Sanremo 2021: RAI pubblica il regolamento di Sanremo Giovani 2020 – Aggiornato

Alcune novità erano già state annunciate alla presentazione dei palinsesti della nuova stagione, ma da oggi, 1° agosto, è on line anche il regolamento completo di Sanremo Giovani edizione 2020 che tra le novità della nuova edizione l’età massima è stata abbassata a 33 anni, fase semifinale in cinque seconde serate su Rai1 per la selezione dei dieci finalisti e finale il 17 dicembre. 

Nella giornata di oggi è uscito il regolamento di Sanremo Giovani 2020 con una nuova formula e un nuovo format per Sanremo Giovani che nell’edizione 2020 (il regolamento è online da oggi 1 agosto) abbassa il limite di età per partecipare alle selezioni a 33 anni, e non più a 30 come detto inizialmente.

“Sarà l’edizione numero 70 più uno, un numero che ritorna. Mi piace svelare il regolamento di Sanremo Giovani proprio il 1 agosto. Prende così il via ufficialmente il Festival di Sanremo 2021, edizione della rinascita dopo la pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti. Dal 1° settembre al 1° ottobre accetteremo le candidature per cercare una voce che resterà nel tempo. Ci saranno momenti unici e con numeri uno, ovviamente su Rai1. Uno, il numero perfetto”, ha dichiarato il direttore artistico e conduttore della manifestazione Amadeus.

Le Novità, rispetto alla passata edizione, anche per la fase semifinale che si svolgerà durante le 5 puntate di AmaSanremo edizione 2020, la trasmissione di seconda serata su Rai1 che andrà in onda dal 29 ottobre al 26 novembre.

Nella serata finale invece si sfideranno le 10 giovani promesse selezionate tra cui saranno scelti 6 degli 8 sfidanti della sezione Nuove Proposte per l’edizione numero 71 del Festival di Sanremo (gli altri 2 posti saranno assegnati attraverso le selezioni di Area Sanremo). Sanremo Giovani Serata Finale sarà trasmessa, sempre su Rai1, in prime time, giovedì 17 dicembre.

Il regolamento di Sanremo Giovani 2020 prevede l’invio delle richieste di partecipazione a partire dal 1° settembre.

Come di consueto la Commissione Musicale procederà agli ascolti dei brani ammessi, poi effettuerà una prima selezione propedeutica alla audizione dal vivo che servirà a comporre la lista dei 20 semifinalisti in gara durante i 5 appuntamenti di AmaSanremo.

Il regolamento di Sanremo Giovani è ormai ufficiale ed immediata è stata la reazione della FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), l’associazione che riunisce i discografici, che nella persona del presidente Enzo Mazza, sottolinea che la Rai ancora una volta ha ignorato le richieste di definire in via preventiva ogni questione relativa ai diritti di utilizzazione dei contenuti: “Ancora una volta la Rai manda il regolamento del Festival dopo aver ignorato le richieste di definire preventivamente la questione dei diritti e delle utilizzazioni dei contenuti del Festival”, sottolinea l’amministratore delegato Enzo Mazza. “Siamo al primo di agosto e già le promesse dell’AD Salini di risolvere le criticità sono svanite nel nulla. Come avvio dell’edizione 2021 non c’è che dire, si comincia malissimo”. 

La Federazione dell’Industria Musicale Italiana lamenta infatti che la pubblicazione del regolamento sia avvenuta prima che fossero definiti tutti i dettagli sui diritti delle esibizioni dei cantanti. Bisognava attendere. La critica esplicita è soprattutto nei confronti di Salini, che aveva promesso di risolvere le criticità prima dell’ufficilizzazione del regolamento, promesse svanite nel nulla.

Dopo la presa di posizione di FIMI, anche AFI, l’Associazione Fonografici Italiani, ha pubblicamente espresso la propria contrarietà al regolamento dell’edizione 2020 di Sanremo Giovani, l’iniziativa volta a selezionare gli artisti in gara nella sezione cadetta del Festival di Sanremo. Per mezzo di una nota diffusa oggi, lunedì 3 agosto, il presidente di AFI Sergio Cerruti (nella foto) ha fatto sapere: “Siamo venuti a conoscenza del regolamento relativo alla edizione 2021 di Sanremo Giovani una volta già pubblicato. La Rai è un servizio pubblico e non può impedire il contraddittorio tra le parti le parti. Perché diramare un regolamento relativo al Festival con così tanta urgenza, nel pomeriggio di sabato primo agosto? Abbiamo più volte ribadito l’importanza del dialogo per portare avanti le istanze di tutti gli interlocutori coinvolti, ponendo particolare attenzione alla questione dei diritti e delle utilizzazioni dei contenuti, tema già sottoposto l’anno scorso e che era rimasto inevaso. E’ fondamentale richiedere trasparenza e controllo sulle procedure del Festival. Ricordiamo che la Rai non è un’emittente privata”.

AFI ha precisato di voler informare la Commissione Vigilanza RAI al finde di verficare il corretto svolgimento delle procedure e quindi una posizione a riguardo.

Amadeus e Fiorello in Sardegna prima della nuova edizione del Festival di Sanremo. I due amici sono in vacanza insieme, in un villaggio della Sardegna, per alcune settimane di riposo con le rispettive mogli prima di riprendere i lavori per il Festival di Sanremo 2021.

Per il settimanale Chi, in edicola questa settimana, Amadeus e Fiorello in Sardegna hanno posato per lo scatto di copertina, felici e sorridenti. 

“Mi chiama tre volte al giorno, devo rispondere con voci diverse dicendo che ha sbagliato numero”, scherzava Fiorello quando Amadeus ha svelato di voler condurre nuovamente con lui la kermesse canora dedicata alla musica italiana.

Lo showman ha poi accettato con entusiasmo la proposta del direttore artistico di Sanremo 2021 ma aveva anticipato l’intenzione di fermarsi subito dopo. Sanremo sarà effettivamente il suo ultimo impegno prima del ritiro ufficiale? “Faccio il prossimo Sanremo e poi mi ritiro”, aveva dichiarato Fiorello ma intanto si gode qualche settimana di riposo e di mare in Sardegna proprio al fianco di Amadeus, con il quale condividerà il palco del teatro Ariston a marzo.

I due sono in vacanza con le mogli Susanna Biondo (Fiorello) e Giovanna Civitillo (Amadeus) con la macchina del Festival già in moto.

Sono note infatti alcune delle novità della prima edizione post Coronavirus, prima tra tutte quella relativa all’organizzazione della serata del giovedì. La tradizionale serata delle cover sarà dedicata alla canzone d’autore italiana, con brani non necessariamente legati alla storia del Festival. A votare sarà l’orchestra e il voto espresso verrà considerato ai fini della classifica finale, influirà a tutti gli effetti sul risultato conclusivo.

Noto anche il regolamento di Sanremo Giovani, che ha già fatto storcere il naso a Fimi, che lamenta di non essere stata ascoltata dai vertici Rai per la regolamentazione dei diritti d’autore derivanti dalle performance dei cantanti in gara.

Leggi il regolamento – Regolamento Sanremo Giovani 2020

Sanremo 2021 sta lentamente prendendo forma. In onda dal 2 al 6 marzo, con un inevitabile slittamento di un mese rispetto alle ultime edizioni a causa dell’epidemia da Coronavirus, il prossimo Festival della Canzone Italiana vedrà nuovamente alla guida Amadeus, conduttore e direttore artistico dell’evento.