ESC 2021 – Germania: NDR/ARD conferma la partecipazione a Rotterdam 2021

L′emittente pubblica tedesca NDR/ARD ha confermato quest’oggi che parteciperà alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021, che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021.

Inoltre ha annunciato che il cantante Ben Dolic, che avrebbe dovuto rappresentante la Germania all′Eurovision Song Contest 2020, non sarà selezionato internamente per rappresentare la Germania all′Eurovision Song Contest 2021.

NDR/ARD ha anche confermato che utilizzerà lo stesso meccanismo del 2020 per selezionare il rappresentante tedesco e il relativo brano per Rotterdam 2021. 

Una combinazione di 2 giurie indipendenti – una giuria pubblica composta da 100 membri che compongono il panel europeo (fan eurovisivi) e una giuria di esperti composta da 20 esperti di musica internazionale professionisti di musica, che nel corso degli anni hanno fatto parte delle giurie nazionali dell’Eurovision Song Contest nel loro paese d’origine, selezionerà i brani fra quelli arrivati alla tv e fra questi ci sarà anche un nuovo brano scritto dai Symphonix di Borislav Milanov per Ben Dolic.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Christian Blenker, responsabile dell’Eurovision Song Contest per ARD, spiega: “Ben e Boris vogliono mandare un altro brano e noi siamo molto felici di questo, perchè deve essere chiaro che i due competono per vincere. Ma vogliamo anche dare ad un altro artista la possibilità di competere per la Germania ad Eurovision 2021.”

Fra le motivazioni della mancata designazione automatica c’è anche il fatto che ad essere stato selezionato non era solo Dolic come artista, bensì il pacchetto completo con la sua canzone.

Come anticipato la decisione finale sulla partecipazione tedesca all’Eurovision Song Contest 2021 sarà quindi presa dalla giuria pubblica composta da 100 membri (50%) e dalla giuria dei 20 esperti internazionali (50%) in un processo di selezione costituito da più fasi. 

Così la Germania entra a far parte della lista dei paesi (Cipro (selezione interna), Danimarca (DMGP 2021), Estonia (Eesti Laul 2021), Finlandia (UMK 2021), Lituania (Pabandom iš naujo! 2021), Norvegia (Norsk MGP 2021), Francia (Eurovision France, c’est vous qui décidez) e Svezia (Melodifestivalen 2021)) che opteranno per unaltro artista per l’Eurovision Song Contest 2021 dopo la cancellazione prematura dell’Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina e l’Europa. 

Questi sono ad oggi i 18 artisti che ci saranno sul palco dell’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, nel 2021:

  1. Australia – Montaigne. Scelta interna (Selezione nazionale: Eurovision – Australia Decides – Gold Coast 2020, 8 febbraio 2020), cantante riconfermata il 2 Aprile 2020.
  2. Austria – Vincent Bueno (Selezione interna: cantante e brano annunciati il 12 dicembre 2019). Scelta interna, cantante riconfermato il 26 Marzo 2020.
  3. Azerbaigian – Efendi (Selezione interna: cantante annunciata il 28 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 20 Marzo 2020.
  4. Belgio – Hooverphonic (Selezione interna: gruppo annunciato il 1º ottobre 2019). Scelta interna, gruppo riconfermato il 20 Marzo 2020.
  5. Bulgaria – VICTORIA (Selezione interna: cantante annunciata il 25 novembre 2019). Scelta interna, cantante riconfermata il  21 Marzo 2020.
  6. Repubblica Ceca – Benny Cristo (Selezione nazionale: Eurovision Song CZ 2020, 3 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermato il 13 Maggio 2020.
  7. Georgia – Tornike Kipiani (Selezione nazionale: საქართველოს ვარსკვლავი • Pop Idol Georgia 2, 31 dicembre 2019 per l’artista). Scelta interna, cantante riconfermato il 21 Marzo 2020.
  8. Grecia – Stefania (Selezione interna: cantante annunciata il 3 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 18 Marzo 2020.
  9. Israele – Eden Alene (Selezione nazionale: HaKokhav HaBa L’Eurovizion 2020 / ישראל באירוויזיון 2020 per l’artista il 4 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 22 Marzo 2020.
  10. Lettonia – Samanta Tīna (Selezione nazionale: Supernova 2020, 8 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  11. Malta – Destiny (Selezione nazionale: X Factor Malta 2, 8 febbraio 2020 per l’artista). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020. 
  12. Paesi Bassi – Jeangu Macrooy (Selezione interna: cantante annunciato il 10 gennaio 2020). Scelta interna, cantante riconfermato il 18 Marzo 2020.
  13. Romania – ROXEN (Selezione interna: cantante annunciata l’11 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 31 Marzo 2020.
  14. San Marino – Senhit (Selezione interna: cantante annunciata il 6 marzo 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  15. Slovenia – Ana Soklič (Selezione nazionale: Evrovizijska Melodija 2020 – EMA 2020, 22 febbraio 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 16 Maggio 2020.
  16. Spagna– Blas Cantó (Selezione interna: cantante annunciato il 5 ottobre 2019). Scelta interna, cantante riconfermato il 18 Marzo 2020.
  17. Svizzera – Gjon’s Tears (Selezione interna: cantante annunciato il 4 marzo 2020). Scelta interna, cantante riconfermata il 20 Marzo 2020.
  18. Ucraina – Go_A (Selezione nazionale: Vidbir 2020/Відбір 2020, 22 febbraio 2020). Scelta interna, gruppo riconfermato il 18 Marzo 2020

Da ricordare che iIl 18 marzo 2020 l’EBU-UER ha annunciato la cancellazione dell’edizione 2020 a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina e l’Europa. Successivamente è stato annunciato che la manifestazione verrà riorganizzata nel maggio 2021 e sono in corso discussioni con le emittenti olandesi NPONOSAVROTROS, incaricate di organizzare la precedente edizione, e la città di Rotterdam sulla riorganizzazione dell’evento nella stessa città o meno. Il 16 maggio 2020, durante la trasmissione dello show ′Eurovision: Europe Shine a Light‘, è stato confermato che la città Rotterdam avrebbe ospitato l’evento.

