ESC 2020 – Slovacchia: RTVS non ritornerà all’ESC 2020

RTVS

L’emittente pubblica slovacca RTVS ha annunciato che la Slovacchia non tornerà alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà nei Paesi Bassi, per la quinta volta dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980), in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Sarà l’8° anno di fila che non vedremo un rappresentante slovacco al concorso. La Slovacchia si unisci così all’Andorra (per motivi economici a causa della mancanza di sponsor e gli alti costi di partecipazione).

Il recente successo della Repubblica Ceca nelle ultime due edizioni del concorso ha suscitato la speranza che la vicina Slovacchia possa tornare al concorso nel prossimo futuro. 

Tuttavia, RTVS, l’emittente slovacco, ha confermato al sito di notizie eurovisive eurocontest.cz che non tornerà all’Eurovision Song Contest il prossimo anno e sembra anche improbabile un ritorno in un futuro prossimo: “Non pensiamo di tornare l’anno prossimo in quanto l’interesse pubblico non è proporzionato al costo e all’impegno richiesti dalla partecipazione all’evento.”, ha dichiarato Erika Rusnáková, portavoce ufficio stampa RTVS.

La Slovacchia ha partecipato all’Eurovision Song Contest sette volte (3 finali): nel 1996, 1998, 2009, 2010, 2011 e 2012, debuttando nel 1994 Tublanka con e il brano “Nekonečná pieseň” (Neverending Song) 1994. Il loro miglior risultato fino ad oggi è stato il 18° posto nel 1996 con Marcel Palonder e “Kým nás máš”. Nel 2013, l’RTVS si è ritirata e da allora non è più tornata al concorso, dichiarando di avere difficoltà finanziarie.

Ci fu un tentativo di partecipazione nel 1993, ma la canzone scelta, “Amnestia na neveru” (Amnesty to infidelity) eseguita dai  Elán, non superò la selezione ‘Kvalifikacija za Millstreet’ (Qualification for Millstreet; Qualification pour Millstreet) di Lubiana (4° posto). A causa dei risultati deludenti nelle competizioni del 1994 (19° posto), 1996 (18° posto) e 1998 (21° posto) – canzoni scelte internamente -, la Slovacchia fu costretta per regolamento a saltare le edizioni del 1995, 1997 e 1999, rinunciando poi a partecipare all’edizione del 2000 ed a quelle successive per problemi economici. Nonostante tutto, Slovacchia non è mai riuscita ad accedere alla serata finale.

Nel 2008 la televisione slovacca annunciò l’intenzione di tornare all’evento, ma per mancanza di fondi (che pure in passato contrinse la tv di stato STV a rinunciare alla manifestazione) fece retromarcia. Nel 2009 ritornò a partecipare dopo un’assenza durata 11 anni, e si presentò anche nelle successive tre edizioni. Nelle prime due, il paese ha usato una lunga selezione nazionale dove furono scelti brani in lingua slovacca e si fermò alla semifinale: 18° nel 2009 con Kamil Mikulčík e Nela Pocisková e il suo brano “Leť tmou” (Fly through darkness) e 16° nel 2010 con la canzone “Horehronie” di Kristína. Per il 2011 dopo una serie di conferme e smentite, RTVS (nata dopo la fusione di STV e Slovenský Rozhlas) ha poi deciso di partecipare all’evento, e ha scelto internamente le TWiiNS con “I’m Still Alive”, prima canzone in inglese portata dal paese, che si è posizionata 13° in semifinale.

La selezione interna è stata usata anche nel 2012, per la scelta di Max Jason Mai (Miro Šmajda), ultima partecipazione fino adesso, quando Max Jason Mai non riuscì ad arrivare in finale con “Don’t close your eyes”. Il paese si è poi di nuovo ritirato dall’evento.