ESC 2014: Oggi Conchita Wurst si è esibita al Parlamento Europeo

Conchita-Wurst-Parlamento-europeo

Conchita Wurst, vincitrice in carica dell’Eurovision Song Contest 2014 si è esibita oggi al Parlamento Europeo.

conchita-at-european-parliament-october-8th

La cantante aveva infatti accettato di cantare al Parlamento Europeo dopo l’invito del gruppo Verde e di parlamentari dei verdi di Italia, Olanda, Finlandia e Austria. 

Capelli lunghi, abiti femminili e barba sul volto, Conchita Wurst – pseudonimo di Thomas Neuwirth – ha 25 anni, è austriaca e ha stregato il pubblico con la canzone “Rise like a Phoenix” nell’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest tenutasi a Copenhagen, diventando un’icona del movimento gay.

Conchita Wurst, Press Conference in the European Parlament

Wurst ha inoltre accettato di partecipare alla conferenza stampa organizzata per manifestare contro ogni forma di discriminazione al Parlamento Europeo, a cui è seguito il concerto contro la discriminazione nell’Esplanade Solidarnosc dove davanti ad un centiania di persone ha eseguito 5 canzoni.

«Il voto dei cittadini europei all’Eurovision Song Contest è stato un voto a favore della tolleranza: ciò deve trovare riscontro nell’UE e negli Stati membri, dove dovrebbe esistere un quadro giuridico e legale che permetta di vivere e amare senza paura», ha affermato la vicepresidente del Parlamento Ue, Ulrike Lunacek. 

«Un invito del genere è ovviamente un grande onore. Quando ci s’impegna per amore, rispetto e tolleranza si può solo essere parte di un movimento più grande, che deve essere portato avanti anche dai cittadini e dalla politica», ha commentato Wurst.

conchita-at-european-parliament-october-8th 1

Nel corso della conferenza stampa, in completo bianco, ha risposto alle domande dei giornalisti e ha affermato con forza il suo pensiero: “Non capisco dove sia il problema con le nozze gay – ha detto in risposta a un giornalista italiano che le chiedeva cosa ne pensasse della situazione dei matrimoni gay nell’Italia e di commentare la scelta del ministro Angelino Alfano di cancellare dai registri civili le unioni gay celebrate all’estero  –  Il futuro perfetto è quello in cui non si parlerà di cose non necessarie come la sessualità e il colore della pelle. E non so perché alcuni politici siano così spaventati da questo, non mi interessa. So che non è facile e nessuno ha mai detto lo sarebbe stato, ma è il loro compito lavorare per creare democrazia e pari diritti. Viviamo in un continente eterogeneo e abbiamo il diritto di essere felici eppure c’è ancora gente che vuole impedircelo.”

“Il compito dei politici è di lavorare per la democrazia e per i pari diritti. Non c’è bisogno di nessuno che pensa, c’è bisogno di decisioni. Certo la vita di un politico non è facile, ma queste persone hanno scelto il loro lavoro esattamente come io ho scelto il mio, per questo mi aspetto risultati… Farò di tutto per aiutare le persone che mi chiedono sostegno… Conchita Wurst ha un importante messaggio politico che non ha però nulla a che fare con i partiti: in discussione è il diritto di vivere in pace e libertà, e questo vale anche per la comunità gay e lesbica”, ha aggiunto la cantante.