ESC 2018 – Svizzera: Ecco i 6 partecipanti dell’Eurovision Song Contest 2018 – Entscheidungsshow

L’emittente pubblica svizera SRG SSR, composta dall’emittenti regionali  RSI, (di lingua italiana), RTR (di lingua romancia), RTS (di lingua francese) e SRF (di lingua tedesca) ha annunciato questa mattina i sei artisti che il 4 febbraio si daranno battaglia in televisione nella selezione nazionale della Svizzera, ‘ESC 2018 – Entscheidungsshow’  per rappresentare la Svizzera alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us). 

bild_span12.jpg

I sei artisti sono stati presentati questa mattina sul sito web della televisione svizzera in lingua tedesca SRF (SRF Eurovision Song Contest) e sono: 

Zibbz da Gisikon LU con «Stones»  (Laurell Barker, Co Gfeller, Stee Gfeller)

Angie Ott da Neuchâtel con «A Thousand Times» (Jonas Gladnikoff – SongwriterSara LjunggrenGlen Vella)

Naeman da Zürich con «Kiss Me» (Kate Northrop, Eric LumiereKen Berglund, Alejandro Reyes)

Chiara Dubey da Ronco sopra Ascona TI con «Secrets And Lies» (Janie Price, Jeroen Swinnen)

Alejandro Reyes da Lausanne VD con «Compass» (Laurell Barker, Lars Christen, Alejandro Reyes)

Vanessa Iraci da Freiburg (D) con «Redlights» (Borislav Georgiev Milanov, Joacim Bo Persson, Johan Alkenäs, Jessica Ashley Karpov, Jesse Saint John)

Chiara Dubey sarà l’unica candidata dalla Svizzera italiana con “Secret and lies“, e ha già concorso per rappresentare il paese nel 2012 e 2013. Gli altri concorrenti sono ZiBBZ (AG) con “Stones“, Angie Ott (NE) con “A thousand times“, Naeman (ZH) con “Kiss me“, Alejandro Reyes (VD) con “Compass” e Vanessa Iraci (FR) con “Redlights“.

Gli Zibbz sono un duo composto da fratello e sorella, che vive la propria vita musicale a metà tra la Svizzera e Los Angeles, calcando i palchi da solisti o in collaborazione con altri artisti. Il loro brano “Stones” è stato scritto e composto da loro, in collaborazione con Laurell Barker, durante il songwriting camp estivo tenuto con lo scopo di favorire l’incontro tra i giovani artisti e i professionisti del settore in vista della partecipazione eurovisiva; Laurell è una cantautrice canadese dal successo internazionale, che ha collaborato anche alla scrittura di alcune delle canzoni candidate, lo scorso anno, a rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest; Angie Ott, 25anni, è salita alla ribalta in Svizzera per essere arrivata seconda alla prima edizione di “The Voice of Switzerland”. La sua canzone “A Thousand Times” è una ballata sentimentale con cui desidera colpire il pubblico. Tra i compositori del brano figurano Jonas Gladnikoff, che ha scritto innumerevoli brani legati alle selezioni eurovisive o passati all’Eurovision, Sara Ljunggren, e Glen Vella, rappresentante di Malta all’Eurovision nel 2011 con il brano “One Life”; Naeman, nato nei Paesi Bassi, ma cresciuto in Svizzera,  suona diversi strumenti ed ha preso parte a “Switzerland’s Got Talent” e alla versione tedesca di “Idol” nel 2015. Non nasconde la sua anima da artista di strada, avendo tenuto diversi “streetjam”, un paio dei quali a Milano. Il brano presentato è scritto a quattro mani da Kate Northrop, Eric Lumiere, Ken Berglund, tutti professionisti del mondo musicale che lavorano in Svizzera o in Svezia e Alejandro Reyes; Vanessa Iraci, 32 di di Friburgo, in Germania e di origini italiane conta già diverse produzioni internazionali, ed è già nota al pubblico svizzero per aver preso parte all’edizione 2014 di “The Voice of Switzerland”. La sua canzone è scritta dal team autorale Symphonix, composto da Boris Milanov, Joacim Bo Persson, Johan Alkenäs, Jessica Ashley Karpov e Jesse Saint John, ognuno dei quali ha già composto lavori di successo arrivati all’Eurovision Song Contest come i brani “If Love Was a Crime” di Poli Genova e “Beautiful Mess” di Kristian Kostov o a star internazionali; Chiara Dubey, l’unica candidata dalla Svizzera italiana, è per la terza volta alla selezione nazionale svizzera per l’Eurovision Song Contest. Attualmente vive a Zurigo, dove studia conservatorio. La sua canzone è composta in collaborazione con Janie Price (che ha lavorato con artisti del calibro degli Hooverphonic ed Emeli Sandé), Jeroen Swinnen (che ha prodotto il brano belga “Me And My Guitar”, di Tom Dice all’Eurovision 2010), Darcy Proper e Sally Herbert (che ha collaborato alla composizione di brani per artisti come Radiohead, Florence + the Machine, Robbie Williams, Kylie Minogue); Alejandro Reyes, nato in Cile, è arrivato in Svizzera all’età di dieci anni. A causa della grave disabilità che ha colpito la sua mano sinistra, non ha mai pensato di fare musica, fino a quando non ha preso in mano una chitarra. Nonostante abbia collaborato alla scrittura del brano di Naeman, si presenta in gara con una canzone scritta con Laurell Barker e Lars Christen. 

