ESC 2021 – Svezia: Ascolta gli snippets della quarta Semi-finale del Melodifestivalen 2021 – Aggiornato

L’emittente pubblica svedese, SVT, pochi minuti fa ha rilasciato in anteprima un minuto delle canzoni e gli snippets di 60 secondi delle esibizioni dei 7 concorrenti che prenderanno parte alla quarta Semi-finale del Melodifestivalen che si terrà a Stoccolma il prossimo Sabato 27 di Febbraio 2021.

Le prove hanno preso il via il 23 febbraio 2021 sul palco della Annexet di Stoccolma.

Ogni cantante per la prima volta hanno preso confidenza con il nuovo palco e hanno finalmente potuto calibrare se le esibizioni che preparano da settimane risultano sufficientemente televisive. Una volta completata la sessione di prove, i cantanti ed i loro team hanno potuto osservare le registrazioni e ovviamente trarre le prime considerazioni. In fondo, trovi i primi scatti che l’emittente pubblica svedese SVT ha messo a disposizione di stampa e fan.

È possibile ascoltare gli snippets qui si seguito:

Questo slideshow richiede JavaScript.

1.Tess Merkel – ”Good Life” (Tony Malm, Tess Merkel, Palle Hammarlund, Mats Tärnfo. Dancers: Fatou Bah, Sanna Jansson, Carin Mårtensson Årenäs and Louise Wallentin. Off-stage backing vocalist: Sara Nordenberg. snippets / clips prove

Per 20 anni, Tess Merkel ha prodotto successi come parte del gruppo Alcazar, con fan in tutta Europa. Hanno partecipato al Melodifestivalen cinque volte, con canzoni come ”Stay the Night” e ”Not a Sinner nor a Saint”. Ora, Tess sale sul palco da sola, con l’obiettivo di celebrare la vita. Nel 2006 Tess, insieme a Henrik Johnsson, ospitò il MGP Nordic, la finale nordica dello junior del MGP all’epoca chiamato Lilla Melodifestivalen.

“Se dovessi descrivere la mia canzone in una frase direi: non importa quello che succede nella vita, ci saranno sempre gioia, amore e speranza per cui vale la pena lottare, ma sopratutto la vita va sempre celebrata. Questa canzone è nata in un momento buio della mia vita. La canzone è subito diventata triste ma ho pensato ‘devo fare qualcosa di positivo!’ E ”Good Life” è diventata quello che sentirete oggi!.'”, Tess Merkel.

Questo slideshow richiede JavaScript.

2.Lovad – “Allting är precis likadant” (Everything Is Just the Same) (Mattias Andréasson, Alexander Nivek, Lova Drevstam, Albin Johnsén). MDancer: Daniel Koivunen. snippets / clips prove

Lovad è nata nel novembre 1992 a Tyresö, fuori Stoccolma. È stata scelta come Stockholm’s Top 5 da Sveriges Radio e ha ricevuto il premio STIM 2019 per il suo lavoro come cantautrice. Si è esibita con nomi di famiglia svedesi come Plura, Eric Gadd (un concorrente in Melodifestivalen 2013) e Mauro Scocco. L’anno scorso, Lovad ha avuto molto successo in radio e in streaming. Lo scorso autunno, ha riscosso grande successo con la sua canzone ”Vi gjorde vårt bästa” (We Did Our Best) insieme ad Albin Johnsén (Melodifestivalen 2016 e 2020). Albin ha anche co-scritto “Allting är precis likadant” (Everything Is Just the Same), la canzone di Lovad per il Melodifestivalen. Il nome d’arte di Lova è composto dal nome di battesimo e dall’iniziale del cognome. In precedenza ha utilizzato il nome d’arte I:AM.

“Se descrivessi la mia canzone in una frase, direi: forse devi spezzarti per essere più forte. Sarò fragile, un pò al limite. Potrei iniziare a piangere, non lo so.”, Lovad.

Questo slideshow richiede JavaScript.

