ESC 2018 – Francia: France 2 rilascia nuovi dettagli su Destination Eurovision 2018

conference-presse-11122017-9.jpg

L’emittente pubblica francese France 2 nel corso di una conferenza stampa questa mattina ha rivelato alcuni dettagli su Destination Eurovision 2018, il loro format di selezione nazionale per decidere il rappresentante francese per la 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la prima volta in assoluto in Portogallo, presso la MEO Arena della città di Lisbona l’8, il 10 e il 12 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Salvador Sobral con “Amar pelos dois” (Loving for both of us).

La selezione nazionale francesa per selezionare il loro candidato a Lisbona, Destination Eurovision 2018, sará composta da due Semifinali ed una Grand Final. La scelta dei Finalisti sarà decisa da France 2, dai produttori dello spettacolo (Caroline Got, Directrice Generale di France 2; Matthieu Grelier, Direttore Di Programma di ITV Studios France; Marie Genest, Direttrice du Pôle Divertissements di France 2; Tiphaine De Raguenel, Directrice Generale di France 4; Sened Dhab, di Pôle Numérique di France Télévisions. France 2 et ITV Studios France) e della delegazione francese per l’Eurovision Song Contest guidata dal capo delegazione Edoardo Grassi.

Inoltre, è stato confermato che il cantante canadese di origine francese Garou, pseudonimo di Pierre Garand, condurrà la selezione nazionale che si terrà nel mese di gennaio del prossimo anno.

Garou, nativo del Québec, ha conquistato la fama in Francia, con la sua voce roca e graffiante, per l’interpretazione del personaggio di ‘Quasimodo’ nella versione originale francese dello spettacolo Notre-Dame de Paris di Riccardo Cocciante e Luc Plamondon, per poi intraprendere la carriera di solista. Si cimenta dal vivo in molti duetti, in particolare con la sua connazionale Céline Dion con cui interpreta live “I’m your angel, Tomber..” fino ad incidere in studio il brano “Sous le vent”, che la Dion inserisce nel suo greatest hits ‘On ne change pas’. Inoltre, ha raggiunto 4 numero uno nella classifica di vendita francese. Dal 2012 al 2014 e nel 2016 en France, è stato “coach” di 3 edizioni del Talent Show The Voice: La Plus Belle Voix (The Voice: the Most Beautiful Voice) accanto a Louis Bertignac (stagioni 1 e 2), a Jenifer (stagioni 1 e 2), a Florent Pagny (stagioni 1 e 6), a Mika (stagioni 3 e 6) e a Zazie (stagioni 4 e 6). Lui sarà anche coach nel 2018 per La Voix du Québec. Da alcuni anni, Garou è coinvolto nelle vicende di France2, negli ultimi due anni ha condotto la festa della musica (La Fête de la Musique) su questo canale.

France Télévision ha riferito di aver ricevuto oltre 1.500 proposte, un totale di 18 brani/interpreti fra tutte le candidature pervenute prenderanno parte alla selezione nazionale divisi tra due Semifinali di 9 canzoni e 4 brani/interpreti da ogni Semifinale accederanno alla Finale. Gli spettacoli delle due Semifinali saranno pre-regestrati l’8 e il 9 gennaio presso gli Studios de France – Bât 217 50 Avenue du Président Wilson 93210 La Plaine – Saint-Denis e i risultati saranno decisi da una giuria di esperti (100%), composta da 6 membri: tre artisti del panorama musicale francese con una grande carriera discografica alle spalle, nonché nomi di grande rilievo nel paese composta dal rappresentante della Francia all’Eurovision Song Contest di Stoccolma, nel 2016 Amir, l’artista canadese Isabelle Boulay e l’ex X-Factor Christophe Willem insieme a tre membri di una giuria internazionale composta da Christer Björkman (produttore esecutivo del Melodifestivalen svedese e Capo Delegazione della Svezia), Nicola Caligiore (Capo Delegazione dell’Italia) ed Olga Salamakha (Capo Delegazione della Bielorussia); mentre la Finale sarà trasmessa in diretta ed una combinazione di voto tra una giuria di 10 esperti internazionali composta dai capi delegazione della Svezia: Christer Björkman, Italia: Nicola Caligiore, Bielorussia: Olga Salamakha, Bulgaria: Ivan Kazarev, Armenia: Iveta Mukuchyan, Svizzera: Reto Peritz, Russia: Sergey Pavlov, Israele: Tali Eshkoli, Finlandia: Peri Novastro e Islanda: Felix Bergsson e il televoto del pubblico da casa, rispettivamente per il 50% deciderà il vincitore della selezione nazionale e rappresentante francese all’Eurovision Song Contest 2018. 

