JESC 2022: TVE rilascia uno snippet del brano di Carlos Higes per l’Eurovisión Junior 2022

L’emittente pubblica spagnola TVE ha pubblicato uno snippet della canzone di Carlos Higes con cui rappresentera la Spagna allo JESCIl rappresentante spagnolo presenta una canzone con sfumature urbane-latine e un tocco di flamenco, con i testi molto accattivanti e un videoclip accompagnato da Felipe, Arantxa, Alexandra, Juan Diego, Alba, Mauro, Adrián e Mónica, che ritrae alcuni degli angoli più rappresentativi della città natale dell’artista, Valencia.

La canzone completa sarà pubblicata questa sera durante una pausa pubblicitaria nel programma ‘Dúos increíbles’, in onda dalle 22:10 CEST.

Carlos Higes è un cantante valenciano di 11 anni  (15/09/2011), reso popolare dopo la sua partecipazione nella settima edizione di La Voz Kids (The Voice Kids), in rappresentanza della squadra Aitana. Carlos ha catturato tutti gli sguardi durante l’ultima edizione di La Voz Kids dopo aver eseguito una cover di “Colors Of Your Dream“, la canzone dell’Armenia all’Eurovision Song Contest 2019.  

Il cantante, attore e modello Carlos Higes nato a Valencia, ha partecipato a diversi talent show in televisione (“Idol Kids”, “The Voice”), riceve una formazione di canto e pianoforte e afferma di essersi innamorato dell’Eurovision Song Contest quando aveva solo 4 anni, quando Jamala vinse l’Eurovision Song Contest nel 2016: “Non ci credevo. Mi sono dato un pizzicotto per vedere se fosse vero. Sono in una bolla”, ha detto dopo aver appreso che si esibirà in Armenia l’11 dicembre 2022. È un fan di Justin Bieber e Sebastián Yatra e, tra gli eurovisi, di Chanel e Blas Cantó, gli ultimi rappresentanti della Spagna al concorso musicale europeo. Un bravo studente, ama le lingue e parlare inglese e le sue materie preferite sono Scienze Naturali, Lingua e Francese. Dopo la scuola, dove frequenta la prima media, gioca a calcio a 5 e continua la sua formazione artistica con lezioni di canto e pianoforte.

Carlos è stato scelto in un casting presso gli studi del Prado del Rey di RTVE, a cui hanno partecipato 10 ragazzi e ragazze che hanno interpretado due canzoni, selezionati dopo un primo taglio di 30 selezionati, su un totale di 95 giovani artisti che sono stati pervenuti al casting aperto di RTVE. Carlos Higes, si è esibito al casting con il brano ‘Eco‘ di Xeinn e ‘Tacones rojos‘, di Sebastián Yatra. 

RTVE ha ricevuto un totale di 247 canzoni per partecipare in Armenia e ha selezionato la canzone più adatta per far brillare Carlos Higes sul palco della Junior Eurovision davanti agli spettatori di tutta Europa.

La Spagna ha partecipato 7 volte sin dal suo debutto nel 2003. La rete che ha curato le varie partecipazioni è la TVE. 

Arriva al secondo posto nel 2003 mentre nel 2004 vince il suo primo concorso grazie a María Isabel e alla sua canzone “Antes muerta que sencilla”, brano che poi diventerà un singolo del suo album di debutto ‘¡No me toques las palmas que me conozco!’. 

Giungono al secondo posto di nuovo l’anno successivo. Nel 2006 arrivano al quarto posto e si ritirano nel 2007 in quanto, secondo l’allora direttore dell’emittente iberica, “promuove stereotipi che non condividiamo”. 

Nel 2019, dopo 12 anni di assenza, l’emittente spagnola annuncia il ritorno alla competizione, conquistando un terzo posto, bissato poi l’anno successivo.

• Spagna allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2003: Sergio (Sergio Jesús García Gil) – “Desde el cielo”, 2° – 125 punti
  • 2004: María Isabel (María Isabel López Rodríguez) – “Antes muerta que sencilla” (I’d rather be dead than understated), 1° – 171 punti
  • 2005: Antonio José (Antonio José Sánchez) – “Te traigo flores”, 2° – 146 punti
  • 2006: Dani Fernández (Daniel Fernández Delgado) – “Te doy mi voz”, 4° – 90 punti
  • 2019: Mélani García (Mélani García Gaspar) – “Marte”, 3° – 212 punti
  • 2020: Soleá (Soleá Fernández Moreno) – “Palante”, 3° – 133 punti
  • 2021: Levi Díaz – “Reír” (Laugh), 15° – 77 punti
  • 2022: Carlos Higes

Lo Junior Eurovision Song Contest 2022 sarà la 20ª edizione del concorso canoro per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni, che si svolgerà l’11 dicembre al K. Demirchyan Sport-Concert Complex (Կ. Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիրում), in seguito alla vittoria di Maléna con la canzone “Qami qami” (Քամի Քամի; Wind Wind) nell’edizione precedente.

Si tratta del secondo evento eurovisivo che si svolge in Armenia, dopo lo Junior Eurovision Song Contest 2011 ospitato anche al K. Demirchyan Sport-Concert Complex (Կ. Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիրում). La sede può ospitare tra le 6.000 e le 8.000 persone per grandi concert ed è la seconda Arena ad aver ospitato due volte lo Junior Eurovision Song Contest, dopo la Minsk Arena in Bielorussia.

In questa edizione il Regno Unito, sulla scia dell’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023, ha confermato il suo ritorno dopo 16 anni d’assenza, mentre l’Azerbaigian, la Bulgaria e la Germania hanno annunciato il proprio ritiro. La Russia, partecipante fissa sin dalla terza edizione, è stata esclusa in seguito all’espulsione delle emittenti nazionali dall’EBU-UER.

Di seguito i 16 paesi che prenderanno parte allo Junior Eurovision Song Contest 2022 oltre ad Armenia (Nare Ghazaryan), Albania (Kejtlin Gjata – “Pakëz diell(A Bit Of Sunlight), Bulgaria, Francia (Lissandro – “Oh Maman !“), Georgia – Mariam Bigvava, Irlanda (Sophie Lennon), Italia, Kazakistan (David Charlin), Malta (Gaia Gambuzza – “Diamonds in the skies”), Macedonia del Nord (Lara, Jovan & Irena – “Životot E Pred Mene” / “My Life Ahead Of Me”), Paesi Bassi (Luna – “La festa”), Polonia (Laura Bączkiewicz – “To the moon), Portogallo (Nicolas Alves), Serbia (Katarina Savić / Катарина Савић – “Svet bez granica” (Свет без граница, World Without Borders)), Spagna (Carlos Higes), Ucraina (Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька – “Nezlamna” (Незламна, Unbreakable) e Regno Unito (Freya Skye – “Lose My Head”). 

Lo slogan è ‘Spin the Magic’, mentre il logo rappresenta un trottola di legno circondata da tre fili con i colori della bandiera armena, ideato per rappresentare un punto d’incontro tra la vecchia e la nuova Armenia.