ESC 2018 – Spagna: Stasera al via la selezione nazionale ’Operación Triunfo 2017 – Gala Eurovisión 2018

L’emittente pubblica spagnola TVE/RTVE terrà stasera dalle ore 22:35 CET la selezione nazionale spagnola, Operación Triunfo (OT) 2017 – Gala Eurovisión 2018, dove sarà selezionato il brano/artista dalla Spagna alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest (Eurovisión 2018) che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena (rinominata con il nome di ‘Altice Arena’) della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us).

Roberto Leal.jpg

La finale nazionale spagnola 2018, Operación Triunfo 2017 – Gala Eurovisión 2018 (OT Gala Eurovisión RTVE (Operación Triunfo 2017), si terrà prima del Gran Finale di OT 2017 – edizione 9, condotta da Roberto Leal, e sarà trasmessa alle 22:35 CET tramite La 1 (TVE 1), TVE International Europe (via satellite), Live webcast via rtve.es e Live webcast via il canale ufficiale di YouTube Operación Triunfo, con un totale di 9 brani e 6 artisti sfidandosi per il diritto di rappresentare la Spagna all’Eurovision Song Contest 2018 in Lisbona.

Ecco di seguito i 6 candidati e le rispettive canzoni di Operación Triunfo (OT) 2017 – Gala Eurovisión:

Saranno gli spettatori a decidere, con i loro voti (100%), quale sarà la candidatura a Lisbona il prossimo maggio per rappresentare la Spagna nell’Eurovision Song Contest 2018. Dopo la messa in scena delle nove proposte per l’ESC 2018, gli spettatori voteranno due volte, tramite chiamate, SMS e l’App di OT. In una prima fase di voto selezioneranno le tre migliori esibizioni della gala e nella seconda fase, decideranno tra questi la proposta vincente. Nella seconda fase, tutti i voti verranno azzerati e la canzone più votata dal televoto del pubblico sarà la candidatura scelta per rappresentare la Spagna nell’Eurovision Song Contest 2018.

Oltre alla votazione pubblica, ci sarà una giuria di esperti che commenterà le esibizioni, ma non inciderà sul voto finale. Nella giuria ci saranno:

  • Luísa Sobral (Compositora della canzone vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2017)
  • Víctor Escudero (eurovision.tv)
  • Manuel Martos (Direttore artistico / Universal Music Spain)
  • Julia Varela (commentatrice dell’Eurovision Song Contest / TVE)

Durante lo spettacolo ci saranno anche esibizioni di alcuni ospiti. Si esibiranno Conchita Wurst con “Rise like a phoenix”, Luísa Sobral con “Cupido”, J Balvin con un medley dei suoi successi “Machika” / “Mi gente”, e Manel Navarro, che ha rappresentato la Spagna all’Eurovision Song Contest 2017 con il brano “Do It for Your Lover”, che si esibirà insieme agli ex concorrenti all’Operación Triunfo 2017 – edizione 9 (Mimi Doblas, Juan Antonio Cortés, Thalía Garrido, Marina Rodríguez, Ricky Merino, Mireya Bravo, Raoul Vázquez, Luis Cepeda, Nerea Rodríguez e Roi Méndez).

Le canzoni in gara sono state scelte ed assegnate ciascuna ai 6 finalisti da un Comitato di professori dell’Accademia, secondo l’idoneità (voce e stile musicale) degli artisti tra i temi musicali pervenuti. I partecipanti, con l’aiuto degli insegnanti dell’Accademia e dei compositori delle canzoni, lavoreranno sugli argomenti per tutta la settimana.

Il vincitore di Operación Triunfo (OT) 2017 – Gala Eurovisión e rappresentante della Spagna a Lisbona sarà deciso per il televoto del pubblico (100%).

La finale nazionale spagnola 2018, Operación Triunfo 2017 – Gala Eurovisión, si terrà prima del Gran Finale di OT 2017, il 29 gennaio condotto da Roberto Leal, e sarà trasmessa alle 22:35 CET tramite La 1 (TVE 1), TVE International Europe (via satellite), Live webcast via rtve.es e Live webcast via il canale ufficiale di YouTube Operación Triunfo, con un totale di 9 brani e 6 artisti sfidandosi per il diritto di rappresentare la Spagna all’Eurovision Song Contest 2018 in Lisbona.

Saranno gli spettatori a decidere, con i loro voti, quale sarà la candidatura a Lisbona il prossimo maggio per rappresentare la Spagna nell’Eurovision Song Contest 2018.

