ESC 2020 – Romania: La Finale del Selecţia Naţională Eurovision 2020 si terrà a Buzău


conferinta-de-presa-eurovision-buzau-2020-02-12_99200700

Oggi Buzău è stata nominata la città ospitante della finale nazionale rumena, Selecţia Naţională 2020, per rappresentare la Romania alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio prossimi, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

L’evento si svolgerà presso la Sala Sporturilor „Romeo Iamandi” di Buzău (Sala Sporturilor din Buzău).

Questa non è la prima volta che il Selecţia Naţională è ospitata in un’altra città della Romania, finora abbiamo assistito agli spettacoli in Bucureşti, Baia Mare, Craiova, Arad, Iaşi, Focşani, Timişoara, Turda şi Sighişoara.

Alla presentazione, organizzata al municipio di Buzău hanno partecipato Doina Gradea (presidente e CEO di TVR), Constantin Toma ( sindaco del comune di Buzău), Elena Isbăşoiu (Direttrice del Centrului Cultural „Alexandru Marghiloman”) e Liana Stanciu (capo della delegazione rumena presso ESC2020).

Ieri sera Roxen è stata presentata come rappresentante della Romania all’Eurovision Song Contest 2020. La canzone con cui la cantante Roxen si esibirà sul palco dell’Ahoy Rotterdam di Rotterdam sarà selezionata il 1° marzo con l’aiuto del pubblico e di una giuria di esperti nazionale. Nella Finale, Roxen presenterà 5 brani, appositamente composti in campus di cantautori che l’emittente pubblica TVR ha organizzato in collaborazione con l’etichetta musicale Global Records.

I brani sono stati selezionati da esperti con vari background professionali (es. compositori, cantautori, musicologi, produttori di tv / radio, registi musicali). Gli esperti prenderanno in considerazione i seguenti criteri: suono, originalità, diversità di stile e messaggio. E saranno disponibili per l’ascolto il prossimo 21 febbraio a partire dalle 20:00 sia sul sito web eurovision.tvr.ro che sul canale YouTube dell’artista.

Larisa Roxana Giurgiu, è una giovane artista, nuova alla ribalta ma già con una delle 10 migliori classifiche del Regno Unito, la sua canzone con SICKOTOY è stata la canzone più ascoltata su The Voice Radio Bulgaria la scorsa settimana di ottobre ed è stata anche suonata in oltre 15 paesi. “Ce-ti Canta Dragostea” è anche un suo grande successo in Romania, con oltre 8 milioni di visualizzazioni finora.

Roxen era in corsa per rappresentare la Romania tra Cezar e Diana V, ma alla fine ha vinto dopo una lunga decisione della giuria. Alla giuria per aver scelto la voce della Romania hanno preso parte: Crina Mardare (vocal coach), Luminiţa Anghel (Romania 2005), Lucian Ştefan (amministratore delegato Global Records), Liana Stanciu (produttore musicale di radio TV e capo della delegazione della Romania a Eurovision), Dan Manoliu (produttore televisivo, direttore artistico), Gabriel Scîrlet (direttore musicale), Liviu Elekes (compositore e direttore musicale), Andrei Tudor (compositore) şi Bogdan Păun (direttore musicale).

La Romania è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dalla cantante rumena naturalizzata canadese Ester Peony, pseudonimo di Ester Alexandra Crețu e il suo brano “On a Sunday” (scelti entrambi attraverso il processo di selezione rumeno per l’Eurovision Song Contest, Selecția Națională 2019), pubblicato il 17 gennaio 2019 su etichetta discografica Spinnup. Scritto da Ioana Victoria Badea, il brano è stato selezionato per Selecția Națională 2019, processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest. Nella serata finale del programma, dopo essersi qualificata dalla semifinale, ha vinto il voto della giuria, ottenendo 62 punti dai sei giurati; è arrivata ottava su dodici partecipanti nel televoto, che ha funto da settimo giurato, ottenendo tre punti dal pubblico rumeno e portando il suo totale a 65 punti, sufficienti a renderla vincitrice e rappresentante nazionale di diritto all’Eurovision Song Contest 2019, a Tel Aviv, in Israele. Qui si è esibita nella seconda semifinale del 16 maggio, ma non si è qualificata per la finale, piazzandosi 13ª su 18 partecipanti con 71 punti totalizzati, di cui 24 dal televoto e 47 dalle giurie. È risultata la più votata dal pubblico della Moldavia e la più popolare fra le giurie di Moldavia e Russia.

Dopo aver fallito la qualificazione nel 1993, la Romania ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1994 (20 partecipazioni, 18 finali) con il brano “Dincolo de nori” di Dan Bittman. Come miglior risultato è arrivata due volte terza: nel 2005 con “Let Me Try” di Luminița Anghel și Sistem che ottenne il primo posto nella Semi-Finale (terzo in Finale); nel 2010 con “Playing with fire” di Paula Seling și Ovi, arrivata quarta nella Semi-Finale del giovedì (terzo in Finale). La Romania dal 2004 dopo l’introduzione della Semi-Finale e dal 2008 con l’introduzione delle tre serate, ha mancato la finale solo nel 2018 e nel 2019.

Nel 1993 la Romania, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, partecipò ad una semifinale “Kvalifikacija za Millstreet” che si svolse a Lubiana, dove non passò il turno.

Per l’edizione 2016 del concorso, la Romania aveva regolarmente scelto il proprio rappresentante tramite la selezione nazionale Selecția Națională. “Moment of Silence” avrebbe dovuto rappresentare il Paese, scritta e cantata da Ovidiu Anton. Il cantante promosse il proprio brano all’Eurovision In Concert ad Amsterdam, a Tel Aviv partecipando a Israel Calling, e infine a Londra, prendendo parte al London Eurovision Party. Il 22 aprile, però, l’EBU-UER comunicò la decisione di sospendere la Romania dall’Eurovisione: ciò ha inevitabilmente compromesso la partecipazione del Paese al concorso. La direttrice generale dell’EBU-UER, Ingrid Deltenre, ha giustificato la decisione dicendo che la Romania non ha onorato un debito di 14,5 milioni di franchi svizzeri. Il supervisore esecutivo dell’evento, Jon Ola Sand, si è detto dispiaciuto per la drastica decisione ma ha auspicato un ritorno del Paese nel 2017. È stata la prima edizione in cui uno Stato è escluso dalla partecipazione a causa dei problemi finanziari della rete che lo rappresenta. Come previsto il paese l’anno successivo rientra al concorso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...