ESC 2019 – Australia: Kate Miller-Heidke con “Zero gravity” per l’Australia a Tel Aviv


Kate-Miller-Heidke.jpg

Sarà Kate Miller-Heidke con il brano “Zero Gravity” a rappresentare l’Australia alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) di Tel Aviv, il 14, 16 e 18 maggio prossimo.

A scegliere il vincitore della prima selezione pubblica dell’emittente australiana SBS,“Eurovision: Australia Decides Gold Coast 2019”, una combinazione di voto tra il televoto del pubblico e il voto di una giuria di esperti.

Kate, è il 15º concorrente in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest (sesto selezionato tramite una selezione nazionale), dopo Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia, Tamta (თამთა, Τάμτα) per il Cipro con “Replay”, Jonida Maliqi con la canzone “Ktheju tokës” (Return to the land, Ritorno alla Terra), Eliot Vassamillet con “Wake Up” per il Belgio, Miki con “La venda” per la Spagna, Serhat per il San Marino, Duncan Laurence per i Paesi Bassi, Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per l’ERI di Macedonia, Bilal Hassani con “Roi” per la Francia, Michela Pace per Malta, Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca, PÆNDA con „Limits”, Darude feat. Sebastian Rejman per la Finlandia, Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia e Michael Rice con “Friend of a friend” per il Regno Unito.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Kate Miller-Heidke è una pluripremitata cantautrice dallo stile pop contemporaneo, folk e opera. Ha pubblicato quattro album in Australia, raggiungendo il multi-platino e scalando le prime classifiche degli album e dei singoli numerose volte.

Il suo album più recente, O Vertigo! ha debuttato al numero quattro nelle classifiche degli album australiani ed è stato nominato per un premio ARIA. I suoi album precedenti includono Nightflight, che ha raggiunto il secondo posto nella classifica ARIA, e Curiouser, che ha raggiunto il doppio platino in Australia. Si è esibita con la Metropolitan Opera di New York e con l’English National Opera. Ha, inoltre, scritto un’opera per bambini intitolata The Rabbits e ha co-scritto la musica e i testi per la recente produzione di successo Muriel’s Wedding: The Musical.

La selezione nazionale australiana per l’Eurovision Song Contest, l’‘Eurovision: Australia Decides’, si è svolta a Gold Coast, in Queensland l’8 e il 9 febbraio 2019 trasmesso in esclusiva su SBS sabato 9 febbraio (NSW/VIC/TAS/ACT 8:30pm – 11:00pm AEDT / QLD 7:30pm – 10:00pm AEST / SA 8:00pm – 10:30pm ACDT / WA 5:30pm – 8:00pm AWST / NT 7:00pm – 9:30pm ACST) ed è stata condotta da Myf Warhust (conduttrice radiofonica, presentatrice e appassionata di musica) e Joel Creasy (comico), noti al pubblico australiano come i loro commentatori per l’Eurovision Song Contest.

A compiere l’ardua scelta sono stati il pubblico attraverso il Televoto (per il 50%) e la giuria di esperti (per il restante 50%) composta da:

  • Christer Björkman – produttore del Melodifestivalen e di diversi Eurovision
  • Fifa Riccobono – produttore discografico
  • Milly Petriella – direttrice dell’organizzazione australiana per i diritti d’autore APRA 
  • Josh Martin – responsabile intrattenimento alla SBS
  • Paul Clarke – capodelegazione australiano all’Eurovision Song Contest

Il Televoto del pubblico ha iniziato dalle 1:00 AEDT del sabato visitando SBS On Demand per vedere le esibizioni delle prove (Dress Rehearsal) del giorno prima, venerdì 8 febbraio. La votazione si è chiusa 5 minuti dopo l’ultima esibizione di sabato sera (9 febbraio).