3.Efraim Leo – “Best Of Me” (Efraim Leo, Cornelia Jakobsdotter, Amanda Björkegren, Herman Gardarfve). Dancers: Christoffer Collins and Martin Wallin Andersson. Off-stage in-house backing vocalists: Emelie Fjällström and Lars Säfsund. snippets /  clips prove

Efraim Leo ha 23 anni ed ha iniziato a suonare la chitarra ad appena 13 anni. Ha iniziato a trasformare i suoi testi in canzoni. Nel 2016 ha raggiunto i primi successi, il singolo ”Show You the Light”, con raggiunto il 12° posto nelle Billboard Dance Charts e ha ricevuto la certificazione Gold in Svezia. Nell’estate del 2019, Efraim ha eseguito il suo singolo di debutto ”You Got Me Wrong” al festival Summerburst di Göteborg e al festival Lollapalooza di Stoccolma. Inoltre ha aperto l’Icona Pop allo the Stockholm Pride festival. L’anno scorso ha pubblicato l’EP ‘Timing’.

“È una canzone sul come sia difficile lasciare una persona che ti piace. È nata casualmente in una stanza d’albergo a Stoccolma quando con Cornelia, Amanda ed Herman stavamo suonando. A fine giornata, la canzone era pronta. Gli spettatori possono aspettarsi una canzone energica e non riusciranno a stare fermi.”, Efraim Leo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

4.The Mamas – “In The Middle” (Emily Falvey, Robin Stjernberg, Jimmy Jansson). Off-stage backing vocalist: Stran Cetin. snippets / clips prove

The Mamas hanno avuto la loro grande svolta e hanno conquistato il cuore delle persone quando hanno vinto il Melodifestivalen 2020 con la canzone ”Move”, ed Ashley ”Ash” Haynes, Loulou Lamotte e Dinah Yonas Manna hanno preso un posto naturale nella scena musicale svedese. Si sono anche esibiti nello spettacolo di canto estivo preferito Allsång på Skansen, Swedish Idol, e al concerto annuale di compleanno di Victoria, la principessa ereditaria di Svezia. Lo scorso autunno, hanno pubblicato il loro EP di debutto ”Tomorrow Is Waiting”. Ora sono tornate sul palco del Melodifestivalen per la terza volta consecutiva, dopo aver accompagnato John Lundvik all’Eurovision Song Contest di Tel Aviv. Tornano in gara l’anno successivo alla loro vittoria e questo non accadeva al Melodifestivalen dal 2004, quando i Fame sono stati i vincitori nel 2003. 

“Eravamo in studio con Robin Stjernberg, stavamo terminando il nostro EP. Ci ha fatto sentire questa canzone e ci è piaciuta molto e volevamo provare a registrarla. Quando l’abbiamo registrato, è stato un momento magico. Abbiamo pianto, è stato molto emozionante.”, The Mamas.

Questo slideshow richiede JavaScript.

5.Sannex – “All Inclusive” (Greta Svensson, Hans Thorstensson). Off-stage in-house backing vocalist: Lars Säfsund. snippets / clips prove

Sannex (Andreas Olsson, Peter Brodin, Patrich  Rundström e Micke Norsten) sono i rappresentanti di quel genere musicale che in Svezia è conosciuto come dansband. In questo genere si distaccano per il loro tocco moderno. Con Andreas Olsson al timone, la band ha vinto numerosi Guldklaven Awards e un Swedish Grammy, e ha preso parte due volte ad Allsång på Skansen, lo spettacolo di cantanti estivo preferito. Metà dell’album ”Crossroads” del 2018 è stato registrato a Nashville, dove Andreas si è esibito al leggendario Blue Bird Café. 

”I genitori dei nostri autori sono grandi fan delle dansband e dello schlager, e la canzone è nata quando hanno deciso di scrivere il pezzo più figo che una dansband / schlager abbia mai cantato. La canzone si adatta a tutti e parla direttamente ai cuore e all’anima delle persone.”, Sannex.

Questo slideshow richiede JavaScript.

6.Clara Klingenström – “Behöver inte dig idag” (Don’t Need You Today) (Clara Klingenström, Bobby Ljunggren, David Lindgren Zacharias). Off-stage in-house backing vocalist: Emelie Fjällström. snippets / clips prove

Clara Klingenström è un’artista pop e cantautrice di 25 anni di Gotland, l’isola più grande della Svezia, situata al largo della costa orientale, e arriva da una famiglia di musicisti. Dopo il singolo di debutto ”Ensam i en stad” (Alone in a City), pubblicato nella primavera del 2019, la sua carriera è progredita costantemente e ha messo il suo nome sulla mappa musicale. Clara ha partecipato a Webbjokern, la selezione pubblica per il Melodifestivalen 2011, con la canzone ”Mr Lonely Man”. È andata in finale al concorso Svensktoppen Nästa (ora P4 Nästa) nel 2012 con la canzone ”It Makes Me Crazy”, dove la vincitrice Terese Fredenwall ha vinto un posto nel 2013 Melodifestivalen.

