Sanremo 2021: Al via stasera la prima puntata di “AmaSanremo” (Semifinali di Sanremo Giovani)

La marcia verso il festival di Sanremo è iniziata. Al via stasera la seconda delle tre tappe di Sanremo Giovani per arrivare sul Palco dell’Ariston per il 71° Festival della Canzone Italiana.

Da stasera giovedì 29 ottobre su Rai1 e Radio2, alle 22.45 (dopo gli episodi della fiction di successo Doc con Luca Argentero), prende il via per cinque appuntamenti settimanali, “AmaSanremo” (Semifinali di Sanremo Giovani).

Il programma, come detto, va in onda il giovedì sera in seconda serata (ore 22,45) su Rai 1. Sarà possibile seguirlo anche in live streaming tramite la piattaforma gratuita RaiPlay.it. Sempre su RaiPlay sarà possibile recupeare esibizioni e tanto altro grazie alla funzione ondemand.

Si tratta del nuovo progetto dedicato alle Nuove Proposte che parteciperanno alla 71esima edizione del Festival di Sanremo 2021. Saranno cinque puntate previste in seconda serata su Rai1 dal 29 ottobre al 26 novembre.

Le cinque serate si svolgono nello studio principale della Radio di via Asiago. Al timone c’è Amadeus, che come l’anno scorso è anche il direttore artistico del Festival. Sono ammessi 20 ragazzi alla selezioni di AmaSanremo.

Il progetto AmaSanremo ha come fine di selezionare i dieci artisti che parteciperanno alla serata conclusiva prevista per giovedì 17 dicembre in onda dal Teatro del Casinò di Sanremo e in prime time su Rai1. E riprende, anche se con atmosfere differenti, un percorso già realizzato per le precedenti edizioni.

I cinque appuntamenti hanno l’obiettivo di raccontare, in atmosfere a metà strada tra intrattenimento e competizione musicale, il percorso dei Giovani. 

Prevista una giuria musicale ed una televisiva, oltre al Televoto per le selezione dei Giovani. La Commissione Musicale è formata dallo stesso Amadeus insieme a Claudio Fasulo, Massimo Martelli, Leonardo De Amicis e Gianmarco Mazzi. 

La giuria televisiva, invece, è composta da quattro protagonisti della musica che hanno differenti percorsi artistici,  formata da quattro esperti, tre dei quali sono stati resi noti.

Si tratta di Morgan, Piero Pelù, Luca Barbarossa e della direttrice d’orchestra Beatrice Venezi. Se i primi tree sono volti e nomi noti, la Venezi è meno conosciuta al grande pubblico ma nell’ambiente è famosa per essere la più giovane direttrice d’orchestra d’Europa. Trent’anni, alle spalle già una serie di successi e tournèe anche negli States con Andrea Bocelli, la Venezi nel 2018 è stata inserita da Forbes tra i 100 under trenta ‘leader del futuro’. 

A decretare i migliori è dunque il voto congiunto delle due Commissioni e quello espresso dal Televoto.

Sul festival di Sanremo 2021 pesano le incertezze legate alla pandemia e alle sue conseguenze. “A gennaio capiremo in che condizioni siamo e quindi potremo valutare e prendere una decisione definitiva su date e pubblico in presenza”, afferma Amadeus, che solo qualche settimana fa si era detto contrario a un festival senza pubblico. “Per ora pensiamo a fare Sanremo dal 2 al 6 marzo, in totale sicurezza. Deve essere un festival della rinascita e della positività, non un festival dimesso”.

Sulla stessa linea il direttore di Rai1 Stefano Coletta: “Sanremo ci sarà. Tutto sta procedendo per come deve procedere in questa parte di stagione: siamo nella fase editoriale di Sanremo, che non è frenata dal tema covid. Al momento confermiamo anche che il 17 dicembre Sanremo Giovani andrà in onda dal Casinò”.

La gara si svolge in maniera differente dallo scorso anno. Non più scontro a eliminazione diretta tra due Giovani.  

Intanto AmaSanremo va avanti, un “upgrade” – è stato definito – che anno dopo anno, passo dopo passo ha portato dai giovani in gara a tarda notte a spazi interamente dedicati a loro. In ogni puntata , in onda dalla Sala B di via Asiago, si esibiranno quattro concorrenti per un totale di 20 nelle cinque puntate che saranno votati da giuria televisiva, Televoto e Commissione Musicale del festival. Soltanto i due con il punteggio più alto saranno ammessi alla fase finale.

