Sanremo 2020: Domani la presentazione a Milano di “Area Sanremo” – edizione 2019. Nuovi indiscrezioni sul Festival.

67174944_2522816651103626_8409919241175695360_n

Domani, si svolgerà domani a Milano la conferenza stampa nazionale dell’edizione 2019 di Area Sanremo.

Durante la conferenza stampa ufficiale di presentazione (con diretta streaming sulla pagina Facebook di Area Sanremo a partire dalle 12 circa), oltre a confermare i punti fermi di questa nuova edizione (iscrizione gratuita, svolgimento solo a Sanremo, brano inedito per tutti gli iscritti, due dei vincitori direttamente ammessi al Festival 2020) verranno inoltre annunciati i nomi dei cinque componenti della Commissione di valutazione.

Dobbiamo ricordare che è stato pubblicato il bando per Area Sanremo 2019 che quest’anno si svolgerà in due fasi. La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni ed eliminatorie; nella fase successiva, invece, dall’8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori.

Novità e conferme di questa edizione:

  • Due dei vincitori parteciperanno direttamente al 70° Festival della Canzone Italiana sul palco dell’Ariston tra le Nuove Proposte
  • L’iscrizione è totaltmente gratuita
  • Grazie al contributo di un importante sponsor nazionale
  • Tutta l’edizione 2019 del concorso si svolge esclusivamente a Sanremo
  • Dopo il successo della scorsa edizione continua la collaborazione con il CPM Music Institute di Franco Mussida

Principali requisiti per la partecipazione:

  1. Età compresa tra i 15 anni già compiuti e i 36 anni non ancora compiuti alla data del 31 gennaio 2020
  2. Non aver mai partecipato a precedenti edizioni del Festival della Canzone Italiana
  3. È indispensabile proporre un proprio brano inedito già a partire dalla prima selezione eliminatoria
  4. Il brano dovrà essere depositato, obbligatoriamente, presso una qualsiasi società di collecting conforme alla normativa vigente.

Date da ricordare:

  • La scadenza delle iscrizioni è stata prorogata al 21 Ottobre 2019 
  • 17 Ottobre 2019 (dal Pomeriggio) Procedure di Accredito
  • 18/20 Ottobre 2019 Corsi e selezioni Fase Eliminatori (I° Gruppo)
  • 24 Ottobre 2019 (dal Pomeriggio) Procedure di Accredito
  • 25/27 Ottobre 2019 Corsi e selezioni Fase Eliminatori  (II° Gruppo)
  • 08/10 Novembre 2019 Selezioni Fase Finale

Da questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. L’intera manifestazione anche quest’anno sarà gratuita in tutte le sue fasi grazie all’intervento di un importante sponsor. Continua inoltre la collaborazione con il CPM Music Institute come Educational Partner che terrà tutti i corsi di Area Sanremo. Primo importante e necessario criterio per iscriversi al concorso è avere un brano inedito, per i dettagli consultare l’intero regolamento. Il bando si può visionare a questo link.

Confermata la presenza di Massimo Cotto in qualità di direttore artistico della gara mentre si attendono importanti novità in giuria. Stando alle indiscrezioni pare che l’organizzazione abbia contattato alcuni grandi nomi della canzone italiana ma, per il momento, tutto resta nel massimo riserbo siccome mancano ancora le firme e le ufficialità. Di certo si sa che quattro giurati e il presidente saranno tutti rappresentanti ‘diretti’ del mondo della musica. Addio a personaggi legati, in qualche modo, alle case discografiche, scelta figlia delle polemiche nate negli anni scorsi. I nomi dei giurati saranno comunicati in via ufficiale entro la fine del mese.

Da ricordare inoltre che sono aperte le iscrizioni Sanremo Giovani 2019. Parte il conto alla rovescia per aggiudicarsi i cinque posti dell’edizione 2020 del Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte (a cui si aggiungeranno i 2 artisti provenienti da Area Sanremo edizione 2019 e il vincitore di Sanremo Young 2019).

