ESC 2021 – Israele: KAN cambierà metodo di selezione per l’Eurovision Song Contest 2021

1IJjAtlj5aaf10015b5dbab77b2fb69a6663363d-600.jpg

Lemittente pubblica israeliana IPBC (KAN, כאן‎, Here) ha annunciato che dal 2021 cambierà metodo di selezione per l’Eurovision Song Contest con un nuovo format di selezione nazionale.

Quella iniziata il 20 novembre 2019, la settima stagione, sarà l’ultima edizione di “The Next Star for Eurovision” (‘HaKochav Haba Le’eyrovizion 2020’ / “הכוכב הבא לאירוויזיון 2020”, The Rising Star for Eurovision 2020) a decretare il rappresentante israeliano per l’Eurovision Song Contest.

KAN ha rivelato di recente che dal 2021 in poi sarà la sola responsabile della selezione di entrambi artista e brano per l’Eurovision Song Contest.

Come riportato dal portale israeliano Ynet, dal 2021 lemittente pubblica israeliana KAN ha previsto di produrre  uno show del tutto nuovo che dovrà individuare sia l’artista che la canzone per la competizione europea. 

Non si tratterebbe di uno stravolgimento del format della selezione in quanto già quest’anno, in virtù del nuovo regolamento di “The Next Star”, sia il brano che l’artista vincitore che Israele porterà all’Eurovision Song Contest non verrà più scelto internamente dopo la vittoria ma sarà determinato in un’ulteriore competizione, organizzata sempre da KAN. Sarà la prima volta dal 2016 che il pubblico israeliano sarà in grado di selezionare la propria partecipazione al concorso. La creazione dello spettacolo arriva dopo le numerose critiche ottenute dai concittadini all’attuale processo di selezione interna.

La scelta della rete è dettata dalla necessità di produrre un programma di selezione interno all’emittente pubblica, in quanto “The Next Star” è realizzato dalla rete privata Keshet12 (עוברת ל12), che non è affiliata all’EBU-UER.

70656947_10156767373711728_5207080562824577024_o

Bisogna tornare al 2015, anno in cui nasce il talent, per capire come si è arrivati a questa situazione. 

Fino al 2014 infatti, l’emittente pubblica israeliana IBA si occupava, oltre che della partecipazione all’Eurovision Song Contest, del processo di selezione. Dal 1981 veniva messo in onda (con diverse interruzioni, per esempio Dana International nel 1998 fu scelta internamente) il concorso televisivo “Kdam” che durò fino al 2013. La rete pubblica IBA già preda di gravi dissesti finanziari smise di produrre la manifestazione nel 2014 e dal 2015 fu appunto la rete privata Keshet a subentare organizzando il Talent show ‘The Next Start’ (הכוכב הבא, HaKokhav HaBa).

Nel 2017 la chiusura di IBA, per gli alti costi di produzione e gestione, ha portato alla nascita di IPBC (KAN, כאן‎, Here) che è diventata membro effettivo dell’EBU-UER a partire dal dicembre 2018. Ciò non ha fatto cambiare il metodo di selezione dell’artista (la canzone, invece, dal 2015 viene scelta internamente da IBA/KAN), almeno fino ad oggi.

Lemittente pubblica israeliana attualmente sta valutando la produzione di uno show completamente nuovo oppure il rilancio dello storico “Kdam Eurovision” (קדם אירוויזיון, Kdam-Erovizyon, Pre-Eurovision / Kdam (קדם, Pre)) su KAN 11, il canale principale dell’emittente. Per la conduzione del nuovo programma la principale indiziata è Lucy Ayoub (لوسي ايوب‎, לוסי איוב‎). Ayoub è stata la portavoce di Israele all’Eurovision Song Contest 2018, sollevando anche una polemica da parte del ministro dello sport Miri Regev per il fatto di aver pronunciato una frase in arabo durante lo show e non aver menzionato Gerusalemme. È stata anche uno dei quattro conduttori dell’Eurovision Song Contest 2019 insieme ad Assi Azar, Erez Tal e Bar Refaeli. Il 28 gennaio ha anche condotto il sorteggio delle semifinali al museo d’arte di Tel Aviv.

Si chiuderebbe dunque dopo solo 5 anni il binomio The Next Star/Eurovision Song Contest: un’unione che fino ad ora ha regalato ad Israele il ritorno, costante, nella finale dell’Eurovision con ciliegina sulla torta la vittoria di Netta nel 2018 con “Toy”.

