ESC 2021 – Slovenia: Stasera al via alla Finale dell’EMA 2021

L’emittente pubblica slovena RTV Slo terrà stasera la Finale della selezione nazionale slovena, l’EMA 2021, dove verrà annunciato e presentato ufficialmente il brano con cui Ana Soklič rappresenterà la Slovenia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021, che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021.Dopo la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19, RTV SLO ha riconfermato che Ana Soklič, vincitrice dell’edizione precedente, come rappresentante eurovisiva slovena all’Eurovision Song Contest 2021.

Ana Soklič presenterà un solo brano al  pubblico nella venticinquesima edizione dell’Evrovizijska Melodija (EMA) 2021 e sarà con il quale rappresenterà la Slovenia all’Eurovision Song Contest di quest’anno. La canzone non sarà una ballad e verrà eseguita in inglese a differenza della sua canzone del 2020 “Voda“. L’autore ha anche collaborato con Miley Cyrus e una sua canzone ha già vinto l’Eurovision Song Contest nell’ultimo decennio. L’autore in questione potrebbe essere Charlie Mason, che ha collaborato alla scrittura di “Rise like a phoenix” di Conchita Wurst (vincitrice Eurovision 2014).

Inoltre, Karin Zemljič sarà la corista della rappresentante slovena Ana Soklič all’Eurovision Song Contest di quest’anno. Questa sarà la quarta volta che Karin sarà una corista per il suo paese all’Eurovision Song Contest. In precedenza si è esibita con Maraaya, che ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2015 con il brano “Here for You”; ManuElla, che ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2016 con la canzone “Blue and Red”; e Lea Sirk, che ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Hvala, ne!”.

Lo show Finale dell’Evrovizijska Melodija – EMA 2021 si terrà stasera alle ore 20:00 CET presso lo Studio 1 di RTVSLO a Lubiana, oltre ad essere dedicato ai preparativi di Ana Soklič per l’EMA 2021 e per l’Eurovision Song Contest, commemorerà anche il 60º anniversario della prima partecipazione della Slovenia al concorso nel 1961 come parte della Jugoslavia, con il brano “Neke davne zvezde” (Some Long-Gone Stars) eseguito dalla cantante serba Ljiljana Petrović e composta dal sloveno Jože Privšek. Nel corso del programma ci saranno anche altre esibizioni slovene che hanno partecipato alla manifestazione.

La cantante Lea Sirk, che ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Hvala, ne!” (No, Thanks!) (21º) e il presentatore televisivo Nejc Šmit condurranno lo show che in un primo momento doveva essere una selezione nazionale televisiva dove il pubblico sloveno era coinvolto nella scelta del brano, si è deciso di selezionarlo internamente per la prima volta dal 2013, senza pubblico e per far rispettare le attuali norme nazionali.

La canzone è stata scelta internamente tra le 191 ricevute da RTV Slo. Tutti i brani presentati sono stati valutati da due Commissioni di esperti. Nel primo turno, la Commisione di esperti era composta da Darja Švajger (ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 1995 con il brano “Prisluhni mi” (7ª) e all’Eurovision Song Contest 1999 con “For a Thousand Years” (11º) e ha presentato l’EMA nel 2002 e nel 2015), da Vladimir Graić / Владимир Граић (compositore serbo che ha scritto il brano “Molitva” (Молитва, Prayer) della cantante serba Marija Šerifović / Марија Шерифовић con cui ha vinto per la Serbia l’Eurovision Song Contest 2007) e dalla rappresentare della Slovenia all’Eurovision Song Contest 2020 e 2021 Ana Soklič, che hanno ridotto il numero di canzoni. Nel secondo turno, la Commissione di esperti era composta da Darja Švajger, da Mojca Menart (capo della ZKP RTV Slovenija) e Matevž Šalehar – Hamo (musicista, compositore e cantante) che hanno deciso il brano di Ana Soklič per Rotterdam fra le tre proposte finali. 

Ana Soklič nata a Bohinj, ha iniziato a farsi conoscere al grande pubblico nel 2012, partecipando alla prima edizione della versione slovena di The X Factor. Dopo aver superato le audizioni è entrata a fare parte della categoria “Over 21” capitanata da Jadranka Juras. Superata la fase degli Home Visit, Soklič ha acceduto alle serate dal vivo del programma, dove è giunta fino alle semifinali prima di essere eliminata.

Nel 2019 ha preso parte a Slovenska popevka, il più grande festival musicale della Slovenia, dove ha cantato il suo brano Temni svet, vincendo i premi per la miglior interpretazione e per il miglior brano. Durante la sua carriera ha collaborato con artisti del calibro di Elthon John, gli U2 e Mary J. Blige, e si è esibita anche per Barack Obama e Papa Francesco.

La Slovenia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal duo musicale indie pop sloveno Zala Kralj & Gašper Šantl, noti anche come Zalagasper, con il brano “Sebi” (No, Thanks!) – scelti attraverso la selezione slovena per l’Eurovision Song Contest, EMA 2019. Nella finale del 16 febbraio hanno superato la prima fase, risultando fra i due più votati da giurie e pubblico, e sono stati proclamati vincitori nella superfinale a due con il 72,89% dei voti dal pubblico, garantendosi così il diritto di rappresentare la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2019, a Tel Aviv. Dopo essersi qualificati dalla Prima Semi-Finale del 14 maggio, si sono esibiti per decimi nella Finale del 18 maggio successivo. Qui si sono classificati al 15º posto su 26 partecipanti con 105 punti totalizzati, di cui 59 dal televoto e 46 dalle giurie.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contestnel 1993 con 1X Band e la canzone “Tih deževen dan” (A quiet rainy day), dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava. Da allora ha partecipato a quasi tutte le edizioni (23 partecipazioni, 13 Finali), tranne nel 1994 e nel 2000.

Il risultato migliore rimane fino ad ora il settimo posto ottenuto nel 1995 con Darja Švajger e il brano “Prisluhni mi” (Listen to me) e nel 2001 con Nuša Derenda e la canzone “Energy” (Ne, ni res; No, it’s not true). L’unico altro Top ten del paese è stato 10° posto con Tanja Ribič e il brano “Zbudi se” (Wake up) nel 1997.

Nel 1993 la Slovenia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette affrontare una semifinale (Kvalifikacija za Millstreet) che si svolse a Lubiana e fu organizzata proprio dall’emittente pubblica RTV SLO. Si classificò al primo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993.

Come parte della Jugoslavia solo in quattro occasioni una canzone in lingua slovena fu scelta per l’Eurovision Song Contest: nel 1966, nel 1967, nel 1970 e nel 1975.

Con l’introduzione delle Semifinali nel 2004, non ha raggiunto la Finale in dieci occasioni, mentre ha raggiunto la Finale nel  2007, 2011, 2014, 2015 e 2018.