ESC 2019 – Croazia: Circa 150 canzoni presentate per il Dora 2019

wsi-imageoptim-Dora

L’emittente pubblica croata HRT ha reso noto quest’oggi che circa 150 canzoni sono state presentate per competere nella selezione nazionale croata, „DORA 2019“, per determinare il brano/interprete rappresentante della Croazia alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio prossimo, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Il termine ultimo per presentare le domande di partecipazione alla selezione è stato chiuso ieri. Una giuria formata da rappresentanti di HGU, HDS e HRT, nonché critici musicali, cantanti, compositori e cantautori con esperienza sull’Eurovision Song Contest selezioneranno i sedici finalisti, che si sfideranno per rappresentare il paese a Tel Aviv. Il rappresentante croata all’Eurovision Song Contest 2019 sarà deciso tramite una combinazione di voto tra una giuria di esperti e il televoto del pubblico.

La selezione nazionale croata, „DORA 2019“ si terrà sabato 16 febbraio 2019 presso il Palazzetto dello sport Marino Cvetković (Marino Cvetkovic Sports Hall, Sportska dvorana “Marino Cvetković”) a Opatija, in Croazia. 

Dopo 8 anni dalla sua ultima edizione nel 2011, il DORA (Hrvatski izbor za pjesmu Eurovizije) tornerà sui nostri schermi nel 2019. Ovviamente, il suo vincitore volerà a Tel Aviv, nella speranza di un risultato di successo dell’Eurovision Song Contest.

Il Dora sarà preceduto da due giorni di programmazione a Opatija. Il giorno prima della selezione nazionale ci sarà un concerto dell’Orchestra Sinfonica, mentre il giorno dopo si esibirà l’Orchestra Jazz di HRT.

„DORA“ è stato il format di selezione nazionale sloveno per l’Eurovision Song Contest, dal debutto del paese alla manifestazione, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava, per selezionare i propri rappresentanti alla manifestazione da molti anni, dal 1993 fino al 2011, con qualche anno di stacco. La HRT ha cancellato la selezione dopo il 2011, citando gli scarsi risultati della Croazia negli ultimi dieci anni e diminuendo l’interesse pubblico. Dal 2012 in poi, i rappresentanti croati all’Eurovision Song Contest sono stati selezionati internamente dall’emittente pubblica, con risultati misti: cinque rappresentanti selezionati internamente si sono qualificati per il Gran finale, mentre solo due volte hanno consegnato buone prestazioni.

La Croazia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslavae (24 partecipazioni, 18 Finali)Da allora ha partecipato ad ogni edizione. Nel 1993 la Croazia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette partecipare ad una semifinale che si svolse a Lubiana: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993 con il brano “Don’t ever cry” dei Put. La migliore posizione fino ad oggi raggiunta del paese è il 4° posto ottenuto nel 1996 con Majda Blagdan e il suo brano “Sveta ljubav” (Holy love) e nel 1999 con Doris Dragović e il brano “Marija Magdalena” (Mary Magdalene).

Non ha raggiunto la finale dal 2010 al 2013. Si ritira a partire dall’edizione 2014, tuttavia ritornerà, dopo due anni, nell’edizione 2016 riuscendo a qualificarsi alla finale dopo 7 anni.

Per tredici volte una canzone di lingua croata, tra cui una ritirata, fu la scelta della Jugoslavia per l’Eurovision Song Contest. Nel 1989 la canzone “Rock Me” cantata dal gruppo croato dei Riva vinse la manifestazione. L’anno successivo a Zagabria si svolse l’Eurovision Song Contest 1990.