ESC 2013: “Only teardrops” di Emmelie De Forest vince

Emmelie de Forest on stage in Malmö with the trophyScontata la vittoria della Danimarca con Emmelie de Forest e la sua “Only Teardrops”. Settimo Marco Mengoni con “L’essenziale”.

Il prossimo Eurovision Song Contest sarà ad appena 14 chilometri di distanza dalla Malmö Arena. Emmelie De Forest con “Only teardrorps” ha vinto l’edizione 2013 della manifestazione che dunque dopo 14 anni sarà di nuovo ospitata dalla Danimarca.

La cantante ventenne Emmelie de Forest si è imposta sugli altri 25 concorrenti con il brano “Only Teardrops”, inoltre é sempre stata la favorita sin dalle semifinali e in finale ha stracciato l’agguerrita concorrenza dell’Est Europa. 

Emmelie che canta da quanto aveva 14 anni, ha raccontato subito dopo la vittoria: “È stato travolgente, ho potuto davvero sentire i fans e il pubblico, e le persone nell’Arena”. La giovane artista, mamma danese e papà svedese, ha detto di aver creduto nella canzone che presentava, “Ho sempre creduto che fosse una grande canzone, ma questo è l’aspetto emozionante dell’Eurovision, non si sa mai cosa sta per succedere. Quando eravamo nella Green Room pensavo di morire. È stato emozionante con quel testa a testa. Quando ho capito di aver vinto ero sorpresa e scioccata”.

Emmelie de Forest ha anche lanciato un messaggio a quei giovani che come lei aspirano a una carriera musicale, esortandoli a essere tenaci. “Ho chiamato e spedito mail a molti festival e luoghi musicali, e ho ricevuto molti no, ma devi solo credere in te stesso e continuare a provare, provare, provare. Essere socievoli e parlare con nuove persone, chiamarli e non avere paura”, ha affermato.

L’ultima vittoria danese risale al 2000, quando alla Globen Arena di Stoccolma gli Olsen Brothers vinsero a sorpresa (erano dati 500 a 1) con “Fly on the wings of love“, stracciando poi ogni record di vendita in patria (tuttora in loro possesso). Dalla Svezia alla Danimarca, tredici anni dopo la storia si ripete, ma stavolta non si può certo dire che il successo della ragazza di origini nobili, pro-pro nipote della Regina Vittoria (suo nonno, imparentato con la monarchia svedese è stato censito come figlio illegittimo del re Edoardo II) fosse fuori pronostico.

Dato quasi per scontato da subito, una volta che è stata completata la lista dei partecipanti, anche i bookmakers hanno subito deciso di puntare sulla immagine pulita e sulla canzone pop con influenze folk della ventenne di Randers. E nemmeno le incertezze (notevoli) mostrate più volte nelle prove, hanno scalfito le sue quotazioni e  le certezze danesi. I quali dunque, dopo aver beneficiato di riflesso della presenza dell’Eurovision nella vicina Malmö, si apprestano dunque con ogni probabilità a ricambiare il favore. Emmelie De Forest ha visto con 281 punti, ed aveva già trionfato a 4 votazioni dalla fine. Sul podio si piazzano anche Farid Mammadov (Azerbaigian) con “Hold me” (234) e “Gravity” di Zlata Ognevich (Ucraina) con 214. I primi 10 della classifica finale troviamo, in pratica, tutti i paesi che alla vigilia erano dati fra i favoriti con giusto due sorprese: il nono posto di Malta e il 10 dell’Ungheria.

Quella del 2013 è la terza vittoria danese: la prima, contestatissima, fu nel 1963, quando “Dansevise”  (Dance ballad) di Grethe and Jørgen Ingmann, primi coniugi della storia eurovisiva, batte per due soli punti la Svizzera, dopo un voting controverso (allora il sistema era diverso) funestato da problemi tecnici e strani cambiamenti. L’edizione 2001 a Copenaghen fu invece a suo modo rivoluzionaria perchè per la prima volta portò la rassegna in uno stadio (30mila persone nell’impianto cittadino).

scoreboard

Ecco qui l’errore di Lena durante il voting della Germania di ieri:

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=TuT7VehTAOI

Ecco i risultati:

