Sanremo 2021: Primo caso positivo di COVID-19 tra i cantanti in gara – Aggiornato

Meno di due settimane all’inizio del Festival di Sanremo 2021 e primo positivo tra i cantanti in gara al Festival di Sanremo 2021. L’artista Moreno Conficconi “Il Biondo” degli Extraliscio è risultato positivo al tampone per il COVID-19, e gli altri membri della band dovranno osservare il periodo di quarantena.

Stando a quanto riportato dal quotidiano genovese “Il Secolo XIX”, Moreno Conficconi, meglio noto come Moreno “Il Biondo” degli Extralisciogruppo in gara alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Bianca luce nera” con Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, è risultato positivo al tampone per il Coronavirus prima di accedere al Teatro Ariston.

Conficconi – tra i componenti principali degli Extraliscio insieme a Mirco Mariani e il cantante Mauro Ferrara – ha effettuato il test per il COVID-19 nel tardo pomeriggio poco prima di fare ingresso all’Ariston per le prove in vista di Sanremo 2021, in programma dal 2 al 6 marzo. Le loro prove, inevitabilmente, sono state annullate.  Sia Moreno che gli altri componenti degli Extraliscio dovranno osservare la quarantena, mentre è scattato il tracciamento dei possibili contatti avuti dagli artisti. Secondo le disposizioni del Ministero della Salute, le persone asintomatiche o sintomatiche risultate positive al test per il Coronavirus possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività o dei sintomi, accompagnato da un test molecolare con riscontro negativo. Sarà da vedere se dopo dieci giorni di isolamento l’esito del tampone sarà negativo e se gli Extraliscio potranno prendere parte alla manifestazione sanremese. Per loro inizia una corsa contro il tempo, in vista della prima serata del 2 marzo. Ricordiamo che in caso di positività durante il Festival, il cantante in questione sarà costretto al ritiro come da regolamento.

A margine della conferenza stampa di presentazione del Festival, svoltasi lo scorso 9 febbraio, il direttore di Rai1 Stefano Coletta e il vicedirettore Claudio Fasulo avevano fatto sapere: “Da dicembre a oggi sono stati effettuati 960 tamponi a Sanremo. Senza mai un incidente: ovvero tutti negativi. Grazie alle regole precise che la Rai ha messo in campo è possibile lavorare mantenendo al primo posto la salute di tutti coloro che parteciperanno al Festival”.

Già la scorsa settimana presso gli studi televisivi “De Paolis” di Roma, che hanno ospitato le prove, un tecnico del suono era risultato positivo al test: “Situazione sotto controllo, è scattato subito il tracciamento”, era stato il commento di Claudio Fasulo. Per sicurezza era stata posticipata la partenza degli altri che avevano lavorato a stretto contatto con il positivo.

Lo scorso 8 febbraio era stata apportata una modifica al regolamento di Sanremo 2021 con l’aggiunta di una clausola alla voce “Ritiri”, che recita: Gli Artisti e le relative Case discografiche, ricevuta la comunicazione della partecipazione alla gara ed effettuata l’iscrizione nei modi previsti dal presente Regolamento, non potranno ritirarsi prima o durante lo svolgimento di Sanremo 2021, salvi i casi di necessità e di forza maggiore.

Rientra tra le predette ipotesi l’obbligo per l’artista di osservare la misura dell’isolamento o della quarantena, prescritta ai sensi dell’articolo 1 del DL 16 maggio 2020 n. 33, come modificato dalla legge di conversione 14 luglio 2020, n. 74, e relativa normativa di attuazione (a titolo esemplificativo e non esaustivo, decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, ordinanze del Ministro della salute)”.

Aggiornamento: A seguito della notizia di ieri che Moreno Conficconi degli Extraliscio – in gara al settantunesimo del Festival di Sanremo con il brano “Bianca luce nera” con Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti – è risultato positivo al tampone rapido per il Coronavirus, Amadeus è intervenuto questa mattina in collegamento da Sanremo a Radio2 Social Club. 

Il direttore artistico e conduttore dell’edizione 2021 della manifestazione, intervenuto in collegamento da Sanremo a Radio2 Social Club, ha così commentato l’accaduto: “Fortunatamente mancano 15 giorni al Festival: sono state spostate in avanti le prove degli Extraliscio, ci auguriamo che tutto possa rientrare e che possano essere presenti in gara. È stato attivato il protocollo con i tamponi agli altri componenti del gruppo: oggi si saprà il risultato”. Ha aggiunto: “Se risulteranno negativi, dovranno fare una settimana di quarantena. Attendiamo il tampone molecolare della persona risultata positiva”.

Conficconi – tra i componenti principali degli Extraliscio insieme a Mirco Mariani e il cantante Mauro Ferrara – si è sottoposto al test per il Covid-19 ieri, 17 febbraio, prima di fare ingresso al Teatro Ariston per le prove in vista del Festival, in programma dal 2 al 6 marzo. In seguito all’esito negativo del tampone, Moreno e gli altri componenti della band devono osservare il periodo di quarantena. 

Parlando in generale del Festival, il conduttore e direttore artistico ha sottolineato: “L’umore è fantastico, non vediamo l’ora di cominciare: ci sono tante cose che stiamo mettendo in piedi”.

Ha continuato: “Poi con le prove si ascolta la musica in teatro e si accende finalmente il festival, è il momento più bello in assoluto”. Raccontando di come “ci avviamo così verso un Sanremo storico”, Amadeus ha spiegato: “Quando ci sono collegamenti come questo o siamo sul palco abbiamo l’opportunità di togliere la mascherina, che portiamo tutto il giorno. Ovviamente c’è tutta una serie di protocolli da rispettare, che è la parte più faticosa, ma fondamentale per la salute di tutti”. Facendo sapere che Fiorello, nuovamente al suo fianco durante il prossimo Sanremo, arriverà domenica presso la cittadina ligure, il padrone di casa della manifestazione ha detto: “Ci sentiamo più volte nella giornata, è carico, ha mille idee. È solo preoccupato perché sono, come dice lui, lo ‘swiffer delle polemiche’, le attiro”. 

L’agenzia ANSA riporta che in questi giorni si stanno tenendo test a tappeto, con una media di 150 tamponi al giorno.

Ad occuparsene l’ASL 1 di Imperia con quindici sanitari del 118, due tecnici di laboratorio, più due laureati in biologia e in medicina per processarli, al lavoro per 12 ore al giorno, dalle 8 alle 20, per tutti i giorni fino alla domenica successiva alla finale del Festival di Sanremo. Si tratta di tamponi antigenici di terza generazione capaci di dare una risposta in tre minuti e che, secondo il dottor Giandomenico Poggi, responsabile del laboratorio di analisi, sono paragonabili ai test molecolari.

Ieri è stata già testata l’orchestra e tutto il personale che lavora al Festival di Sanremo, i tecnici, i giornalisti, il personale RAI, le maestranze, gli ospiti, i cantanti in gara e i fornitori, verranno sottoposti ai tamponi che verranno praticati nei point allestiti all’Ariston e al Casino.

Tampone già effettuato anche da Amadeus, che verrà ripetuto (come per tutti) secondo la scansione dettata dal protocollo RAI approvato dal CTS. Inoltre tutte le persone che lavorano al Festival che devono arrivare a Sanremo con un certificato di negatività su test effettuato entro le 72 ore precedenti.