ESC: Jon Ola Sand lascerà il ruolo di Supervisore Esecutivo dopo Rotterdam 2020


Jon Ola Sand

Jon Ola Sand, Supervisore Esecutivo dell’Eurovision Song Contest dal 2011, ha annunciato che lascerà l’EBU-UER e la edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest sarà il suo ultimo ruolo.  

Ma non solo, Jon Ola Sand lascerà anche il posto di Capo degli eventi live / Head of Live Events, che comprendono lo Junior Eurovision Song Contest, l’Eurovision Young Musicians e l’Eurovision Choir of the Year.

L’annuncio arriva a sorpresa, ed è di quelli destinati a cambiare, nel prossimo futuro, molte cose all’interno dell’Eurovision Song Contest.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dopo la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest a Rotterdam, Jon Ola tornerà nella sua nativa Norvegia per coprire un nuovo ruolo nella sede dell’emittente pubblica norvegese NRK, supervisionando la loro nuova strategia per creare un’organizzazione potente, innovativa e lungimirante.

La dichiarazione, immediatamente confermata dal sito ufficiale Eurovision.tv e che lo stesso Jon Ola Sand riprende sul poprio account Twitter, recita: “L’ultima decada presso l’EBU-UER è stata fantastica e stimolante, ma sarà ugualmente bello tornare a casa. Sono stato coinvolto nell’Eurovision Song Contest da oltre 20 anni. Prima come capodelegazione della Norvegia, poi come produttore esecutivo a Oslo nel 2010 e ho avuto il privilegio di essere stato il capitano della nave a Ginevra negli ultimi 9 anni. Rotterdam sarà il mio decimo show come Supervisore Esecutivo e sembra un buon momento per passare il testimone e affrontare una nuova sfida alla NRK. Nel mio nuovo ruolo lavorerò per garantire che NRK continui a essere un’emittente pubblica di livello mondiale e sarà nella migliore forma possibile per il futuro. Non vedo l’ora di assumere il mio nuovo ruolo all’interno della NRK, certo che la stessa continuerà ad avere un ruolo di livello mondiale tra le tv pubbliche.”

Con il 2020 Jon Ola Sand conclude un decennio completo all’interno dell’Eurovision, e certamente gli si deve attribuire il merito di aver traghettato la manifestazione in una nuova era, rendendola sempre più importante, nota e prestigiosa quale festival musicale più grande al mondo. Dopo il successo dell’edizione del 2010, organizzata in casa per l’edizione di Oslo ove ricoprì il ruolo di produttore esecutivo, Jon Ola Sand fu nello stesso anno nominato Supervisore Esecutivo e quindi dette il via alla sua carriera nel 2011, con l’edizione di Düsseldorf tanto cara a gli italiani poichè celebrò il ritorno dell’Italia all’Eurovision Song Contest dopo ben 13 anni di assenza.

Il norvegese, nel 2011, aveva preso il posto dello svedese Svante Stockselius, che dall’edizione del 2003 a quella del 2010 aveva preso in mano le redini del concorso, trasformandolo radicalmente con l’introduzione prima di una e poi di due semifinali in aggiunta alla tradizionale finale del sabato, visto il pressing di numerosissimi Paesi per entrare in gara.

Sarà l’undicesimo dopo Rolf Liebermann (Svizzera), Miroslav Vilcek (Jugoslavia), Clifford Brown (Regno Unito), Frank Naef (Svizzera), Christian Clausen (Danimarca), Christine-Marchal-Ortiz e Marie-Claire Vionnet (Francia), Sarah Yuen (Regno Unito), Svante Stockselius (Svezia) e appunto Jon Ola Sand.

Thor Gjermund Eriksen, Direttore Generale NRK è lieto di dare il bentornato a Jon Ola alla NRK: “Siamo felicissimi che Jon Ola stia tornando a casa. Con il suo background e la sua vasta esperienza, contribuirà a sviluppare NRK sia come emittente pubblica, che come casa di produzione e ci aiuterà a trasferirci nella nostra nuova casa. Negli ultimi dieci anni, Jon Ola Sand è diventato sinonimo dell’Eurovision Song Contest tra i milioni di spettatori anche grazie al suo iconic “Take it away!” prima di iniziare la sequenza delle votazioni.

“L’impegno di Jon Ola e la calma mano ferma nell’ultimo decennio sono stati inestimabili per l’EBU-UER e i suoi membri… Ha supervisionato la crescita e lo sviluppo dell’Eurovision Song Contest negli ultimi dieci anni e ha creato, insieme ai membri EBU-UER, lo spettacolo di intrattenimento più avanzato al mondo contribuendo a salvaguardare la longevità di questo tanto amato show che unisce il pubblico di tutto il globo… Jon Ola ora supervisionerà il suo decimo Eurovision Song Contest per l’EBU-UER a Rotterdam prima di assumere il suo nuovo ruolo in NRK”, ha dichiarato Jean Philip De Tender, direttore dei media dell’EBU-UER.

Jon Ola Sand ora supervisionerà il suo decimo e ultimo Eurovision Song Contest per l’EBU a Rotterdam, prima di assumere il suo nuovo ruolo presso l’emittente norvegese NRK, mentre da oggi l’EBU-UER comincerà ad effettuare una ricerca definita “selettiva”, allo scopo di individuare il suo successore, compito decisamente non facile vista la delicatezza e il prestigio della posizione, che vedremo all’opera nel 2021.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...