Austria: È morto il cantante austro-svizzero Udo Jürgens

Udo Jürgens

Il cantante e compositore austro-svizzero Udo Jürgens,  popolare voce della musica leggera in tutta l’area tedescofona, è deceduto oggi pomeriggio nel canton Turgovia durante una passeggiata nella città di Gottlieben, sul lago di Costanza (Untersee), a causa di un colpo apoplettico.

Udo Jürgens aveva 80 anni, risiedeva a Meilen, nel canton Zurigo, ed aveva ottenuto la cittadinanza svizzera nel 2007.

Il cantante ha avuto un collasso cardiaco durante una passeggiata oggi pomeriggio a Gottlieben, sul lago di Costanza (Untersee), quando, all’improvviso, ha perso i sensi. Trasferito all’ospedale di Münsterlingen (TG), si è spento nonostante i tentativi di rianimarlo, ha indicato il management svizzero dell’artista.

Famosissimo in patria ed in Germania, rappresentò tre volte il suo Paese all’Eurovision Song Contest; nel 1964 con “Warum nur warum?” (Only why, why?) (6° posto), nel 1965 con “Sag ihr, ich lass sie grüßen” (Tell her I send my regards) (4° posto) e vincendolo con 31 punti nel 1966 con il brano “Merci, Chérie” (Thank you, darling), prima vittoria austriaca. Inoltre, è stato uno dei pochi artisti a rappresentare per tre volte di seguito il proprio Paese all’Eurovision Song Contest.

In Italia partecipò al Festival di Sanremo due volte, nel 1965 con “Abbracciami forte” in coppia con Ornella Vanoni e nel 1968 con “Per vivere” in coppia con Iva Zanicchi. 

Sempre nel 1968 incise in italiano “Adagio” di Alberto Testa- W.Brandin. Risale invece al 1990 un altro suo duetto, quello con Belen Thomas in “Sempre Roma”.

Prese parte anche ad alcuni film, come ‘Questo pazzo, pazzo mondo della canzone’, in cui canta “Peccato che sia finita”.

Figlio di genitori tedeschi, Udo Jürgens, nato Udo Jürgen Bockelmann, nasce a Klagenfurt, il 30 Settembre del 1934. La vena musicale era in lui innata. Aveva imparato a suonare il pianoforte da solo, seguendo soltanto successivamente corsi regolari. Era così diventato pianista, compositore e in seguito anche cantante, tra il melodico-sentimentale e il pop. 

Il primo passo, nel 1950, era stata la vincita di un concorso per composizioni della radio austriaca. È stato protagonista di una carriera folgorante, spaziando in vari generi, dallo schlager  genere popolare molto diffuso nell’Europa centrale alla musica pop e partecipando anche al festival di Sanremo. Ha pubblicato 50 album, componendo oltre 1000 canzoni e vendendo 105 milioni di dischi. Trasferitosi in Svizzera, nel 2007 aveva anche ricevuto la cittadinanza elvetica. Incise dischi in tedesco e italiano.

Lo scorso Febbraio, in una intervista alla Bild-Zeitung, si era detto scioccato e profondamente deluso dalla decisione del popolo svizzero di accettare l’iniziativa contro l’immigrazione di massa. A tal proposito disse di essersi “vergognato per la Svizzera e di non sentirsi più il benvenuto”.

Udo Jürgens, popolarissimo nei paesi di lingua tedesca, è stato insignito della Croce al Merito di I Classe dell’Ordine al Merito di Germania e della Gran Decorazione d’Onore in Oro dell’Ordine al Merito della Repubblica Austriaca.

Nel video allegato “Ich war noch niemals in New York”, canzone ancora oggi molto popolare e di grande successo che gli Sportfreunde Stiller, gruppo indie-rock hanno interpretato insieme allo stesso Jürgens nel 2009. Tra i motivi più famosi del cantante austro-svizzero vi è anche “Bitte mit Sahne“.