ESC 2023: Florian Weider disponibile a progettare la scenografia dell’ESC 2023 se fosse contattato dalla BBC

Florian Wieder, l’esperto designer tedesco che ha già progettato molteplici scenografie per l’Eurovision Song Contest sarebbe disponibile a progettare la scenografia dell’Eurovision Song Contest 2023 se fosse contattato dalla BBC.

Come anticipato, lo stage designer tedesco Florian Wieder, che ha progettato molteplici scenografie per l’Eurovision Song Contest (Düsseldorf, Germany – 2011; Baku, Azerbaigian – 2012; Vienna, Austria – 2015; Kyiv, Ucraina – 2017; Lisbona, Portogallo – 2018; Tel Aviv, Israele – 2019; Rotterdam, Paesi Bassi – 2020 & 2021), si è detto disponibile a presentare un concept per il palco della 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si svolgerà nel Regno Unito per conto dell’emittente pubblica vincitrice dell’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest svoltasi a Torino, l’ucraina UA:PBC, a causa della guerra in atto nel Paese che impossibilita a procedere con l’organizzazione, se contattato dalla BBC. 

In un’intervista al magazine tedesco DWDL, Florian ha dichiarato: “Se ci verrà chiesto, presenteremo sicuramente un concept. Lo abbiamo fatto anche per l’edizione 2022 in Italia. A volte ci sono dei bandi, altre si viene contattati direttamente dall’emittente organizzatrice. Dovremo aspettare e vedere se arriverà una chiamata dal Regno Unito. L’Eurovision Song Contest è un evento mastodontico di grande importanza, e l’assegnazione di progetti a volte va intesa anche da un punto di vista patriottico.”

L’Eurovision Song Contest 2023 sarà la 67ª edizione dell’annuale concorso canoro. Il concorso si svolgerà nel Regno Unito; sarà la nona edizione della manifestazione musicale a svolgersi in terra brittanica, dopo le edizioni del 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e 1998. Il concorso sarà articolato, come dal 2008, in due semifinali e una finale.

A seguito della vittoria ucraina all’edizione 2022, l’EBU-UER ha invitato il paese, come da tradizione, a ospitare l’evento l’anno seguente, divenendo così la terza edizione della manifestazione musicale a svolgersi in Ucraina dopo quelle del 2005 e del 2017. Tuttavia, alla luce dell’invasione russa del territorio ucraino, l’EBU-UER tramite un comunicato ha annunciato che l’Ucraina non sarebbe stata in grado di ospitare l’evento, facendone così la prima edizione dal 1980 a non essere ospitata dal paese vincitore, e che sarebbero state avviate discussioni con la BBC per una potenziale organizzazione nel Regno Unito, secondo classificato nell’edizione 2022.

Il Regno Unito, con un’organizzazione congiunta tra BBC e UA:PBC, organizzerà la manifestazione, confermando inoltre che l’Ucraina avrebbe avuto un posto automatico nella Finale in qualità di vincitrice dell’edizione precedente. Dopo l’annuncio sono iniziate le discussioni con la BBC, a stretto giro ha seguito l’interesse a ospitare l’evento di venti città britanniche: Aberdeen (P&J Live), Belfast (SSE Odyssey Arena), Birmingham (Resorts World Arena e Utilita Arena Birmingham), Brighton (Brighton Centre), Bristol (YTL Arena), Cardiff (Principality Stadium), Darlington (Darlington Arena), Derry (Millennium Forum), Edimburgo (Highland Hall), Glasgow (OVO Hydro), Leeds (First Direct Arena), Liverpool (Liverpool Arena), Londra (O2 Arena, Copper Box e Wembley Arena), Manchester (Manchester Arena), Newcastle (Utilita Arena), Nottingham (Motorpoint Arena), Prudhoe, Sheffield (Sheffield Arena), Sunderland (Stadium of Light) e Wolverhampton (Molineux Stadium, Dunstall Park e Civic Halls). Di seguito è stato annunciato e presentato il bando per ospitare la manifestazione, tramite il quale tutte le città interessate hanno potuto presentare ufficialmente la propria candidatura. Tuttavia, la scelta è stata ristretta ulteriormente alle città di Birmingham (Resorts World Arena – 15685 spettatori e Utilita Arena Birmingham – 15800 spettatori), Glasgow (OVO Hydro – 14500 spettatori), Leeds (First Direct Arena – 13000 spettatori), Liverpool (Liverpool Arena – 11000 spettatori), Manchester (Manchester Arena – 21000 spettatori), Newcastle (Utilita Arena – 11000 spettatori) e Sheffield (Sheffield Arena – 13600 spettatori).

Ad oggi l’elenco dei paesi che finora hanno confermato la loro intenzione di partecipare alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest 2023. Di questi 27 paesi (Albania, Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Georgia, Grecia, Islanda, Israele, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Romania, San Marino, Serbia, Svezia, Svizzera) ben 6 saranno finalisti di diritto: i Big 5 (Italia, Germania, Francia, Spagna e Regno Unito, quest’ultimo anche in quanto paese ospitante) e l’Ucraina, finalista di diritto in quanto vincitrice della scorsa edizione. Al momento soltanto Israele ha annunciato il nome dell’artista che rappresenterà il paese nel Regno Unito: Noa Kirel (נועה קירל).