“Se dovessi descrivere la mia canzone in una frase, sarebbe: fottuta vendetta!. Ho scritto la canzone ho toccato il fondo. Ma ora è il momento di vendicarmi.”, Clara Klingenström.

Questo slideshow richiede JavaScript.

7.Eric Saade – “Every Minute” (Eric Saade, Linnea Deb, Joy Deb, Jimmy “Joker” Thörnfeldt). In-house dancer: Kenny Lantz. Off-stage backing vocalist: Greg Curtis. snippets / clips prove

Eric Saade, nato e cresciuto a Kattarp, (area urbana di Helsingborg, in Svezia) è il secondo di 8 figli, di Walid Saade, cittadino svedese di origini palestinesi-libanesi, e Marlene Jacobsson. Inizia a scrivere canzoni a 13 anni, firmando il suo primo contratto discografico due anni dopo. È venuto alla ribalta dopo la vittoria nel concorso musicale svedese Joker. Nel 2007 ha preso parte ad un concorso per formare una boyband chiamata “What’s Up”, diventando uno dei quattro membri insieme a Robin Stjenberg (che ha rappresentato la Svezia all’Eurovision Song Contest nel 2013 con “You“), Ludwig Keijser e Johan Yngvesson. Nel febbraio 2009 Eric lasciò la band per intraprendere la carriera da solista. Nel 2010 partecipa per la prima volta al Melodifestivalen con il singolo ”Manboy”, con cui si piazza terzo. Pur non partecipando all’Eurovision Song Contest 2010 presenta i voti della Svezia, facendo parte della giuria svedese. Vince il premio artistico dei Marcel Bezençon Awards (assegnati da SVT). Nel 2011 partecipa nuovamente al Melodifestivalen con il singolo ”Popular”, che vincerà la selezione svedese e si classificherà terzo all’Eurovision Song Contest 2011, sancendo il miglior risultato per la Svezia dal 1999 (prima della vittoria di Loreen nel 2012). Ha vinto anche il Premio della Stampa dei Marcel Bezençon Awards. Si esibisce al Melodifestivalen 2012 (non come concorrente), cantando “Hotter than Fire”, mentre Popular (canzone con cui ha vinto l’edizione precedente) sarà cantata in una nuova versione jazz dalla cantante greco-svedese Helena Paparizou. Durante l’Eurovision Song Contest 2013, ospitato a Malmö, viene scelto come co-conduttore di Petra Mede nella Green Room (dove i concorrenti, dopo essersi esibiti, aspettano i risultati). Partecipa nuovamente al Melodifestivalen nel 2015, con la canzone “Sting”, che si piazza quinto in Finale. Eric ha scritto canzoni di successo sia in Svezia che a livello internazionale. Il singolo ”Wide Awake”, una collaborazione con Gustaf Norén della band Mando Diao, è entrato in molte classifiche in tutta Europa nel 2016. Quando ha preso parte allo show televisivo ‘Så mycket bättre’ nel 2017, dove artisti famosi eseguono nuove versioni delle reciproche canzoni , Eric si è interessato alla scrittura in svedese e, insieme al sensazionale Melodifestivalen 2020 Anis Don Demina, ha avuto un grande successo con la canzone in lingua svedese ”Postcard”.

“La mia canzone è una canzone pop seducente e che crea dipendenza, con un tocco di darkness.”, Eric Saade.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La 61ª edizione del Melodifestivalen si svolgerà dal 6 febbraio al 13 marzo 2021 a Stoccolma e decreterà il rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest 2021 a Rotterdam, nei Paesi Bassi. Un totale di 28 partecipanti fra le 2 747 proposte ricevute prenderanno parte a questa edizione.

Per la prima volta, dopo diciannove edizioni, il Melodifestivalen non si svolgerà in diverse città della Svezia, a causa della pandemia di COVID-19 in Europa; inoltre, per rispettare le attuali norme nazionali, l’evento si terrà senza pubblico. 

