ESC 2018: Le Pre-parties che ci avvicinano a Lisbona 2018 – Aggiornato

battle16.jpg

Manca circa un mese all’inizio della settimana musicale più attesa dell’anno, ma l’entusiasmo e la passione per quella esperienza e quell’euforia diventano una vera febbre, tanto vale iniziare a sentirne un pò il sapore partecipando alle feste (pre-parties) che vengono organizzate in molti paesi proprio all’insegna dell’Eurovision Song Contest.

Molto spesso a questi eventi vengono invitati i reali protagonisti che si abbandonano ad esibizioni live molto calde e sentite, in un ambiente spesso più ristretto e familiare rispetto a quello che è il mega teatro eurovisivo; resta quindi spesso una bella festa, una meravigliosa notte da trascorrere con gli amici, giornalisti e fan eurovisivi, sorseggiando una buona birra con la musica, a tu per tu con i cantanti favoriti.

Questa serie di manifestazioni che si tengono in alcune capitali europee (Eurovision Pre-Party RigaLondon Eurovision PartyIsrael CallingEurovision in Concert Amsterdam, Eurovision Spain Pre-PartyMoscow Eurovision Party) e che, come già ricordato, preludono al concorso, è un tour di eventi di avvicinamento agli Eurofan organizzati dall’Eurovision Song Contest denominati Pre-Parties che portano ad alcuni artisti ad esibirsi nelle sale concerti di alcune capitali europee.

Di queste feste ce ne sono tantissime in giro per l’Europa e vogliamo oggi citare quantomeno quelle più importanti, in ordine cronologico, senza escludere l’Eurovision PreParty di Riga 2018 che si è tenuto lo scorso 24 marzo. (Hahstag ufficiale: #PrePartyRiga)

Questo slideshow richiede JavaScript.

La quinta edizione dell’evento si è tenuta il 24 marzo 2018 a Riga presso il Crystal Club Concert Hall, condotto da Roberto Meloni (rappresentante della Lettonia all’Eurovision Song Contest 2007 e 2008). 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Laura Rizzotto (Lettonia) – “Funny Girl”, “Red Flags”, “Teardrops”, “Shape of you”, “The High”  
  2. Ieva Zasimauskaitė (Lituania) – “When we’re old
  3. DoReDoS (Moldavia) – “My lucky day”, “Bella ciao”, “Constantine
  4. Mikolas Josef (Repubblica Ceca) – “Lie to me”, “Free

Hanno partecipato inoltre Amber (Rappresentante di Malta all’Eurovision Song Contest 2015) – “Warrior”, “Power”, “Havana”, “Satellite”, “My Number One” e Markus Riva (Supernova 2018) – “Lights On”, “This Time”, “Take me down”.

Si riprende quindi oggi, giovedì 5 aprile 2018, con il The London Eurovision Party. (Hahstag ufficiale: #LEP2018)

Giunta all’undicesima edizione consecutiva, quella londinese è una bellissima festa che si terrà nel consueto meraviglioso Cafè de Paris, in Leicester Square. Vi sono ben 24 ospiti tra protagonisti di quest’anno e degli anni passati che assicureranno certamente una serata indimenticabile, di quelle a cui il #LEP ci ha abituati ormai da anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’undicesima edizione dell’evento si è tenuta il 5 aprile 2018 a Londra presso il Café de Paris, situato nel cuore di Leicester Square, condotto da Nicki French (Rappresentante del Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2000) – “Steal The Crown” e Paddy O’Connell;