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ecco di seguito i 10 artisti che si no esibiti per aggiudicarsi l’unico posto disponibile che consentiva di rappresentare l’Australia a Tel Aviv (Risultato – Giuria + Televoto):

  1. Ella Hooper – “Data Dust” (Alice Chance), 18 punti (12+6)
  2. Electric Fields –2000 and Whatever” (Michael Ross, Zaachariaha Fielding), 114 punti (44+70)
  3. Mark Vincent – “This Is Not the End” (Isabella Kearney-Nurse, Mark Vincent, Roberto De Sa), 38 punti (19+19)
  4. Aydan Calafiore – “Dust” (Aydan Calafiore, Cam Bluff, Dylan Joel), 48 (38+10)
  5. Courtney Act – “Fight For Love” (Danny Shah, Felicity Birt, Courtney Act, Sky Adams), 52 punti (26+26)
  6. Leea Nanos – “Set Me Free” (Frank Dixon, Leea Nanos), 21 punti (10+11)
  7. Sheppard – “On My Way” (George Sheppard, Amy Sheppard, Jay Bovino, Jon Hume), 87 punti (41+46)
  8. Alfie Arcuri – “To Myself” (Alfie Arcuri, Audius Mtawarira, Séb Mont), 49 punti (35+14)
  9. Kate Miller-Heidke – “Zero Gravity” (Kate Miller-Heidke, Keir Nuttall), 135 punti (48+87)
  10. Tania Doko – “Piece of Me” (Tania Doko, Christian Fast, Peter Mansson), 23 punti (17+6)

Ricordiamo che l’Australia ha partecipato per la prima volta all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2015 dell’Eurovision Song Contest che si è svolta a Vienna,  come finalista di diritto insieme alle BIG 5 e all’Austria che era il paese ospitante. Inizialmente era una partecipazione straordinaria, dovuta al fatto che in tale paese il concorso, trasmesso fin dal 1983, è un evento che gode di un ottimo seguito, nonché per celebrare il 60º anniversario della kermesse. Nel caso avesse vinto, la maninestazione si sarebbe tenuto in una città europea scelta dalla SBS (membro associato dell’EBU-UER) e sarebbe stata invitata anche nell’edizione 2019. Inoltre,  nonostante per il momento non vi sia alcuna conferma ufficiale, Jon Ola Sand vorrebbe rendere permanente la partecipazione all’ESC del paese oceanico.

L’anno prima, l’EBU-UER e la DR hanno scelto di dedicare l’interval act della Seconda Semi-Finale proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy, colei che successivamente rappresenterà il suo Paese all’Eurovision Song Contest 2018.

Per l’edizione 2015, SBS ha optato per una scelta interna dov’è stato scelto Guy Sebastian con il brano “Tonight again”, che nella finale ha ottenuto 196 punti posizionandosi così al 5º posto.

Per l’edizione 2016, ma questa volta partendo dalla semifinale dell’ESC, SBS ha optato anche per una scelta interna dov’è stata scelta Dami Im con il brano “Sound of Silence”, prima cantante di origini sudcoreane che ha calcato il palco dell’ESC, classificandosi al secondo posto. Si tratta del primo podio per il paese oceanico  e ottenendo il maggior numero di punti dalle giurie. 

Per l’edizione 2017, dopo il successo dell’anno precedente, l’Australia continua a partecipare nel 2017 scegliendo il vincitore di X Factor Isaiah Firebrace con il brano “Don’t Come Easy”, classificandosi al nono posto.

Per l’edizione 2018, la scelta è ricaduta su Jessica Mauboy (selezionata internamente, già presente all’ESC 2014 come parte dell’Interval Act della seconda semifinale con il brano Sea of Flags) con il brano “#We Got Love”, scritto da Mauboy stessa con Anthony Egizii e David Musumeci e pubblicato il 9 marzo 2018 su etichetta discografica Sony Music Australia. L’artista si è esibita nella Seconda Semi-Finale del 10 maggio 2018, competendo con altri 17 artisti per uno dei dieci posti nella finale e ottenendo la qualificazione alla finale del 12 maggio, classificandosi quarta con 212 punti. Durante la serata finale, tenutasi il 12 maggio 2018, Jessica si è classificato al ventesimo posto con 99 punti.

eurovision@sbs.com.ausbs.com.au/eurovisionSBS Eurovision Blink TV co

#Eurovision #AusDecides #WeAreGoldCoast #ThisIsQueensland

https://eurovisionaustralia.tv

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...