ESC 2021 – Paesi Bassi: Jeangu Macrooy canterà ancora per 23° in finale

Dopo vari annunci negli ultimi due giorni dall’EBU riguardo al sorteggio di assegnazione che rimane identico a quello del 2020, nonché le garanzie che si terrà l’Eurovision Song Contest 2021, l’emittente nazionale olandese ha ora confermato che Jeangu Macrooy si esibirà nello stesso numero di sorteggio assegnato che è stato fissato nel 2020 – il numero 23.

Il sorteggio è avvenuto lo scorso anno alla riunione dei capi delegazione, dove uno dei capi delegazione ha estratto a caso il numero 23, il che significa che il concorrente olandese e ospitante, Jeangu Macrooy, si esibirà con questo numero nell’ordine di uscita nella Gran Finale. I restanti 25 artisti avranno il loro ordine di uscita deciso dai produttori dello spettacolo, dopo che tutti i finalisti saranno stati rivelati.

Dal sito ufficiale del concorso è infatti arrivata la comunicazione che la posizione nell’ordine di uscita della Finale dei Paesi Bassi, rappresentati da Jeangu Macrooy, sarà la stessa che era prevista nel 2020. L’artista che lo scorso anno avrebbe dovuto presentare “Grow” canterà dunque per 23°.

La decisione è stata presa dal Reference Group, che ha nei fatti eliminato un passaggio che tipicamente si andava a compiere all’interno del meeting dei capidelegazione di metà marzo immediatamente successivo alla deadline per la consegna delle canzoni in gara, e che determina spesso i dettagli finali da limare.

L’account Twitter del concorso ha fatto notare una curiosa coincidenza in relazione al numero 23: è la posizione in scaletta nella quale, nel 2002, si esibì Marie N con “I Wanna” quando diede alla Lettonia la sua prima, e finora unica, vittoria nel concorso.

C’è anche un altro dettaglio curioso in termini di numeri: i Paesi Bassi hanno cantato come ventitreesimi nella primissima edizione che ha avuto questi Paesi in gara, e cioè il 1992: sul palco di Malmö andò Humphrey Campbell con “Wijs me de weg”, terminando al 9° posto, con 67 punti.

L’ultima volta che il Paese ospitante ha cantato per 23° si è avuta nel 2014, con Basim a cantare la sua “Cliché love song” per la Danimarca; anche in quel caso fu 9° posto, ma con 74 punti, nella penultima edizione con il vecchio sistema di voting.

Per quanto riguarda invece ancora i Paesi Bassi, l’ultimo a cantare al numero 23 è stato Waylon, che con “Outlaw in ‘em” chiuse 18° con 121 punti in quel di Lisbona. L’anno dopo, Duncan Laurence avrebbe portato l’Eurovision nella sua terra dopo 44 anni di lunghissima attesa grazie alla sua interpretazione di “Arcade”.