ESC 2015: Almeno 40 paesi in gara all’Eurovision 2015

38 + 2 ?

L’EBU-UER ha annunciato oggi che il numero di partecipanti in gara all’Eurovision Song Contest 2015 potrebbe raggiungere i 40 paesi.

Nonostante la lista definitiva dell’emittenti pubbliche partecipanti verrà resa nota solo a Gennaio, il sito ufficiale dedicato alla manifestazione ha reso pubblico oggi che al momento l’emittenti provenienti da 38 paesi hanno confermato ufficialmente la loro partecipazione alla 60ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2015 che si terrà in Austria, il 19, 21 e 23 Maggio prossimo.

A questi dovrebbe aggiungersi l’emittente pubblica greca, NERIT, che dovrebbe diventare membro attivo dell’Unione europea di radiodiffusione (EBU-UER), pertanto è attualmente priva del requisito principale per poter partecipare alla manifestazione.

L’EBU-UER ha inoltre comunicato che per la prossima edizione, non verrà fatta alcuna eccezione alla Grecia. Il paese nella scorsa edizione ha avuto una proroga speciale per partecipare al concorso, pur non essendo membro attivo dell’EBU-UER.

Ora la NERIT dovrà sottomettere la sua richiesta d’adesione all’ente radiotelevisivo europeo entro la prossima Assamblea Generale dell’ente radiotelevisivo europeo del 5 e 6 Dicembre 2014 e prima del sorteggio per la divisione dei paesi nelle due Semi-finali (Semifinal Allocation Draw), che si terrà nel mese di Gennaio. Se non avrà risolto la delicata la partecipazione, la Grecia rimarrà fuori dall’Eurovision.

Ma questo non sembra essere il numero finale dei paesi partecipanti all’ESC 2015. C’è un’altra emittente pubblica, che al momento non è stata nominata, che deve ancora prendere una decisione definitiva circa la loro partecipazione. Ci sono indizi che questo paese potrebbe essere la Bulgaria, che inaspettatamente ha cambiato idea. Nonostante l’Ente pubblica BNT avesse precedentemente espresso il desiderio di ritornare a gareggiare dopo un anno di assenza, presentando l’iscrizione preliminare, ha deciso di ritirarsi a questa edizione per motivi economici e anche a causa della mancanza di sponsor per il secondo anno consecutivo. 

Anche se c’è una piccola possibilità che questo paese in più può ancora essere l’Ucraina, che potrebbe riconsiderare la decisione di revoca, dato che c’è il produttore musicale ucraino Timofey Nagorny che sarebbe disposto a occuparsi del costo e finanziamento della partecipazione del Paese alla gara. 

Di seguito  i 38 paesi che parteciperanno: Albania (RTSH), Armenia (AMPTV), Austria (ORF), Azerbaigian (Ictimai TV), Belgio (VRT), Bielorussia (BTRC), Bosnia e Erzegovina (BHRT), Cipro (CyBC), Danimarca (DR), Estonia (ERR), Finlandia (YLE), Francia (France 3), Georgia (GPB), Germania (NDR), Irlanda (RTE), Islanda (RUV), Israele (IBA), Italia (RAI), Lettonia (LTV), Lituania (LRT), Macedonia (MKRTV), Malta (PBS), Moldavia (TRM), Montenegro (RTCG), Norvegia (NRK), Paesi Bassi (AvroTros), Polonia (TVP), Portogallo (RTP ), Romania (TVR), Russia (RTR), San Marino (SRMTV), Serbia (RTS), Slovenia (RTVSLO), Spagna (TVE), Svezia (SVT), Svizzera (SRG SSR), Regno Unito (BBC) e Ungheria (MTV).