Gli artisti, compositori, cantautori e parolieri che vogliono rappresentare la Francia alla 63ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017 possono presentare la domanda di partecipazione all’emitente francese compilando questo modulo disponibile sul sito (Inscrivez-vous et tentez votre chance: france.tv/casting-eurovision; Le règlement du concours: france.tv/règlement). La partecipazione di artisti stranieri non è stata esclusa. Di seguito una Commissione Artistica di France Télévisions valuterà tutte le candidature pervenute tra il 21 giugno 2017 al 30 novembre 2017.

Inoltre France 2 ha anche contattato le diverse Case discografiche e cantanti famosi per partecipare alla Selezione Nazionale.

Tra le canzoni selezionate, numerose composte da artisti famosi in tutto il mondo, tra cui Maître GIMS, reso noto in Italia con il successo radiofonico Est-ce que tu m’aimes?, Zazie, VITAA, Dany SynthéGrand Corps Malade, ecc… Gli artisti in gara saranno resi noti sotto forma di brevi clip pochi giorni prima di ciascuna delle due Semifinali, previste per Gennaio. 

Una vera e propria selezione francese manca dal 2014, anno in cui furono selezionati i Twin Twin, ma in quella edizione fu France 3 a selezionare il concorso ‘Les chansons d’abord’ (e poi ad irradiare l’evento). Vi presero parte appena tre artisti e i Twin Twin chiusero poi immeritatamente ultimi, col peggior risultato francese di sempre (appena 2 punti).

L’ultima vera selezione fu quella del 2007, quando France Telévisions mise in piedi un concorso che coinvolgeva France 2, France, 3, France 4, France 5, RFO (l’emittente dei territori d’oltremare) ciascuna con propri rappresentanti: nonostante la presenza di Les Wampas, uno dei gruppi storici del punk rock francese si imposero Les Fatals Picard (France 3) con “L’amour à la francaise”, poi ventiduesima ad Atene.

In passato la selezione ha spesso poi portato ottimi risultati in concorso, al contrario delle selezioni interne, dove invece (con eccezione delle due ultime due ottime performance) i risultati sono stati parecchio alterni, con qualche ottimo riscontro ma anche diversi picchi in basso.

Inoltre, saranno ancora una volta Marianne James e Stéphane Bern, i commentatori della Finale per la Francia all’Eurovision Song Contest 2018, per il quarto anno consecutivo: Stéphane Bern (51) è un giornalista franco lussemburghese, conduttore radiofonico, presentatore televisivo, scrittore ed esperto di famiglie reali, mentre Marianne James (53) è una cantante, composatrice, chitarrista ed attrice francese. Le Semifinali saranno trasmesse su France 4 e la Finale su France 2

Nel frattempo, si sono susseguite dell’indiscrezioni sui nomi dei cantanti che potrebbero prendere parte alla selezione nazionale francese per Lisbona 2018, tra i nomi troviamo  Jérémy Montana con il brano “FL’Oiseau Mon Ami“, Nony e il Groupe Volcavision con il brano “Gaïa”. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Concours EurovisionFrance 2Eurovision FranceITV Studios FranceOGAE France Eurofans,  #EurovisionLEsssentiel

