto di celebrare il suo cinquantennale di carriera è Marcella Bella.

A trent’anni dalla loro ultima partecipazione in gara, potrebbe essere la volta dei Ricchi e Poveri, che abbiamo rivisto due anni fa in veste di super-ospiti in occasione dell’attesa reunion avvenuta proprio sul palco dell’Ariston.

Tra gli altri anniversari in calendario, da segnalare i quarant’anni dal trionfo di Riccardo Fogli con “Storie di tutti i giorni”, trent’anni dalla vittoria di Luca Barbarossa con “Portami a ballare” e vent’anni dal fortunato debutto di Anna Tatangelo con “Doppiamente fragili”.

Quota veterani, infine, potrebbero incuriosire i ritorni di Ron e Nada, anche se la fascia meno rappresentata quest’anno è quella dei cantanti nati a cavallo tra gli anni ’60 e ’70.

Nulla toglie, comunque, che almeno un posto potrebbe essere occupato da una giovane scommessa, tipo Ariete, Mara Sattei o gli Psicologi, anche se in questo caso verrebbe da domandarsi il motivo di un annuncio postdatato.

E se i nomi giovanili venissero pescati dai precedenti Festival di Amadeus? Tipo i due ex vincitori Leo Gassmann e Gaudiano, oltre ad altre proposte già vociferate come Eugenio in Via di Gioia, Tecla e Wrongonyou.

La scelta di annunciare dopo questi due nomi potrebbe riguardare le canzoni stesse, ovvero firme prestigiose, duetti d’eccezione, omaggio importanti o storie particolari legate alle due singole proposte.

In quest’ottica, occhio ai nomi di Giovanni Caccamo, Virginio, Matteo Bocelli, Simona Molinari e Renzo Rubino, mentre tra i “big insospettabili” chiacchierati sin dalla prima ora, tengono banco con meno probabilità i ritorni di Elodie, Francesco Gabbani e Diodato.