ESC 2021: La decisione sullo scenario dell’ESC 2021 verrà presa “tra quattro o cinque settimane” – Aggiornato

Partita ufficialmente la stagione delle selezioni in vista della 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021, che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021

Sietse Bakker, il Produttore Esecutivo dell’Eurovision Song Contest 2021, ha dichiarato attraverso il proprio account Twitter, che la decisione su quale delle 4 opzioni sarà utilizzata per ospitare la competizione a Rotterdam, verrà presa dall’EBU-UER e le emittenti organizzatrici dei Paesi Bassi (NPO, NOS e AVROTROS) “tra quattro o cinque settimane”.

In un breve tweet, in cui commenta un articolo di un quotidiano olandese, Bakker ne approfitta per sottolineare che i quattro scenari contemplati per la prossima edizione del festival di fronte alla pandemia di COVID-19 sono già preparati, e che resta solo da adottare decisioni pertinenti in quattro o cinque settimane, come accennato nel suo tweet: “Bel pezzo sul @telegraaf! Gli scenari sono pronti, inizieremo a prendere decisioni in 4 o 5 settimane. #song festival #openup”

Nel settembre 2020 l’EBU-UER ha scelto di collaudare quattro scenari da considerare in base agli sviluppi della pandemia di COVID-19 per evitare che l’edizione venga cancellata come quella precedente, ma il festival si farà. Gli scenari possibili sono:

• Scenario A: l’Eurovision si svolgerà a Rotterdam regolarmente nella sua tradizionale maniera

• Scenario B: l’Eurovision si svolgerà a Rotterdam, ma con un pubblico distanziato di un metro e mezzo e un numero di membri delle delegazioni ridotto

• Scenario C: l’Eurovision si svolgerà a Rotterdam con pubblico ridotto e distanziato, se alcuni paesi dovessero chiudere le frontiere, i cantanti che li rappresentano si esibiranno da appositi studi di registrazione

• Scenario D: l’Eurovision si svolgerà senza pubblico, se i Paesi Bassi dovessero chiudere le frontiere, tutti i paesi che partecipano faranno esibire i loro cantanti da appositi studi di registrazione, proprio come abbiamo visto allo Junior Eurovision Song Contest a novembre.

Inoltre è stata definita la modalità di esibizione a cui si dovrà ricorrere qualora si concretizzasse la peggiore delle ipotesi degli scenari 3 e 4, ossia un’esibizione “live-on-tape”. Nel caso che la situazione epidemiologica prosegua la prossima primavera, deve essere consentito ad ogni artista di esibirsi anche nel caso in cui fosse in prima persona costretto alla quarantena. Per questo motivo è stata richiesta, ad ogni emittente televisiva, una registrazione preventiva della performance, definita per l’appunto “live-on-tape”, i cui contenuti sono stati pedissequamente stabiliti.

Aggiornamento – Ai partecipanti all’Eurovision Song Contest non sarà richiesto di essere vacciniati contro il COVID-19. In un’intervista al quotidiano Telegraaf.nl, Sietse Bakker ha annunciato che i partecipanti all’Eurovision Song Contst 2021 non dovranno essere obbligatoriamente vaccinati contro il COVID-19. Si punterà molto ai test rapidi, che si stanno dimostrando sempre più affidabili: “La vaccinazione obbigatoria è una decisione politica di ogni paese e quindi noi non prenderemo decisioni al riguardo, ma speriamo ovviamente che il maggior numero possibile di partecipanti sia vaccinato.” 

Sietse ha inoltre ribadito che la decisione definitiva su quale dei quattro scenari adottare per l’evento verrà presa a inizio febbraio, sulla base delle condizioni della pandemia in quel momento e in base alla prospettiva per il mese di maggio. 

Tuttavia, l’organizzazione olandese è sempre più speranzosa di poter organizzare l’Eurovision Song Contst in una forma quasi normale, visto anche il risultato più che positivo di un evento prova a Barcellona. Di oltre un migliaio di partecipanti, che necessitavano di due test rapidi negativi per partecipare, nessuno è risultato positivo dopo le due ore e mezza di concerto senza distanziamento sociale e mascherina obbligatoria.

Dobbiamo ricordare che l’EBU-UER ha annunciato dopo la cancellazione dell’edizione 2020 a causa della pandemia di COVID-19 che ha coinvolto diverse regioni del mondo tra cui, più duramente, la Cina e l’Europa,  che la manifestazione sarebbe stata riorganizzata nel maggio 2021 e sono cominciate le discussioni con le emittenti olandesi NPO, NOS, AVROTROS, incaricate di organizzare la precedente edizione, e la città di Rotterdam sulla riorganizzazione dell’evento nella stessa città o meno. Nel mese di maggio 2020 durante la trasmissione dello show ‘Eurovision: Europe Shine a Light’, è stato confermato che la città di Rotterdam avrebbe ospitato l’evento.

