Sanremo 2020: Indiscrezioni sui big in gara a Sanremo 2020

Amadeus

Il valzer delle indiscrezioni non accenna a fermarsi, non solo per quanto riguarda i cantanti in gara, ma anche per le co-conduttrici che affiancheranno Amadeus sul palco del Teatro Ariston. L’unica certezza, ad oggi sono le presenze di Fiorello e Jovanotti in qualità di amici e di Lewis Capaldi come ospite internazionale. Per il resto, soltanto indiscrezioni giornalistiche destinate a sopravvivere fino a quando Amadeus non deciderà di svelare le sue scelte in maniera ufficiale.

Per quanto riguarda il ruolo di co-conduttrice di Sanremo 2020, secondo quanto riferiscono oggi il Corriere della Sera e La Repubblica, per le cinque serate del Festival Amadeus starebbe pensando di non avere una presenza fissa accanto a sé, ma piuttosto due donne diverse che possano affiancarlo ogni sera nella conduzione (10 co-conduttrici, in totale). I quotidiani fanno i nomi delle ex conduttrici del Festival Simona Ventura e Antonella Clerici (quest’ultima farà anche parte della giuria televisiva di Sanremo Giovani, assieme a Pippo Baudo, Paolo Bonolis, Piero Chiambretti, Carlo Conti e Gigi D’Alessio, che in un’intervista a Il Messaggero conferma la sua presenza nella serata del 19 dicembre, confermando i rumours pubblicati da TVBlog negli scorsi giorni), ma anche quelli di Vanessa Incontrada, Emma Marrone (già co-conduttrice nel 2015, accanto a Carlo Conti) e Georgina Rodriguez (la fidanzata del calciatore Cristiano Ronaldo). In ribasso, secondo il Corriere, le quotazioni di Diletta Leotta, mentre sarebbe tramontata l’ipotesi Chiara Ferragni. Stando a quanto riferisce Repubblica, Amadeus sarebbe addirittura volato a Parigi per strappare un “sì” a Monica Bellucci, senza però ottenere una risposta certa dalla modella e attrice umbra.

Quanto ai big in gara, in attesa di scoprire la lista il prossimo mese, i rumors ce ne sono tanti, ma l’ufficialità arriverà soltanto il 6 gennaio, quando il conduttore e direttore artistico Amadeus ufficializzerà il cast (i Big in gara saranno annunciati il 6 gennaio, i giovani il 19 dicembre).

“Ho ricevuto 200 canzoni, ne devo scegliere 22. Devono rimanere ed essere al passo con i tempi. Non esiste più la canzone sanremese, che era un pò un limite. Ci saranno canzoni melodiche, ma anche rap o trap. Sono arrivate più canzoni da uomini. Ma il numero non è importante, possono sserci anche meno donne, ma se poi sono fortissime…”, ha dichiarato al settimanale Oggi sulle canzoni che gli sono arrivate sulla scrivania, smentendo (di fatto) chi parlava della possibilità che i Big potessero diventare 24.

Smentito anche il numero delle canzoni, del quale si era già parlato in precedenza. I brani in gara non saranno 20 e nemmeno 24, ma 22. Sono quindi 2 in più rispetto alla tabella di marcia dei 20, com’era stato dichiarato al momento della nomina di Amadeus come conduttore e direttore artistico.

Si continua a ipotizzare la presenza nel cast di Marcella Bella, Francesco Renga, Al Bano, Francesca Michielin, Enrico Ruggeri, Piero Pelù, i Pinguini Tattici Nucleari, Chiara Galiazzo (probabilmente con una canzone di Mahmood), Fred De Palma, Diodato, Elettra Lamborghini, Rocco Hunt, Francesco Gabbani (ha spostato l’uscita del suo album, prevista per l’autunno 2019) e Rancore (già visto all’Ariston quest’anno, in coppia con Daniele Silvestri). E l’altra sera Fiorello ha candidato dal palco del suo show Viva RaiPlay anche Fulminacci: “Amadeus, questo è bravo”, ha suggerito al direttore artistico.

A proposito di Fiorello: lo showman sarà molto presente a Sanremo. Non condurrà “L’Altro Festival” (il programma che prenderà il posto del tradizionale DopoFestival e che andrà in onda solo su RaiPlay), a dispetto delle indiscrezioni delle ultime settimane, che invece sarà guidato da Nicola Savino, ma oltre ad essere sul palco dell’Ariston con Amadeus nella prima serata porterà nella città dei fiori anche la sua Edicola mattutina, per tutta la durata della manifestazione.

