Sanremo 2022: Chi condurrà il Festival di Sanremo 2022 insieme ad Amadeus?

Il Festival di Sanremo 2022, la settantaduesima edizione del festival della canzone italiana, è l’evento televisivo, musicale e di costume più importante dell’anno che appassiona il pubblico già mesi prima, si terrà nel comune ligure dal 2 al 6 febbraio 2022. La cornice sarà nuovamente quella del Teatro Ariston. 

Il Direttore artistico e Conduttore per la terza volta è quello di Amadeus. Dal canto suo, i primi due Festival che ha presentato hanno ringiovanito la kermesse musicale, portando sul palco tante artisti provenienti dal panorama indie italiano; le ultime due edizioni hanno visto trionfare la buona musica con Diodato e i Måneskin a dimostrazione che il suo lavoro come direttore artistico è stato valido tanto quanto quello di conduttore; Sanremo 2021 doveva essere il Festival della rinascita e della ripartenza post COVID-19 e non ha potuto esserlo e l’azienda ha un debito morale nei confronti di Amadeus che si è sobbarcato il peso di guidarlo in piena emergenza, con grandi restrizioni e senza pubblico in sala. 

Strettamente collegato alla riconferma di Amadeus, c’è il tema di chi lo affiancherà. L’edizione 2020 e 2021 del Festival ha avuto come mattatore di tutte le serate Fiorello, l’amico fraterno di Amadeus che, dopo il primo anno, è tornato anche in quella che è stata sicuramente l’edizione più difficile del Festival. Al termine di Sanremo 2021, Fiorello aveva già annunciato la volontà di non tornare a Sanremo, ma all’ipotesi di partecipare per la terza volta consecutiva al Festival di Sanremo, sopratutto dopo essere stato ricoperto di critiche a marzo 2021. Proprio il loro legame d’amicizia potrebbe essere la chiave giusta per convincere a tornare a calcare il palco dell’Ariston anche nel 2022. Per ora tutto tace e, nel frattempo, spuntano altri nomi che potrebbero affiancare Amadeus. Se si riformasse la coppia delle prime due edizioni, rimarrebbero uno o due spazi scoperti. Uno potrebbe essere occupato da un cantante, come è stato Tiziano Ferro nel 2020 e come è stato Achille Lauro nel 2021, magari il tanto nominato Lorenzo Jovanotti. L’altro posto potrebbe essere assegnato o ad uno sportivo come è stato lo scorso anno Zlatan Ibrahimović, o ad un altro conduttore e in tal caso prenderebbe corpo l’ipotesi Gerry Scotti, che due anni fa dovette declinare l’invito perché impegnato a registrare ‘Chi vuol essere milionario’. Per il ruolo bisogna segnalare anche l’autocandidatura di Fabio Rovazzi, che nel 2018 ha affiancato Pippo Baudo a Sanremo Giovani.

Tra le conduttrici di serata il nome più ricorrente è quello di Alessia Marcuzzi, che ha appena divorziato da Mediaset. Un altro nome che esce spesso è quello di Simona Ventura, se non altro perché lo scorso anno ha dovuto dare forfait all’ultimo motivo causa COVID-19.

Tutti questi nomi però non contemplano le ultime uscite del nuovo Direttore Generale RAI Carlo Fuortes. L’emittente pubblica italiana RAI ha conti in stato critico e deve fare tagli, si prediligono quindi scelte interne e conduttori sotto contratto. A questo punto possiamo immaginare molte altre soluzioni fantasiose, che però partano dai palinsesti RAI.

Il toto nomi del Festival si apre come sempre verso fine estate. Al momento si segnala solo l’autocandidatura di Lorenzo Fragola e Giusy Ferreri, e l’ipotesi che torni sul palco il vincitore della Sezione Nuove Proposte 2021 Gaudiano (anche se lo scorso anno avrebbe dovuto esserci Leo Gassmann e invece Amadeus scelse Fasma).

Un’altra certezza riguardante il Festival è la messa in onda. Le cinque serate saranno trasmesse da Rai1, probabilmente dalle 21.00 alle 2.00 di notte (con il possibile sforo anche di mezzora come accaduto nelle ultime edizioni) e, in streaming, da Raiplay. Tutti i programmi di Rai1, da Storie Italiane a Vita in diretta, dovrebbero dedicare ampio spazio al racconto dell’evento. È probabile, infine, che domenica 6 febbraio la puntata settimanale di Domenica In si faccia in diretta dal Teatro Ariston.

Se, come tutti si augurano, il Teatro Ariston tornerà ad essere aperto al pubblico durante il Festival, saranno resi disponibili online i biglietti di Sanremo 2022. Le opzioni sono due: gli abbonamenti a tutte le serate e i biglietti per le singole serate. In entrambi i casi i ticket sono nominali, dunque non è possibile rivenderli o prestarli ad un amico. Nel 2020 gli abbonamenti costavano 1290 € in platea e 672 € in galleria, mentre il singolo biglietto andava dai 100 € in galleria ai 180 € in platea, ad eccezione per la finale che aveva un costo di 320 € (galleria) o 660 € (platea).