L’EBU-UER e AVROTROS hanno confermato che lo slogan ufficiale dell’evento resterà Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata. Successivamente, con la conferma dei 41 paesi che dovevano prendere parte anche all’edizione precedente, viene annunciato il nuovo logo dell’evento, molto simile al medesimo precedentemente pianificato: un disco che rappresenta, in base alla locazione geografica, i paesi partecipanti all’Eurovision Song Contest in chiave astratta, disegnato dall’agenzia CLEVER°FRANKE. Il design dell’edizione 2020 è stato premiato con un European Design Award e un Red Dot Design Award. La forma circolare del logo è stata ispirata da quelli disegnati per le edizioni del 1970, del 1976 e del 1980 da Frans Schupp. 

Il concetto delle cartoline 2021 sarà basato sul tema “Open Up” del concorso, ma in una deviazione dal concetto iniziale creato per le cartoline del concorso 2020 a causa di problemi di limitazione di viaggio, le cartoline ora coinvolgeranno gli artisti presentati attraverso filmati girati nel loro paese di origine, sulla struttura di una cosiddetta “piccola casa” allestita in varie località nei Paesi Bassi. Le registrazioni delle cartoline avverranno tra marzo e aprile 2021.

Inoltre è stato annunciato che Martin Österdahl sarebbe subentrato a Jon Ola Sand come nuovo supervisore esecutivo della manifestazione a partire dal 2021. Prima dell’incarico, Österdahl è stato il produttore esecutivo dell’Eurovision Song Contest 2013 e dell’edizione del 2016, ed è stato membro del gruppo di referenza della manifestazione tra il 2012 e il 2018.

I presentatori resteranno gli stessi della manifestazione annullata a causa della pandemia di COVID-19: la famosa attrice e presentatrice Chantal Janzen, la presentatrice, cantante e due volte partecipante all’Eurovision Song Contest nel 1998 e del 2007 Edsilia Rombley e il cantante di successo, presentatore e commentatore dell’Eurovision per i Paesi Bassi Jan Smit, mentre la youtuber olandese Nikkie de Jager curerà i contenuti web e sarà presente sul palco nelle due semifinali e nella finale dell’evento dal vivo.  

L’EBU-UER ha comunicato che avrebbe approvato, solo per quest’edizione, l’utilizzo di voci pre-registrate durante l’esibizione. L’uso delle voci sarà del tutto facoltativo, infatti ogni delegazione avrà comunque la possibilità di utilizzare dei coristi, sia sul palco che fuori. Inoltre sarà consentito anche l’utilizzo di una combinazione di voci dal vivo e registrate. Tutte le voci principali che eseguono la canzone sul palcoscenico, compreso un eventuale uso del lead dub, dovranno comunque essere eseguite obbligatoriamente dal vivo sul palco all’interno dell’arena. Questa scelta è stata presa per offrire alle nazioni partecipanti la possibilità di viaggiare con delegazioni più piccole, oltre che ad evitare la cancellazione di edizioni future della manifestazione.

A seguito della cancellazione l’EBU-UER ha valutato la possibilità di consentire ai brani selezionati di competere nel 2021; tuttavia è stato confermato dal Gruppo di Referenza che, in conformità al Regolamento, ciò non sarebbe avvenuto, lasciando però la possibilità alle singole emittenti di selezionare nuovamente i rappresentanti annunciati per il 2020. 

E le 41 nazioni partecipanti nel frattempo stanno già scaldando i motori.

Alcuni hanno confermato la scelta fatta lo scorso anno dando una seconda possibilità agli artisti che si sono guadagnati il diritto di partecipare alla cancellata edizione 2020.

Altri sceglieranno la canzone direttamente in accordo con la casa discografica e la tv nazionale. Alcuni artisti sopra elencati sceglieranno il brano tramite una gara televisiva dove proporranno dalle tre alle cinque canzoni tutte da loro interpretate; la canzone vincitrice sarà scelta dal televoto e/o da una giuria di esperti.

Dopo qualche indecisione fortunatamente l’Islanda ha scelto di confermare Daði og Gagnamagnið che con la sua “Thinks about things” ci ha tenuto compagnia per tutta l’Estate.

Altri paesi invece hanno deciso di cambiare l’artista come Cipro che ha scelto Elena Tsagrinou al posto di Sandro Nicolas. Il suo brano si intitola “El Diablo”.

