Sanremo 2019: Sanremo Giovani, nuovo record di iscrizioni con la nuova formula

sanremo-giovani-logo

Dopo che ieri, subito dopo la prima data del suo tour, Claudio Baglioni è tornato a parlare del Festival di Sanremo e sopratutto di Sanremo Giovani 2019, oggi arrivano i primi numeri su questa nuova versione della manifestazione dedicata alle Nuove proposte del Festival ed è già record di iscrizioni: 677 candidature per l’edizione 2018 -Sud primatista con 253, Centro a quota 214, 191 per il Nord e 19 arrivano dall’estero.

Sanremo Giovani andrà in onda su Rai Uno, dal 17 al 21 dicembre,  e prevede la sfida tra 24 cantanti e gruppi, che si giocheranno due posti per gareggiare nell’unica categoria prevista a febbraio, ovvero insieme ai cosiddetti Campioni / ‘Big’. Baglioni ha confermato che non sarà un ‘talent’ ma un vero e proprio nuovo format televisivo con la presentazione di un brano inedito da parte dei partecipanti. Inoltre, quello che fino all’anno scorso era la garanzia per due partecipanti ad ‘Area Sanremo’ di andare direttamente sul palco dell’Ariston, tra gli 8 ‘Giovani’ che venivano scelti dalla Rai, ora questo potrebbe non accadere, infatti i vincitori del concorso-accademia del Comune sanremese saranno 6, ma andranno a ‘Sanremo Giovani’ e finiranno nel calderone di Baglioni, ovvero i 24 partecipanti, due dei quali andranno al Festival. Dopo le selezioni che si sono svolte in questi mesi i partecipanti ad Area Sanremo inizieranno a ‘studiare’ ed a sfidarsi nei prossimi giorni. Quindi, i 6 vincitori si giocheranno il palco dell’Ariston in tre appuntamenti ‘pre serali’ e nelle due ‘prime serate’ di Sanremo Giovani. 12 cantanti per ogni sera con un vincitore per ognuna, che andrà al Festival.

Sono 677 le domande valide per l’ammissione alla selezione di Sanremo Giovani, il ‘secondo Festival’ che la Rai proporrà a dicembre: tra queste, 84 sono relative a gruppi e 593 a singoli (a loro volta, suddivisi in 311 uomini e 282 donne).

La nuova formula ideata da Claudio Baglioni ha attirato l’attenzione delle etichette discografiche, inoltre, fa segnare anche un nuovo record con un incremento rispetto allo scorso anno del 5 per cento.

La Commissione Musicale, presieduta da Claudio Baglioni – in veste di direttore artistico – e formata da alcuni dei professionisti che realizzeranno la 69ᵃ edizione del Festival (Claudio Fasulo, vice direttore Rai1 ed autore di numerose edizioni del Festival; Massimo Giuliano, ex discografico e conoscitore del panorama musicale italiano ed internazionale; Massimo Martelli, autore tv – già più volte autore del Festival – e regista cinematografico; Duccio Forzano, regista tv con diversi Festival all’attivo, e Geoff Westley, tra i più celebri produttori musicali internazionali, autore di alcuni memorabili lavori discografici italiani) dovrà selezionare gli artisti che parteciperanno alle audizioni dal vivo, che si terranno a Roma il 12 novembre presso la Sala A di Via Asiago.

In particolare, per ogni singola Regione, in ordine alfabetico, questa la suddivisione delle domande di iscrizione: Abruzzo, 16; Basilicata, 3; Calabria, 30; Campania, 77; Emilia Romagna, 46; Friuli Venezia Giulia, 3; Lazio, 140; Liguria 14; Lombardia, 67; Marche, 16; Molise, 4; Piemonte, 32; Puglia, 54; Sardegna, 6; Sicilia, 63; Toscana, 47; Trentino, 6; Umbria, 11; Veneto, 23. Dall’estero si sono iscritti in 19.

Venerdì 12 ottobre alle ore 18.00 è scaduto il termine per l’invio della domanda di partecipazione a Sanremo Giovani. La Commissione Musicale nei prossimi giorni selezionerà i 60 o più artisti che parteciperanno alle audizioni che si terranno nel prossimo mese di novembre.

Per conoscere le prossime tappe di Sanremo Giovani leggi il regolamento.

Dopo le audizioni dei 60 giovani e di quelli selezionati da Area Sanremo (quest’ultimi saranno ascoltati dalla Commissione Musicale il 26 novembre) saranno individuati i 24 finalisti che parteciperanno, il 20 e il 21 dicembre, alle due prime serate su Rai1 di “Sanremo Giovani” in cui saranno selezionati i due artisti, uno per ciascuna delle serate, che si esibiranno a febbraio al 69mo Festival della Canzone italiana.

Nel frattempo le indiscrezioni indicano che alla guida della manifestazione dedicata ai giovani ci potrebbe essere una coppia d’eccezione che unisce due generazioni. Da una parte la storia del Festival di Sanremo, Pippo Baudo, e dall’altra Fabio Rovazzi. 

L’autunno è, come sempre, foriero anche di nomi che potrebbero essere presenti al Festival. Molti sono già stati fatti ed altri ne arrivano a ruota. Stiamo parlando di: Loredana Berté, Giusy Ferreri, Gigi D’Alessio, Riki, Nicolò Fabi insieme a Daniele Silvestri e Max Gazzè, i Modà, Alessandra Amoroso, Elodie e Michele Bravi, Irene Grandi, Ivana Spagna, Massimo Ranieri, Paola Turci, Gianluca Grignani, Nek, Francesco Renga, Enrico Nigiotti, Arisa, Luca Carboni, Francesco Renga ed altri, senza dimenticare Ghali, Sfera Ebbasta e Capo Plaza.

Sanremo 2019 è l’edizione numero sessantanove del Festival della canzone italiana che si svolge al Teatro Ariston di Sanremo da martedì 5 a sabato 9 febbraio 2019 ed è condotto per la seconda volta da Claudio Baglioni, che ne è anche il direttore artistico. Le cinque serate sono trasmesse da Rai 1 (in alta definizione su Rai HD) e da Rai Radio 1 e Rai Radio 2.

Al Festival di Sanremo 2019 partecipano 24 cantanti, 22 big e 2 giovani, in un’unica categoria, senza distinzione tra Big e Nuove Proposte. Di questi, due cantanti sono i vincitori di Sanremo Giovani 2018, in onda il 19 e 21 dicembre su Rai1.