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Eugent Bushpepa (Albania)
  2. Jessica Mauboy (Australia) – “We Got Love”, “Sea Of Flags
  3. Cesár Sampson (Austria) – “Nobody But You
  4. EQUINOX (Bulgaria) – “Bones”, “Who You Are”, “Imagine
  5. Mikolas Josef (Repubblica Ceca) – “Lie to me”, “Free
  6. Rasmussen (Danimarca) – “Higher Ground
  7. Madame Monsieur (Francia) – “Mercy”, “Mercy (English version)
  8. Michael Schulte (Germania) – “You Let Me Walk Alone”, “Rusted Blood”, “Holding Back The Fire
  9. Ari Ólafsson (Islanda) – “Our Choice
  10. Ryan O’Shaughnessy (Irlanda) – “Together
  11. Ieva Zasimauskaitė (Lituania) – “When We’re Old
  12. Vanja Radovanović (Montenegro) – “Inje
  13. GROMEE feat. Lukas Meijer (Polonia) – “Light Me Up”, “Without You
  14. Jessika feat. Jenifer Brening (San Marino) – “Who We Are”, “Hypnotica”, “Until The Morning Light
  15. Alfred Garcia & Amaia Romero (Spagna) – “Tu canción”, “The Ship Is Going Down”, “Bailar un vals
  16. Benjamin Ingrosso (Svezia) – “Dance You Off”, “Good Lovin’
  17. ZiBBZ (Svizzera) – “Stones
  18. SuRie (Regno Unito) – “Storm”, “Rhythm Inside
  19. Saara Aalto (Finlandia) – “Monsters”, “Queens”, “Your Disco Needs You

Hanno partecipato inoltre Corinne Hermès (Vincitrice dell’Eurovision Song Contest 1983) – “Si la vie est cadeau”, “I Will Always Love You”, Stella Mwangi (Rappresentante della Norvegia all’Eurovision Song Contest 2011) & Alexandra Rotan (Melodi Grand Prix 2018) – “Haba Haba”, “Fall In Love”, “You Got Me”, Margaret Berger (Rappresentante della Norvegia all’Eurovision Song Contest 2013) – “I Feed You My Love”, “Samantha”, SUZY (Rappresentante del Portogallo all’Eurovision Song Contest 2014) – “Quero Ser Tua”, “Sound of Silence”, “My Number One”, Lucie Jones (Rappresentante del Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2017) – “Never Give Up On You”, “Euphoria”, “Shady Lady” e Felix Sandman (Melodifestivalen 2018) – “Every Single Day”.

Il terzo grande evento che vogliamo ricordare si terrà questo sabato 7 aprile ed appartiene ad un altro grande pubblico eurovisivo che è quello russo: parliamo quindi del Moscow Eurovision Party (Пре-Пати Евровидения). (Hahstag ufficiale: #europartymsc)

Nella modernissima cornice del Vegas Kunzevo (VEGAS Кунцево), ultimo complesso facente parte del mega parco commerciale “Vegas” sito in Mosca, si terrà il consueto party russo che proprio l’anno scorso, in virtù delle note vicende legate all’organizzazione ucraina e alla mancata partecipazione di Yulia Samoylova, fu annullato. Quest’anno quindi si riparte con molti ospiti e artisti, a dire il vero per lo più legati al mondo musicale russo e comunque stelle e protagonisti indiscussi della musica eurovisiva attuale e degli anni passati. La serata, promossa anche dal canale Zhara TV, sarà disponibile in diretta attraverso la pagina dedicata sul social network VK.

Euro_2018-afisha-2_900x900.jpg

L’evento si è tenuto il 7 aprile 2018 a Mosca presso la Vegas City Hall, con red carpet e classifica di gradimento della serata, condotto da Кoнстaнтин Тaрасюк e Дaрья Сaхaрмeнтoва.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Sevak Hanagyan (Armenia) – “Qami
  2. AISEL (Azerbaigian) – “X My Heart
  3. DoReDoS (Moldavia) – “My Lucky Day
  4. Yulia Samoylova / Юлия Самойлова (Russia) – “I Won’t Break
  5. Christabelle (Malta) – “Taboo