I restanti paesi hanno deciso di scegliere il proprio rappresentante con il classico festival, la cosidetta selezione nazionale, con tutte le dovute precauzioni che il momento storico nel quale viviamo richiede. In attesa di confermare o meno l’artista ci sono l’Armenia con la starlette Athena Manoukian, la Macedonia Del Nord con Vasil, la Polonia con Alicja Szemplińska, la Russia con il fenomeno LittleBIG, la Moldavia con Natalia Gordienko, nonostante la cantante lo abbia confermato sui social, e il Regno Unito con James Newman.

Svezia (Melodifestivalen 2021), Norvegia (Melodi Grand Prix (MGP) 2021), Finlandia (Uuden Musiikin Kilpailu (UMK) 2021), Danimarca (Dansk Melodi Grand Prix (DMGP) 2021), Lituania (Pabandom iš naujo! 2021), Estonia (Eesti Laul 2021), Croazia (DORA 2021.) e Portogallo (Festival da Canção 2021) si affideranno ai loro consueti festival come la Francia che, dopo avere scelto nel 2020 direttamente Tom Leeb, ritorna alla selezione pubblica in tv (Eurovision France, c’est vous qui décidez!).

L’Albania ha già scelto come sua rappresentate a Dicembre. Come ormai da qualche anno è l’Albania ad aprire la stagione delle selezioni col tradizionale Festvali I Këngës, che quest’anno, per la prima volta, si è svolto senza orchestra ma su base e registrato per via delle normative Covid-19. Ha vinto Anxhela Peristeri, 32 anni, con “Karma”, una ballad dal sapore molto albanese, che resterà nella sua lingua nazionale.

L’Italia sceglierà, come oramai da tradizione, il vincitore del Festival Di Sanremo 2021 o, in caso di un suo assurdo rifiuto, molto probabilmente il secondo classificato; il tutto se il Festival verrà organizzato dal 2 al 6 Marzo come previsto.

L’elenco ufficiale dei 26 Campioni è il seguente:

  1. Francesco Renga – “Quando trovo te”
  2. Coma_Cose – “Fiamme negli occhi”
  3. Gaia – “Cuore amaro”
  4. Irama – “La genesi del tuo colore”
  5. Fulminacci – “Santa Marinella”
  6. Madame – “Voce”
  7. Willie Peyote – “Mai dire mai (La locura)”
  8. Orietta Berti – “Quando ti sei innamorato”
  9. Ermal Meta – “Un milione di cose da dirti”
  10. Fasma – “Parlami”
  11. Arisa – “Potevi fare di più”
  12. Gio Evan – “Arnica”
  13. Måneskin – “Zitti e buoni”
  14. Malika Ayane – “Mi piace così”
  15. Aiello – “Ora”
  16. Max Gazzè e La Trifluoperazina Monstery Band – “Il farmacista”
  17. Ghemon – “Momento perfetto”
  18. La Rappresentante di Lista – “Amare”
  19. Noemi – “Glicine”
  20. Random – “Torno a te”
  21. Colapesce e Dimartino – “Musica leggerissima”
  22. Annalisa – “Dieci”
  23. Bugo – “E invece sì”
  24. Lo Stato Sociale – “Combat Pop”
  25. Extraliscio feat. Davide Toffolo – “Bianca Luce Nera”
  26. Francesca Michielin e Fedez – “Chiamami per nome”

Entro metà Marzo infatti tutti i paesi dovranno presentare i loro candidati anche se non è detto che, a causa della pandemia, la scadenza sarà posticipata di qualche settimana.

Dando un’occhiata al cast di quest’anno troviamo numerosi artisti che sicuramente ci rappresenterebbero egregiamente come Annalisa, Arisa, i Måneskin, Aiello, Gaia, Irama, Noemi, Malika Ayane e molti altri.Nel caso non fosse possibile scegliere dal Festival a causa di un suo spostamento, la RAI dovrà scegliere direttamente il rappresentante italiano. Potrebbe accordarsi con una casa discografica per uno specifico artista; potrebbe scegliere fra i partecipanti al festival che proporrebbero un brano diverso da quello sanremese ma contenuto nel loro nuovo album, oppure dare una seconda possibilità a Diodato in qualità di vincitore del Festival precedente.

Non escludiamo un ritorno di Francesca Michielin che più volte ha dichiarato di voler ripetere l’esperienza eurovisiva dopo avervi partecipato nel 2016.

Auspicabile anche un ritorno di Ermal Meta come solista dopo aver rappresentato l’Italia nel 2018 in coppia con Fabrizio Moro.

Nel frattempo attendiamo la conferma o meno delle date stabilite e delle modalità di organizzazione vista la difficoltà di trovare una soluzione che permetterebbe la presenza del pubblico al teatro Ariston e per le vie di Sanremo.

