JESC 2014: Il Montenegro debutta nella manifestazione

JESC 2014 MN

Il Montenegro debutta nello Junior Eurovision Song Contest, la competizione canora di importanza internazionale per bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni di tutta Europa, organizzata ogni anno dall’EBU-UER a partire dal 2003, che si svolge in maniera analoga all’Eurovision Song Contest.

A rivelarlo è stato il sito ufficiale del concorso, junioreurovision.tv

RTCG

Montenegro in precedenza ha partecipato nella manifestazione come parte della Serbia e Montenegro nello JESC 2005, ma questa sarà la prima volta del Paese come una nazione indipendente.

“Vorrei dare il benvenuto nella famiglia dello Junior Eurovision al Montenegro” – ha affermato Vadislav Yakovlev, Supervisore Esecutivo della manifestazione – “Si sono qualificati per la Finale dell’Eurovision Song Contest 2014, per la prima volta quest’anno, e spero che potranno anche godere l’esperienza di partecipare allo Junior Eurovision.”

Ulteriori dettagli sul metodo e il meccanismo per selezionare la canzone e il concorrente montenegrino per l’edizione 2014 dello JESC verranno rilasciati dalla RTCG in una data successiva.

Montenegro sarà il secondo Paese a debuttare alla dodicesima edizione dello Junior ESC che si terrà alla Malta Shipbuilding di Marsa, in Malta, dopo che l’Italia qualche settimane fa ha anche annunciato la loro partecipazione.

Con il Montenegro, salgono a 11 i Paesi iscritti allo Junior ESC 2014: Armenia, Bielorussia, Cipro (che ritorna dopo il suo ritiro nel 2009), Italia, Georgia, Malta, Paesi Bassi, Russia, Svezia e Ucraina. Di questi però, solo due hanno annunciato i rappresentanti: Malta (Federica Falzon, proveniente da “Ti lascio una canzone”) e Svezia (Julia Kedhammar, con la canzone “Du är inte ensam”).

La competizione si svolge in maniera analoga all’Eurovision Song Contest, ma con alcune differenze: i cantanti in competizione, che provengono da ogni angolo d’Europa (ma l’Ovest è scarsamente rappresentato), sono bambini dai 10 a 15 anni; le canzoni devono durare al massimo 2′ e 45″, essere inedite ed interpretate in una delle lingue ufficiali del proprio paese; la nazione vincitrice non ha l’obbligo di ospitare l’edizione successiva. Inoltre, all’inizio come ogni anno ogni paese riceve automaticamente 12 punti.

Dei paesi che formano il gruppo delle Big 5 dell’ESC, la Germania non vi ha mai preso parte,mentre l’Italia debutta, come già accennato, proprio quest’anno.