Gli altri risultati sono stati il 9° posto di Nadav Guedj con “Golden Boy” nel 2015, il 14° di Hovi Star con “Made of Stars” nel 2016, e il 23° sia di Imri Ziv (“I Feel Alive”, 2017) che di Kobi Marimi (“Home”, 2019).

‘HaKochav Haba Le’eyrovizion Tel Aviv 2020’ sará condotto dalla stessa giuria dello scorso anno Rotem Sela (רותם סלע) ed Assi Azar (אסי עזר‎‎) che in questa edizione avranno voce in capitolo in quanto avranno il diritto di veto nel caso in cui un concorrente che piace non passi il provino, mentre la giuria nella prossima stagione di ‘HaKochav Haba Le’eyrovizion 2020’ sarà composta di un nuovo giudice. Dopo Harel Skaat (הראל סקעת) ha annunciato che non sarà giudice nella nuova edizione del programma per dedicarse a nuovi progetti, Itay Levi – איתי לוי si siederà nella giuria insieme al duo pop di grande successo in Israele, Static & Ben El Tavori (סטטיק ובן-אל תבורי), Asaf Amdurski (אסף אמדורסקי), Keren Peles (קרן פלס), che sono rimasti le uniche certezze per gli affezionati del talent show e Shiri Maimon (שירי מימון), la a cantante e attrice israeliana è divenuta nota come cantante solista nel 2003, partecipando alla terza edizione del talent show Kokhav Nolad (כוכב נולד‬, A Star Is Born), classificandosi seconda con “Don Chisciotte” dopo aver ricevuto il 28,2% dei voti. Nel 2005 prese parte al Kdam Eurovision (קדם אירוויזיון, Kdam-Erovizyon, Pre-Eurovision / Kdam (קדם, Pre), il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest, e non era la favorita per la vittoria. Inaspettatamente vinse il primo posto totalizzando 116 punti su 120 per la sua interpretazione di “HaSheket SheNish’ar (השקט שנשאר‎, The Silence that Remains, Il silenzio che resta / Time To Say Goodbye), contenuta nel suo album di debutto Shiri Maimon. Perciò divenne la rappresentante ufficiale di Israele all’Eurovision Song Contest del 2005 a Kiev. Inizialmente Maimon rifiutò il consiglio di cantare parte della canzone in ebraico e in inglese, poi, considerando che le canzoni straniere non avevano avuto gran successo in passato, acconsentì a cantare anche una parte inglese. All’evento si classifica quarta guadagnando 154 punti. 

Al  momento, nelle prime tredici puntate di audizioni (תוכנית) abbiamo visto tanti candidati che si sono contesi l’unico posto disponibile all’HaKochav Haba Le’eyrovizion 2020 (“הכוכב הבא לאירוויזיון 2020”, The Rising Star for Eurovision 2020) per rappresentare l’Iraele a Tel Aviv, tra gli artisti che hanno passato al prossimo turno nelle tredici puntate ci sono Ella-Lee Lahav (אלה לי להב), Ohad Shragai (אוהד שרגאי), Raviv Kaner (רביב כנר), Daniel Ben Efrayim (דניאל בן אפרים), Orr Amrami-Brockman (אור עמרמי ברוקמן), Eden Alene (עדן אלנה), Yanai Ben Hamo (ינאי בן חמו), Lali Kolishkin (ללי קולישקין), Avihu Pinhasov Rhythm Club (מועדון הקצב של אביהו פנחסוב), Loai Ali (לואי עלי), Ido Kolton (עידו קולטון), Dana Lappidot (דנה לפידות), Gaya Shaki (גאיה שאקי), Yohai Tzarfati (יוחאי צרפתי), Nathan Quatorze (נתן קטורזה), Yuval Beider-Peretz (יובל בידר פרץ), Omer Eliyahu (עומר אליהו), Dor’el Sa’adon (דוראל סעדון), Yahel Ya’ish (יהל יעיש), Zohar Manor (זהר מנור), Moran Aharoni (מורן אהרוני), Raheli Tarka (רחלי טרקה), Niki Goldstein (ניקי גולדשטיין), Lihi Toledano (ליהי טולדנו), Shira Gavrielov (שירה גבריאלוב), Dave Spektor (דייב ספקטור), Itzik Shamli (איציק שמלי), Daniel Ben Haim (דניאל בן חיים), Or Adi (אור אדי), Yinon Hajaj (ינון חג’ג’), Oneg Yisrael (ענג ישראל), Ofer Nave (עפר נוה), Shira Tzafari (שירה צפרי), Galit Weizman (גלית ויצמן), Eden Zohar Sivan (עדן זהר סיון), Netanel Saraf (נתנאל שרף), Eylon Elkayam (איילון אלקיים), Allen Botsoier (אלן בוצוייר), The Spices (אלדד כהן), Eldad Cohen (התבלינים), Gaela Brown (גאלה בראון), Liora Itzhak (ליאורה יצחק), Chen Hadar (חן הדר), Michael Tsidon (מיכאל צידון), Atara Uriya (עטרה אוריה), Dikla Malka (דיקלה מלכה), Wonder Years, Bar Yurman (בר פורמן), Hertzelim (ההרצלים), Oren Ettinger (אורן אטינגר), Eden Shabi (עדן שאבי), Lital David (ליטל דוד), Zion Hori (ציון חורי), – mentre sono stati eliminati  Ilor Bar (אילור בר), Noa Maman (נועה ממן), Lee Eller (לי אלר), Adam Lahav (אדם להב), Ram Naim (רם נעים), Gafna Rahel Pinto (גפנה פינטו), David Sodi (דוד סודי), Galit Fahima (גלית פחימה), Sagi Trabelsi (שגיא טרבלסי), Stephanie Dúnio (סטפני דוניו), Kim Kate Rose (קים קייט רוז), Barack Biton (ברק ביטון), Judah Gavra (יהודה גברה), VeMashehu80 (80 ומשהו), Shefita / Laila Suleyman (לילה סולימאן), Lidor Sailo (לידור סאילו), Noa Faraj (נועה פרג’), Nave Mamo (נווה מאמו), Hila Vaknin (הילה וקנין), Yuval Gaz (יובל גז), Rotem Edri Tuchner (רותם אדרי טוכנר).