L’EBU-UER e il Gruppo di Controllo hanno annunciato di non svolgere il tradizionale sorteggio per determinare la composizione delle Semifinali. Infatti, sarà utilizzata la composizione effettuata durante l’edizione precedentemente pianificata, avvenuta il 28 gennaio 2020 al municipio di Rotterdam, presentata da Chantal Janzen, Edsilia Rombley e Jan Smit. Nell’annuncio è stato esplicitato che, come da tradizione, l’ordine di esibizione esatto sarebbe stato stabilito dalla produzione del programma e approvata dal supervisore EBU-UER del programma e dal Gruppo di Controllo. In base all’annuncio, le semifinali risultano quindi così composte (questi i cantanti riconfermati finora per Rotterdam):

• Prima Semi-Finale. La Prima Semi-Finale si svolgerà il 18 maggio 2021 alle 21:00 CEST; vi gareggieranno 17 paesi e voteranno anche Italia, Germania, Paesi Bassi: Jeangu Macrooy.

  • Prima metà
    Macedonia del Nord: – “”,
    Bielorussia: – “”, Natsionalniy Otbor 2021
    Lituania: – “”, Pabandom iš naujo! 2021
    Svezia: – “”, Melodifestivalen 2021
    Slovenia: Ana Soklič, Selezione Interna – “”, Evrovizijska Melodija (EMA) 2021 
    Australia: Montaigne, Selezione Interna – “”,
    Irlanda: Lesley Roy, Selezione Interna – “”,
    Russia: – “”,
  • Seconda metà
    Norvegia: – “”, Melodi Grand Prix 2021
    Cipro: Elena Tsakgrinou (Έλενα Τσαγκρινού) – “El Diablo”, Selezione Interna
    Croazia: – “”, DORA 2021.
    Azerbaigian: Efendi (Əfəndiyeva), Selezione Interna – “”, 
    Malta: Destiny
    Israele: Eden Alene (עדן אלנה), Selezione Interna – “”, Our Song for Eurovision 2021
    Ucraina: Go_A, Selezione Interna – “”,
    Romania: ROXEN, Selezione Interna – “”, 
    Belgio: Hooverphonic, Selezione Interna – “”,

• Seconda Semi-Finale. La Seconda Semi-Finale si svolgerà il 20 maggio 2021 alle 21:00 CEST; vi gareggieranno 18 paesi e voteranno anche Francia, Regno Unito, Spagna: Blas Cantò.

  • Prima metà
    Austria: Vincent Bueno, Selezione Interna – “”,
    Moldavia: Natalia Gordienko, Selezione Interna – “”,
    Polonia: – “”,
    San Marino: Senhit, Selezione Interna – “”,
    Serbia: Hurricane, Selezione Interna – “”,
    Islanda: Daði og Gagnamagnið, Selezione Interna – “”,
    Repubblica Ceca: Benny Cristo, Selezione Interna – “”,
    Grecia: Stefania (Στεφανία), Selezione Interna – “”,
    Estonia: – “”, Eesti Laul 2021
  • Seconda metà
    Danimarca: – “”, Dansk Melodi Grand Prix 2021
    Bulgaria: VICTORIA (Виктория), Selezione Interna – “”,
    Svizzera: Gjon’s Tears, Selezione Interna – “”,
    Finlandia: – “”, Uuden Musikiin Kilpailu 2021
    Armenia: – “”,
    Lettonia: Samanta Tīna, Selezione Interna – “”,
    Georgia: Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი), Selezione Interna – “”,
    Portogallo: – “”, Festival da Canção 2021
    Albania: Anxhela Peristeri – “Karma”, Festivali i Këngës 59

• Finale. La finale si svolgerà il 22 maggio 2021 alle 21:00 CEST; vi gareggieranno i 10 paesi qualificatisi durante la Prima Semi-Finale, i 10 qualificatisi durante la Seconda Semi-Finale e i 6 finalisti di diritto (BIG 5: Germania, Italia, Francia, Spagna e Regno Unito e il paese organizzatore: Paesi Bassi), per un totale di 26 paesi. Il 21 novembre 2020, in maniera simile alla composizione delle semifinali, anche i Paesi Bassi, lo Stato organizzatore, manterrà la posizione precedentemente sorteggiata il 9 marzo 2020, ovvero la ventitreesima posizione.

  • Francia: – “”, Eurovision France, c’est vous qui décidez! 2021
  • Germania: – “”, Selezione Interna
  • Italia: – “”, Festival di Sanremo 2021
  • Paesi Bassi: Jeangu Macrooy, Selezione Interna – “”,
  • Regno Unito: – “”,
  • Spagna: Blas Cantò, Selezione Interna – “”, Selezione Nazionale

Let’s celebrate ‘we’ once again. No matter where we may be in 2021. Let’s Open Up. Let’s Open Up, again.