Dopo la messa in scena delle nove proposte per l’ESC 2018, gli spettatori voteranno due volte, tramite chiamate, SMS e l’App di OT. In una prima fase di voto selezioneranno le tre migliori esibizioni della gala e nella seconda fase, decideranno tra questi la proposta vincente. La canzone più votata sarà la candidatura scelta per rappresentare la Spagna nell’Eurovision Song Contest 2018. (Ecco di seguito il Regolamento / Bases del proceso).

Inoltre, è stato anche pubblicato che le nove canzoni saranno rese disponibile dalle 00:00h della notte di Domenica a Lunedì nelle piattaforme digitali Spotify e iTunes.

Operación Triunfo ha preso il via in Spagna nel 2001 e TVE l’ha utilizzato come meccanismo per selezionare l’interprete e la canzone dell’Eurovision Song Contest del 2002.

È la quarta volta che la Spagna selezionerà il proprio rappresentante all’Eurovision Song Contest tramite la nona edizione di Operación Triunfo (OT), tutti e tre vincitori hanno finito nelle prime dieci posizione dell’Eurovision Song Contest e ha portato nelle tre precedenti edizioni in cui è stata utilizzata a buoni risultati. OT è stato utilizzato durante tre anni (nel 2002 con Rosa López e il brano Europe’s living a celebration (7° posto), 2003 con Beth e la canzone Dime (8° posto) e 2004 con Ramón e il tema Para llenarme de ti (9° posto). La performance di Rosa nel 2002 è stata anche un successo in televisione, seguita da quasi 13 milioni di telespettatori, oltre l’80% di share).

La prima edizione del talent show ha avuto un enorme successo in Spagna, ottenendo così molta visibilità e copertura mediatica.

Dopo la cancellazione nel 2005 dal palinsesto di TVE di OT, lo spettacolo dopo la sua terza edizione ha poi passato sul canale televisivo privato spagnolo Tele Cinco, che ha rilanciato il talent show e ha trasmesso un totale di 5 edizioni consecutive senza alcun collegamento con l’Eurovision Song Contest.

Non dobbiamo dimenticare che 2 dei partecipanti alla 4a edizione di Operación Triunfo hanno rappresentato anni dopo la Spagna all’Eurovision Song Contest: Soraya Arnelas (2009) ed Edurne (2015).

La Spagna è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv, da Manel Navarro e il brano “Do It For Your Lover”, scelti attraverso la selezione nazionale: Objetivo Eurovisión 2017. È arrivato primo nel voto della giuria e terzo nel televoto, totalizzando 56 punti, in pareggio con “Contigo” di Mirela. Grazie al voto di due giurati su tre, Manel ha vinto e ottenendo quindi l’accesso alla manifestazione, piazzandosi all’ultimo posto della classifica finale, il peggiore in assoluto della storia del paese (prima di allora posizione 23 come ultimo posto).

Da ricordare que il paese è stato inondato di polemiche dopo l’ennesimo risultato deludente e sotto le aspettative, che ha portato all’arrivo di un nuovo Capo della delegazioni spagnola all’Eurovision Ana María Bordás, al posto di Federico Llano.

Dal 1961, la Spagna ha partecipato ininterrottamente all’Eurovision Song Contest (57 finali), vincendo due volte (nel 1968 con il brano “La, la, la” di Massiel e nel 1969 con Salomé e il suo brano “Vivo cantando” (I Live Singing) che dovette condividere il premio con altre tre cantanti Lulù che rappresentava il Regno Unito, Frida Boccara per la Francia e Lenny Kuhr che rappresentavano i Paesi Bassi. Le quattro canzoni avevano raggiunto lo stesso punteggio ma il regolamento non prevedeva questa ipotesi quindi la vittoria venne assegnata ex aequo. In seguito per evitare questo inconveniente fu modificato il regolamento in modo tale da avere sempre un unico vincitore). Si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1962, 1965 e nel 1983 con Nul points / zero punti e nel 1999).

Negli anni settanta le canzoni proposte hanno ottenuto ottimi piazzamenti ma in seguito non sono mai entrate tra le prime 10 posizioni.

La Spagna fa parte dei Big Five (assieme a Francia, Germania, Regno Unito e Italia) dal 1999 e per questo motivo accede di diritto alla serata finale, indipendentemente dai risultati dell’anno precedente. Nel 2012 e nel 2014 è tornata rispettivamente tra i primi dieci con Pastora Soler con la canzone “Quèdate conmigo” (Stay with me) che si è posizionata al decimo posto nella classifica finale e Ruth Lorenzo che con il brano “Dancing in the Rain” (Bailando bajo la lluvia) arriva anche al 10º posto nella classifica finale.