La novità dell’edizione 2020 è la presenza di un cantante famoso che ha iniziato la propria carriera artistica proprio da Sanremo Giovani. Questo noto professionista sarà in studio per raccontare la propria esperienza e dispensare consigli ai giovani colleghi incoraggiandoli ad insistere per raggiungere il proprio sogno. Naturalmente sarà interprete di alcuni i brani del suo repertorio. Per ogni serata anche un ospite musicale, la cui storia è legata al palco dell’Ariston: per la prima serata è attesa Arisa, poi ci saranno Rocco Hunt, Marco Masini, Leo Gassmann (ultimo vincitore delle Nuove Proposte). Due le presenze fisse: Riccardo Rossi, con i suoi aneddoti su Sanremo, ed Ema Stokholma, voce di Radio2.

Sanremo è al centro di tutte e cinque le puntate non solo con la musica. Infatti, in ognuna delle serate è presente un personaggio noto proveniente dal mondo del cinema e della comicità. Racconta in una chiave leggera, la sua esperienza sul palcoscenico del teatro Ariston.

AmaSanremo è realizzato in collaborazione con Rai Radio 2 che trasmette l’evento in contemporanea. A condurre la versione radiofonica ci sarà un noto personaggio della Radio. 

“È stata dura arrivare a scegliere solo 20 ragazzi”, racconta Amadeus, che ha ascoltato 961 brani, un record assoluto, e che è sicuro che tra loro ci siano i Big di domani.

I 20 artisti di “AmaSanremo”:

1.    Alioth  – “Titani” 
2.    Avincola – “Goal!” 
3.    Thomas Cheval  – “Acqua Minerale” 
4.    Chico – “Figli Di Milano” 
5.    Davide Shorty – “Regina” 
6.    Folcast – “Scopriti”
7.    Galea – “I Nostri 20” 
8.    Gaudiano – “Polvere Da Sparo” 
9.    Gavio – “La Mia Generazione”
10.    Ginevra – “Vortice” 
11.    Hu – “Occhi Niagara”
12.    I Desideri – “Lo Stesso Cielo” 
13.    Le Larve – “Musicaeroplano”
14.    M.E.R.L.O.T – “Sette Volte” 
15.    Murphy – “Equilibrio” 
16.    Nova – “Giovani Noi”
17.    Scrima – “Se Ridi” 
18.    Sissi – “Per Farti Paura” 
19.    Wrongonyou – “Lezioni Di Volo” 
20.    Greta Zuccoli – “Ogni Cosa Sa Di Te” 

I primi quattro a debuttare sono Gavio con “La Mia Generazione”, Ginevra con “Vortice”, M.E.R.L.O.T con “Sette Volte”, Wrongonyou con “Lezioni Di Volo”.

Quest’anno i brani ammessi a Sanremo Giovani sono stati 961 (867 cantanti singoli (336 donne e 531 uomini) e 94 gruppi). Si tratta di una cifra record mai raggiunta nella storia di Sanremo Giovani, che batte se stesso, rispetto allo scorso anno, facendo segnare un notevole incremento di iscrizioni valide, con un incremento rispetto alla passata edizione di 119 unità, pari al 14 per cento.

Ma la concorrenza è tanta: in sessantuno per quei sei posti al Festival e un countdown che comincia con le audizioni previste per 19 e 20 ottobre nella Sala A di Via Asiago a Roma, sede di Rai Radio di fronte alla Commissione Musicale presieduta da Amadeus, in veste di direttore artistico, e composta da Claudio Fasulo, Gianmarco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis. Dopo la fase degli ascolti da parte della Commissione musicale che si è svolta man mano che arrivavano le iscrizioni al contest di Rai1, la vera sfida comincia adesso.

La divisione delle 61 potenziali Nuove Proposte (60 che hanno superato la prima fase degli ascolti più il vincitore del Festival di Castrocaro) vede 53 singoli (16 donne e 37 uomini) e 8 gruppi. Il Sud è in testa con 23 partecipanti, segue il Centro con 22 e chiude il Nord con 15; 3 invece i minori provenienti da Napoli (Campania), Roma (Lazio) e Milano (Lombardia).

