ESC 2019 – Croazia: HRT conferma la partecipazione a Israele 2019

HRT

L’emittente pubblica croata HRT ha confermato la partecipazione della Croazia alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999) il maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Il metodo e il meccanismo che verrà utilizzato per selezionare la canzone e il concorrente croata per l’edizione 2019 dell’ESC è ancora da determinare. Al momento stanno valutando diverse opzioni, ma ulteriori dettagli veranno rilasciati nei prossimi mesi.

La Croazia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona da  Franka Batelić con il suo brano “Crazy”, pubblicato il 6 marzo 2018 su etichetta discografica Karpo Media ed è scritto da Batelić stessa, il brano è stato presentato tramite video musicale e rappresenterà la Croazia all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona, in Portogallo. 

Il 13 febbraio 2018 l’ente radiotelevisivo croato HRT ha annunciato di aver selezionato Franka internamente come rappresentante croata per l’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Crazy”. L’artista si è esibita nella prima semifinale della manifestazione, , competendo con altri 18 artisti per uno dei dieci posti nella finale del 12 maggio, mancando la qualificazione alla finale, classificandosi diciasettesima con 63 punti.

La Croazia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslavae (24 partecipazioni, 18 Finali)Da allora ha partecipato ad ogni edizione. Nel 1993 la Croazia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette partecipare ad una semifinale che si svolse a Lubiana: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993 con il brano “Don’t ever cry” dei Put. La migliore posizione fino ad oggi raggiunta del paese è il 4° posto ottenuto nel 1996 con Majda Blagdan e il suo brano “Sveta ljubav” (Holy love) e nel 1999 con Doris Dragović e il brano “Marija Magdalena” (Mary Magdalene).

Non ha raggiunto la finale dal 2010 al 2013. Si ritira a partire dall’edizione 2014, tuttavia ritornerà, dopo due anni, nell’edizione 2016 riuscendo a qualificarsi alla finale dopo 7 anni.

Per tredici volte una canzone di lingua croata, tra cui una ritirata, fu la scelta della Jugoslavia per l’Eurovision Song Contest. Nel 1989 la canzone “Rock Me” cantata dal gruppo croato dei Riva vinse la manifestazione. L’anno successivo a Zagabria si svolse l’Eurovision Song Contest 1990.