ESC 2020 – Polonia: Alicja Szemplińska con “Empires” a Rotterdam


8fe87401-a938-460b-9559-346def3626f3

Si è conclusa la Finale della selezione nazionale del Paese, „Szansa na Sukces. Eurowizja 2020”, tramite la quale verrà scelto il rappresentante della Polonia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio prossimi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Alicja Szemplińska ha ottenuto il consenso sia della giuria che del pubblico e ha vinto in programma, diventando ufficialmente la rappresentante eurovisiva polacca a Rotterdam con la canzone “Empires”.

Alicja Szemplińska si è avvicinata alla musica da bambina, quando ha iniziato a prendere lezioni di canto e a cantare nel coro della chiesa locale. All’età di 12 anni si è iscritta a lezioni di canto professionale. È salita alla ribalta nel 2016, con la sua partecipazione e vittoria al talent show Hit, Hit, Hurra!, trasmesso su TVP2. Nel 2019 ha partecipato alla decima edizione di The Voice of Poland, che ha finito per vincere. Come ricompensa ha ottenuto un contratto con l’etichetta discografica Universal Music Polska, con la quale ha pubblicato il suo singolo di debutto, “Prawie my”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alicja Szemplińskac con “Empires è il 24º concorrente in gara all’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest, dopo gli Hooverphonic con “Release me” per il Belgio, Blas Cantó con “Universo” per la Spagna, VICTORIA (Виктория) per la Bulgaria, Sandro con “Running” per il Cipro, Vincent Bueno con “Alive” per l’Austria, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) con “Take Me As I Am” per la Georgia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi, Tom Leeb con “The best in me” per la Francia, Arilena Ara con “Shaj” (Swearper l’Albania, Vasil (Васил) con “YOU” per la Macedonia del Nord, Benny Cristo con “Kemama” per la Repubblica Ceca, Stefania (Στεφανία) con “SUPERG!RL” per la Grecia, Eden Alene (עדן אלנה) per l’Israele, Montaigne con “Don’t break me” per l’Australia, Samanta Tīna con “Still Breathing” per la Lettonia, Destiny Chukunyere per Malta, Diodato con “Fai rumore” per l’Italia, Roxen per la Romania, Athena Manoukian (Αθηνά ΜανουκιανԱթենա Մանուկեան) con “Chains on you” per l’Armenia, Ulrikke con “Atention” per la Norvegia, THE ROOP con “On Fire” per la Lituania, Go-A con “Solovey” (Соловей) per l’Ucraina e Ana Soklič con il brano “Voda”.

L’emittente televisiva nazionale polacca TVP da al via alla Terza Semi-Finale del Talent Show „Szansa na sukces. Eurowizja 2020”, che sarà utilizzata per selezionare il concorrente polacco per la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio prossimi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

A seguito del grande successo avuto da Viki Gabor, vincitrice dell’edizione per ragazzi dello Szansa na sukces, allo Junior Eurovision Song Contest 2019, l’emittente nazionale TVP ha annunciato che la prossima edizione del talent sarà utilizzato come selezione nazionale per la scelta del rappresentante della Polonia all’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam.

Un totale di 21 cantanti saranno in gara, 7 per Semifinali. Ogni semifinale, in onda il 2, 9 e 16 febbraio 2020, avrà un tema differente e i cantanti in gara si dovranno esibire con una cover di un brano che rispetti il tema della semifinale. I temi sono: 1ª Semifinale – ABBA, 2ª Semifinale – Eurovision Song Contest Hits e 3ª Semifinale – The Beatles.

Ad ogni Semi-Finale la giuria decreterà un vincitore, a cui si aggiungerà un concorrente ripescato tra i concorrenti che hanno ottenuto la “menzione d’onore”, per un totale di quattro finalisti. Nella Finale, ogni artista si esibirà con due brani, una cover che rispetti il tema della sua Semi-Finale  e con il brano con cui hanno intenzione di gareggiare all’Eurovision Song Contest. La scelta del vincitore sarà esclusivamente opera del televoto.

Lo „Szansa na Sukces. Eurowizja 2020” sarà trasmesso ogni domenica dal 2 fino al 23 febbraio su TVP2 e sarà ospitato da Artur Orzech. 

uid_01f531a9dcde70a247eb305c5e1fda5d1581159266017_width_1143_play_0_pos_0_gs_0_height_0

La giuria di 3 esperti in studio è composta dal cantante polacco Michał Szpak (che ha rappresentato la Polonia all’Eurovision Song Contest 2016 con la canzone “Color of Your Life”), dalla cantante polacca Cleo (che ha partecipato all’Eurovision Song Contest 2014 tenutosi a Copenaghen in coppia con Donatan, presentando il brano “My Słowianie – We Are Slavic”) e dal disc jockey e produttore discografico polacco GROMEE, pseudonimo di Andrzej Gromala (che ha rappresentato la Polonia all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Light Me Up”, in collaborazione con il cantante svedese Lukas Meijer, non riuscendo a qualifiarsi per la serata finale) selezionerà un artista da ogni semifinale che passerà alla Finale, non ci sarà il televoto in questa fase. La giuria assegnerà inoltre un “Golden Ticket” („Złotego Biletu”) a un artista che inizialmente non è stato qualificato per la finale del 23 febbraio 2020.