Per le Regioni il Lazio domina la classifica con 15 canzoni in gara, poi la Campania con 11, la Lombardia con 8, la Puglia con 5, Emilia Romagna e Sicilia con 4, Toscana e Marche 3, Trentino Alto Adige con 2, Abruzzo-Piemonte-Sardegna-Umbria e Basilicata 1, Estero 1 (Rio De Janeiro-Brasile).

Al termine della 2 giorni di audizioni dal vivo saranno scelti i 20, tra gruppi e artisti singoli, che parteciperanno alle “semifinali” in diretta, nella trasmissione condotta da Amadeus “AmaSanremo”, cinque puntate in onda il giovedì, alle 22.45 su Rai1, dal 29 ottobre al 26 novembre. “AmaSanremo” nasce con l’obiettivo di raccontare il percorso che i Giovani compiono per arrivare al Festival conciliando intrattenimento e gara musicale: nello studio Rai di via Asiago, insieme ad Amadeus, che come l’anno scorso è anche il direttore artistico del Festival, ci sarà una giuria televisiva composta da quattro celebrità della musica, dalla diversa personalità ed esperienza, che avranno il compito di votare le esibizioni. Sarà il loro giudizio sommato al Televoto e al voto della Commissione Musicale a decretare l’esito delle serate. In studio ci saranno i 20 ragazzi ammessi alla selezioni di “AmaSanremo”: in ogni puntata, in cui si esibiranno quattro concorrenti – ma solo due saranno ammessi alla fase finale – un cantante famoso, che ha iniziato la propria carriera da Sanremo Giovani, sarà in studio a raccontare la propria esperienza al Festival, a dare consigli, a suggerire segreti del mestiere oltre a fare ascoltare i brani che gli hanno dato la celebrità. Il cast sarà arricchito dalla presenza di un ospite “amico” diverso in ciascuna puntata, un personaggio proveniente dal mondo del cinema e delle comicità, che sarà in studio a raccontare “il suo Sanremo” in una chiave leggera. “AmaSanremo” è un progetto realizzato in collaborazione con Rai RadioDue che trasmetterà l’evento e sarà presente in studio con uno dei suoi conduttori.

Solo alla fine di questo percorso si conosceranno i 10 finalisti dell’edizione di Sanremo Giovani, il contest, in onda in prima serata su Rai1 il 17 dicembre, che vedrà 10 “under 34” sfidarsi per conquistare la vittoria e aggiudicarsi 6 degli 8 posti disponibili (2 arriveranno da Area Sanremo) nella categoria Nuove proposte del Festival 2021.

In ogni puntata, trasmessa dalla storica Sala B di via Asiago, si esibiranno quattro concorrenti che saranno votati dalla Giuria Televisiva, dal Televoto e dalla Commissione Musicale. I due che otterranno il punteggio più alto passeranno alla serata finale. Come si vota per i cantanti di AmaSanremo (Sanremo Giovani)? Gli spettatori da casa potranno esprimere la propria preferenza attraverso il meccanismo del Televoto mediante chiamata telefonica può essere effettuato unicamente dalle utenze fisse site in Italia di Tim e Wind Tre, mentre non ne è possibile l’effettuazione da telefoni pubblici, da telefoni cellulari, oppure da utenze fisse site all’estero. Si effettua mediante digitazione del numero telefonico 894.001, attesa che il messaggio telefonico di risposta pre-registrato richieda di digitare il codice di identificazione della canzone-artista scelto, e digitazione infine del codice a due cifre di identificazione scelto. Per ciascuna chiamata da utenza fissa (indipendentemente dalla distanza, dall’orario e dalla durata della chiamata) con la quale effettivamente si esprima un voto valido, all’utente verrà addebitato l’importo di Euro 0,51 IVA inclusa. Nessun costo potrà essere addebitato nel caso in cui l’utente effettui un numero eccessivo di chiamate oppure digiti un codice di identificazione della canzone-artista non corretto o fuori tempo massimo, in questi casi l’utente ascolterà un messaggio gratuito di errore.

