ESC 2021 – Slovenia: Ana Soklič con “Amen” per la Slovenia a Rotterdam 2021

Ana Soklič con il brano “Amen” rappresenterà la Slovenia alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio 2021.

Stasera durante un’edizione speciale dell’Evrovizijska Melodija (EMA) 2021 dell’emittente pubblica slovena RTV Slo ed Ana Soklič hanno presentato al pubblico il brano “Amen”, il 14º dei brani già presentati per la prossima edizione dell’Eurovision Song Contest 2021. Ana Soklič si esibirà con “Amen” nella prima metà della prima semifinale il 18 maggio 2021.

“Amen”, con testo interamente in inglese, è stato composto in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica di RTV Slo la direzione di Žiga Pirnat, che ha anche scritto la musica insieme ad Ana Soklič in Bojan Simončič. Il team ha collaborato con il paroliere Charlie Mason, che ha co-scritto “Rise Like A Phoenix” di Conchita Wurst (vincitrice dell’Eurovision Song Contest per l’Austria nel 2014), il brano dei Maraaya, “Here For You” (Slovenia, 2015) e “Beauty Never Lies” di Bojana Stamenov (Serbia, 2015).

La cantante ha dichiarato: «“Amen” parla dell’amore perché l’amore conta di più e il messaggio della canzone è molto universale. Non parlo mai della mia interpretazione personale di una canzone perché preferisco che le persone ne facciano la propria visione. La mia parte preferita di questa traccia è quando il grande coro entra… è come se il cielo si aprisse!».

Nel brano hanno una grande importanza i cori gospel; che potranno essere utilizzati grazie alle regole speciali in vigore per il Concorso quest’anno. che prevedono la possibilità di usare voci preregistrate. Il produttore Žiga Pirnat ha costruito il coro attorno a Dorian Holley (un cantante che ha fatto molti tour con artisti del calibro di Michael Jackson, Rod Stewart e James Taylor). Il coro di accompagnamento è stato registrato allo Studio 1 EastWest Studios a Hollywood, in passato utilizzato da star come Madonna e Stevie Wonder.

Prosegue la macchina eurovisiva, quest’anno un pò ridotta a causa delle tante conferme dopo l’edizione cancellata nel 2020 per la pandemia da COVID-19. Al momento 32 partecipanti e 14 canzoni in gara all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest sono stati resi noti, dopo Anxhela Peristeri con “Karma” per l’Albania, Montaigne per l’Australia, Vincent Bueno con “Amen” per l’Austria, Efendi (Əfəndi) per l’Azerbaigian, gli Hooverphonic per il Belgio, VICTORIA (Виктория) per la Bulgaria, Elena Tsagkrinou (Ελένη Τσαγκρινού) con “El diablo” (The Devil) per il Cipro, Albina con “Tick-tock” per la Croazia, Blind Channel con “Dark side” per la Finlandia, Barbara Pravi con “Voilà” per la Francia, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) per la Georgia, Jendrik Sigwart con “ I don’t feel hate” per la Germania, Stefania (Στεφανία) con “Last Dance” per la Grecia, Daði & Gagnamagnið con “10 years” per l’Islanda, Lesley Roy con “MAPS” per l’Irlanda, Eden Alene (עדן אלנה) con “Set me free” (חופשייה) per l’Israele, Samanta Tīna per la Lettonia, The Roop con “Discoteque” per la Lituania, Vasil (Васил) con “Here I stand” per la Macedonia del Nord, Destiny per Malta, Natalia Gordienko con “Sugar” per la Moldavia, TIX con “Fallen angel” per Norvegia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi, James Newman per il Regno Unito, Benny Cristo con “omaga” per la Repubblica Ceca, ROXEN per la Romania, Senhit per il San Marino, Hurricane con “Loco loco” per la Serbia, Ana Soklič con “Amen” per la Slovenia, Blas Cantó con “Voy a quedarme” per la Spagna, Gjon’s Tears per la Svizzera, gli Go-A con “SHUM” (ШУМ, Noise) per l’Ucraina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo show Evrovizijska Melodija – EMA 2021 svolto stasera presso lo Studio 1 di RTVSLO a Lubiana, oltre ad essere dedicato alla presentazione del brano con cui Ana Soklič finalmente calcherà il palco di Rotterdam il prossimo maggio e non una competizione tra diversi artisti come in passato, ha commemorato anche il 60º anniversario della prima partecipazione della Slovenia al concorso nel 1961 come parte della Jugoslavia, con il brano “Neke davne zvezde” (Some Long-Gone Stars) eseguito dalla cantante serba Ljiljana Petrović e composta dal sloveno Jože Privšek.

Nel corso del programma condotto dalla cantante Lea Sirk, che ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano “Hvala, ne!” (No, Thanks!) (21º) e il presentatore televisivo Nejc Šmit, ci sono apparsi molto ex rappresentanti sloveni: Ditka Haberl (Yugoslavia 1975), Emilija Kokić (Yugoslavia 1989) zalagasper (Slovenia 2019), Amaya (Slovenia 2011), Nuša Derenda (Slovenia 2001), Tajči (Yugoslavia 1990), Darja Švajger (Slovenia 1995 & 1999), Tinkara Kovač (Slovenia 2014), Omar Naber (Slovenia 2005 & 2017), Alenka Gotar (Slovenia 2007), Sestre (Slovenia 2002), Eva Boto (Slovenia 2012), Anžej Dežan (Slovenia 2006), as well as Rebeka Dremelj (Slovenia 2008).