Hanno partecipato inoltre Philip Kirkorov / Филипп Киркоров (Rappresentante della Russia all’Eurovision Song Contest 1995), Dmitry Koldun / Дмитрий Колдун (Rappresentante della Bielorussia all’Eurovision Song Contest 2007) – “Work Your Magic“, Dina Garipova / Дина Гарипова (Rappresentante della Russia all’Eurovision Song Contest 2013), Tolmachevy Sisters / Сестры Толмачевы – “Shine” (Rappresentanti della Russia all’Eurovision Song Contest 2014 e vincitrici dello Junior Eurovision Song Contest 2006), Ivan – “Help You Fly” (Rappresentante della Bielorussia all’Eurovision Song Contest 2016), Artsvik / Արծվիկ  – “Fly with me” (Rappresentante della Armenia all’Eurovision Song Contest 2017), Kristian Kostov / Кристиан Костов (Rappresentante della Bulgaria all’Eurovision Song Contest 2017) – “Beautiful Mess“, Polina Bogusevich / Полина Богусевич (Vincitrice dello Junior Eurovision Song Contest 2017), Samra  (Rappresentante dell’ Azerbaigian all’Eurovision Song Contest 2016), Tomas N’evergreen (Rappresentante della Danimarca all’Eurovision Song Contest 2010) e Guru Groove Foundation.

https://vk.com/wall-128234813_17838

Il quarto importante evento che merita di essere recensito è l’Israel Calling 2018, che si terrà a Tel Aviv dal giorno 8 al giorno 11.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giunto alla sua terza edizione, questo appuntamento identifica la grandissima passione che gli israeliani hanno per l’Eurovision Song Contest e la loro immensa affabilità, tanto da raccogliersi in un vero evento che, sostenuto dal Ministrero degli Esteri e da quello del Turismo, mira a promuovere il territorio di Israele attraverso la meravigliosa cornice della musica eurovisiva. Sono oltre 25 gli artisti confermati che avranno ben quattro giorni per conoscere questa meravigliosa terra: la conferenza stampa si terrà in una foresta nella quale gli artisti saranno invitati a piantare un albero. Quindi la conoscenza di Gerusalemme sino al concerto vero e proprio che si terrà il 10 aprile nella Rabin Square in Tel Aviv, con ingresso assolutamente libero. Considerando che al momento in cui si scrive l’artista favorita per la vittoria di quest’anno è proprio Netta, la cantante israeliana, possiamo concludere che non dispiacerebbe un’organizzazione in Israele dell’Eurovision, la cui vittoria manca ormai da diversi anni.

La terza edizione dell’evento più lungo che anticipa l’ESC si è tenuta dall’8 all’11 aprile 2018 nei pressi di Rabin Square, nel centro di Tel Aviv, condotto da Galit Gutman.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Sevak Hanagyan (Armenia) – Qami
  2. Cesár Sampson (Austria) – Nobody But You
  3. Jessica Mauboy (Australia) – We Got Love 
  4. AISEL (Azerbaigian) – X My Heart
  5. SENNEK (Belgio) – A Matter Of Time
  6. ALEKSEEV (Bielorussia) – Forever
  7. Rasmussen (Danimarca) – Higher Ground
  8. Madame Monsieur (Francia) – Mercy
  9. Ethno-Jazz band IRIAO (Georgia) – For You
  10. Ryan O’Shaughnessy (Irlanda) – Together
  11. Ari Ólafsson (Islanda) – Our Choice
  12. Netta (Israele) – Toy
  13. Laura Rizzotto (Lettonia) – Funny Girl
  14. Ieva Zasimauskaitė (Lituania) – When We’re Old
  15. Eye Cue (ERI di Macedonia) – Lost And Found
  16. DoReDoS (Moldavia) –  My Lucky Day
  17. Vanja Radovanović (Montenegro) – Inje
  18. SuRie (Regno Unito) – Storm
  19. Mikolas Josef (Repubblica Ceca) – Lie To Me
  20. The Humans (Romania) – Goodbye 
  21. Jessika ft.Jenifer Brening (San Marino) – Who we are
  22. Sanja Ilić & Balkanika (Serbia) – Nova Deca
  23. Lea Sirk (Slovenia) – Hvala, Ne!
  24. Amaia y Alfred (Spagna) – Tu canción
  25. ZiBBZ (Svizzera) – Stones

