Area Sanremo 2014: Al via le Audizioni della prima fase eliminatoria delle selezioni

Area Sanremo

A partire da oggi la Commissione di Valutazione di Area Sanremo 2014, scelta dal Direttore Responsabile Paolo Giordano e composta dal Presidente Roby Facchinetti (voce dei Pooh), Dargen D’Amico e Giusy Ferreri (che ha preso il posto di Syria, che ha lasciato l’incarico a causa di altri impegni professionali), è al lavoro presso l’Ariston per l’inizio della prima fase eliminatoria di Area Sanremo 2014. 

Iniziano le audizioni per Area Sanremo 2014 e anche quest’anno sarà Apm Progetto Musica, etichetta discografica di Latina, a pubblicare la compilation ufficiale della manifestazione e ad accompagnare i due vincitori al Festival, dopo i brillanti risultati conseguiti nella scorsa edizione, dove la compilation Area Sanremo 2013 ha raccolto ottimi riscontri, sia in termini di critica che in risultati di vendita.

“Sono molto felice di entrare nella squadra di Area Sanremo. Il confronto con gli artisti emergenti è sempre creativo ed è un aspetto che in futuro mi piacerebbe approfondire ancor di più”, afferma Giusy Ferreri.

La Ferreri ha già partecipato due volte al Festival di Sanremo, nella categoria Campioni: nel 2011 con “Il mare immenso”, e quest’anno con i due brani “Ti porto a cena con me” e “L’amore possiede il bene”.

Roby Facchinetti (autore e volto storico della musica leggera italiana) e i due affermati talenti (Giusy Ferreri e Dargen D’Amico) saranno impegnati fino a lunedì 17 Novembre negli ascolti a porte chiuse dei brani inediti dei 392 partecipanti (un totale di 477 ragazzi divisi in: 350 singoli, 21 duo e 21 gruppi) che dovranno mettere in mostra le loro capacità canore.

Anche quest’anno, per le selezioni in vista del Festival di Sanremo 2015, c’è stato un vero e proprio boom di richieste di partecipazioni al concorso (candidati ammessi alle selezioni della fase eliminatoria edizione 2014): l’accademia sanremese, d’altronde, negli ultimi anni ha sfornato artisti di successo del calibro di Renzo Rubino e Arisa, rispettivamente terzo classificato e vincitrice dell’ultima edizione del Festival.

Solo 40 saranno ammessi alle selezioni finali dell’unico concorso che porta i giovani al Festival, in programma l’1, il 2 (Audizioni dei 40 finalisti) e il 3 Dicembre (Conferenza stampa con annuncio 8 vincitori), durante le quali ai membri della Commissione si aggiungerà Mogol. Al termine la Commissione di Area Sanremo proclamerà gli 8 Vincitori che successivamente sosterranno una audizione davanti alla Commissione RAI preposta a scegliere gli artisti che parteciperanno al Festival della Canzone Italiana 2015. Due saranno i giovani artisti che saliranno sul palco dell’Ariston nella categoria Nuove Proposte.

Fra i partecipanti tanti volti già visti sul piccolo schermo: Eleonora Crupi, Erika Mineo, Ylenia Morganti e Giacomo Paci da Amici; Davide Papasidero, Naelia, Chiara Ranieri, Enrico Nordio, Valerio De Rosa ed Antonio Marino da X Factor; Giulia Saguatti, Elisabetta Gagliardi e Federica Marinari da The Voice of Italy, Sara Pischedda, Dajana D’Ippolito e le Gemelle Fontana da Ti lascio una canzone, mentre dall’ultima edizione del Festival di Castrocaro Erick Panini, Lidia Fusaro e Marco Leo.

Radio Italia, radio ufficiale di Area Sanremo, fa il tifo e augura “in bocca al lupo” ai giovani artisti  impegnati nelle audizioni la prossima settimana.

Area Sanremo, affidata dal Comune di Sanremo a Sanremo Promotion, è il concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 36 anni che desiderano partecipare al Festival di Sanremo.

Sanremo punta sulla musica, e mentre studia un talent televisivo (in collaborazione con la Rai) e di realizzare un laboratorio-scuola permanente per giovani talenti (l’assessore alla Cultura Daniela Cassini ha siglato un accordo, in questo senso, l’assessore di Asti, e giornalista musicale, Massimo Cotto), il Consiglio comunale ha approvato la richiesta del Movimento 5 Stelle relativa alla promozione di zone Siae Free per i giovani. Accolta infatti la proposta del capogruppo Paola Arrigoni: «Il Comune dovrebbe individuare, inizialmente nel centro della città, delle zone Siae free dedicate ai giovani musicisti/cantanti che vorranno esibirsi. Ovviamente dovrà essere stipulata una convenzione tra comune e Siae. Ci dovrà essere una prenotazione dei musicisti/cantanti in Comune, con un minimo di regolamento ma il tutto dovrà essere molto semplice per azzerare al massimo la burocrazia nel pieno rispetto del piano acustico comunale e delle regole».