La principale novità di Sanremo Giovani è dunque il ritorno all’interno del Festival della categoria Nuove Proposte voluta fortemente da Amadeus nella sua veste di direttore artistico. Altre importanti innovazioni sono l’iscrizione a partire dai 15 anni e la realizzazione di due Semifinali.

A partire da metà ottobre, dopo la raccolta delle candidature, la commissione musicale procederà all’ascolto dei brani per arrivare ad una prima selezione di 60 artisti, che saranno poi giudicati durante una audizione dal vivo. Nella fase successiva il numero degli artisti selezionati si ridurrà a 20, e a questo punto si scalderanno i motori per il rush finale.  

Le due Semifinali saranno precedute da 2 puntate di presentazione dei 20 giovani in gara. Un totale di quattro puntate settimanali, collocate nel palinsesto di Raiuno. In questa fase della gara, le canzoni/Artisti partecipanti verranno votate dalla Commissione Musicale e da una Giuria Demoscopica.

In ogni semifinale, da 10 canzoni/artisti in lizza, passeranno il turno soltanto in 5, formando così la compagine di 10 finalisti che parteciperanno alla serata evento del 17 dicembre a Sanremo.

In questa occasione, le canzoni/Artisti verranno votate dalla Commissione Musicale, dalla Giuria Demoscopica, dalla Giuria Televisiva e dal pubblico attraverso il Televoto.

Fra i 10 finalisti verranno così promossi i 5 giovani artisti che, insieme ai 2 artisti provenienti da Area Sanremo ed al vincitore di Sanremo Young 2019, si esibiranno a febbraio sul palco del Teatro Ariston.

In totale, 8 contendenti per la categoria Nuove Proposte del 70 Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Invia la domanda di partecipazione a Sanremo Giovani (cliccate su questo link: http://www.rai.it/programmi/sanremo/Sanremo-Giovani-58b38ea2-d1ee-4f49-a7a3-b3d3160307fd.html)

Il conduttore rivela nuovi retroscena sulla prossima edizione del Festival di Sanremo a Tv, Sorrisi e Canzoni.

70722955_2507112732667865_6995197425220583424_n

Per l’esattezza, mancano 133 giorni alla prima serata di Sanremo 2020. Settantesima edizione del Festival della Canzone Italiana, alla cui guida e direzione artistica è arrivato Amadeus. Il conduttore ha recentemente rivelato i primi dettagli sull’evento che sta allestendo col proprio staff, in un’intervista a cuore aperto a Mara Venier, nella prima puntata della nuova stagione di Domenica In. A distanza di circa una settimana dall’incontro in diretta, Amadeus è stato raggiunto dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni per il racconto esclusivo del suo Sanremo, che giorno dopo giorno sta prendendo forma.

Dopo aver ripercorso l’aneddoto della chiamata giunta ad agosto mentre era su una barchetta, nel laghetto del parco del Retiro di Madrid, il mattatore di Ora o mai più e di Soliti ignoti – Il ritorno ha confessato alcuni dettagli inediti sulla prossima edizione della gara. La scenografia del Festival sarà curata da Gaetano Castelli, mentre alla regia tornerà Stefano Vicario (già in cabina nel 2004, 2005, 2009 e 2012). Per la direzione delle luci è stato nuovamente scelto Mario Catapano, mentre il coreografo sarà Daniel Ezralow. Circa l’impianto scenico, Amadeus ha poi aggiunto che tradizione e innovazione devono fondersi, anche in senso narrativo: “Vorrei un palco elegante, importante, che rispecchi la tradizione del Festival ma vorrei anche degli elementi di innovazione. Quando lo spettatore guarda il palco deve dire “Che bello! È Sanremo, però ci sono tocchi di novità”. Non deve essere il Sanremo del “Signore e signori ecco a voi…”. Vorrei che fosse un Sanremo in cui tutto quello che accade sul palco accade perché c’è un motivo, un raconto dietro.”

