ESC 2018 – Bulgaria: Presentato “Bones” degli Equinox per Lisbona

Equinox-Bulgaria

L’emittente pubblica bulgara BNT (БНТ) ha presentato stamattina alle 07:30 CET (08:30 ora locale) su BNT1 e su BNT World nel corso del programma Денят започва (Deniat Zapochva), il brano “Bones” con cui gli EQUINOX, scelti internamente (BG песен 2018 – твоята песен нашата кауза / BG song 2018 – your song our cause) rappresenterà la Bulgaria alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena (rinominata con il nome di ‘Altice Arena’) della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us).

“Bones” è stata scritta da Symphonics International (Borislav Milanov, Trey Campbell, Joacim Persson e Dag Lundberg) – 43esima canzone che viene svelata nel novero di quelle che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2018 -, un team con esperienza eurovisiva che hanno composto diverse canzoni eurovisive recenti tra cui Bulgaria 2011 “Na inat (На инат) di Poli Genova, 2016 “If love was a crime” di Poli Genova e 2017 “Beautiful mess” di Kristian Kostov, Austria 2018, Serbia 2017 “In too deep” di  Tijana Bogićević e ERI di Macedonia 2017 “Dance alone” di Jana Burčeska.

Gli EQUINOX, un gruppo creato per l’occasione, sono cinque cantanti che provengono da varie esperienze: Zhana Bergendorff, Georgi Simeonov, Johnny Manuel, Trey Campbell e Vladimir Mihailov (Жана Бергендорф, Георги Симеонов-JJ, Джони Манюел, Трей Кембъл и Владимир Михайлов).

Zhana ha vinto la seconda edizione di X Factor Bulgaria, divenendo poi una degli artisti di punta del panorama bulgaro; Georgi – in arte JJ – ha partecipato a X Factor Romania, senza però accedere alla fase dei live; Johnny si è invece messo in mostra ad America’s got Talent.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli Equinox è il 43esimo concorrente in gara all’edizione 2018 dell’Eurovision Song Contest, dopo SENNEK (Laura Groeseneken) con “A Matter Of Time” (Een kwestie van tijd) per il Belgio, Saaro Aalto con “Monsters” per la Finlandia, AISEL (Aysel Mammadova, Aysel Məmmədova) con “X My Heart” per l’Azerbaigian, Waylon (Willem Bijkerk) con “Outlaw in ‘Em” per i Paesi Bassi, Cesár Sampson con “Nobody but You” (Niemand außer dir) per l’Austria, Jessica Mauboy “#We got love” per l’Australia, Eugent Bushpepa con “Mall” (Yearning) per l’Albania, L’Ethno Jazz Band IRIAO (ეთნო ჯაზ-ბენდი “ირიაო”) con „შენი გულისთვის” (Sheni gulistvis, For You) per la Georgia, Madame Monsieur  con “Mercy” per la Francia, Yulia Samoilova (Юлия Самойлова, Julia Samoylova) con “I Won’t Break” per la Russia, Mikolas Josef con “Lie To Me” per la Repubblica Ceca, Amaia y Alfred con “Tu canción” (Your song) per la Spagna, Ryan O’Shaughnessy con “Togheter” per l’Irlanda, Eleni Foureira / Ελενη Φουρεϊρα con “Fuego”  (Fire) per Cipro, Christabelle con “Taboo” per Malta, il duo ZiBBZ con “Stones” (Steine, Pierres) per la Svizzera, SuRie con “Storm” per il Regno Unito, Rasmussen con “Higher Ground” (Højere Grund) per la Danimarca, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non Mi Avete Fatto Niente” (You did nothing to me) per l’Italia, Franka Batelić con “Crazy” per la Croazia, gli Eye Cue (Ај кју) con “Lost and Found” per l’ERI di Macedonia, Netta Barzilai (נטע ברזילי) con “Toy” per Israele, Gianna Terzi (Γιάννας Τερζή) con “Oneiro Mou” (Όνειρό Μου, My Dream) per la Grecia, ALEKSEEV con “Forever” (Назавжди) per la Bielorussia, Vanja Radovanović (Вања Радовановић) con “Inje” (Иње, Frost) per il Montenegro, Sanja Ilić & Balkanika (Сања Илић и Балканика) con “Nova Deca” (Naša deca / Наша деца / Our Children) per la Serbia, Michael Schulte con “You Let Me Walk Alone” (Du lässt mich alleine gehen) per la Germania, DoReDoS con “My Lucky Day” per la Moldavia, Lea Sirk con “Hvala, ne!” (No, thanks!) per la Slovenia, MÉLOVIN con “Under The Ladder” (Під сходами) per l’Ucraina, gli AWS con “Viszlát Nyár” (Goodbye, Summer) per l’Ungheria, Laura Rizzotto con “Funny Girl” (Smieklīgā meitene), Sevak Khanagyan (Սեւակ Խանաղյան) con “Qami” (Քամի, Wind) per l’Armenia, The Humans con “Goodbye per la Romania, Elina Netšajeva (Elina Nechayeva) con “La Forza” per Estonia, GROMEE feat. Lukas Meijer con “Light Me Up” per la Polonia, Jessika feat. Jenifer Brenin con “Who We Are” per San Marino, Ari Ólafsson con “Our Choice” per l’Islanda, Cláudia Pascoal con O jardim” (The garden) per il Portogallo, Benjamin Ingrosso con “Dance You Off” per la Svezia, Alexander Rybak con “That’s How You Write a Song” per la Norvegia e Ieva Zasimauskaitė con “When We’re Old” per la Lituania.