Il Televoto mediante SMS può essere effettuato unicamente da utenze mobili degli operatori telefonici TIM, Vodafone, Wind Tre (con sim/utenze a marchio “3”, “Wind” e “WINDTRE”), Poste Mobile, Coop Italia (con sim/utenze a marchio “CoopVoce”), iliad e ho.mobile inviando un SMS al numero 475.475.1 con il codice a due cifre di identificazione della canzone-artista scelto (o alternativamente utilizzando i seguenti “alias”: a titolo esemplificativo per la canzone-artista indicata con “01” anche: 1, uno, codice 1, codice1,codice 01, codice01). Per ciascun SMS ricevuto a conferma di voto valido, all’utente verrà addebitato dal proprio operatore (sul conto telefonico in caso di abbonamento o scalato dal credito in caso di ricaricabile) l’importo di Euro 0,50 IVA inclusa per SMS inviati da utenze Tim, Poste Mobile, CoopVoce e iliad e di Euro 0,51 IVA inclusa per SMS inviati da utenze Vodafone, ho.mobile e Wind Tre. Gli SMS di invio saranno gratuiti per tutti i clienti degli operatori che hanno aderito al servizio. Nessun costo potrà essere addebitato nel caso in cui l’utente invii un numero eccessivo di SMS di voto oppure una sintassi di voto non corretta o fuori tempo massimo, in questi casi l’utente riceverà un messaggio gratuito. L’utente paga soltanto i voti validi. Il Servizio di Televoto è riservato ai maggiorenni. Le numerazioni 894.001 e 475.475.1 di titolarità di TIM S.p.A., sono disabilitabili chiamando il proprio operatore telefonico.

A proposito di giovani, questa è la settimana che aprirà l’edizione 2020 di Area Sanremo, il concorso gestito dalla Fondazione Orchestra Sinfonica che dovrà selezionare otto vincitori tra i quali le giurie di AmaSanremo ne sceglieranno due in quella sera del 17 dicembre per completare il cast delle Nuove Proposte. Sono previsti tre weekend (24/25 ottobre, 31/1 novembre, 7/8 novembre) pieni di audizioni rigorosamente a porte chiuse al Palafiori per un numero massimo di 600 concorrenti, duecento ogni fine settimana, e la finale che si svolgerà il 21 e 22 novembre. Ovviamente sarà applicato un rigido protocollo di sicurezza anti Covid per le esibizioni davanti alla giuria mentre gli apprezzati corsi di formazione si terranno in streaming.

Rispetto all’anno scorso, la giuria di Area Sanremo è cambiata all’80%. Unico confermato è il presidente Vittorio De Scalzi, gli altri quattro sono Rossana Casale, Erica Mou, Gianmaurizio Foderaro e G-Max.

Nell’anno nero per il mondo della musica e degli eventi in genere, Area Sanremo non molla e nel weekend ha portato in città 439 artisti che sognano di conquistare i due posti al prossimo Festival di Sanremo. C’è ancora tanta incertezza, ma i sogni sanno guardare oltre l’emergenza.

Le audizioni si sono volte al Palafiori in piena sicurezza con ingressi scaglionati, ragazzi seguiti costantemente dagli steward e nessun assembramento potenzialmente pericoloso. Ora si proseguirà con le lezioni a distanza e, contemporaneamente, i ragazzi di Area Saneremo potranno avere passaggi anche in seconda serata Rai all’interno del format ‘AmaSanremo’ che porterà alla finalissima di Sanremo Giovani attualmente in programma per il 17 dicembre in diretta dal Casinò.

“Nonostante l’annata difficile abbiamo avuto una buona risposta in termini di iscrizioni con 439 artisti in lizza – commenta ai nostri microfoni Giuseppe Faraldi, assessore a Turismo e Manifestazioni del Comune di Sanremo – tutti sono stati gestiti in modo professionale con tutte le procedure anti covid. È stato molto gratificante vedere l’interesse dei ragazzi in un periodo di difficoltà come quello che stiamo vivendo”.

“Pare ci siano canzoni e autori degni di nota – prosegue Faraldi – si conferma anche il legame forte con la Rai che fa in modo che le nostre manifestazioni abbiano la visibilità che compete a una città come Sanremo. Siamo sicuri che la città possa dire la propria in questo campo”.

“Infine vorrei rivolgere il mio ringraziamento e i miei complimenti all’Orchestra Sinfonica per l’ottima organizzazione” conclude Giuseppe Faraldi.