Hanno partecipato inoltre Dana International – דנה אינטרנשיונל (vincitrice dell’Eurovision Song Contest del 1998 e rappresentante dell’Israele all’Eurovision Song Contest nel 2011) – Diva / Layla Tov Eropa, Holy Wigs פאות קדושות , IMRI  / Imri Ziv, אימרי זיו (rappresentante dell’Israele all’Eurovision Song Contest 2017), Hovi Star / חובי סטאר (rappresentante dell’Israele all’Eurovision Song Contest 2016) ed  Izhar Cohen (vincitore dell’Eurovision Song Contest 1978 assieme al gruppo Alphabeta e rappresentante dell’Israele all’Eurovision Song Contest 1985). Greece, Bulgaria and Norway send greetings

Si è tenuto invece sabato 14 aprile l’Eurovision in Concert, ad Amsterdam (Hashtag ufficiale: #EiC2018)

Questo slideshow richiede JavaScript.

In qualità sicuramente di evento eurovisivo più grande tra tutti gli eventi a latere, l’Eurovision in Concert ha assunto oggi davvero un ruolo di pre-Eurovision a tutti gli effetti, per importanza, partecipazioni di artisti, numero di fans e biglietti venduti, probabilmente davvero l’evento “must” per un appassionato. Quest’anno si festeggia il decennale per cui gli organizzatori hanno pensato ad una versione denominata “XL”: confermati 31 artisti, praticamente quasi tutti quelli partecipanti all’Eurovision, per quella che davvero appare una sua prova generale. Il grande evento di quest’anno si terrà, vista l’importante occasione (e il costante aumento del numero di biglietti venduti anno dopo anno), rispetto alla solita e nota location del Melkweg, presso l’enorme complesso AFAS Live (ex Heineken Music Hall) e verrà distinto in due momenti, quello del concerto vero e proprio che si terrà nella sala principale e quello successivo, denominato “after party”, che si terrà nella seconda sala più piccola (si fa per dire, con una capienza di “soli” 700 posti…effettivamente da paragonare ai 5.500 della sala più grande).

La decima edizione dell’evento che anticipa l’ESC si è tenuta il 14 aprile 2018 all’AFAS LIVE di Amsterdam, condotta da Cornald Maas ed Edsilia Rombley (rappresentante dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 1998 e 2007) – Hemel En AardeNooit Meer Zonder Jou.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Eugent Bushpepa (Albania) – Mall
  2. Sevak Hanagyan (Armenia) – Qami
  3. Jessica Mauboy (Australia) – We Got Love
  4. Cesár Sampson (Austria) – Nobody But You
  5. ALEKSEEV (Bielorussia) – Forever
  6. SENNEK (Belgio) – A Mattter of Time
  7. EQUINOX (Bulgaria) feat. Kristian Kostov – Bones
  8. Mikolas Josef (Repubblica Ceca) – Lie To Me
  9. Rasmussen (Danimarca) – Higher Ground
  10. Eye Cue (ERI di Macedonia) – Lost And Found
  11. Saara Aalto (Finlandia) – Monsters
  12. Madame Monsieur (Francia) feat. SuRie – Mercy
  13. Michael Schulte (Germania) – You Let Me Walk Alone
  14. AWS (Ungheria) – Viszlát nyár
  15. Ari Ólafsson (Islanda) – Our Choice
  16. Ryan O’Shaughnessy (Irlanda) – Together
  17. Netta (Israele) – Toy
  18. Laura Rizzotto (Lettonia) – Funny Girl
  19. Ieva Zasimauskaitė (Lituania) – When We’re Old
  20. Christabelle (Malta) – Taboo
  21. DoReDoS (Moldavia) – My Lucky Day
  22. Vanja Radovanović (Montenegro) – Inje
  23. GROMEE ft. Lukas Meijer (Polonia) – Light Me Up
  24. Jessika ft.Jenifer Brening (San Marino) – Who We Are
  25. Sanja Ilić & Balkanika (Serbia) – Nova Deca
  26. Lea Sirk (Slovenia) – Hvala, Ne!
  27. Amaia y Alfred (Spagna) – Tu canción
  28. Benjamin Ingrosso (Svezia) – Dance You Off
  29. ZiBBZ (Svizzera) – Stones
  30. Waylon (Paesi Bassi) – Outlaw In ‘Em / All artists on stage
  31. MÉLOVIN (Ucraina) – Under The Ladder
  32. SuRie (Regno Unito) – Storm