Il Melodifestivalen si terrà presso l’Annexet, studio televisivo collocato all’interno dell’Ericsson Globe di Stoccolma, che è stata sede dell’Eurovision Song Contest 2016.

Christer Björkman, rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest 1992 con il brano “I morgon är en annan dag” (Tomorrow is another day), classificandosi 22º su 23 finalisti, per conto dell’emittente svedese SVT, è il capo delegazione nazionale per l’Eurovision Song Contest e produttore esecutivo del festival dal 2002, condurrà l’evento come presentatore principale per celebrare il suo ultimo anno come capo delegazione della Svezia all’Eurovision Song Contest; nel corso delle serate sarà affiancato da nove co-conduttori: Lena Philipsson (rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest 2004 con la canzone “It hurts“, ha partecipato per ben 6 volte al Melodifestivalen: nel 1986 con “Kärleken är evig” (Love is eternal) (2ª), 1987 con “Dansa i neon” (Dancing in neon) (5ª), 1988 con “Om igen” (Yet again) (2ª), 1991 compositrice  del brano “Tvillingsjäl” (Soulmate) eseguita da Pernilla Wahlgreen, 1999 compositrice del brano “Det svär jag på” (I swear) eseguita dai Arvingarna e nel 2004 con “Det gör ont” (It hurts) (1ª); e nel 2006 fu la presentatrice da sola del Melodifestivalen) nella Prima Semi-Finale, Oscar Zia (ha partecipato al Melfest nel 2014 con il brano “Yes We Can” e nel 2016 con “Human“, nel 2013 ha partecipato come backing singer insime a Loulou Lamotte ‘The Mamas’ nel brano “Jalla Dansa Sawa” eseguito da Behrang Miri) ed Anis Don Demina (ha partecipato al Melfest nel 2018 come sassofonista per Samir & Viktor e il brano “Shuffla“, nel 2019 in coppia con Zeana e il brano ”Mina bränder” e l’anno scorso con il brano ”Vem e som oss”) nella Seconda Semi-Finale, Jason Timbuktu Diakité nella Terza Semi-Finale, Per Andersson e Pernilla Wahlgren nella Quarta Semi-Finale, Shirley Clamp nel ripescaggio (Andra Chansen) ed infine Måns Zelmerlöw e Shima Niavarani nella serata Finale.

Per Andersson è uno dei più brillanti comici svedesi. Ha intrattenuto gli svedesi per diversi decenni, sul palco e in numerosi programmi televisivi come Julkalendern, Parlamentet och il Melodifestivalen. Conme intrattenitore al Mello, ha lasciato il segno, tra le altre cose, come membro del collettivo Grotesco e come intervistatore rigorosamente eccentrico insieme a Katrin Sundberg al  Melodifestivalen 2011.

“Ho chiamato, ho votato, ho gridato e gioito con il Melodifestivalen fin dall’infanzia. Mi sono fermato un paio di volte, ma essere in grado di prendere parte al circo e entrare nell’arena è fantastico!”, Per Andersson.

Con fascino, versalità e musicalità, Pernilla Wahlgren ha abbracciato l’intero popolo svedese e ha lasciato un segno chiaro con la sua abilità artistica. Ha iniziato al Melodifestivalen nel 1985 quando si è esibita con “Piccadilly Circus“. Il successo senza tempo, la danza e le performance scoppiettanti le hanno conferito una nomination nella Hall of Fame del Melodifestivalen. Pernilla Wahlgren ha anche partecipato con ”Tvillingsjäl” (1991), ”Let Your Spirit Fly” (2003 con Jan Johansen), “Jag vill om du vågar” (2010) och “On Top of The World” (2013 – con le  Swedish House Wives).

“Dopo aver gareggiato cinque volte a Mello, sarà incredibilmente divertente poter ora partecipare e guidare il programma. Anche insieme a Per Andersson!. Non vedo l’ora.”, Pernilla Wahlgren.

Appuntamento sabato 27 febbraio 2021, con la Quarta Semi-Finale, che vedrà competere altri 7 artisti.

SVT Melodifestivalen, Melodifestivalen, @melodifestivalen, #melfest@SVTmelfesthttps://twitter.com/melfest_en, https://vm.tiktok.com/ZMe1HVR1L/, iOS Android • SVT Play#melfest media.melodifestivalen.se