  1. Danimarca: Emmelie de Forest – Only Teardrops
  2. Azerbaigian: Farid Mammadov – Hold Me
  3. Ucraina: Zlata Ognevich – Gravity
  4. Norvegia: Margaret Berger – I Feed Your Love
  5. Russia: Dina Garipova – What If
  6. Grecia: Koza Mostra featuring Agathon Iakovidis – Alcohol Is Free
  7. Italia: Marco Mengoni – L’Essenziale
  8. Malta: Gianluca – Tomorrow
  9. Paesi Bassi: Anouk – Birds
  10. Ungheria: ByeAlex – Kedvesem (Zoohacker Remix)
  11. Moldavia: Aliona Moon – O Mie 
  12. Belgio: Roberto Bellarosa – Love Kills
  13. Romania: Cezar – It’s My Life
  14. Svezia: Robin Stjernberg – You
  15. Georgia: Nodi Tatishvili and Sophie Gelovani – Waterfall
  16. Bielorussia: Alyona Lanskaya – Solayoh
  17. Islanda: Eyþór Ingi – Ég Á Líf 
  18. Armenia: Dorians – Lonely Planet
  19. Regno Unito: Bonnie Tyler – Believe In Me
  20. Estonia: Birgit – Et Uus Saaks Alguse
  21. Germania: Cascada – Glorious
  22. Lituania: Andrius Pojavis – Something
  23. Francia: Amandine Bourgeois – L‘Enfer Et Moi
  24. Finlandia: Krista Siegfrids – Marry Me
  25. Spagna: ESDM – Contigo Hasta El Final (With You Until The End)
  26. Irlanda: Ryan Dolan – Only Love Survives

Marco Mengoni“L’essenziale” (già vincitrice di Sanremo 2013) di Marco Mengoni ha tenuto alti i colori dell’Italia. C’è stata molta attesa per l’esibizione del concorrente italiano, che grazie alla sua presenza ha riportato in auge il tifo per l’ESC, un pò snobbato negli anni precedenti dal nostro Paese. Esibitosi come ventitreesimo, il cantante di Ronciglione non ha mostrato emozione, sciorinando una ottima performance e il settimo posto finale (126 punti, migliorando il piazzamento di Nina Zilli dello scorso anno) rende comunque onore ad una partecipazione che ha convinto molti addetti ai lavori, oltre ad aver contribuito a farlo conoscere ai fan stranieri. Elegante e raffinato, sono gli aggettivi più twittati dai numerosi supporter di Marco Mengoni. L’esibizione di Mengoni ha convinto anche gli stranieri, che non gli hanno tributato il successo ma tanti applausi di approvazione. Perfetta, precisa, senza sbavature, visibilmente emozionato, che ha rinunciato a ballerini ed effetti scenici per interpretare al meglio il senso della sua canzone.

L’Italia ha ricevuto 12 punti da Albania, Spagna e Svizzera, 10 punti da Macedonia, Francia e Austria,  8 punti da Slovenia, Malta, Croazia,  6 punti da Belgio, Grecia, Montenegro, Cipro, 4 da San Marino e Serbia, 2 dalla Georgia, 1 da Romania e Armenia.

Esc2013Italia12pointsdaSpagna

Questo  il voting dell’Italia, annunciato da Federica Gentile: 12 Danimarca, 10 Malta, 8 Norvegia, 7 Grecia, 6 Lituania, 5 Ucraina, 4 Moldavia, 3 Ungheria, 2 Spagna, 1 Romania.

Così ha votato invece giuria sammarinese (unica deputata a giudicare, non essendoci televoto): 12 Grecia, 10 Malta, 8 Francia, 7 Paesi Bassi, 6 Ungheria, 5 Belgio, 4 Italia, 3 Finlandia, 2 Azerbaigian, 1 Armenia

Il risultato Finale è stato determinato per il 50% dalle Giurie Nazionali dislocate nei 39 paesi in gara e per il 50% dai telespettatori che hanno votato la propria canzone preferita attraverso il televoto.  I risultati del televoto sono stati combinati ai voti delle Giurie Nazionali, dando vita alla classifica finale. A ciascuna posizione della classifica corrisponde un punteggio: 12 punti sono assegnati al primo classificato, 10 al secondo, 8 al terzo e poi da lì a scendere di un’unità per posizione. Il decimo in classifica otterrà 1 punto, mentre dall’undicesimo al ventiseiesimo 0 punti. I voti dalle Giuria Nazionali sono stati decisi nel corso della seconda prova generale della Finale di ieri sera alle 21:00, mentre i voti dei telespettatori sono stati decisi durante lo show di stasera. Le due semifinali del 14 e del 16 Maggio hanno decretato i venti paesi finalisti che assieme ai cinque paesi qualificati a priori: i BIG 5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) e al paese ospitante della manifestazione, la Svezia si sono sfidati nella Finale. Al termine di tutte le performance live, ma su base registrata, sarà aperto il televoto da casa, non consentendo votare per il proprio Paese. 