Altri nomi più quotati sulla stampa e i siti specializzati sono quelli di Dolcenera ha rimandato l’uscita del suo disco (inizialmente prevista per l’autunno), Annalisa, Silvia Mezzanotte in coppia con Dionne Warkick, Levante, Noemi, Bianca Atzei, Elodie in duetto con Gemitaiz, Syria, Silvia Mezzanotte con Dionne Warwick, Riccardo Fogli, Enrico Ruggeri, Alex Britti, Tommaso Paradiso, Michele Bravi, Giuliano Palma, Anastasio, Marco Masini che nel 2020 festeggia 30 anni di una carriera iniziata proprio sul palco del Festival di Sanremo, Irama, Max Gazzè, Riki, Brunori Sas, Emis Killa, Fabrizio Moro, Alessio Bernabei (che ha presentato la cazone), potrebbe essere inoltre l’anno del ritorno di Massimo Ranieri – vincitore nel 1987, Achille Lauro (sarebbe stato invitato da Amadeus stesso), Francesco Bianconi, Michele Zarillo, Bugo, Matteo Bocelli, Mannarino, Gianluca Grignani, Samuele Bersani, Low Low, Mario Biondi, Paolo Vallesi (con uno brano scritto da Amara e Simone Cristicchi e con un scritto da Bungaro), Antonio Maggio (probabilmente in duetto), Tricarico, Federica Carta (al lavoro su un disco prodotto da Francesco “Katoo” Catitti, già al lavoro con Mahmood, Romina Falconi e Michele Bravi), Mietta, Arisa (che ha ricevuto direttamente l’invito da Amadeus), Nina Zilli, Noemi (che come già rivelato da Il Messagero ha un brano di Fabrizio Moro), Giusy Ferreri, Annalisa (reduce dal lancio del singolo “Vento sulla luna”, nel 2018 ottenne un ottimo terzo, ma quest’anno ha smentito in toto la sua partecipazione), Rita Pavone, Luca Carboni, Lorenzo Fragola, Lorenzo Licitra, Willie Peyote, Manuel Agnelli, Max Pezzali, Valerio Scanu, Giovanni Caccamo, Umberto Tozzi, Raf, Virginio, Dear Jack in coppia con Amii Stewart, il trio Grazia di Michele-Mariella Nava-Rosanna Casale, Ghali, The Kolors (in attesa di pubblicare il primo disco firmato Universal Music), Le Vibrazioni e i Canova.

Intanto, mancano pochi giorni alla serata conclusiva della selezione di Sanremo Giovani, che sarà trasmessa in diretta su Rai1 a cominciare dalle 21, 20 e con la conduzione dello stesso Amadeus. I 10 artisti che potranno concorrere a un posto nella finale sono già stati scelti nel corso delle semifinali che sono state ospitate da Italia Sì, il programma del sabato pomeriggio di Rai1 condotto da Marco Liorni.

Le Nuove Proposte saranno 8, e su questo numero non ci sono dubbi, con i 5 che saranno scelti dalla serata finale di giovedì 19 dicembre, ai quali si aggiungono i 2 nomi provenienti da Area Sanremo e quello di Tecla Insolia, che ha vinto l’ultima edizione di Sanremo Young.

Continuano anche le indiscrezioni sugli ospiti. Dopo la conferma di Lewis Capaldi come primo ospite internazionale, c’è anche un nuovo rumor che riguarda la partecipazione di Tiziano Ferro, che dovrebbe avvenire insieme a quella di Jovanotti per portare sul palco il duetto in Balla con Me, contenuta nell’ultimo album dell’artista di Latina, Accetto Miracoli.

Si è inoltre parlato dell’arrivo di Fiorello, che potrebbe approdare sul palco del Teatro Ariston per sostenere l’amico Amadeus e fare una serata con Jovanotti. Lorenzo Cherubini, oltre al duetto con Tiziano Ferro, potrebbe invece conquistare un’area esterna al Teatro Ariston, così da coinvolgere anche il pubblico al di fuori delle mura della struttura, che ogni anno occupano le zone limitrofe.

Da ricordare che mentre inizia a delinearsi il 70° Festival di Sanremo, in programma dal 4 all’8 febbbraio 2020 con la conduzione e la direzione artistica di Amadeus. La Rai ha reso pubblico sia il programma delle cinque serate che il regolamento già da molte settimane. Come annunciato la grande novità dell’edizione 2020 sarà il ritorno delle ‘Nuove Proposte’, eliminate dal format nell’edizione precedente firmato Claudio Baglioni.

La regia sarà curata da Stefano Vicario (che ha diretto le edizioni del 2004, 2005, 2009 e 2012), mentre la scenografia sarà curata da Gaetano Castelli, storico scenografo del festival, la cui assenza durava dal 2012.

