JESC 2020: KiKA trasmetterà le audizioni di Dein Song Für Warschau

Ben und Jess

Il canale televisivo pubblico in lingua tedesca di proprietà delle emittenti ARD e ZDF per un target di bambini e adolescenti, KiKA attraverso il format “KiKA LIVE” trasmetterà due spettacoli incentrati sulle audizioni per determinare il rappresentante tedesco allo Junior Eurovision Song Contest 2020.

KiKA (Der KinderKAnal von ARD und ZDF, The Children’s Channel of ARD and ZDF) trasmetterà i casting (Junior Eurovision Song Contest – das Casting) di “Dein Song für Warschau” (Your Song for Warsaw) l’1 e il 2 settembre 2020. Il primo show sarà incentrato sul primo giorno di audizioni in cui cinque artisti finalisti si esibiranno davanti ad una giuria di esperti per selezionare il primo rappresentante della Germania allo Junior Eurovision a Varsavia, mentre il secondo show two mostrerà il secondo giorno di audizioni, entrambi gli spettacoli inizieranno alle 20:00 CEST condotti da Ben & Jess e potete guardarli su KiKA o qui.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La canzone tedesca per lo Junior Eurovision Song Contest 2020 sarà composta dal 17enne Levent Geiger. Levent è stato finalista del talent show KiKA “Dein Song” (Your Song) nel 2015 e nel 2019. Il ‘Dein Song’ (Your Song) è la competizione di grande successo per i giovani cantautori in onda sul canale televisivo pubblico in lingua tedesca per bambini e adolescenti KiKA, che è giunto alla sua tredicesima stagione.

L’emittente tedesca non ha dichiarato quando verrà annunciato il rappresentante tedesco a Varsavia, tuttavia il secondo casting Junior Eurovision Song Contest – das Casting di “Dein Song für Warschau” (Your Song for Warsaw) si terrà il 2 settembre, e potrebbe suggerire come la data ufficiale di rilascio del proprio rappresentante.

La Germania avrebbe dovuto partecipare sia al concorso del 2003 che a quello del 2004, ma in seguito si ritirò. Nonostante ciò, una delegazione tedesca è stata inviata per osservare il concorso in più occasioni, tra cui 2013, 2014 e 2019. NDR ha anche trasmesso online i concorsi del 2015 e del 2016. La Germania è l’ultima dei Big 5 a competere nel concorso e diventa così il quarantesimo paese nella storia del concorso a fare il suo debutto.

Lo Junior Eurovision Song Contest 2020 sarà la diciottesima edizione del concorso canoro per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni. L’evento si svolgerà a Varsavia in Polonia, che diventa così la prima nazione ad ospitare l’evento per due occasioni consecutive. La manifestazione sarà ospitata dall’emittente pubblica polacca TVP, dopo che Viki Gabor ha conquistato la seconda vittoria polacca consecutiva con la canzone ″Superhero″. Lo spettacolo quest’edizione, si svolgerà in uno studio televisivo nella capitale polacca. L’EBU-UER, ha spiegato che la scelta di non svolgere l’evento in un’arena è dovuto all’impatto causato dalla pandemia di COVID-19, che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina, l’Europa e gli Stati Uniti, e che infatti ha anche causato la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020, e quindi per questo motivo è stato deciso di svolgere l’evento in una sede più ristretta e non in una grande arena come si è visto negli anni precedenti, per la salvaguardia dei giovani artisti.

I due potenziali studi televisivi in corsa per ospitare l’evento, entrambi con una capienza di circa 1.500 m² sono: Studio ATM e Studio Transcolor. Entrambi gli studi sono stati utilizzati da TVP per la produzione su larga scala di talent show e spettacoli musicali. 

Durante la trasimissione Eurovision: Europe Shine a Light, è stato reso noto lo slogan ed il logo di questa edizione. Lo slogan di questa edizione è #MoveTheWorld!. Il logo di questa edizione è una grande sfera rappresentante il globo terrestre, composto da tanti fili di luci. Maciej Łopiński, portavoce di TVP, ha spiegato che l’ideazione del logo è stata sviluppata per rappresentare i valori dell’unità, della gentilezza e della cooperazione durante la pandemia globale.

Ad oggi i seguenti Paesi hanno confermato la loro partecipazione: Bielorussia, Francia, Georgia, Germania, Italia, Kazakistan, Malta, Paesi Bassi, Polonia (paese organizzatore), Russia, Serbia, Spagna ed Ucraina. Così dopo Galles ed Australia, si registrano le defezioni, motivate dalla difficoltà di spostamento causa COVID-19 anche di Irlanda e Macedonia del Nord.