La rivoluzione in chiave storica potrebbe giungere, tuttavia, anche fuori dal palco dell’Ariston, o meglio di fronte. Amadeus ha infatti deciso di rispondere al messaggio che Antonio Ricci, regista di Striscia la notizia, gli ha inviato dopo la diffusione della notizia della sua conduzione. Un messaggio di stima, anche se mordace, corredato da una richiesta di invito: “Se è un merito fare il Festival di Sanremo, Amadeus se lo merita senz’altro. E sarebbe bello che il Gabibbo potesse cantare al Festival”. Ecco la reazione del conduttore: “Sarà lieto non solo di invitare il Gabibbo il sabato sera, ma il signor Antonio Ricci sarà mio ospite e seduto in prima fila. E non mi può dire di no, perché avrò il piacere di invitarlo personalmente in platea. D’altronde sono sempre stato un fan di Striscia la notizia.”

Primi segnali di distensione fra le parti, quindi, forse volti a placare le polemiche che negli scorsi anni hanno interessato il concorso canoro e il tg satirico, che più volte ha sollevato dubbi sulla limpidezza della gara.

Intanto il nuovo direttore artistico e conduttore della kermesse ha annunciato anche alcuni cambiamenti piuttosto sostanziali: l’annuncio dei Big non sarà più fatto durante Sanremo Giovani a dicembre, bensì nel corso di un’edizione speciale de I Soliti Ignoti, il 6 gennaio.  Quest’anno, le Nuove Proposte torneranno a sfidarsi in una categoria separata rispetto ai Campioni: saranno otto in tutto, inclusa Tecla Insolia, la vincitrice di Sanremo Young, i due prossimi vincitori di Area Sanremo e cinque talenti selezionati attraverso il concorso online Sanremo Giovani, la cui finale si terrà il 17 dicembre in prima serata su Rai Uno. 

Ricordiamo che il Festival di Sanremo 2020 si terrà dal 4 all’8 febbraio. 

Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2020? Potrebbero essere in corso trattative. Lo riferisce il settimanale Vero, in edicola questa settimana, che parla della possibilità di una conduzione a due. Oltre ad Amadeus, infatti, proprio Chiara Ferragni potrebbe condurre la kermesse canora dedicata alla musica italiana ma nulla è ancora stato definito.

Quel che è certo è che la macchina del Festival si è messa ormai in moto ufficialmente da più di un mese e dopo l’annuncio della direzione artistica di Amadeus, anche conduttore dell’edizione numero 70, resta da definire tutto il resto. In primis i dettagli sulla gara dei Campioni; già definiti invece quelli sull’accesso delle Nuove Proposte al Festival.

Co-conduttori e co-conduttrici, ospiti ed eventuali tributi: nulla è ancora stato ufficializzato. Nel frattempo Amadeus ha rilasciato un’intervista a Sorrisi e Canzoni TV ma null’altro al momento è dato sapere. I Big in gara, in effetti, non verranno annunciati prima del mese di gennaio, in ritardo di qualche settimana rispetto al tradizionale annuncio che anticipava le vacanze di Natale.

Co-conduttori e co-conduttrici, però, potrebbero essere annunciati in concomitanza con la firma dei vari contratti. Tra gli ospiti spunta il nome di Fiorello: non è un segreto che Amadeus aspiri a portarlo nuovamente all’Ariston. Chiara Ferragni invece potrebbe contribuire a svecchiare la kermesse che nell’edizione numero 70 dedicherà spazio anche a coloro che hanno fatto la storia di Sanremo.

70 anni di emozioni e di musica verranno sicuramente celebrati e dal passato Amadeus porterà all’Ariston tributi, contributi e forse ospiti. Resterebbe da raggiungere, a questo punto, il target giovane e il nome di Chiara Ferragni potrebbe fare la differenza.

Non è la prima volta che la fashion blogger appare tra i possibili volti in lizza per l’Ariston. Forte del successo del film Unposted, premiato al botteghino, il prossimo forse potrebbe essere l’anno giusto.