ESC 2021: Ecco le ultime novità sull’American Song Contest

Ola Melzig, co-fondatore di Brain Academy, compagnia di produzione svedese che ha ottenuto i diritti per sviluppare la versione statunitense dell’Eurovision Song Contest, ha rivelato ulteriori dettagli sull’American Song Contest in un’intervista nel canale Youtube ‘Humans of Eurovision’ dell’ex-capodelegazione della Repubblica Ceca Jan Bors.

Nell’ultimo episodio di ‘Humans of Eurovision’ dell’ex capo delegazione ceco dell’Eurovision Song Contest, Jan Bors ha parlato con Ola Melzig che sta lavorando all’American Song Contest. Ola Melzig è uno dei produttori che sta attualmente lavorando all’American Song Contest mentre procede verso la selezione da parte di una rete statunitense.

In questo team ci sono anche Christer Björkman (Eurovision 1992 per la Svezia ed ex-produttore del Melodifestivalen), Peter Settman, Ander Lenhoff e Ben Silverman (produttore già vincitore di un Emmy per la serie “The Office“).

In una conferenza in Israele, il CEO di Brain Academy, Peter Settman, ha commentato: “Non vediamo l’ora di introdurre questa meravigliosa competizione nel più grande mercato televisivo del mondo. Il pubblico televisivo sta crescendo di anno in anno quindi questo è il momento perfetto per portare al pubblico americano questo show emozionante.”

Nel corso dell’intervista Ola Melzig, il concorso, che dovrebbe vedere la luce nell’autunno 2021 o la primavera del 2022, come precedentemente annunciato durante l’estate, coinvolgerà tutti e 50 gli stati che compongono gli USA e sarà strutturato in tre fasi, anche se il format esatto è ancora in discussione poiché diverse emittenti sono attualmente interessate al concorso. Tuttavia, il formato principale è:

  • Qualificazioni: 5 serate, della durata di 2 ore, con 10 stati in gara per serata. Avanzeranno alla fase successiva 4 canzoni per un totale di 20 semi-finalisti.
  • Semi-finali: show dalla durata prevista di 2 ore con 10 stati in gara per serata, 5 di questi si qualificano per la finalissma.
  • Finale: i 10 brani rimasti si contenderanno il titolo in un’altro show che non dovrebbe sforare le 2 ore.

Stando alle parole di Ola Melzig i format delle semifinali e della finale non cambierà, mentre potrebbe cambiare la struttura delle prime 5 serate a seconda del broadcast che trasmetterà l’evento.

In linea di principio, le manche funzioneranno secondo lo stile della selezione Eurovision svedese Melodifestivalen, mentre le semifinali e le finali saranno basate sull’Eurovision Song Contest.

Ogni stato americano sarà chiamato a selezionare il proprio rappresentante tra minimo tre canzoni in gara. Le regole di ogni selezione saranno poi definite a seconda del broadcast che organizzerà il contest. Le canzoni dovranno essere, ovviamente, inedite mentre i cori potranno essere pre-registrati.

Le chiamate per gli artisti saranno estese sia a nomi affermati del panorama musicale statunitense che ad artisti emergenti. Per i rappresentanti di ogni stato vale la regola eurovisiva di massimo 6 persone on-stage.

Al momento non è ancora chiaro quale network tramsetterà l’American Song Contest (ASC) e come verrà reso disponibile dall’EBU-UER in tutta Europa mentre è probabile che il vincitore dell’ASC possa esibirsi successivamente durante l’interval-act dell’Eurovision Song Contest.

Infine Melzig ha sottolineato due aspetti importanti del nuovo concorso in costruzione. In primis la volontà di renderlo sia il più grande concorso e show musicale americano (nel parallelismo con l’Eurovision Song Contest in Europa) che un trampolino per artisti che ancora non hanno trovato il grande successo in tutti gli USA.

A questo si aggiunge il desiderio di “educare” gli americani al format dell’Eurovision portando, in futuro, i broadcast affiliati a produrre le proprie selezioni interne per l’ASC per ogni stato americano.

Humans of Eurovision #4 – Ola Melzig – Eurovision or American Song Contest?, NEVER send Eurovison Song, Czech Talent Tuesday #3 – Yababy – The Carsleepers – Jordan Haj & Emma Smetana, Humans of Eurovision #3 – Lorinc Bubno – Eurovision values and Hungary, How can healthy Eurovision team bring the value to the song contest?, Czech Talent Tuesday #2 – Nature Trip – Viah – Nykki – Tome Prince, Humans of Eurovision #2 – William Lee Adams – How hard is to operate huge Eurovision fansite?, Believe in what you wanna do, Czech Talent Tuesday #1 – Aiko – Mikolas Josef – Tea Sofia – Skywalker, Humans of Eurovision #1 – Felix Bergsson – Iceland is full of creative fire!

Nel 2006 in vista della 51a edizione dell’Eurovision Song Contest ad Atene, in Grecia, è stato annunciato che la NBC si era assicurata i diritti dell’Eurovision Song Contest per gli Stati Uniti.

Dopo i primi resoconti dei media nel febbraio 2006, i discorsi sul concorso si sono esauriti. La società di produzione Reveille, ora nota come Endemol Shine North America, non ha rilasciato ulteriori informazioni sul concorso. I rapporti sul concorso sono continuati da vari media sul concorso, incluso Metro che ha riferito che il concorso sarebbe stato un evento di più settimane.