ESC 2022 – Croazia: HRT conferma la partecipazione all’ESC 2022 e il DORA 2022 come selezione nazionale

L’emittente pubblica croata HRT ha confermato la sua partecipazione alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022 che si svolgerà in Italia il prossimo maggio (il nome della città ospitante dovrebbe essere annunciato a breve), in seguito alla vittoria dei Måneskin con “Zitti e buoni” nell’edizione precedente; sarà la terza edizione della manifestazione musicale a svolgersi in Italia, dopo le edizioni del 1965 e del 1991.

Così la Croazia si unisce all’elenco dei 30 paesi che hanno finora confermato la loro partecipazione all’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest in Italia: Albania, Australia, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia (paese organizzatore), Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Repubblica Ceca, San Marino, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ucraina.

Inoltre, HRT ha anche confermato che il metodo e il meccanismo che verrà utilizzato per selezionare la canzone e il concorrente croato per l’edizione 2022 dell’ESC sarà ancora una volta legato alla selezione nazionale DORA 2022. (Hrvatski izbor za pjesmu Eurovizije), il format che è nato nel 1992 e ed è stato adottato a partire dall’anno successivo come metodo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest, interrotto nel 2011, venendo poi ripreso a partire dal 2019.

L’emittente pubblica croata rilascerà ulteriori informazioni su Dora 2022. a tempo debito: “Il bel tempo di settembre contribuisce solo ai preparativi per il Dora e l’Eurovision Song Contest 2022, che sono in pieno svolgimento! La finale nazionale croata per l’Eurovision Song Contest inizierà presto, quindi resta con noi per ulteriori informazioni”.

Croazia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dalla cantante croata Albina e la canzone “Tick-Tock”, pubblicato il 13 febbraio 2021 su etichetta discografica Universal Music Croatia. Nel maggio successivo, Albina si è esibita nella Prima Semi-Finale eurovisiva, piazzandosi all’11º posto su 16 partecipanti con 110 punti totalizzati e non qualificandosi per la Finale per soli sei punti.

Nella edizione 2020 il cantante croato Damir Kedžo avrebbe dovuto rappresentarela Croazia all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Divlji vjetre” (Wild Wind), prima che l’evento fosse cancellato in seguito alla pandemia di COVID-19. Damir non è stato riconfermato come rappresentante croato per l’edizione del 2021.

La Croazia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993, dopo la dissoluzione della Federazione Jugoslavae (26 partecipazioni, 18 Finali). Da allora ha partecipato ad ogni edizione. Nel 1993 la Croazia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’Eurovision Song Contest per la prima volta, dovette partecipare ad una Semi-Finale ‘Kvalifikacija za Millstreet’ che si svolse a Ljubljana il 3 marzo 1993: si classificò al secondo posto e poté così partecipare all’Eurovision Song Contest 1993 con il brano “Don’t ever cry” dei Put. La migliore posizione fino ad oggi raggiunta del paese è il 4° posto ottenuto nel 1996 con Majda Blagdan e il suo brano “Sveta ljubav” (Holy love) e nel 1999 con Doris Dragović e il brano “Marija Magdalena” (Mary Magdalene).

Non ha raggiunto la finale dal 2010 al 2013. Si ritira a partire dall’edizione 2014, tuttavia ritornerà, dopo due anni, nell’edizione 2016 riuscendo a qualificarsi alla finale dopo 7 anni.

Per tredici volte una canzone di lingua croata, tra cui una ritirata, fu la scelta della Jugoslavia per l’Eurovision Song Contest. Nel 1989 la canzone “Rock Me” cantata dal gruppo croato dei Riva vinse la manifestazione. L’anno successivo a Zagabria si svolse l’Eurovision Song Contest 1990.