A seguito della cancellazione l’EBU-UER ha valutato la possibilità di consentire ai brani selezionati di competere nel 2021; tuttavia, il 20 marzo 2020, è stato confermato dal Gruppo di Referenza che, in conformità al Regolamento, ciò non sarebbe avvenuto, lasciando però la possibilità alle singole emittenti di selezionare nuovamente i rappresentanti annunciati per il 2020, purché partecipino con brani differenti rispetto a quelli in concorso nell’edizione cancellata.

Il 20 gennaio 2020 l’EBU-UER ha annunciato che Martin Österdahl sarebbe subentrato a Jon Ola Sand come nuovo supervisore esecutivo della manifestazione a partire dal 2021. Prima dell’incarico, Österdahl è stato il produttore esecutivo dell’Eurovision Song Contest 2013 e dell’edizione del 2016, ed è stato membro del gruppo di referenza della manifestazione tra il 2012 e il 2018.

Il 16 maggio 2020 l’EBU-UER e AVROTROS hanno confermato che lo slogan ufficiale dell’evento resterà Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata.

Il 18 giugno 2020 l’EBU-UER ha comunicato che avrebbe approvato, solo per quest’edizione, l’utilizzo di voci pre-registrate durante l’esibizione. L’uso delle voci sarà del tutto facoltativo, infatti ogni delegazione avrà comunque la possibilità di utilizzare dei coristi, sia sul palco che fuori. Inoltre sarà consentito anche l’utilizzo di una combinazione di voci dal vivo e registrate. Tutte le voci principali che eseguono la canzone sul palcoscenico, compreso un eventuale uso del lead dub, dovranno comunque essere eseguite obbligatoriamente dal vivo sul palco all’interno dell’arena. Questa scelta è stata scaturita per offrire alle nazioni partecipanti la possibilità di viaggiare con delegazioni più piccole, oltre che ad evitare la cancellazione di edizioni future della manifestazione.

Il cantante sloveno Benjamin Dolič, conosciuto come Ben Dolic, avrebbe dovuto rappresentare la Germania all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Violent Thing”, evento cancellato a causa della pandemia di COVID-19.

La Germania è stata rappresentata la scorsa edizione che si è tenuta a Tel Aviv dal duo musicale tedesco S!sters, formato da Laura Kästele e Carlotta Truman e il suo brano “Sister” (scelti attraverso Unser Lied für Israel, il processo di selezione tedesco per la ricerca del rappresentante nazionale all’Eurovision), pubblicato il 22 febbraio 2019 su etichetta discografica Universal Music Group. Scritto da Laurell Barker, Marine Kaltenbacher, Tom Oehler e Thomas Stengaard, il brano è stato selezionato per Unser Lied für Israel, processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest. Nella serata finale del programma sono state proclamate vincitrici del programma avendo ottenuto il massimo dei punteggi da parte della giuria internazionale e dal televoto. Questo gli ha concesso il diritto di rappresentare la Germania all’Eurovision Song Contest 2019, a Tel Aviv, in Israele. Facendo la Germania parte dei Big Five, il brano ha avuto accesso direttamente alla serata finale del 18 maggio 2019, dove hanno cantato per quarte. Qui si sono classificate al 25º posto su 26 partecipanti con 24 punti totalizzati, tutti provenienti dalle giurie. Sono state le meno popolari fra il pubblico a casa, da cui non hanno ottenuto nessun punto.

La Germania detiene il record di partecipazioni alla manifestazione (63), essendo stata presente a tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest tranne quella del 1996. Quell’anno l’EBU-UER decise di effettuare una preselezione delle canzoni candidate, e la Germania fu una delle sette nazioni escluse dalla partecipazione.

Malgrado l’alto numero di partecipazioni, fino al 2009 la Germania aveva vinto l’Eurovision Song Contest una sola volta, nel 1982 con Nicole e il suo brano “Ein Bisschen Frieden”. Nelle edizioni degli ultimi anni la Germania ha avuto pessimi risultati, in particolare nel 2005 quando si classificò all’ultimo posto con 4 punti (peggiore risultato di sempre, ma nel 1964 e 1965 non ricevette punti). Nel 2010 il paese si riscatta e vince con la canzone “Satellite” di Lena Meyer-Landrut, ospitandolo l’anno successivo a Düsseldorf, e anche le due successive edizioni riservano piazzamenti tra i dieci, per poi tornare di nuovo agli ultimi posti.

Nel 2015, c’è un colpo di scena: Andreas Kummert, appena proclamato vincitore della finale nazionale, dichiara di non essere in grado di sostenere tale ruolo e vi rinuncia, lasciando spazio ad Ann Sophie che finisce ultima senza conquistare nemmeno un punto (peggiore risultato di sempre, ma nel 1964 e 1965 non ricevette punti). Ancora nel 2016 si è classificata ultima.

La Germania fa parte dei Big Five (assieme a Spagna, Francia, Regno Unito e Italia), ovvero le nazioni che, indipendentemente dai risultati degli anni precedenti, accedono sempre di diritto alla serata finale della manifestazione. Questo è dovuto al loro maggiore contributo finanziario alle attività dell’EBU-UER.

L’organizzazione della partecipazione tedesca è a cura di NDR, tv del nord della Germania con sede ad Amburgo affiliata di ARD.