Oltre agli spettacoli dal vivo, France 4 produrrà un documentario su Destination Eurovision che andrà in onda prima delle Semifinali dell’Eurovision Song Contest l’8 e il 10 maggio 2018. Uno spettacolo online, Eurovision L’essentiel, guiderà i fan e a tutti gli utenti attraverso tutto ciò che riguarda l’Eurovision Song Contest. Sarà ospitato da Youtuber Fannyfique.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Francia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Kyiv dalla cantante Alexandra Maquet, conosciuta professionalmente come Alma e il suo brano “Requiem” (scelti internamente da France 2), pubblicato il 13 gennaio 2017 su etichetta discografica Warner Music France e che anticipa l’album di debutto ‘Ma peau aim’ di Alma, uscito il 5 maggio 2017. Il brano, scritto e prodotto da Nazim Khaled interamente in lingua francese. Si è esibita nella Finale del 13 Maggio 2017 dove si classifica al 12° posto con 135 punti .

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (59 partecipazioni), tranne due volte: nel 1974 (si ritirò a causa del lutto nazionale proclamato per la morte del Presidente Georges Pompidou nella settimana del concorso. Se la francia avesse partecipato, sarebbe stata rappresentata da Dani con la canzone “La vie à vingt-cinq ans”) e nel 1982 (TF1 ha rifiutato di partecipare). Ha ospitato il concorso tre volte: Cannes (nel 1959 e nel 1961) e Parigi (nel 1978).

La Francia è uno dei Paesi di maggior successo nel concorso, ha vinto il concorso cinque volte (nel 1958 con il brano “Dors, mon amour” (Sleep, My Love) di André Claveau; nel 1960 con la canzone “Tom Pillibi” di Jacqueline Boyer, nel 1962 col brano “Un Premier Amour” (A First Love) di Isabelle Aubret; nel 1962 con la canzone “Un jour, un enfant” (A Day, a Child) di  Frida Boccara e nel 1977 con il brano “L’oiseau et l’enfant” (The Bird and the Child) di Marie Myriam), arrivando alla secondo posto quattro volte e terzo sette volte.

Il Paese fa parte dei Big Five (assieme a Spagna, Germania, Regno Unito ed Italia) e, nonostante i pessimi risultati degli ultimi anni, accede di diritto alla serata Finale. Dal 1998, quando il televoto è stato introdotto la Francia si è classificata negli ultimi 10 posti in Finale: 18° nel 2003 e nel 2008, 19° nel 1999, 22° nel 2006, 2007 e nel 2012, 23° nel 2000, 2005 e nel 2013, 24° nel 1998 e 26° nel 2014. Inoltre non è riuscita a raggiungere la Top ten in undici delle ultime quattordici edizioni, raggiunta solo 3 volte: con “Je n’ai que mon âme” (All I Have is My Soul) di Natasha St-Pier al 4° posto nel 2001, con “Il faut du temps (je me battrai pour ça)” (It takes time (I will fight for that)) di Sandrine François al 5° posto nel 2002 e con “Et s’il fallait le faire” (And if it had to be done) di Patricia Kaas 8° posto nel 2009.

Nel 1999, France 3 dovette trasmettere il festival perché France 2 mandava in onda una partita di rugby; da allora il canale pubblico regionale francese ha sempre trasmesso l’evento con risultati alterni (es. un misero 10% nel 2007). Nel 2009, la Francia torna a piazzarsi tra i primi 10 grazie a una delle sue cantanti più famose e apprezzate, Patricia Kaas, e l’anno dopo finisce 12º. Dal 2005 al 2010, la semifinale di competenza è stata trasmessa da France 4, in seguito è stata portata su France Ô. Dal 2014, dopo 15 anni di trasmissione è cambiato il canale di trasmissione su  France 2.