La finale sarà trasmessa il 23 febbraio 2020.  Nella finale, ogni artista finalista più il partecipante con il “Golden Ticket” eseguirà ciascuno prima una cover e poi la canzone che hanno intenzione di portare a Rotterdam. A scegliere il vincitore sarà esclusivamente il televoto del pubblico tramite SMS.

La terza Semi-Finale sarà trasmessa il 16 febbraio 2020 alle 15:15 su TVP2. In questa Semi-Finale gareggeranno sette cantanti che dovranno interpretare una cover con rispetti il tema della semifinale (The Beatles).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito i nomi dei partecipanti che si sono esibiti nella Finale dello „Szansa na Sukces. Eurowizja 2020” (Cover / Canzone ESC) (Giuria () + Televoto – Totale): 

  1. Kasia Dereń – “Satellite” (Lena)
  2. Alicja Szemplińska – “Euphoria” (Loreen) 
  3. Albert Černý z Lake Malawi – “Fairytale(Alexander Rybak) 
  4. Albert Černý (con Lake Malawi) – “Lucy” (Alasdair Bouch, Joakim With Steen/JOWST, Cesár Sampson, Lasse Piirainen/Norma John), 1 + 1 = 2 punti – 3º
  5. Alicja Szemplińska – “Empires” (Patryk Kumór, Dominic Buczkowski-Wojtaszek, Laurell Barker), 5 + 5 = 10 punti – 1º
  6. Kasia Dereń – “Count on me” (Kasia Dereń, Piotr Walcki – Marcin Januszkiewicz, Mateusz Krautwurst), 3 + 3 = 6 punti – 2º

La Polonia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal gruppo musicale folk polacco  Tulia e il suo brano “Fire of Love (Pali się)” (scelti  internamente dall’ente radiotelevisivo nazionale TVP), pubblicato il 23 novembre 2018 e contenuto nel loro album di debutto. Il brano è stato scritto da Sonia Krasny, Allan Rich e Jud Friedmann, ed è stato composto da Nadia Dalin.

Il brano è stato selezionato internamente dall’ente radiotelevisivo nazionale TVP per rappresentare la Polonia all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv, in Israele. Per l’occasione è stata creata una versione bilingue cantata in polacco e in inglese del brano, denominata “Fire of Love (Pali się)”, pubblicata l’8 marzo 2019.

All’Eurovision le Tulia si sono esibite nella prima semifinale del 14 maggio, ma non si sono qualificate per la finale, piazzandosi all’11º posto su 17 partecipanti con 120 punti totalizzati, di cui 60 dal televoto e 60 dalle giurie. Tuttavia, dopo la finale è emerso che Jitka Zelenková, una dei cinque giurati della Repubblica Ceca, ha per sbaglio votato al contrario durante la semifinale, piazzando le Tulia terzultime invece che terze. L’errore è costato alle Tulia 3 punti, che avrebbero garantito loro un posto nella finale, andato invece alla rappresentante bielurossa Zena.

La Polonia ha partecipato all’Eurovision Song Contest 22 volte (14 Finali) dal suo debutto nel 1994 conquistando immediatamente un secondo posto in classifica, miglior risultato finora acquisito con il brano “To nie ja!” (It wasn’t me / Once in a Lifetime) di Edyta Górniak. Inoltre il Paese ha raggiunto la Top ten in altre due occasioni, quando Ich Troje con “Keine Grenzen – Żadnych granic” (“No Borders”) ha raggiunto il 7° posto nel 2003 e Michał Szpak con “Color of Your Life” (Il colore della tua vita)  ha raggiunto il 8° posto nel 2016.

Tra il 2005 e il 2011, il Paese non ha centrato la Finale sei volte su sette. Nel 2000 la Polonia fu obbligata a prendere un anno di pausa forzata a causa del punteggio insufficiente nei concorsi degli anni precedenti insieme a Bosnia Erzegovina, Lituania, Portogallo e Slovacchia, mentre in base al regolamento dell’anno precedente, il paese era fra i partecipanti passivi, quelli che nel 2001 si erano classificati nelle ultime posizioni e fu esclusa  fu una delle sei nazioni escluse dall’edizione 2002. 

Nel 2012 a causa dell’impegno negli Europei di Calcio 2012 (ospitati insieme all’Ucraina) e nella trasmissione delle Olimpiadi di Londra e nel 2013 non partecipa a causa degli alti costi dei diritti televisivi per gli Europei di Calcio 2012 sommati a quelli delle Olimpiadi di Londra. Nel 2014 è tornata in gara dopo due anni di assenza, con Donatan i Cleo e raggiunge la Finale grazie alla loro proposta provocante e il brano “My Słowianie – We Are Slavic” (My Słowianie, We Slavs). Nel 2015 la rappresentante Monika Kuszyńska è diventata la prima disabile in sedia a rotelle ad esibirsi all’Eurovision Song Contest.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...