Sanremo 2021: Diodato non parteciperà al Festival di Sanremo 2021

Diodato è stato oggi ospite di RTL 102.5 in collegamento Zoom all’interno del programma The Flight, dove ha parlato di questo anno appena trascorso, straordinario per la sua carriera e dove ha affermato che non parteciperà di sicuro al settantunesimo Festival di Sanremo, che si terrà come di consueto nella cittadina ligure, presso il Teatro Ariston, da martedì 2 marzo a sabato 6 marzo.

La affermazione del cantante, che potete ascoltare dal minuto 8:30, toglie ogni dubbio sulla sua partecipazione al Festival di Sanremo 2021, e soglie anche l’ipotesi di essere scelto come Wildcard per la prossima edizione dell’Eurovision Song Contest 2021: “Nei progetti immediati il Festival di Sanremo non c’è. Andare di nuovo in gara non è nei miei piani. Il mio nome è circolato in diversi articoli dei media italiani, ma circolano sempre queste voci.”

Dopo le smentite di Chiara Galiazzo, di L’Aura e di Anna Oxa è arrivata anche quella di Diodato.

Diodato, nel 2020, ha vinto tutto quello che si poteva vincere. È l’unico artista italiano ad aver vinto nello stesso anno il Festival di Sanremo con “Fai Rumore” (certificato doppio disco di Platino), il Premio della critica Mia Martini, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web e il Premio Lunezia, il David di Donatello, i Nastri d’Argento e il Ciak d’Oro del pubblico con il brano “Che vita Meravigliosa” come “Migliore canzone originale”. È stato anche il primo artista musicale ad aver aperto la Cerimonia di chiusura della 77esima edizione Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia esibendosi live insieme a Rodrigo D’Erasmo in uno dei brani più celebri del suo repertorio, “Adesso”. Infine, dopo una memorabile performance registrata all’Arena di Verona per l’Eurovision Song Contest, recentemente agli MTV Europe Music Awards Diodato ha trionfato come “Best Italian Act”. 

Lo scorso 29 Novembre 2020 è partito su RaiPlay, la docu-serie con protagonista Diodato dal titolo “Storie di un’altra estate”. Realizzata durante i live estivi che lo hanno portato nei mesi scorsi ad attraversare un’Italia diversa in un anno difficile per la musica dal vivo come questo 2020.

In questo viaggio, il cantante di Fai rumore incontra, tra i tanti, Manuel Agnelli, Ferzan Özpetek, Daniele Luchetti e Michele Riondino. Ognuno protagonista di una piccola storia, di un frammento di vita condiviso insieme a Diodato fra Aosta, Milano, Roma e Venezia. Fino a raggiungere Taranto, città d’origine del cantautore pugliese.

“Ho una passione per la bellezza, e la cerco ovunque, anche nei momenti più bui. Credo sia importante condividerla. Per questo ho deciso di provare a raccontare tutta la bellezza che ho incontrato attraverso questa serie”, così il cantautore pugliese ha spiegato l’esigenza di filmare la sua estate di musica. Otto puntate da 15 minuti che vedono Diodato vivere una stagione inaspettata fra concerti live in luoghi particolarissimi per esigenze di DPCM.

Un viaggio speciale tra passato, presente e futuro in un racconto autobiografico che spazia dalle canzoni alle città che hanno segnato la sua vita.

Dal 20 novembre possiamo ascoltare anche il nuovo trascinante singolo dal titolo “Fino a farci scomparire”.