Eurovision’s Greatest Hits: Stasera lo show per il 60° anniversario dell’Eurovision – Aggiornato

Eurovision’s Greatest Hits

L’emittente pubblica britannica BBC terrà questa sera alle 21:00 ora locale (22:00) CET su BBC One lo show ‘Eurovision’s Greatest Hits‘ coprodotto dalla BBC e dell’EBU-UER che festeggierà il 60° anniversario dell’Eurovision Song Contest.

L’Eurovision’s Greatest Hits si terrà presso l’Eventim Apollo Hammersmith, nel quartiere di Hammersmith di Londra e sarà presentato dal commentatore dell’ESC per la BBC, Graham Norton insieme alla presentatrice dell’Eurovision Song Contest 2013 a Malmö, Petra Mede.

Eurovision-60th-Anniversary-Petra-Mede-Graham-Norton

Contrariamente a quanto successo per l’evento dei 50 anni, stavolta non ci sarà gara, ma solo esibizioni con gli interpreti originali, di alcune delle migliori canzoni che hanno attraversato la storia eurovisiva, ma ci sarà durante l’intervallo dello show la performance di ‘Riverdance’, lo spettacolo teatrale che consiste nella tradizionale danza irlandese, famosa per i rapidi movimenti delle gambe mentre il corpo e le braccia vengono mantenuti per lo più fermi. ‘Riverdance’ fu rappresentato per la prima volta il 30 Aprile durante l’intervallo dell’Eurovision Song Contest del 1994, con un format di sette minuti prodotto da Moya Doherty, John McColgan, il ballerino Michael Flatley e il compositore Bill Whelan. La musica che accompagna la danza, composta da Bill Whelan e presentata dal gruppo corale irlandese Anúna, dalla RTÉ Concert Orchestra e da diversi musicisti tradizionali, fu lanciata come singolo in Irlanda, dove salì subito al primo posto nelle classifiche e vi rimase per diciotto settimane. 

Eurovision Medley Live at the Eurovision Song Contest’s Greatest Hits

"Eurovision's Greatest Hits"

Graham Norton and Petra Mede, hosts of the Eurovision Song Contest's Greatest Hits

La lista del cast dei cantanti che sono entrati nella storia della manifestazione e che prenderanno parte all’Eurovision’s Greatest Hits (Non ci sono artisti italiani). Ecco il cast definitivo degli artisti partecipanti allo show:

 Hosts_of_the_Eurovision_Greatest_Hits

Aggiornamento: Eurovision Song Contest’s Greatest Hits – Galleria fotografica

Come vi avevamo anticipato, martedì sera presso la London’s Eventim Apollo Hammersmith, è andato in scena Eurovision Song Contest’s Greatest Hits, lo show prodotto dall’EBU-UER e dalla BBC per celebrare i 60 anni dell’Eurovision Song Contest. 

Presentato dal famoso conduttore televisivo Graham Norton e da Petra Mede, l’evento è stato registrato a Londra nella serata del 31 Marzo e, in questi giorni, sta finalmente trovando diffusione sul web e presso alcune (nessuna italiana) reti televisive europee.

A differenza dello show allestito per i 50 anni, la formula di questa edizione ha eliminato la competizione per regalare al pubblico un’ora e mezza di esibizioni da parte degli artisti che hanno fatto la storia dell’Eurovision.

Le performance dei vari artisti sono state intervallate da un’esibizione a base di riverdance: tipico ballo irlandese, diventato fenomeno da milioni di visualizzazioni su youtube.

Durante la serata non sono però mancate le polemiche: l’annuncio dell’arrivo sul palco dell’artista russo Dima Bilan è stato infatti accompagnato da un coro di “boo”, prontamente (e giustamente) interrotti dalla frase del conduttore Norton: “Siamo qui per supportare tutti gli artisti quindi, perfavore, siate gentili“, e poi ha aggiunto: “Potete fare boo a Vienna, a casa vostra, ma non qui“.

La politica e la diffusa intolleranza russe nei confronti della comunità GLBT sono certamente dacondannare, probabilmente le contestazioni si devono anche al fatto che lo scorso anno, dopo la vittoria di Conchita Wurst la Russia aveva minacciato di uscire dall’Eurovison e di organizzare, addirittura, un festival concorrente. L’edizione di quest’anno della rassegna canora, però, ha come slogan “building bridges” (cioè costruire ponti). Il festival, in fondo, rappresenta da sempre un momento fondamentale di integrazione e contaminazione per tutta la comunità europea. Contaminazione di cui la comunità lgbt russa ha molto bisogno, passasse anche dalla partecipazione di un cantante all’Eurovision.

In ogni caso potete godervi l’intero evento qui sotto:

eurovisions-greatest-hits

L’Eurovision’s Greatest Hits sarà registrato questa sera e sarà trasmesso nei prossimi giorni in Albania – RTSH, 5 Aprile 2015; Australia – SBS, 16 Maggio 2015; Austria – ÖRF, 22 Maggio 2015; Belgio – VRT/Eén, 4 Aprile 2015 e RTBF, 12 Maggio 2015; Bulgaria – BNT, 13 Aprile 2015; Danimarca – DR1, 16 Maggio 2015; Estonia – ETV, 22 Maggio 2015; Finlandia – Yle Fem, 4 Aprile  2015 e YLE TV2, 11 Aprile 2015; Francia – France 2, 20 Maggio 2015; Germania – NDR, ; Grecia – NERIT, 16 Maggio 2015; Islanda – RÚV, 4 Aprile 2015; Irlanda – RTÉ2, 3 Aprile 2015; Israele – IBA Channel 1, 11 Aprile 2015; Lettonia – LTV, ; Norvegia – NRK1, 4 Aprile 2015; Portogallo – RTP1, 26 Aprile 2015; Romania – TVR, 12 Aprile 2015; Russia – C1R, 5 Aprile 2015; San Marino – SMRTV, 5 Aprile 2015; Serbia – RTS, ; Slovenia – RTVSLO, 13 Giugno 2015; Spagna – RTVE, 16 Maggio 2015; Svezia – SVT1, 4 Aprile 2015; Svizzera – SRF, 19 e 21 Maggio e ovviamente il Regno Unito – BBC One, 3 Aprile 2015 & BBC Radio 2, . 

Hanno invece dichiarato l’intenzione di non trasmettere lo show le reti pubbliche dei seguenti Paesi: Andorra – RTVA, Armenia – ARMTV, Azerbaigian – İTV, Bielorussia – BTRC, Bosnia ed Erzegovina – BHRT, Croazia – HRT, Cipro – CyBC, Repubblica Ceca – ČT, Georgia – GPB, Ungheria – MTV, Italia – RAI, Lituania – LRT, Lussemburgo – RTL, ERI di Macedonia – MKRTV, Malta – PBS, Moldavia – TRM, Monaco – TMC, Montenegro – RTCG, Paesi Bassi – AVROTROS, Polonia – TVP, Slovachia – RTVS, Turchia – TRT e Ucraina – NTU.

https://www.facebook.com/video.php?v=10153226373494343&fref=nf