Hanno partecipato inoltre Sandra Kim (Vincitrice dell’Eurovision Song Contest 1986)  Eurovision Medley, J’aime la vie e Kristian Kostov (Rappresentante della Bulgaria all’Eurovision Song Contest 2017) e Maxine & Franklin Brown (rappresentanti dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 1996)  Eurovision Medley. Nell’Eurovision In Concert Afterparty tenuto subito dopo dell’evento  al Beat Box (primo piano) di AFAS Live con l’ufficiale dell’EIC DJ, DJ JUAN, Getty Kaspers (Rappresentante di Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 1975 insieme agli Teach In) e Joan Franka (Rappresentante di Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2012).

Il weekend del 20 e 21 aprile è stato invece la volta della Spagna (Hashtag ufficiale #ESPreParty2018).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli spagnoli probabilmente sono il gruppo eurovisivo più acceso presente all’interno della manifestazione e sicuramente quello più numeroso a livello di fan. Sembra quindi strano che la festa pre Eurovision organizzata in Spagna sia solo al suo secondo anno organizzativo, ma l’essere tra le feste più giovani non significa non essere entusiasmante o ricca di emozioni. Due sono infatti i concerti che sono stati impegnati l’ultimo weekend utile per poter pregustare tanta musica eurovisiva. Venerdì 20 nel Joy Eslava (locale di Madrid) ci sono stati quasi una dozzina di cantanti spagnoli che hanno partecipato alle preselezioni interne per il festival mentre sabato 21 aprile, nella sala La Riviera, ci sarà il big concert con 15 artisti confermati del prossimo Esc 2018 oltre a numerosi altri ospiti speciali.

Gli eventi hanno avuto come tema centrale i festeggiamenti dei 50 anni dalla prima e unica vittoria della Spagna all’Eurovision Song Contest (fu la cantante Massiel con il brano “La la la”). L’emittente RTVE ha trasmesso in diretta l’ESPreParty a partire dalle 22:00 CEST da la Sala La Riviera di Madrid. Il concerto si è potutvo vedere anche su RTVE.es/Eurovision.

Il primo giorno della seconda edizione dell’evento è stato il 20 aprile 2018 presso la Joy Slava con la Welcome ESPreParty, condotta da Lucía Pérez (rappresentante della Spagna all’Eurovision Song Contest 2011) e Víctor Escudero, dove si sono esibiti Coral Segovia (Selezioni Nazionali 2005, 2008, 2009, 2010), Davinia (3ª edizione di ‘Operación triunfo’ 2004), Jenny (rappresentante della Andorra all’Eurovision Song Contest 2006), Jorge González (Selezioni Nazionali 2009, 2014), Raúl (Selezioni Nazionali 2000, 2014), Milena Brody (backing singer Spagna 2014 e 2016), Stella (NO 2011) & Alexandra (Norsk Melodi Grand Prix 2018), Nicoleta Sava (Selezione Nazionale Moldova 2018) ed un artista sorpresa.

Il giorno successivo, il 21 aprile 2018 si è tenuto l’Eurovision Spain Pre-Party 2018 presso la Sala La Riviera di Madrid, condotta da Soraya Arnelas (rappresentante della Spagna all’Eurovision Song Contest 2009) – La noche es para mi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi hanno partecipato:

  1. Eugent Bushpepa (Albania) – Mall
  2. Sevak Hanagyan (Armenia) – Qami
  3. SENNEK (Belgio) – A matter of time
  4. ALEKSEEV (Bielorrusia) – Forever
  5. Madame Monsieur (Francia) – Mercy
  6. Michael Schulte (Germania) – You let me walk alone
  7. Ryan O’Shaughnessy (Irlanda) – Together
  8. Ari Ólafsson (Islanda) – Our choice
  9. Laura Rizzotto (Lettonia) – Funny girl
  10. Eye Cue (ERI di Macedonia) – Lost and found
  11. DoReDoS (Moldavia) – My lucky day
  12. Vanja Radovanović (Montenegro) – Inje
  13. Cláudia Pascoal feat. Isaura (Portogallo) – O jardim
  14. SuRie (Regno Unito) – Storm
  15. Mikolas Josef (Repubblica Ceca)
  16. The Humans (Romania) – Goodbye
  17. Jessika ft. Jenifer Brening (San Marino) – Who we are
  18. Lea Sirk (Slovenia) – Hvala, ne!
  19. Amaia y Alfred (Spagna) – Tu canción / Al cantar / This ship in going down
  20. ZiBBZ (Svizzera) – Stones
  21. AWS (Ungheria) – Viszlát nyár