Israele è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv, dal cantante israeliano Kobi Marimi / קובי מרימי e il suo brano “Home” (בית) (scelta attraverso il processo di selezione nazionale israeliano per l’Eurovision Song Contest 2019, HaKochav Haba Le’eyrovizion 2019. Il brano è stato scelto da una giuria di esperti selezionata dal nuovo ente televisivo israeliano IPBC).  All’Eurovision Kobi si è classificato 23º su 26 partecipanti con 35 punti totalizzati, tutti provenienti dal televoto. La giuria non gli ha assegnato alcun punto.

Israele partecipa fin dal 1973 (42 partecipazioni, 36 Finali). Ha vinto per quattro volte la manifestazione (nel 1978 con Yizhar Cohen and Alpha Beta (יזהר כהן והאלפא ביתא) e il brano “A-Ba-Ni-Bi” (א-ב-ני-בי), nel 1979 con Gali Atari (גלי עטרי) and Milk & Honey (חלב ודבש) e la canzone “Hallelujah” (הללויה) (dominando su paesi storici per ben due edizioni di seguito), nel 1998 con Dana International (דנה אינטרנשיונל) e il brano “Diva” (דיווה)) e nel 2018 con Netta Barzilai (נטע ברזילי‎) e il suo brano “TOY” (טוי), ma l’ha ospitata solo per quattro edizioni (nel 1979 e nel 1999 a Gerusalemme presso l’International Convention Center (מרכז הקונגרסים הבינלאומי‎‎, Merkaz HaKongresim HaBeinLeumi), noto anche come Binyenei HaUma (בנייני האומה‎‎, Buildings of the nation). Nel 1980, pur avendone diritto, lascia ai Paesi Bassi l’onore organizzativo e si ritira per quell’anno. Nel 2019 la 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2019 si è svolta presso l’Expo di Tel Aviv.

Dall’introduzione delle Semi-Finali nel 2004, Israele non è riuscito a raggiungere la Finale in sei occasioni. Nel 2014, il paese non è riuscito a qualificarsi per il 4° anno consecutivo nella Finale. Nel 2015, il paese ha raggiunto la Finale per la prima volta in cinque anni, con Nadav Guedj (נדב גדג’) finendo nono. Fino al 2018 la posizione migliore raggiunta è un quarto posto nel 2005 con “HaSheket SheNish’ar” (השקט שנשאר‎, The Silence that Remains) cantata di Shiri Maimon (שירי מימון), che ha segnato il decimo Top Five del Paese nella gara. Nel 2015, Israele ha raggiunto la Finale per la prima volta in cinque anni, con Nadav Guedj (נדב גדג’‎‎) con il brano Golden Boy (נער הזהב) finendo nono posto in Finale con un totale di 97 punti.