I sei concorrenti, sono stati selezionati da una giuria tra 670 candidati, si scontreranno in diretta televisiva domenica 4 febbraio a partire dalle 20.05 e il vincitore sarà deciso dal televoto. Lo spettacolo potrà essere seguito su RSI LA 2.

Per venire incontro alle esigenze degli autori, la SSR ha deciso quest’anno di privilegiare, nella prima parte della selezione, la scelta delle canzoni. Dopo la chiusura delle iscrizioni, la giuria indipendente, formata da una ventina di persone e da rappresentanti della SSR, hanno selezionato le canzoni che saranno proposte durante il live show.

La giuria è stata composta in maggioranza da operatori nel campo della musica e dei media, ma anche da fan dell’Eurovision e telespettatori, e sarà selezionata dalla SSR. Ecco di seguito chi erano i membri della giuria:

  • Bettina Bendiner: Giornalista
  • Barbara Berta: Cantante e rappresentante svizzera all’ESC nel 1997
  • Tanya Gavrancic: Promotrice musicale, Siren Agency
  • Léonard Gogniat: Cantante del gruppo Carrousel
  • Michel Imhof: Giornalista, Ringier/«Blick»
  • Iris Moné: Cantante e Vocal Coach
  • Alizée Oswald: Cantante nota come Alioze
  • Laurent Pavia: Head of Music, Society and Culture at RTS
  • Peter Reber: Musicista
  • Denise Vogel: Coordinatrice di produzione, 360° Showproduction AG
  • Igor Asner: Direttore marketing
  • Cedric Cassimo: Artista
  • Renato Delcò: Studente
  • Susanne Egloff: Avvocato di proprietà
  • Severin Marfurt: Studente di medicina
  • Angela Grande: Ricercatrice di mercato
  • Pascal Marchev: Webmaster
  • Gian-Andri Paganini: PH-Student
  • Alain Pfammatter: Senior manager/Health consultant
  • Florian Tusi: Specialista di servizi

‘ESC 2018 – Entscheidungsshow’ andrà in onda il 4 febbraio, trasmesso in diretta dagli studi televisivi di Zurigo e sarà ospitato da Sven Epiney con Stefan Büsser che presenterà dal backstage.

A decretare il vincitore (che poi rappresenterà la Svizzera all’Eurovision Song Contest 2018 a Lisbona) nel corso della selezione nazionale in diretta TV saranno per il 50% il giudizio dei telespettatori e per il 50% quello di una giuria internazionale. 

Nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv la Svizzera è stata rappresentata dai Timebelle con il suo brano “Apollo” (scelti tramite la selezione nazionale svizzera ESC 2017 – Die Entscheidungsshow, ottenendo il 47,88% dei televoti). Timebelle si sono esibiti nella Seconda Semi-Finale, senza qualificarsi per la Finale (12° posto con 97 punti).

Il Paese ha partecipato all’Eurovision Song Contest per la prima volta nel 1956, da allora ha vinto due edizioni, nel 1956 con Lys Assia e il suo “Refrain” e nel 1988 con Céline Dion e il suo brano “Ne Partez pas sans moi”, mentre sono 4 le edizioni a cui non ha partecipato (relegata) nel 1995, 1999, 2001 e nel 2003. Dalle 57 presenze nel Festival (48 finali), la Svizzera ha inviato 57 brani, 24 dei quali erano in francese, dodici in tedesco, undici in italiano, dodici in inglese e una in romancio. Entrambe le canzoni vincitrici della Svizzera sono stati cantati in francese.

A causa degli scarsi risultati nelle edizioni precedenti, dal 2004, la Svizzera non è riuscita a qualificarsi per la Finale, con 3 ultimi posti (uno con ‘nul point’ nel 2004 con Piero Esteriore & The Music Stars e il brano “Celebrate!”), e sono 4 le edizioni in cui è qualificata (2005 (8°), 2006 (16°), 2011 (25°) e nel 2014 (13°)).