bulgaria-lyrics.jpg

BNT ha organizzato una selezione interna (BG песен 2018 – твоята песен нашата кауза / BG song 2018 – your song our cause) per selezionare il brano della Bulgaria all’Eurovision Song Contest 2018.

Produttori, artisti e cantautori sono stati in grado di inviare le loro candidature dal 14 novembre 2017 al 29 dicembre 2017. Durante questo periodo è stato pervenuto il più alto record di candidature del paese fino ad oggi, un totale di 202 brani, poi ridotte a tredici “progetti realizzabili”. Il 30 dicembre 2017, BTN ha rivelato i titoli delle canzoni dei tredici progetti che avrebbero gareggiato per essere selezionati:

La Bulgaria prenderà parte alla prima semifinale dell’8 maggio. Il Paese è stata rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv da Kristian Kostov (Кристиан КостовКристиа Костов) con il suo brano “Beautiful Mess”, scelti entrambi internamente, scritto da Borislav Milanov, Sebastian Arman, Joacim Bo Persson, Alex Omar e Alexander V. Blay. Kostov diventa così il primo artista nato negli anni 2000 a partecipare all’Eurovision Song Contest, dove si classifica al secondo posto, miglior risultato nella storia della Bulgaria all’Eurovision Song Contest. L’11 maggio 2017 Krostov si classifica per la finale dell’Eurovision Song Contest arrivando al primo posto durante la Seconda Semi–Finale, sia per il punteggio del Televoto (204 punti), sia per quello assegnato dalla Giuria (199 punti) e il 13 maggio 2017 Krostov raggiunge il secondo posto alla finale dell’ESC 2017, con un totale di 615 punti.

Il paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest 2005 (11 partecipazioni, 3 Finali) con la canzone “Lorraine”, interpretata dal gruppo jazz dei Kaffe (Каффе). Essendo la prima partecipazione, la Bulgaria dovette partecipare alla Semifinale, non riuscendo però ad entrare in finale.

Nell’2006 la Bulgaria si è ripresentata alla Semifinale con Mariana Popova (Мариана Попова) e la sua canzone “Let Me Cry”, non raccogliendo però grandi risultati.

Nel 2007 la canzone “Water ” (Voda, Вода) ha raggiunto il 5º posto, miglior risultato finora, nonché unica finale conquistata.

Nel 2014 dopo aver inizialmente confermato la propria partecipazione, ha deciso di ritirarsi a causa dei problemi finanziari ed alla mancanza di sponsor e nel 2015 nonostante un’iniziale conferma e la concessione di una ulteriore proroga del termine di iscrizione ufficiale, la BNT ha annunciato che non avrebbe partecipato a questa edizione sempre per motivi economici.

Ha raggiunto tre volte la finale: nel 2007 con la canzone “Water ” (Voda, Вода) ha raggiunto il 5º posto, e nel 2016 arrivando 4º con “Love is a Crime” di Poli Genova (già in gara nel 2011, e presentatrice dello JESC 2015) e nel 2017 raggiungendo il 2º posto con la canzone Beautiful Mess di Kristian Kostov, primo cantante nato negli anni 2000 a partecipare all’evento.