ESC 2014: Consegnato il premio in Spagna alla serata Finale dell’Eurovision Song Contest 2014

final
Il Gran Finale della  59ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2014 tenutasi a Copenaghen, Danimarca lo scorso 6, 8 e 10 Maggio ha ottenuto il riconoscimento internazionale come miglior programma televisivo internazionale dell’anno dalla stazione radio spagnola Ràdio Barcelona.

I Premios Ondas sono una serie di premi concessi da Ràdio Barcelona, una delle stazioni appartenenti alla spagnola Cadena SER, e organizzato dal Gruppo Prisa, il network radiofonico privato più grande ed importante di Spagna, associato all’EBU-UER benchè privato per via della sua particolare programmazione strutturata come un servizio pubblico. Questi riconoscimenti vengono conferiti dal 1954 in riconoscimento a i professionisti che operano nel campo della multimedialità, radiodiffusione, la televisione, l’industria del cinema e l’industria musicale e quest’anno festeggiano il loro 61° edizione (in pratica antica quanto l’Eurovision Song Contest) e con il supporto ufficiale dell’European Broadcasting Union (EBU-UER).  

Federico Llano (TVE deputy director of co-productions and festivals) with DR's Pernille Gaardbo (Executive Producer) and Jan Lagermand Lundme (Head of show)

In passato hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento artisti come R.E.M., U2, The Corrs, Eric Clapton, the Red Hot Chili Peppers, Gloria Estefan, Miguel Bosé, Luz Casal, Phil Collins, Joaquín Sabina, Mecano, Ketama, Coldplay, Ricky Martin, Mikael Bertelsen e Roger Moore. 

I membri della giuria di esperti del settore televisivo e dei media della sessantunesima edizione dei Premios Ondas hanno concesso il Premio Ondas Internacional de Televisión (Premio Ondas International TV Award) all’emittente pubblica danese DR in cooproduzione con l’EBU-UER, Germania per la trasmissione del Gran Finale della 59esima edizione dell’Eurovision Song Contest 2014 tenutasi a Copenhagen (Danimarca) tra le quasi 300 candidature da oltre 20 paesi in tutto il mondo. 

 

Come  riporta il sito ufficiale dei Premios Ondas 2014 per quanto riguarda la premiazione dell’ESC 2014: “L’Eurovision Song Contest è il principale evento di musica e spettacolo internazionale che si svolge in Europa dal 1956 e rimane ancora molto vivo grazie al suo formato moderno e innovativo. Questo ha permesso al Festival di reinventarsi, continuare nel tempo e attirare alle nuove generazioni di spettatori, mostrando i progressi tecnici nella produzione tecnica e artistica di spettacoli televisivi da parte di artisti provenienti da diversi paesi. L’emittente pubblica danese, DR ha prodotto quest’anno con professionalità e creatività eccezionale il Gran Finale dell’ESC 2014, che ha raggiunto un pubblico di 100 milioni di telespettatori (e più di 195 milioni come totale cumulativo nel 2014).” Questa edizione è stata una delle più viste in Spagna più di 5,1 milioni di spettatori e il 35.2% di share (6.343.000 telespettatori durante il voting finale – share del 41.7%), e oltre 170 milioni in Europa.

Federico Llano, Pernille Gaardbo and Jan Lagermand Lundme and Ignacio Gómez-Acebo

 

A ricevere il premo sono stati Pernille Gaardbo (Produttore Esecutivo della DR), Jan Lagermand Lundme (Capo dello spettacolo), Bettina Brinkmann (Capo di TV per conto l’EBU-UER),  Ignacio Gómez-Acebo (Direttore di Programmi, Pianificazione Strategica e Produzione per conto dell’emittente pubblica TVE e Federico Llano, Vice-Direttore di co-produzioni dei Festival.

Galleria fotografica de Premio Ondas all’ESC

I Premios Ondas sono molto apprezzati in Spagna, a causa della loro lunga storia e il prestigio che essi comportano. La rappresentante spagnola di questa edizione, Ruth Lorenzo, ha anche annunciato con orgoglio il riconoscimento internazionale che ha ricevuto l’Eurovision Song Contest nella sua pagina di Facebook: “Per coloro che fanno beffe di uno dei più grandi spettacoli televisivi in tutto il mondo. È stato un piacere essere parte di tale evento. Grazie Eurovision Song Contest e TVE”, ha postato la cantante. 

Un grande riconoscimento dunque per l’Eurovision Song Contest, che può essere interpretato anche come un riconoscimiento alla storia della manifestazione, alla sua resistenza e alla sua personalità. Un format che prende come modello il Festival di Sanremo, ma che anno dopo anno si è guadagnato un nome per se stesso e che tutti riconoscono, anche quelli che lo insultano. Eurovision (non è solo il nome dell’organismo internazionale di coordinamento tra i paesi europei,  fondato nel 1954, come parte integrante dell’Unione Europea di Radiodiffusione, in cui la sua funzione consiste nel regolare tutti gli scambi di emissioni radiofoniche e televisive del continente) è oggi sinonimo di Eurovision Song Contest. In effetti, quando si cerca Eurovision su internet si trovano le pagine e notizie sull’Eurovision Song Contest. 

Dopo 60 anni di cerimonie, innumerevoli artisti, melodie e canzoni nella loro storia, l’Eurovision Song Contest sta attraversando uno dei suoi momenti più dolci. 

Un programma nato nel 1956 organizzato dall’EBU-UER che è stato trasmesso ogni anno dalla sua inaugurazione nel 1956 che è uno dei programmi televisivi più longevi del mondo. È anche uno dei più seguiti eventi non sportivi in tutto il mondo, trasmesso al di fuori dell’Europa in luoghi come Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Egitto, India, Giappone, Giordania, Messico, Nuova Zelanda, Filippine, Corea del Sud, Taiwan, Thailandia, Stati Uniti, Uruguay e Venezuela, nonostante il fatto che non partecipino alla gara. Dal 2000, il concorso è stato anche trasmesso via Internet con più di 74.000 persone in quasi 140 paesi che hanno guardato l’edizione del 2006 on line. I dati di ascolto degli ultimi anni a livello internazionale sono stati stimati come qualcosa tra 100 milioni e 600 milioni,cresendo enormemente di livello. 

L’Eurovision Song Contest 2014 è stata la 59ª edizione della manifestazione. La serata finale si è tenuta sabato 10 Maggio 2014 a Copenaghen, Danimarca. La competizione, che ha visto per la prima volta alla serata finale Montenegro e San Marino, è stata vinta dall’Austria con la canzone “Rise Like a Phoenix”, interpretata da Conchita Wurst, che ha ottenuto il primo posto con 290 punti; l’unico finalista di diritto ad aver ottenuto una posizione fra i primi dieci alla serata finale è stata la Spagna, che è stata rappresentata dalla canzone “Dancing in the Rain”, eseguita da Ruth Lorenzo.