Parteciperà inoltre Lucía Pérez (rappresentante della Spagna all’Eurovision Song Contest 2011) – Abrázame Que me quiten lo bailaoManel Navarro (rappresentante della Spagna all’Eurovision Song Contest 2017) – Keep on falling Do it for your loverFilipa Sousa (rappresentante del Portogallo all’Eurovision Song Contest 2012) – Senhora do mar Vida minhaSusanne Georgi (rappresentante della Andorra all’Eurovision Song Contest 2009) – Two are stronger than one La teva decisió ed un artista sorpresa – Raúl Gómez – I can’t control / Medley.

È iniziato il conto alla rovescia per l’Eurovision Song Contest 2018, dopo questa carrellata di eventi, che spero abbiano solo accresciuto il desiderio di musica e convivialità europea, possiamo concludere con la considerazione che, sicuramente, tutti essi costituiscono una componente promozionale non indifferente degli artisti e dei loro brani. Lo scorso anno Francesco Gabbani partecipò a diverse di esse e, forte anche per essere alla partenza il favorito assoluto, riscosse successo praticamente ovunque, ottenendo consensi che riguardavano la propria persona oltre che strettamente il brano “Occidentali’s Karma”. Al momento non sono note partecipazioni da parte di Ermal Meta e Fabrizio Moro,  che hanno trionfato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Non mi avete fatto niente”, ipotizziamo anche a causa dei numerosissimi impegni che hanno, anche singolarmente, in Italia e all’estero, tra store e firmacopie (“Non abbiamo armi – Live” con cui, per tutta l’estate, Ermal Meta girerà l’Italia e il “Fabrizio Moro Tour 2018” con cui, per tutta l’estate, Fabrizio Moro girerà l’Italia). 

I due cantanti parteciperanno alla Finale di sabato 12 maggio e porteranno sul palco più importante d’Europa il messaggio di speranza di “Non mi avete fatto niente”. La manifestazione, quest’anno in programma a Lisbona, prenderà il via l’8 maggio con la Prima Semi-Finale. L’evento sarà trasmesso in diretta in Italia dalla Rai, le Semifinali andranno in onda martedì 8 e giovedì 10 maggio alle ore 21:00 su Rai4 e la Finale sarà invece trasmessa su Rai1 sabato 12 maggio a partire dalle 20:35.

Ermal Meta e Fabrizio Moro sono già volati in Portogallo (dal 4 al 6 aprile) per realizzare la cosiddetta “cartolina”, ovvero un breve video di presentazione al pubblico che accompagnerà la loro esibizione in diretta, in cui i due cantanti si cimenteranno come giocolieri. I due cantanti, che sono partiti qualche giorno fa dall’Italia, sono stati a Lisbona e a Porto, toccando i luoghi più importanti del Paese. 

http_%2F%2Fmedia-s3.blogosfere.it%2Frealityshow%2F3%2F3b8%2Fmetamoro.png

Le cartoline dei cantanti in gara all’Eurovision hanno un tema ben preciso: la scoperta del Portogallo. Così, per realizzare il video che sarà mostrato prima della loro performance sul palco, sembra che Meta e Moro abbiano visitato due luoghi caratteristici di Porto: l’Avenida dos Aliados, strada principale della città, e la chiesa Igreja de São Bento da Vitória.

Inoltre, secondo alcune indiscrezioni, i due artisti sono stati anche al Teatro Nazionale São João e al Luso Caffé, sempre a Porto.