Ecco gli scoreboard:The Grand Final, The First Semi-Final, The Second Semi-Final

Sono stati assegnati anche i premi che vengono assegnati dal 2002 all’Eurovision Song Contest,  ”Marcel Bezençon Awards 2013”, intitolati alla memoria del fondatore della rassegna. L’unico artista ad aver vinto tutti e 3 i premi nella stessa edizione è stato Harel Skaat, concorrente di Israele nel 2010. I premi sono subdivisi in 3 categorie:

Premio della Stampa (Press Award) – Per la miglior voce che viene votata dai media accreditati  e dalla stampa durante l’evento:  

Anno Paese Canzone Esecutore Risultato finale Punti
ESC Tallinn 2002 Francia Il faut du temps Sandrine François

104

ESC Riga 2003 Turchia Everyway that I can Sertab Erener

167

ESC Istanbul 2004 Serbia e Montenegro Lane Moje (Лане моје) Željko Joksimović

263

ESC Kiev 2005 Malta Angel Chiara

192

ESC Atene 2006 Finlandia Hard Rock Alleluja Lordi

292

ESC Helsinki 2007 Ucraina Dancing Lasha tumbai (Dancing Лаша Тумбай) Verka Serdchka

235

ESC Belgrado 2008 Portogallo Senhora do mar (Negras águas) Vânia Fernandes

13º

69

ESC Mosca 2009 Norvegia Fairytale Alexander Rybak

387

ESC Oslo 2010 Israele Milim (מילים) Harel Skaat

14º

71

ESC Düsseldorf 2011 Finlandia Da Da Dam Paradise Oskar

21º

57

ESC Baku 2012 Azerbaigian When the Music Dies Sabina Babayeva

150

ESC Malmö 2013 Georgia Waterfall Nodi Tatishvili and Sophie Gelovani

15º

50

Premio artistico (Artistic Award) – Per il miglior artista, votato fino al 2009 dai vincitori delle scorse edizioni. Dal 2010 in poi votato dai commentatori: Farid Mammadov representing Azerbaijan.

Anno Vincitore Canzone Paese Note
ESC Tallinn 2002 Afro-dite Never Let It Go Svezia votato fino al 2009 dai vincitori delle scorse edizioni
ESC Riga 2003 Esther Art One More Night Olanda
ESC Istanbul 2004 Ruslana Wild Dances Ucraina
ESC Kiev 2005 Helena Paparizou My Number One Grecia
ESC Atene 2006 Carola Invincible Svezia
ESC Helsinki 2007 Marija Šerifović Molitva (Молитва) Serbia
ESC Belgrado 2008 Ani Lorak Shady Lady Ucraina
ESC Mosca 2009 Patricia Kaas Et s’il fallait le faire Francia
ESC Oslo 2010 Harel Skaat Milim  (מילים)  Israele votato dai commentatori
ESC Düsseldorf 2011 Jedward Lipstick Irlanda
ESC Baku 2012 Loreen Euphoria Svezia
ESC Malmö 2013 Fərid Məmmədov Hold me Azerbaigian

Premio della Composizione musicale (Composer Award) – Per la miglior composizione musicale che viene votata da una giuria di compositori. Istituito dal 2004.Il premio fan award è stato assegnato nel 2002 e nel 2003, e votato dai membri del OGAE, per poi essere sostituito dal premio per il miglior componimento musicale. Si era reintrodotto a Belgrado nel 2008 per poi non essere più assegnato nel corso degli anni.

Anno Paese Canzone Compositore (i) Cantante Risultato finale Punti
ESC Istanbul 2004 Cipro Stronger Every Minute Mike Konnaris Lisa Andreas

170

ESC Kiev 2005 Serbia e Montenegro Zauvijek moja (Заувијек моја) Slaven Knezović and Milan Perić No Name

137

ESC Atene 2006 Bosnia ed Erzegovina Lejla Željko Joksimović, Fahrudin Pecikoza and Dejan Ivanović Hari Mata Hari

229

ESC Helsinki 2007 Ungheria Unsubstantial Blues Magdi Rúzsa and Imre Mózsik Magdi Rúzsa

128

ESC Belgrado 2008 Romania Pe-o margine de lume Andrei Tudor, Andreea Andrei and Adina Şuteu Nico &Vlad

20°

45

ESC Mosca 2009 Bosnia ed Erzegovina Bistra voda Aleksandar Čović Regina

106

ESC Oslo 2010 Israele Milim (מילים) Tomer Hadadi and Noam Horev Harel Skaat

14°

71

ESC Düsseldorf 2011 Francia Sognu Daniel Moyne, Quentin Bachelet and Jean-Pierre Marcellesi, Julie Miller Amaury Vassili

15°

82

ESC Baku 2012 Svezia Euphoria Thomas G:son and Peter Boström Loreen

372

ESC Malmö 2013 Svezia You Robin Stjernberg, Linnea Deb, Joy Deb and Joakim Harestad Haukaas Robin Stjernberg

14°

62

Fan Award 

Anno Paese Cantante Canzone Risultato finale Punti
ESC Tallinn 2002 Finlandia Laura Voutilainen Addicted to You

20°

24

ESC Riga 2003 Spagna Beth Dime

81

ESC Belgrado 2008 Armenia Sirusho Qélé, Qélé (Քելե Քելե)

199

È possibile rivedere l’intera conferenza stampa di nuovo su eurovision.tv: WebTV player.

Galleria fotografica: Grand Final of the 2013 Eurovision Song Contest Denmark wins 2013 Eurovision Song ContestWinner’s Press Conference with Emmelie De Forest