Ecco il programma serata per serata:

  • Prima Serata (martedì 4 febbraio 2020). Nella prima serata si esibiranno 11 dei 22 Campioni, ciascuno con il proprio brano in gara. Essi saranno votati dalla giuria demoscopica e al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria. Si esibiranno anche 4 delle 8 Nuove Proposte in due coppie a sfida diretta, votati sempre dalla giuria demoscopica. Le due canzoni che risulteranno vincitrici accederanno direttamente alle semifinali, che si terranno nella terza serata.
  • Seconda Serata (mercoledì 5 febbraio). Nella seconda serata si esibiranno i restanti 11 Campioni e saranno votati con lo stesso meccanismo della prima serata. Al termine della serata, inoltre, verrà stilata una seconda classifica con tutti i 22 artisti e i rispettivi brani e le percentuali ottenute sommando i voti della prima e della seconda serata. Si esibiranno le restanti 4 Nuove Proposte con le stesse modalità della prima serata e con il medesimo sistema di votazione. Le due canzoni vincitrici accederanno direttamente alle semifinali della terza serata.
  • Terza Serata (giovedì 6 febbraio) Sanremo 70. Durante la terza serata, denominata Sanremo 70, si esibiranno tutti i 22 Campioni con brani che fanno parte della storia del Festival di Sanremo. Gli artisti, in questo caso, possono scegliere se essere accompagnati o meno da ospiti italiani o stranieri; tutte le esibizioni saranno votate dall’orchestra. Si esibiranno le 4 Nuove Proposte rimaste in gara con le stesse modalità delle due serate precedenti. La votazione avverrà con un sistema misto composto dalla giuria demoscopica (33%), dalla giuria della sala stampa (33%) e dal televoto (34%) e le due canzoni vincitrici accederanno direttamente alla finale nella quarta serata.
  • Quarta Serata (venerdì 7 febbraio). Nella quarta serata si esibiranno tutti i 22 Campioni in gara con i propri brani. I brani saranno votati dalla giuria della Sala Stampa, i cui voti si sommeranno con quelli delle serate precedenti e, di conseguenza, verrà stilata una nuova classifica con le percentuali ottenute.Si esibiranno i due artisti rimasti in gara nella sezione Nuove Proposte e saranno votati con lo stesso sistema utilizzato nella terza serata. Al termine verrà proclamata la canzone vincitrice.
  • Quinta Serata – Serata Finale (sabato 8 febbraio). Nel corso della serata finale si esibiranno nuovamente tutti i 22 Campioni con le proprie canzoni in gara; le votazioni avverranno con un sistema misto composto dalla giuria demoscopica (33%), da quella della sala stampa (33%) e dal televoto (34%), che determinerà la classifica definitiva dalla ventesima alla quarta posizione. Allo stesso modo verrà poi eseguita una nuova votazione per i primi tre classificati (per cui sarà azzerato il voto precedente) e sarà quindi decretata la canzone vincitrice del Festival.

Confermato l’abbinamento con l’Eurovision Song Contest. Il vincitore della sezione Campioni del Festival rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà a Rotterdam, nei Paesi Bassi, ma con una novità: stavolta gli artisti dovranno comunicare in anticipo se intendono o no avvalersi dell’opportunità eurovisiva in caso di vittoria, così che nel caso si trovasse di fronte ad un artista che non intendesse farlo, la Rai potrà immediatamente procedere a selezionarne un altro fra i Campioni “secondo propri criteri”.

Metodi di votazione, classifiche, premi e altri dettagli sono disponibili nel Regolamento completo del 70° Festival di Sanremo.

Inoltre, il prossimo mercoledì 18 dicembre alle ore 12.00 presso il Roof 1 del Teatro Ariston in via Matteotti, 212 di Sanremo, si terrà la conferenza stampa SANREMO GIOVANI 2019 (che andrà in onda in diretta su Rai1 giovedì 19 dicembre in prima serata), con l’intervento di Alberto Biancheri – Sindaco di Sanremo, Teresa De Santis – Direttore Rai1, Claudio Fasulo – Vicedirettore Rai1, il Direttore artistico Amadeus, gli artisti in gara e i finalisti di Area Sanremo e Tecla Insolia. 

Matteo Bocelli fuori, figlio del tenore Andrea Bocelli, annuncia sui social – con un pizzico di rammarico – che non sarà in gara al Festival di Sanremo 2020 condotto da Amadeus. Ad annunciarlo è proprio lui, tramite un post condiviso sui suoi canali social, facendo sapere con un pizzico di rammarico che non parteciperà come concorrente alla 70esima edizione della manifestazione condotta da Amadeus: “Vorrei davvero ringraziare per l’entusiasmo ricevuto nelle ultime settimane da tante testate giornalistiche e addetti ai lavori”, scrive il cantante, visto all’Ariston quest’anno al fianco di suo papà, come ospite, “ma devo purtroppo smentire ogni presunta indiscrezione riguardo la mia partecipazione al Festival di Sanremo 2020”.

22 anni, Matteo Bocelli ha firmato lo scorso agosto un contratto discografico con Capitol Records, che il prossimo anno pubblicherà in tutto il mondo il suo album d’esordio (per quanto riguarda l’Italia, invece, è seguito da Sugar, la stessa etichetta alla quale suo papà è legato sin dagli esordi).