Ben 191 le proposte arrivate alla rete RTV Slo che poi ha sottoposto le tre migliori alla Soklic. Secondo i piani si sarebbe dovuta svolgere una finale nazionale come quella spagnola, con più brani tra cui scegliere ma le condizioni sanitarie legate alla pandemia da COVID-19 hanno spinto il broadcast ad organizzare un evento che coinvolgesse meno persone possibili.

La canzone è stata scelta internamente, tra le 191 ricevute da RTV Slo, da due giurie di esperti, che includevano Darja Švajger (ha rappresentato la Slovenia all’Eurovision Song Contest 1995 con il brano “Prisluhni mi” (7ª) e all’Eurovision Song Contest 1999 con “For a Thousand Years” (11º) e ha presentato l’EMA nel 2002 e nel 2015), da Vladimir Graić / Владимир Граић (compositore serbo che ha scritto il brano “Molitva” (Молитва, Prayer) della cantante serba Marija Šerifović / Марија Шерифовић con cui ha vinto per la Serbia l’Eurovision Song Contest 2007), da Mojca Menart (capo della ZKP RTV Slovenija) e Matevž Šalehar – Hamo (musicista, compositore e cantante) e dalla rappresentare della Slovenia all’Eurovision Song Contest 2020 e 2021 Ana Soklič.

Non sarà l’unica canzone in gara con questo titolo; anche il brano dell’austriaco Vincent Bueno s’intitola così e lo ascolteremo per la prima volta nella seconda settimana di marzo. Un evento simile non si verificava dal 2015 con le due “Warrior” di Malta e Georgia. Inoltre si chiamava Amen” il brano portato in gara da Liora nel 1995 per Israele.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ana Soklič nata a Bohinj, ha iniziato a farsi conoscere al grande pubblico nel 2012, partecipando alla prima edizione della versione slovena di The X Factor. Dopo aver superato le audizioni è entrata a fare parte della categoria “Over 21” capitanata da Jadranka Juras. Superata la fase degli Home Visit, Soklič ha acceduto alle serate dal vivo del programma, dove è giunta fino alle semifinali prima di essere eliminata.

Nel 2019 ha preso parte a Slovenska popevka, il più grande festival musicale della Slovenia, dove ha cantato il suo brano Temni svet, vincendo i premi per la miglior interpretazione e per il miglior brano. Durante la sua carriera ha collaborato con artisti del calibro di Elthon John, gli U2 e Mary J. Blige, e si è esibita anche per Barack Obama e Papa Francesco.

Ana Soklič avrebbe dovuto rappresentare la Slovenia all’Eurovision 2020, con il brano “Voda”, ma in seguito all’annullamento dell’evento a causa della pandemia di COVID-19 è stata riconfermata come rappresentante nazionale per l’edizione del 2021.

La Slovenia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal duo musicale indie pop sloveno Zala Kralj & Gašper Šantl, noti anche come Zalagasper, con il brano “Sebi” (No, Thanks!) – scelti attraverso la selezione slovena per l’Eurovision Song Contest, EMA 2019. Nella finale del 16 febbraio hanno superato la prima fase, risultando fra i due più votati da giurie e pubblico, e sono stati proclamati vincitori nella superfinale a due con il 72,89% dei voti dal pubblico, garantendosi così il diritto di rappresentare la Slovenia all’Eurovision Song Contest 2019, a Tel Aviv. Dopo essersi qualificati dalla Prima Semi-Finale del 14 maggio, si sono esibiti per decimi nella Finale del 18 maggio successivo. Qui si sono classificati al 15º posto su 26 partecipanti con 105 punti totalizzati, di cui 59 dal televoto e 46 dalle giurie.

La Slovenia ha debuttato all’Eurovision Song Contestnel 1993 con 1X Band e la canzone “Tih deževen dan” (A quiet rainy day), dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslava. Da allora ha partecipato a quasi tutte le edizioni (23 partecipazioni, 13 Finali), tranne nel 1994 e nel 2000.

Il risultato migliore rimane fino ad ora il settimo posto ottenuto nel 1995 con Darja Švajger e il brano “Prisluhni mi” (Listen to me) e nel 2001 con Nuša Derenda e la canzone “Energy” (Ne, ni res; No, it’s not true). L’unico altro Top ten del paese è stato 10° posto con Tanja Ribič e il brano “Zbudi se” (Wake up) nel 1997.

Nel 1993 la Slovenia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette affrontare una semifinale (Kvalifikacija za Millstreet) che si svolse a Lubiana e fu organizzata proprio dall’emittente pubblica RTV SLO. Si classificò al primo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993.

Come parte della Jugoslavia solo in quattro occasioni una canzone in lingua slovena fu scelta per l’Eurovision Song Contest: nel 1966, nel 1967, nel 1970 e nel 1975.

Con l’introduzione delle Semifinali nel 2004, non ha raggiunto la Finale in dieci occasioni, mentre ha raggiunto la Finale nel  2007, 2011, 2014, 2015 e 2018.